Poesia di maggio: “Il nulla”

maggio 27th, 2016

Una Milano d’epoca

 

Ecco una poesia che scrissi anni fa, in seguito alle forti delusioni letterarie che avevo patito in quella che, almeno da alcuni, viene considerata la capitale della poesia: Milano.
Il gioco di parole che appare alla fine del componimento, fa sì che il nulla di pochi versi prima, diventi una traccia, abile ma insieme labile, del futuro. E in effetti, a quel tempo, io pensavo di non avere il minimo futuro come poeta. Quindi nel nulla –che proprio in quanto tale, più labile di così non potrebbe essere– ormai vedevo un abile ritratto (cioè fedele e somigliante) del mio avvenire e della mia carriera.
Poi le cose andarono diversamente, per fortuna. E anzi proprio questa lirica fu apprezzata dal compianto critico Walter Mauro, il quale la inserì in un’antologia di autori vari, intitolata Geografie poetiche.

Leggi il resto »

A tu per tu con un’eruzione vulcanica

maggio 24th, 2016

 photo 0-VU01_zpsjmcsobad.jpg

Vedete quel chiarore laggiù? È un’eruzione vulcanica dalle parti del Nyamulagira.
Così un infermiere dell’ospedale di Goma, nella Repubblica Democratica del Congo che allora aveva il nome di Zaire, ci venne a chiamare mentre stavamo finendo la giornata lavorativa di un tardo pomeriggio di fine aprile 1989 (quella all’ospedale di Goma fu la mia prima missione, da medico, con la Cooperazione Italiana).
Uscimmo dall’ospedale e salimmo verso la cima del Monte Goma, un piccolo vulcano inattivo che si ergeva sulle rive del lago Kivu in cui la città si specchiava.
Il buio calava presto e il lontano chiarore era ben visibile dietro le colline a nord-ovest della città.

Leggi il resto »

Io sono Malala. La storia della “ragazzina-guerriera”, ferita gravemente durante un attentato alla sua vita, premio Nobel per la pace.

maggio 21st, 2016

Con la sua penna lotta per l’uguaglianza e la libertà degli oppressi, per constrastare la violenza dell’estremismo religioso.

 photo 001_zpsix4fnyvp.jpg

Malala Yousafrai, un grande esempio per i giovani che lottano pacificamente per la libertà e l’uguaglianza, contro la violenza ed il sopruso.

Nella nostra società spesso tendiamo a dare ogni cosa per scontata: a volte non pensiamo che, da qualche parte, ci siano persone che non godono degli agii e delle libertà di cui noi occidentali disponiamo. Molti, soprattutto tra i giovanissimi, non sono interessati a ciò che accade al di fuori delle rassicuranti mura domestiche, e non sanno che ci sono persone costrette a lottare per qualcosa che a noi pare scontato se non, addirittura, superfluo.

 photo 002_zpsyk79x9sl.jpg

Leggi il resto »

Notizie dal mondo. Grazie ai vermi, gli organi in attesa di essere trapiantati si conservano a lungo. Per la prima volta trapianto di organi fra malati di AIDS.

maggio 18th, 2016

 photo 001_zpsocrgbsdj.jpg

Morlaix (Gran Bretagna).

I vermi, che spesso ci fanno… tanto schifo, in realtà sono di grande utilità. Un’azienda farmaceutica a Morlaix ha scoperto che gli organi da trapiantare si potrebbero conservare ben 4 settimane, invece che 24 ore, come avviene ora, usando l’emoglobina del sangue dei lombrichi. Infatti essa può trasportare più ossigeno di quella contenuta nel corpo umano. Un esempio: i globuli rossi di un piccolo essere umano possono legarsi a 4 molecole d’ossigeno: quelle di un verme a 156.

 photo 002_zpsa15hmwjv.jpg

Leggi il resto »

La posta del cuore dei nostri amici animali di Imma Paone

maggio 12th, 2016

Gentile Dottoressa Paone,

il veterinario della mia gatta, che ha dodici anni , mi ha consigliato, visto che è dimagrita  e mangia meno, di farle degli esami del sangue per un controllo, anche del funzionamento della tiroide.

……..

La gatta Rosa

Leggi il resto »

Îngerul din București. Al şaselea şi ultimul episod.

maggio 9th, 2016

Fotografii cu interpretare liberă de H. Linsen. Interzisă reproducerea.

Am ajuns la al șaselea și ultimul episod din “Îngerul din București” povestea lui Valentino Di Persio, scriitor și poet.

De mai multe ori în decursul episoadelor anterioare ne-am întrebat cine este acea persoană misterioasă care bântuia în Parisul de Est. Care a fost originea sa, scopul apariției sale . O poveste magică, plină de personaje curioase, speciale, bizare. De evenimente neașteptate, referințe istorice și dragoste. Dragoste înțeleasă ca posibilitate de întâlnire, de întâlniri, de întoarcere. Totul suspendat între cer și pământ, în acea”cale de mijloc”, unde era plasată existența bărbatului; închisoarea noastră. Tocmai din cauza acestei căutări constante, datorită aerului misterios ce se respira, opera lui Valentino Di Persio ar putea fi potrivită unei adaptări de film. Evident că prefața unei cărți nu trebuie să dezvăluie finalul, cu siguranță nu vreau să vă iau această plăcere.

