“Nuvole di drago” (una recensione di Pietro Pancamo)

giugno 27th, 2016

Nuvole di drago

La copertina del libro Nuvole di drago

 

Luciano Troisio, Nuvole di drago. Otto itinerari asiatici, Edizioni Il Foglio, Piombino, 2009

In buona sostanza avvicinandosi alla “passione” universale che Dio nutre per ogni particola del creato (sia essa uomo, animale o luogo geografico), chi sulla Terra avverta il bisogno d’istruirsi, per acquisire una maggior consapevolezza, si ritrova sul serio ad amare tutto e tutti: perché si accorge ben presto che qualunque incontro –con persone, cibi, cose, civiltà, monumenti (o magari paesaggi al gran completo di flora e fauna)– è un’occasione preziosa per accrescere il patrimonio delle proprie conoscenze e dunque arricchirsi.

Leggi il resto »

Il mistero della «Dama Bianca» dei monti Brandberg

giugno 22nd, 2016

 photo 0-DB01_zps5u1m7cic.jpg

White Lady

«Quando verrà a visitare la nostra Dama Bianca dei Brandberg?».
Così, si narra, nei primi anni ’40 del secolo scorso J. Smuts, Primo Ministro della Repubblica del Sud Africa, invitò l’abate Henry Breuil a visitare la famosa pittura rupestre nei monti Brandberg, in Namibia, che allora era governata dai sudafricani.
Breuil (1877-1961), archeologo e antropologo francese, fu uno dei massimi studiosi di arte rupestre al mondo.
Egli passò diversi anni nell’Africa del sud compiendo studi sulla ricca arte rupestre; riguardo alla Dama Bianca commise, però, un errore d’interpretazione.

Leggi il resto »

Notizie curiose da tutto il mondo.

giugno 18th, 2016

Londra. Coccodrillo fa la guardia ai soldi del suo padrone. Attenti, ladri!

 photo 001_zpsippvnxab.jpg

didascalia

Considerati gli ultimi scandali rapine e truffe varie… , i cittadini si chiedono ora dove poter nascondere i loro soldi, frutto di tanti anni di risparmi. Il problema è doppio; bisogna difenderli dalle banche (disoneste) ma anche dai ladri, che sempre più entrano nelle case in cerca di denaro e gioielli.

 photo 002_zpsk73kcwvo.jpg

Foto M.C. Giongo – maggio 2014

Leggi il resto »

La posta del cuore dei nostri amici animali di Imma Paone

giugno 12th, 2016

Cara dottoressa,

potrebbe spiegarmi l’importanza del trattamento antipulci per il mio cane e di quello vermifugo?

Sono veramente necessari, anche se si tratta di un cane di appartamento che raramente sta a contatto con altri animali della sua specie?

....

Leggi il resto »

Immortal – La Giustiziera. Terzo episodio.

giugno 8th, 2016

 photo hesther van doornum_zpsxbgm0sjg.jpg

Dipinto di Hesther Van Doornum

Dopo l’Angelo di Bucarest, ritorna Immortal, altra eroina de “Il Cofanetto Magico”, sotto le vesti de “La Giustiziera”. Nei primi due episodi, usciti a ottobre e novembre 2015, Francesco, non riuscendo a rassegnarsi all’umiliazione subita nella grotta di Tarquinia, cerca di stabilire un contatto con Immortal per avere chiarimenti sul suo comportamento irrazionale. In questo terzo episodio Francesco, sulla base di elementi fornitigli dall’interlocutrice e spronato da Monica, inizia un percorso a ritroso per fare chiarezza sull’intricata vicenda.
Buona lettura!

(Cliccare qui per l’episodio precedente)

Leggi il resto »

Pompieri olandesi salvano da un incendio una cavia rianimandola con una maschera ad ossigeno.

giugno 3rd, 2016

 photo 001_zpsdafqxv9f.jpg

Bilthoven (Paesi Bassi). I vigili del fuoco rianimano con una maschera ad ossigeno una cavia intossicata dal fumo causato da un incendio. Foto di Aneo Koning.

