Archive for the ‘Società’ Category

“Papà, non voglio fare la chemioterapia!” Il giudice olandese dà ragione al bambino.

mercoledì, luglio 12th, 2017

David, il bambino di 12 anni, protagonista di questa drammatica e sconvolgente vicenda.

David ha solo 12 anni. E’un bel bambino biondo, con gli occhi azzurri ( vedi il video alla fine di questo articolo). Vive ad Hoorn, nei Paesi Bassi. Sei mesi fa è stato operato per un tumore al cervello; in seguito è stato trattato con la radioterapia, con ottimi risultati. Per terminare il percorso di cura i medici avevano proposto la chemioterapia. Ma il ragazzino si era rifiutato di farla. Secondo la legge olandese un minorenne, fra i 12 e i 16 anni, può scegliere come morire; ma con una decisione vagliata e presa insieme ai suoi genitori.

Amsterdam, 11 luglio 2017. Anche la Corte d’Appello ha deciso che David, 12 anni, può rifiutarsi di sottoporsi ad una cura chemioterapica, anche se potrebbe salvargli la vita. Il padre ricorrerà alla Corte di cassazione.

(altro…)

Migrazione. In Olanda una donna musulmana chiede 10.000 euro come risarcimento per una foto scolastica scattata alla figlia durante una loro importante festa religiosa.

martedì, giugno 20th, 2017

Davanti a Dio siamo tutti uguali e tutti fratelli.

Nei Paesi Bassi, una donna musulmana si è rivolta al giudice chiedendo che la scuola frequentata da sua figlia versi 10.000 euro come risarcimento per una foto di gruppo scattata durante il giorno della “Festa del sacrificio”. Il giudice non si è ancora pronunciato a riguardo ma la sua domanda ha suscitato molto scalpore e soprattutto la necessità di rivedere alcune regole in un Paese multiculturale come questo.

Dio ferma la mano di Abramo che stava per uccidere suo figlio come offerta a lui, in segno di obbedienza. Questa immagine testimonia che Dio chiede l’obbedienza all’uomo; a volte arriva a metterlo alla prova, ma non sino al sacrificio supremo in nome Suo. (Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio: Il sacrificio di Isacco, Galleria degli Uffizi, Firenze).

(altro…)

L’uomo più sfigato del mondo. Ha rischiato di morire 27 volte!

sabato, giugno 3rd, 2017

In fuga dalla morte….

L’uomo più sfortunato del mondo o forse il più fortunato, se vogliamo essere ottimisti, si chiama Ian Francis. E’ inglese, ha 48 anni, 5 figli e 6 nipotini. Abita ad Oxford. Nel corso della sua vita ha rischiato di morire 27 volte! Nel 1989 fu colpito da una potente scossa elettrica mentre aggiustava il televisore; tre anni dopo ne prese un’altra toccando una presa di corrente scoperta. A 24 anni diventò cieco. L’anno dopo fu investito da un camioncino rubato; il guidatore scappò, lasciandolo sul selciato gravemente ferito.

Non è ancora arrivata la tua ora….

(altro…)

Olanda. Accoglienza ai rifugiati politici. Grazie, cittadini e comune di Eindhoven!

domenica, maggio 21st, 2017

Bedankt aan de gemeente Eindhoven, aan de Eindhovenaren van Achtse Barrier, Blixembosch en Woensel Noord. Wij zijn trots op jullie!

Eindhoven, 2014. Le scritte di protesta di alcuni cittadini davanti al Centro De Orangerie, dopo aver ricevuto una lettera del Comune in cui li informava che nella zona dove abitavano voleva aprire un centro di accoglienza per circa 700 rifugiati politici. Con il tempo questi profughi sono stati ben accettati; ora il centro è stato chiuso perchè ad ognuno di loro è stato assicurato un futuro. Per questo il comune ha inviato un’altra, bella lettera ai cittadini, ringraziandoli per la loro comprensione.

Il mese scorso gli abitanti del quartiere olandese di Achtse Barrier e Blixembosch, ad Eindhoven, (Woensel Noord), hanno avuto la sorpresa di ricevere una lettera dal comune di Eindhoven, firmata dall’assessore Yasin Torunoglu, in cui li ringrazia per aver accettato di dare ospitalità a 700 rifugiati politici, la maggior parte arrivati dalla Siria, in un centro di accoglienza nella loro zona. Ho ricevuto anch’io questa lettera, in quanto abito lì vicino e mi sono commossa; perchè è un prezioso gioiello di solidarietà umana.

Non lasciamoli soli! Questo uomo è un essere umano! Foto di Maria Cristina Giongo

(altro…)

La mia collezione di tesserini lasciapassare, i badge. Matrimoni reali ed un incontro a sorpresa in Olanda con l’ex presidente degli Stati Uniti d’America, George Bush.

mercoledì, maggio 3rd, 2017

Anch’io colleziono qualcosa, i famosi “lasciapassare” (badge), che noi giornalisti otteniamo per seguire un avvenimento importante, per entrare in luoghi dove solo la stampa accreditata può accedere. Nella foto ecco i più cari, fra cui quello ottenuto dalla Casa Bianca per la visita nei Paesi Bassi dell’allora presidente degli Stati Uniti d’America, George Bush, come inviata della Rizzoli RCS. E poi quello del matrimonio di Willem Alexander, ora re dei Paesi Bassi, con Maxima Zorreguieta, adesso regina. Inviata dal settimanale OGGI (di cui all’epoca era mio direttore Paolo Occhipinti, in seguito Pino Belleri, che ricordo con tanto affetto).

