Ma quanto sei cattiva…

gennaio 20th, 2018

Il ritratto di una delle dieci donne considerate più cattive della storia: Maria I d’Inghilterra (1516-1558)

Nel mio editoriale dello scorso Natale ho parlato di questa ricorrenza come festa della luce, del calore, dell’amore, della famiglia, dei valori umani di solidarietà e generosità. Della nascita: come un fiore che sboccia alla vita, puro ed intatto. Quando mi guardo in giro però vedo scenari che sono l’esatto contrario dei valori con cui siamo cresciuti o almeno, avremmo dovuto crescere; vedo tanta cattiveria, odio, invidia, gelosia.

Alcuni psicologi dicono che nell’animo umano convivono sia Biancaneve che la strega maligna Grimilde. Luci e ombre. Ed è proprio la parte ombrosa che va combattuta e battuta. Per arrivare ad essere felici ed in pace con se stessi.

Leggi il resto »

Ho scritto un libro!

gennaio 18th, 2018

Il magico momento dell’autografo

Ho scritto un libro. A dire il vero è da un po’ che l’ho scritto. Ma la novità è che da poche settimane l’ho pubblicato. Anzi me l’hanno pubblicato. Anzi un editore intraprendente (e io dico anche lungimirante) l’ha letto e l’ha trovato adatto ad essere pubblicato.
E adesso il libro, che prima esisteva solo in forma di autopubblicazione e girava in modalità simil-clandestina, tra parenti ed amici strettissimi, adesso è proprio un libro vero, pubblicato da un vero editore.
Cosa cambia? Beh, apparentemente nulla. Ma in effetti, in realtà cambia tutto!

Leggi il resto »

Rampina, una favola dei nostri giorni

gennaio 8th, 2018

L’8 maggio è una data importante, almeno per me che l’ho vissuta tra attimi di paura, lampi di speranza, poi di angoscia e, infine, di gioia. Questa storia avrei voluto tenermela per me, condividerla solo con me stesso. Ma col trascorrere dei mesi, visto il suo evolversi positivo, ho pensato che non sarebbe stato giusto farla rimanere racchiusa in un limbo recondito della memoria. Rampina è un miracolo. Rampina è di per sé una favola iniziata già nella pancia di sua madre, ancor prima che nascesse.

Leggi il resto »

Olanda. La violinista Gaia Trionfera, giovane talento musicale. Intervista a sua mamma. La musica come fonte di vita. Quando è bene iniziare a suonare uno strumento?

gennaio 3rd, 2018

Gaia Trionfera, grande talento musicale

Il nostro Ambasciatore nei Paesi Bassi, Sua eccellenza Andrea Perugini, lo scorso Natale ha invitato la comunità degli italiani in Olanda ad un bellissimo concerto di Natale per violino e pianoforte, facendoci conoscere un giovane talento di soli 17 anni, Gaia Trionfera, che ha ricevuto un grande consenso di pubblico, con ovazione finale! La nostra Ambasciata e soprattutto gli ultimi ambasciatori che ne hanno assunto l’incarico hanno dato sempre più spazio alla cultura: meno raffinati rinfreschi nella splendida dimora a Den Haag (l’Aja) dove abitano durante il loro mandato, e sempre più manifestazioni artistiche. In questo modo noi residenti in questo Paese possiamo dire che i soldi italiani vengono spesi bene, a favore delle nostre più rinomate tradizioni di valore, non ultime quelle gastronomiche; oltre che per rafforzare i rapporti politici ed economici con la nazione ospitante.

Den Haag (Paesi Bassi). Natale 2017. Con l’Ambasciatore italiano nel regno dei Paesi Bassi e sua moglie Mariska Perugini-Visser, grande uomo di cultura e promotore della nostra cultura nel mondo; dopo il Concerto di Natale organizzato al Theater Korzo di Den Haag (Aja). Foto Hans Linsen

Leggi il resto »

Editoriale gennaio 2018. Buon anno e buona fortuna con…

gennaio 1st, 2018

Buon anno e tanta fortuna! Con il Concerto di Capodanno e la Marcia di Radetzky, fra un allegro battito di mani e tanta nostalgia dei bei ricordi dell’infanzia.

Cari Cofanetti magici, amici lettori,

felice anno nuovo! Spero che abbiate trascorso un sereno Natale ed un allegro fine anno. Con i figli, la vostra famiglia, i vostri parenti, amici, animali domestici. Adesso è tempo di guardare al futuro, dopo l’ultima… botta di vita dell’Epifania, che tutte le feste le spazza via! Mi raccomando, oggi godetevi il favoloso Concerto di Capodanno trasmesso ogni anno in Eurovisione, con la gioiosa chiusura della Marcia di Radetzky. Eccola per voi.

