Posts Tagged ‘poesia’

Poesia di marzo: “Fino alla domanda”

mercoledì, marzo 27th, 2019

directory-466935_640

 

Cari amici del «Cofanetto Magico»,
per mantenere la calma, e quindi la speranza, anche nelle situazioni più critiche e tempestose, bisogna apprendere quanto prima tutti i segreti dell’ironia (che è la virtù dei forti o almeno dei cocciuti). Sul mercato, e nelle librerie, esistono manuali, magari in formato economico, che la insegnino a dovere (offrendovi perciò un’utile opportunità di vivere un po’ meglio)? Non so, a dire il vero. Per cui posso consigliarvi, al massimo, di leggere attentamente la poesiola che segue.

(altro…)

Poesia di febbraio: “Nella vita”

mercoledì, febbraio 27th, 2019

night-1987408_640

 

Ho una doppia vita, lo confesso.
Come, cari fans del «Cofanetto»?
Dite spia internazionale? Traditore coniugale?
No, son solo schizofrenico.
Ecco dunque la ragione
per cui spesso mi trasformo
in un turco addolorato
che d’umore assai cattivo,
e la mezzaluna sempre storta,
si lamenta con veemenza
ed in prosa un po’ piagnona:

(altro…)

Poesia di gennaio: “Mi dico”

domenica, gennaio 27th, 2019

delicate-arch-896885_640

 

Apparsa l’anno scorso nella collana editoriale “I pertugi”, ideata e diretta dalla giornalista Gloria Chiappani Rodichevski, Mi dico, ovvero la brevissima lirica che propongo quest’oggi, è una poesiola che ho scritto relativamente da poco. Ad alcuni potrà sembrare, magari, un “certificato di guasta e debole costituzione (psichica)”, ma in realtà si limita ad esporre il mio attuale punto di vista sulla vita; un punto di vista in genere comune a tutti coloro (gli esseri umani al gran completo, quindi?) costantemente obbligati a confrontarsi con le angosce (più o meno “ingombranti”) della quotidianità.

(altro…)

Poesia di dicembre: “A Gesù Bambino”

giovedì, dicembre 27th, 2018

christmas-2970949_640

 

A dicembre si dorme così meglio! A differenza, infatti, di quanto accade in genere, i sogni, a fine anno, sono d’incenso e di mirra, oltre che d’oro. Visto poi che ciascuno di essi porta consiglio, come la notte, e che “a Natale” –recita il famoso detto– “ogni dono vale”, ho deciso, cari amici de 《Il Cofanetto Magico》, d’augurarvi buone Feste degnamente, regalandovi una poesia vera: non mia, cioè, ma di un grande autore.

Pietro Pancamo
CHI SONO

(altro…)

Poesia di novembre: “Dialogo”

martedì, novembre 27th, 2018

20181125_225459(1)

 

Il Natale si avvicina schiettamente, perciò è il momento d’iniziare a riflettere con pazienza sul dolore: infatti, come tutti ben sappiamo, Gesù è venuto sulla Terra appositamente per la croce. In altre parole, cari amici de 《Il Cofanetto Magico》, non attendetevi auguri o lazzi d’allegria, da questa rubrica, ed anzi lasciate ogne regalo, o facile panettone, voi ch’intrate… nella poesiola che segue.

(altro…)

Poesia di ottobre: “Spesso banale”

sabato, ottobre 27th, 2018

detective-1424831_640

 

Come tutti gli abitanti della vita, ciascuno di noi artisti cerca una risposta ai propri interrogativi esistenziali. O almeno una poesia, un racconto, un romanzo, un quadro, una scultura, una sinfonia, una canzone.
Io di poesie (che spesso, ultimamente, mi sforzo d’incrociare con la prosa ritmica) ne trovo sempre molte. Moltissime. Forse troppe. E dato che non so più dove metterle o stiparle, le scarico a voi, cari amici del «Cofanetto Magico». Che dire? Spiacente davvero d’importunarvi così tanto…

(altro…)

La posta del cuore dei nostri amici animali di Imma Paone. Poesia

mercoledì, luglio 25th, 2018

Una mia cliente, che adora il suo gattone di nome Gigio, sapendo che scrivo una volta al mese su questa bellissima rivista web, mi ha voluto omaggiare una poesia scritta da lei.

……..

(altro…)

“Falsomagro” (una recensione di Pietro Pancamo)

mercoledì, giugno 27th, 2018

16087348189

Monia Gaita, Falsomagro, Guida Editori, Napoli, 2009

 

Nella raccolta di versi Falsomagro dell’avellinese Monia Gaita, è protagonista, tanto nobile quanto indiscussa, una poesia armoniosa che –scaturendo si direbbe da una ferita complessa e articolata– procede con inquieta eleganza e che –lasciandosi guidare dall’estrosa precisione del dolore (bravissima, com’è noto, a (s)covare sempre e regolarmente l’immagine più giusta per esprimere l’esatta consistenza della vita)– riesce puntualmente ad imboccare la strada migliore per addentrarsi e perdersi in uno stile sicuro, che avanza a gran passi (o, se vogliamo, “[…] a forti dosi”) fra sussulti continui d’innegabile ricerca… e ricercatezza.

(altro…)

“Per mano” (una recensione di Pietro Pancamo)

domenica, maggio 27th, 2018

PER MANO (copertina)

Lucia Visconti, Per mano, Edizioni Polistampa, Firenze, 2008

 

Un potere di sintesi tanto sviluppato e incisivo da sfociare quasi spontaneamente nella forza sgomenta del versicolo ungarettiano o nel respiro contratto e conciso dell’haiku. Ecco la silloge poetica Per mano di Lucia Visconti, in cui parole talmente essenziali da apparire violente, e così precise da assumere i contorni di un’accusa, indicano “senza quartiere” nei discendenti di Adamo –traviati dal male

(altro…)

Poesia d’aprile: “La stanchezza è il confine ultimo”

venerdì, aprile 27th, 2018

stress-864141_640

 

Dopo una giornata di fatica intellettuale agli ordini di chi non paga, la stanchezza della mente ti ammacca il cervello e tu non sei felice per nulla d’aver trascorso altre ore –forse inutili, di certo servili– in un’esistenza labile, precaria, non ben identificata. Ed è allora percorso dal coraggio dei vigliacchi (la rabbia, a quanto pare) che leggi o scrivi una poesia. Quella che segue, magari…

(altro…)