Posts Tagged ‘maria cristina giongo’

Mai fermarsi, è il recente libro della giornalista Barbara Palombelli. Intervista. Il senso del dovere, la passione per tutto ciò che ami, per chi ami e per il proprio lavoro.

domenica, novembre 3rd, 2019

Dopo aver intervistato in passato per voi Umberto Eco e, in seguito, sempre sulle loro recenti fatiche letterarie altri personaggi di rilievo come Salvatore Giannella, Francesco Giorgino, ed Emma d’Aquino (sul suo libro d’esordio), oggi voglio parlarvi dell’opera autobiografica della giornalista, conduttrice televisiva Barbara Palombelli, uscito lo scorso aprile: Mai fermarsi. Pubblicato da Rizzoli per Mondadori libri.

(altro…)

Editoriale di novembre. Tutti i santi, i nostri cari defunti e…una Casa di accoglienza alla vita.

venerdì, novembre 1st, 2019

Foto M.C.Giongo

Cari lettori, cofanetti magici, amici che ci seguite da anni,

buon mese di novembre! Oggi si festeggiano tutti i santi. Domani, 2 novembre, si commemora il giorno dei morti; il nostro pensiero andrà a coloro che ci hanno lasciati in lacrime. Ogni partenza, ogni scomparsa è un dolore. Anche quella di chi non conosciamo. Per cui colpisce maggiormente ed è ancora più difficile accettare che le persone amate se ne vadano via per sempre. Per sempre significa un distacco definitivo, significa che non le vedremo mai più. Così crede chi non ha il dono della fede che aiuta a sperare in un altro mondo, dove ci ritroveremo tutti di nuovo insieme; finalmente felici. Un luogo dal nome bellissimo e promettente: Paradiso.

Un dolce e orgoglioso ricordo di storia familiare: la targa donata ai miei genitori, Fulvio Giongo e Liliana Presti Giongo, dalla Casa di Accoglienza alla vita di Belgioioso (Pavia) per il loro impegno in difesa della vita.

(altro…)

Eutanasia. Olanda. Una sentenza allarmante, angosciante.

giovedì, ottobre 3rd, 2019

L’articolo qui sotto è stato pubblicato dal quotidiano AVVENIRE il 4 settembre scorso ( pag 12, “Mondo”,notizie dall’estero) Oggi desidero riportarlo anche sul Cofanetto magico, aggiornato, in quanto tratta un tema molto importante.

L’11 settembre infatti si è concluso, al tribunale di Den Haag, nei Paesi Bassi, il processo contro la dottoressa che nel 2016 aveva praticato l’eutanasia ad una donna demente, ricoverata in una casa di cura della stessa città, nonostante avesse lanciato segnali di non volerla più. Secondo il PM non fece il possibile per accertare se era ancora valido il desiderio di eutanasia espresso dalla paziente in una precedente dichiarazione firmata quando era ancora cosciente. In caso di dubbio non avrebbe dovuto attuarla. Il processo si è concluso con la formula “non luogo a procedere“. In parole semplici non si può neanche parlare di”assoluzione” in quanto secondo il giudice non si è trattato di un reato, l’imputata infatti, secondo le motivazioni della sentenza, ” ha eseguito il volere della paziente, espresso con una dichiarazione firmata quando era ancora cosciente e di nuovo aggiornata tre anni dopo prima di essere colpita da demenza, seguendo scrupolosamenente tutte le regole imposte dalla legge.”

Per ricordare quanto è accaduto precedentemente ecco quindi riportato il mio pezzo sui fatti accaduti che hanno portato al processo, pubblicato dal quotidiano Avvenire:
Nei Paesi Bassi la legge sull’eutanasia, in vigore dal 2002, prevede che per prima cosa il paziente, in pieno possesso delle sue facoltà mentali, compili una dichiarazione ufficiale, insieme al suo medico curante, firmandola dopo essere stato chiaramente informato sul suo contenuto. Seguono altre regole che il medico che accetta di praticarla deve osservare scrupolosamente.

(altro…)

Editoriale di ottobre. Il 4 ottobre la festa di San Francesco. Meravigliosa Assisi, con la sua biblioteca comunale ed il Palazzo Vallemani ricco di tesori artistici.

martedì, ottobre 1st, 2019

La biblioteca comunale di Assisi, con l’ingresso alle sale, che vale la pena di una visita.
Foto Stefania Maltoni – Città di Assisi.

Cari amici, lettori online, Cofanetti magici,

il mese di ottobre è l’ideale per viaggiare: per chi non ama le estati torride, per chi non ha potuto godere neanche una settimana di vacanze estive, per chi ama le città d’arte e l’autunno, con i suoi colori rigogliosi. A costoro consiglio un soggiorno ad Assisi, sempre incantevole per la pace e bellezza che sprigiona da tutto il suo essere, soprattutto il 4 ottobre, festa di San Francesco. Una bellissima ricorrenza voluta dal Parlamento nel 2005, quale “solennità civile e giornata per la pace, per la fraternità e il dialogo fra le religioni”. Il dialogo, una virtù francescana per eccellenza, diventa quindi il primo richiamo del significato della festa di San Francesco. Oltre all’umiltà, la solidarietà umana, l’amore per il prossimo e per la natura del nostro meraviglioso universo.

Assisi. La biblioteca comunale.
Foto Stefania Maltoni – Città di Assisi.

(altro…)

Editoriale di settembre. Il commovente volo del condor liberato. Ricominciamo a vivere!

domenica, settembre 1st, 2019

Il condor si gira verso coloro che gli hanno salvato la vita curandolo e poi liberandolo. Come per ringraziarli e salutarli.