Io non ne ho mai perso uno, sin da quando ero piccola e lo guardavo, seduta davanti alla televisione con i miei genitori, le sorelle ed i nonni, prima del pranzo. Per la mia famiglia era una tradizione. Ricordi dolcissimi ed indimenticabili, che rivivo ancora, anno dopo anno, con una malcelata lacrimuccia colma di nostalgia, quando sento la famosa Marcia di Radetzky!

Leggi il resto »

Vigilia di Natale

dicembre 27th, 2017

anniversary-157248_640

 

Forse la prosa poetica che vi propongo quest’oggi è un po’ malinconica; in compenso, però, molto più allegri e “pimpanti” sono i miei auguri di buon anno. E ve li faccio proprio adesso, esclamando con un gran sorriso: «Uno splendido 2018 a tutti voi, cari amici del «Cofanetto»!!!!».

Leggi il resto »

I Monti del Drago (Drakensberg) in Sudafrica: uno spettacolo da non perdere

dicembre 22nd, 2017

Lo spettacolo che si presentò agli occhi dei primi coloni Boeri quando, durante la “Grande Marcia” raggiunsero un’alta e vasta catena montuosa (se ne andarono dalla Colonia del Capo attorno alla metà dell’800 per vari motivi, ma soprattutto per fuggire la progressiva inglesizzazione del territorio), fu impressionante: picchi aguzzi che si stagliavano contro il cielo azzurro, profondi burroni, cascate.
Da dove origini il nome Drakensberg (Monti del Drago) è incerto.
Una leggenda narra che una coppia di Boeri raccontò, trafelata, di aver visto un dragone con ali e coda, che volava sopra le nuvole o, in alternativa, che il dragone soffiava fiamme e fumo.
Meno fantasioso il nome dato dagli Zulu: uKhahlamba (barriera di lance) ad indicare le aguzze punte dei picchi.
Ma cosa sono i Drakensberg e dove sono esattamente?

Leggi il resto »

Nessuna trincea tra l’albero e il presepe…

dicembre 18th, 2017

Non senza quel pizzico di preziosa emozione che credo caratterizzi ogni debutto, eccomi ad accomodarmi nello spazio che il Cofanetto Magico mi ha riservato.
Mi chiamo Paolo Pagnini. Mi piace scrivere (ma ancora di più leggere). Vivo a Pesaro, e da qui, da questo punto di vista un po’ decentrato, osservo il mio spicchio di mondo.
Un mondo che negli ultimi anni, per merito (o per colpa) del web e dei social network è diventato un po’ più grande. Almeno apparentemente.

Leggi il resto »

La posta del cuore dei nostri amici animali di Imma Paone. Buon Natale

dicembre 12th, 2017

Cara dottoressa,
ho pensato di regalare per Natale al mio bimbo un cucciolo di labrador.
Come classicamente si vede nelle pubblicità, sono tentata di metterlo in uno scatolo grande, tutto colorato, da cui poi dovrà uscire questo cucciolo profumatissimo e con un grosso fiocco rosso.

....

Leggi il resto »

Ricordi della mia infanzia…

dicembre 8th, 2017

Fuori, sporadici granelli bianchi saltellano sul piazzale, dentro, il fuoco arde allegro nel caminetto. Da dietro la persiana, osservo Moshè acquattato a ridosso d’un ciocco di legno. Al frullar d’ali s’appiattisce flessibile sulle zampe, pronto a spiccare il salto. Il pettirosso plana sul muro, si gira attorno guardingo e, saltellando, raggiunge le briciole del suo biscotto preferito, poste in alto, fuori della portata di quel simpatico quanto selvaggio gattaccio senza un occhio. L’atmosfera è quella giusta, ci sono tutte le premesse per scrivere un racconto dal mesto sapore natalizio. Un tuffo nel passato, forse un po’ troppo autoreferenziale. Ma come non esserlo quando sono i ricordi a parlare?
Spero che ognuno di voi, leggendo, possa provare un brivido, un’emozione, ripensando all’età più bella, quella del gioco e della spensieratezza.
Colgo l’occasione per formularvi, anche da parte di Marica Caramia, mia preziosa amica e collaboratrice nonchè corresponsabile tecnica del Cofanetto: BUONE FESTE, FELICITA’ e PROSPERITA’.
Valentino Di Persio

Leggi il resto »