Se purtroppo anche il Olanda la caccia è permessa, come ho scritto in un articolo precedente sulla “morte del cigno”, devo dire che gli olandesi amano molto gli animali e la natura. Li rispettano come parte integrante di questo mondo ed insegnano anche ai loro figli a farlo. Per cui non dovrebbe stupire quanto è accaduto lo scorso aprile nel paese di Bilthoven.

 photo 002_zpsjt2ngkkp.jpg

Bilthoven (Olanda). 10 aprile 2016. Foto Aneo Koning

Leggi il resto »

Editoriale di giugno. La morte del cigno. Basta con la caccia!

giugno 1st, 2016

 photo 001_zpskshppzu5.jpg

La famosa ballerina russa Anna Pavlova, con un cigno, icona della bellezza,
che nel celebre balletto “La morte del cigno” rappresenta proprio la fine della bellezza e dell’amore su questa terra.

Cari lettori, cofanetti magici,

recentemente ho visto una sequenza (girata con il telefonino da una signora olandese) che mi ha scioccata. In un campo c’erano tre cigni, padre, mamma e figlio. Si stavano riposando, godendo il tepore dei primi raggi di sole. Ad un certo punto hanno avvertito la presenza di alcuni cacciatori e dei loro cani e si sono alzati in volo intuendo l’imminente pericolo. Ma non è bastato.

 photo 002_zpssptnd6gy.jpg

La straordinaria Anna Pavlova interpretò per prima, nel 1905, al teatro Mariinskij (a San Pietroburgo) una rappresentazione della “Morte del cigno”.

Leggi il resto »

Poesia di maggio: “Il nulla”

maggio 27th, 2016

Una Milano d’epoca

 

Ecco una poesia che scrissi anni fa, in seguito alle forti delusioni letterarie che avevo patito in quella che, almeno da alcuni, viene considerata la capitale della poesia: Milano.
Il gioco di parole che appare alla fine del componimento, fa sì che il nulla di pochi versi prima, diventi una traccia, abile ma insieme labile, del futuro. E in effetti, a quel tempo, io pensavo di non avere il minimo futuro come poeta. Quindi nel nulla –che proprio in quanto tale, più labile di così non potrebbe essere– ormai vedevo un abile ritratto (cioè fedele e somigliante) del mio avvenire e della mia carriera.
Poi le cose andarono diversamente, per fortuna. E anzi proprio questa lirica fu apprezzata dal compianto critico Walter Mauro, il quale la inserì in un’antologia di autori vari, intitolata Geografie poetiche.

Leggi il resto »

A tu per tu con un’eruzione vulcanica

maggio 24th, 2016

 photo 0-VU01_zpsjmcsobad.jpg

Vedete quel chiarore laggiù? È un’eruzione vulcanica dalle parti del Nyamulagira.
Così un infermiere dell’ospedale di Goma, nella Repubblica Democratica del Congo che allora aveva il nome di Zaire, ci venne a chiamare mentre stavamo finendo la giornata lavorativa di un tardo pomeriggio di fine aprile 1989 (quella all’ospedale di Goma fu la mia prima missione, da medico, con la Cooperazione Italiana).
Uscimmo dall’ospedale e salimmo verso la cima del Monte Goma, un piccolo vulcano inattivo che si ergeva sulle rive del lago Kivu in cui la città si specchiava.
Il buio calava presto e il lontano chiarore era ben visibile dietro le colline a nord-ovest della città.

Leggi il resto »

Io sono Malala. La storia della “ragazzina-guerriera”, ferita gravemente durante un attentato alla sua vita, premio Nobel per la pace.

maggio 21st, 2016

Con la sua penna lotta per l’uguaglianza e la libertà degli oppressi, per constrastare la violenza dell’estremismo religioso.

 photo 001_zpsix4fnyvp.jpg

Malala Yousafrai, un grande esempio per i giovani che lottano pacificamente per la libertà e l’uguaglianza, contro la violenza ed il sopruso.

Nella nostra società spesso tendiamo a dare ogni cosa per scontata: a volte non pensiamo che, da qualche parte, ci siano persone che non godono degli agii e delle libertà di cui noi occidentali disponiamo. Molti, soprattutto tra i giovanissimi, non sono interessati a ciò che accade al di fuori delle rassicuranti mura domestiche, e non sanno che ci sono persone costrette a lottare per qualcosa che a noi pare scontato se non, addirittura, superfluo.

 photo 002_zpsyk79x9sl.jpg

Leggi il resto »