Cari lettori, amici, cofanetti magici,

buon mese di settembre! A chi ha già trascorso le sue vacanze e a chi deve ancora andare in ferie. A chi non ci è andato ma ha trovato alternative per riposarsi comunque un po’. A coloro che si sono occupati delle persone sole, anziane, abbandonate, migranti in fuga dai Paesi in guerra. Per tutti un video emozionanate che vi consiglio di guardare sino in fondo. Cliccate su questo link.

Il condor è un rapace in via di estinzione, in quanto viene spesso avvelenato perchè creduto predatore di animali domestici. L’apertura alare può raggiungere anche i tre metri.

(altro…)

Viva la moda! Le nuove tendenze, i bikini per quest’estate. Una speciale intervista a Cristina Grillo.

mercoledì, luglio 3rd, 2019

Una bellissima fotografia di Cristina Grillo con due suoi cani, che adora, come racconta durante l’intervista. Gli animali sono la sua passione, oltre alla moda.

Oggi parliamo di moda, un argomento gioioso, interessante, colorato come l’estate. La moda è arte, la moda è stile, la moda è imparare a volersi bene concedendosi ogni tanto qualcosa che sia diverso, al di fuori della routine quotidiana: un acquisto soltanto per noi che pensiamo spesso agli altri. Anche …troppo spesso.

Il top dei bikini è color oro, il sole sul vostro corpo: come questi che vedete nella fotografia. Modelli, stoffa e una tonalità molto elegante, ancor di più accostata al nero.

(altro…)

Editoriale di luglio e agosto. La creatività è il Creatore. Si chiama Dio.

lunedì, luglio 1st, 2019

Sudafrica 2018. Foto di Maria Cristina Giongo. La natura, la flora, la fauna, sono un tripudio di colori inimitabili, fantastici!

Ogni tanto rivolgo una preghiera di ringraziamento a Dio, la mente geniale che ha ideato la meravigliosa natura in cui viviamo. Dove ogni cosa è stata “pensata“ in ogni minimo particolare. Dalle piante agli animali, all’emisfero celeste, dove ognuno ha un suo motivo di esistere, di svilupparsi; una sua funzione vitale, riproduttiva, incantevole. Miracolosa.

Sudafrica 2018. Le caratteristiche strisce bianche e nere del manto della zebra sono diverse in ogni individuo, proprio come l’impronta digitale dell’uomo; questa incredibile particolarità ha permesso agli studiosi di distinguere ogni singolo soggetto da centinaia di altri individui del tutto simili ma non perfettamente uguali. I ricercatori che monitorizzano le specie in via di estinzione utilizzano la diversità delle strisce di ogni soggetto proprio come un codice a barre. Foto di Maria Cristina Giongo

(altro…)

Un fiore per te, Audrey Hepburn. Il suo percorso di vita attraverso una bellissima esposizione in suo onore, curata dal figlio Sean Hepburn Ferrer, che ha ereditato la sua nobile anima. Con l’aggiunta di una sorpresa.

lunedì, giugno 3rd, 2019

Due persone meravigliose, madre e figlio. Audrey Hepburn e Sean Hepburn Ferrer (lui, in una recente foto di Hans Linsen). Entrambi convinti che la bellezza sia una luce interiore perenne, che si esprime attraverso l’amore e la generosità verso gli altri: al di là della propria fama. Grazie a questa virtù le rughe spariscono, non si cade mai nell’oblìo e si diventa eterni, sempre vivi nel cuore di chi si è amato e ci ha amati.

Questo mese il fiore virtuale, destinato a noti personaggi del mondo della cultura, arte, giornalismo, musica, cinema e spettacolo lo dedichiamo ad Audrey Hepburn e a suo figlio Sean Hepburn Ferrer. In passato nella mia rubrica “Un fiore per te” ho ospitato una giornalista siriana, Asmae Dachan, la mitica Mariagiovanna Elmi, il giornalista conduttore televisivo della Rai Francesco Giorgino e la sua collega Emma D’Aquino, pure lei nota giornalista Rai, con cui si alterna alla conduzione del TG1 delle ore 20.00. Belle interviste, belle storie di vita.

Brussel. 30 aprile 2019. Nella mirabile esposizione sulla vita di Audrey Hepburn “Intimate Audrey”curata dal figlio Sean e visibile sino al mese di agosto, potrete vedere anche l’abito indossato al matrimonio con il padre di Sean, l’attore Mel Ferrer; oltre alle loro fedi nuziali.

(altro…)

Editoriale di giugno. Ragazza olandese scomparsa a 16 anni, oramai creduta morta, dopo 39 anni di silenzio scrive un’email di auguri alla sorella per il suo cinquantesimo compleanno.

sabato, giugno 1st, 2019

La ragazza scomparsa come era allora e come è adesso. Foto AD.

Cari amici, Cofanetti magici, lettori online,

il mio editoriale di giugno riguarda una storia speciale, a lieto fine. Che comunque vi farà riflettere, come avviene spesso con i miei editoriali…

Era il lontano 1975 quando una ragazza olandese, Monique, di Bilthoven, improvvisamente uscì di casa e non ne fece più ritorno. La famiglia la credeva morta, soprattutto dopo il ritrovamento, nel 1976, del corpo esanime di un’adolescente in un bosco vicino ad un’autostrada, che avrebbe potuto essere il suo. Difficile stabilirlo con certezza viste le condizioni in cui era, tuttavia tutto faceva pensare a lei. Ma…..

(altro…)