Leggi il resto »

L’angelo di Bucarest. Sesto ed ultimo episodio.

maggio 8th, 2016

Foto da libera interpretazione di H. Linsen. Proibita la riproduzione.

Siamo arrivati alla sesta ed ultima parte de “L’angelo di Bucarest” il racconto di Valentino Di Persio, scrittore e poeta.

Più volte, nel corso degli episodi precedenti ci siamo chiesti chi fosse quella creatura misteriosa che imperversava nella Parigi dell’Est. Quale fosse la sua origine, lo scopo della sua comparsa. Una storia magica, intessuta di personaggi curiosi, speciali, bizzarri. Di avvenimenti inattesi, riferimenti storici e amore. Amore inteso come possibilità di incontro, di incontri, di ritorni. Il tutto sospeso fra cielo e terra, in quella “via di mezzo” dove è stata collocata l’esistenza dell’uomo; il nostro limbo. Proprio per questo inseguimento continuo, per l’aria di mistero che si respira, l’opera di Valentino Di Persio potrebbe essere adattata in una trasposizione cinematografica.
Ovviamente la prefazione di un libro non deve svelarne la conclusione, non voglio certo levarvi questo piacere.

Leggi il resto »

Olanda. La verità sul feroce assassinio dell’ex ministro della sanità Els Borst. Macabri particolari. Punita per aver approvato la legge sull’eutanasia.

maggio 3rd, 2016

 photo 001_zpsvzu3h50j.jpg

Paesi Bassi. Bart van U. il feroce assassino di Els Borst, ex ministro della sanità, avvenuto nel garage della povera donna. Dopo la confessione escono altri particolari terribili e il movente: “aveva permesso che passasse la legge sull’eutanasia in Olanda”, ha dichiarato.

Ci sono dei delitti premeditati ancor più impressionanti per la crudeltà dell’azione e l’odio insensato che muove la mano dell’omicida. Come quello di Els Borst, di cui solo ora, a distanza di due anni, si conoscono tutti i particolari.
Els Borst, nata ad Amsterdam nel 1932, è stata ministro della sanità, sport e tempo libero dal 1994 al 2002 e dal 1998 anche vicepremier. Fu la prima a capire l’importanza della donazione degli organi, introducendo la possibilità di rilasciare una dichiarazione ufficiale, a partire dall’età di 18 anni, per poterlo fare.

 photo 002_zps5nvyngjs.jpg

Bilthoven (Olanda). Il ministro Els Borst, uccisa ferocemente da uno squilibrato. L’uomo temeva che l’eutanasia “a causa sua” si potesse applicare anche ai ciechi. “Per questo ho voluto punirla severamente”, ha confessato durante il processo a suo carico, “trafiggendole gli occhi”.

Leggi il resto »

Editoriale di maggio. Non cediamo alla cattiveria.

maggio 1st, 2016

 photo 001_zpsxydrn7jf.jpg

Cari lettori online, cofanetti magici, amici,

oggi vorrei dividere con voi un pensiero che fa riflettere, nato dopo aver letto una poesia di una signora olandese, Helma Michielsen, la quale scrive: ”La persona che non ha ceduto alla cattiveria raggiunge il cielo”.
Sulla cattiveria si sono pronunciati psicologi, psichiatri, sono stati scritti fiumi di parole.

 photo 002_zpsobf0c4s7.jpg

Un trittico del famoso pittore olandese Jheronimus Bosch (ca.1450-1516 ), su cui è stata organizzata una mostra a ‘s-Hertogenbosch, nei Paesi Bassi, che ha ottenuto un successo strepitoso. Purtroppo l’esposizione si potrà visitare sino all’8 maggio. I biglietti d’ingresso sono stati venduti tutti sin dai primi giorni. Alla vostra sinistra è rappresentato il paradiso, nel mezzo il giudizio universale (che dà il nome al trittico) e a destra l’inferno.

Leggi il resto »

“Puttana! Appena torni ad Amsterdam ti impiccheremo nel parcheggio dell’aeroporto”.

aprile 28th, 2016

 photo 001_zps9jgm2ake.jpg

La giornalista Ebru Umar, a cui è diretto il terribile messaggio di qui sopra. Foto ANP

Questa assurda vicenda è cominciata quando il consolato turco a Rotterdam ha inviato un’email ai connazionali residenti nei Paesi Bassi con la richiesta di informarli ogni volta che le loro comunità sentono e persino leggono sui social offese, parole d’odio e di derisione contro il presidente Erdogan da parte dei loro compatrioti. In Olanda ci sono 450.000 turchi residenti.

 photo 002_zpsclsbk0mm.jpg

Leggi il resto »