(altro…)

Albano Carrisi. Privacy e segreto professionale.

giovedì, marzo 23rd, 2017

Cellino San Marco (Brindisi). Estate 2013. Il noto cantante, in un momento felice con la figlia Romina Junior

Prima di tutto vorrei fare gli auguri di pronta guarigione ad Al Bano, che come sapete è stato colpito nuovamente da un malore. Ora sta meglio. Non aggiungo altro, considerato che ne hanno già parlato vari giornali, telegiornali, i social. Però una cosa la voglio dire; la malattia, il dolore, non si spettacolarizzano. Non devono diventare motivo per fare audiens e tantomeno gossip. Ho assistito invece a veri e propri episodi di “sciacallaggio” ( da parte di certe emittenti), proprio per usare una parola letta in rete. Ai danni di una famiglia preoccupata per il suo caro.
Inoltre non sono d’accordo sul modo con cui sono state date le notizie da parte dei medici e della direzione sanitaria dell’ospedale dove Albano è degente. Un conto sono i bollettini diffusi via le conferenze stampe, o via la televisione di stato: un altro conto sono interviste rilasciate a trasmissioni commerciali che le usano per far soldi con la pubblicità, considerato che aumentano gli indici d’ascolto, se si tratta di personaggi noti.

Cellino San Marco (Brindisi). Estate 2013

(altro…)

Nederlandse verkiezingen. Primi risultati elezioni politiche olandesi 2017. Vittoria di Mark Rutte, VVD, il partito liberale. Che ne sarà di Geert Wilders? Un governo di compromesso.

mercoledì, marzo 15th, 2017

Ho scelto questa immagine per parlare delle elezioni politiche olandesi avvenute oggi, 15 marzo 2017, in quanto rappresenta i giorni di tensione che hanno rotto una tradizione di solito tranquilla. In un Paese generalmente….tranquillo. Geert Wilders infatti si è presentato all’ultimo dibattito televisivo, secondo i media, indossando un giubbotto antiproiettile.

(altro…)

Lettera ai famosi. Romina Power.

venerdì, febbraio 17th, 2017

Romina Power. Foto di Romina Carrisi

Gentile signora Power,
il nostro Cofanetto magico ha una rubrica che si chiama “lettera ai famosi”, nella quale scrivo a personaggi noti che non ho mai intervistato, neanche durante la mia oramai lunghissima professione di giornalista. Per questo uso la forma del “lei”. Il motivo di questa mia lettera “aperta” e pubblica è chiederle la collaborazione per una questione che mi sta molto a cuore.

(altro…)

Albano fa le cose in grande: non è stato colpito da uno ma da due infarti! “Ora sto meglio e voglio uscire dall’ospedale. Ognuno ha il suo percorso da compiere”.

domenica, dicembre 11th, 2016

 photo 001_zpshqyu8dve.jpg

Lui, Albano Carrisi, fa le cose in grande. Anche quando si ammala. Ma questa volta ha esagerato: un infarto non gli bastava. Addirittura due! Dopo una lunga operazione terminata a notte fonda, “seguita” da lui stesso passo per passo in quanto non attuata in anestesia generale, ha avuto ancora la forza di fare una delle sue solite battute ricche di ironia ed ottimismo, rivolgendosi ai medici.

 photo 002_zps9wtgpojd.jpg

Cellino San Marco (Puglia), estate 2016. Un caffè, la lettura dei quotidiani, il telefonino sempre incollato all’orecchio. Tutto in contemporanea!!!

(altro…)

Due grandi lutti. La morte del grande scienziato, Umberto Veronesi, e l’elezione di Donald Trump a presidente degli USA. Il bambino di Trump, accanto a lui sul podio, sbadiglia durante il discorso del padre.

mercoledì, novembre 9th, 2016

 photo 001_zpssa3zga4j.jpg

Non a caso voglio dare queste due notizie nello stesso articolo, anche se a qualcuno potrà sembrare un’idea bislacca, forse dissacratoria (nei confronti del grande Umberto Veronesi). Ma non lo è o almeno, non è mia intenzione che lo sia; magari un poco provocatoria….
Sono le 8 di mattina e la notizia della scomparsa del professor Veronesi, sia pur ad una veneranda età, ha colpito i nostri cuori e il nostro animo. Lo abbiamo visto sempre in prima fila nella ricerca sul cancro, instancabile, convinto che soprattutto quello al seno, con una buona prevenzione, cure specifiche ed una dieta appropriata, si può sconfiggere. Lo conobbi anch’io tanti, tanti anni fa, colpita dalla sua sapienza e tenacia. Mio padre, il professor Fulvio Giongo, primario medico, anche lui oncologo, e plurispecialista, lo conosceva bene: quando morì (purtroppo di cancro all’intestino) Veronesi ci mandò un bellissimo telegramma di condoglianze. Che ora voglio fare anch’io ai suoi straordinari figli e alla moglie, oltre che a tutti i collaboratori della sua fondazione Veronesi.

 photo 002_zpso9klb9ut.jpg

Il repubblicano Donald Trump, è diventato presidente degli Stati Uniti d’America. Questa immagine non ha bisogno di commenti. Esprime comunque il mio personale parere su queste elezioni e la vittoria di Trump, inaspettata e molto contestata in tutto il mondo.

(altro…)