Articoli marcati con tag ‘donatella lai’

Cattivi e vigliacchi! Prendersela con gli anziani indifesi!

sabato, 24 marzo 2012

maltrattamenti

Uno stralcio del video che mostra la camera di alcuni anziani ricoverati nella Casa di riposo Borea di Sanremo, dove sono accaduti gravi casi di maltrattamento nei confronti dei pazienti ricoverati

Grazie ad un’azione della Guardia di finanza di Sanremo in collaborazione con i carabinieri del Nas di Genova, lo scorso gennaio sono state arrestate sette persone per maltrattamenti gravi e reiterati abusi ai danni di anziani pazienti della Casa di riposo Borea di Sanremo.

(continua…)

Editoriale di marzo

giovedì, 1 marzo 2012

Scoiattolo - foto di Duco Das

Olanda 2012. Foto di Duco Das

Cari lettori online,

questo mese tratteremo vari argomenti, fra cui due particolarmente forti, dolorosi, ma di cui è necessario parlare. E non solo parlare; soprattutto agire. La pedofilia e il maltrattamento degli anziani.

Come sapete sono molto attiva nel combattere tali misfatti che colpiscono i valori più grandi dell’umanità: i bambini, che sono il nostro futuro. I bambini, che hanno diritto a crescere sani e felici, per costruire una società del domani… altrettanto sana e felice.E gli anziani, che ci hanno dato la vita. Gli anziani che meritano rispetto, pazienza, amore, cure, una mano affettuosa che li accompagni alla fine del loro cammino per aiutarli a varcare la soglia dell’al di là con serenità, senza paura.

(continua…)

Violenza verbale. Lettera ai famosi: Natalia Titova, la russa di cui parlano tutti.

venerdì, 9 aprile 2010

Natalia Titova

Cara, bellissima Natalia Titova,

(continua…)

La cattiveria

mercoledì, 17 marzo 2010

torture

LA CATTIVERIA: MALATTIA O SCELTA?

Molto spesso mi vengono posti dei quesiti, come psichiatra, ai quali ho difficoltà di dare una risposta “professionale”. Un’amica di recente mi ha chiesto se la cattiveria e la crudeltà possano essere una malattia, una predisposizione genetica oppure se si può diventare cattivi. La mia amica, sconvolta da un video in cui vengono mostrate crudeltà efferate, probabilmente ha necessità di darsi delle ragioni di quanto aveva visto. Non è la sola, domande simili mi vengono poste molto spesso.

(continua…)

Briciole di saggezza : comunicare

lunedì, 25 gennaio 2010

Edward Hopper

Edward Hopper (1882-1967)

Room in New York (1932)


L’IMPORTANZA DELLA COMUNICAZIONE.

Questo mese la briciola di saggezza viene da Donatella Lai, psichiatra, collaboratrice del Cofanetto e fine conoscitrice dell’animo umano, attraverso la malattia che colpisce fisico e mente, strettamente collegati fra di loro.

“Non c’è nulla di cui non si possa parlare”.

Come al solito vi invitiamo a commentare questi pensieri su cui dovremmo fermarci a riflettere
soprattutto quando ci accadono avvenimenti che non capiamo; che non meritiamo, che ci feriscono, che non sappiamo come risolvere. Le nostre briciole di saggezza hanno proprio questo scopo; di accendere una fiammella nella nostra anima perchè venga illuminata da una luce benefica.

Ci sono persone che troncano rapporti per la paura di spiegare il vero motivo della frattura. Che cosa si nasconde nel loro inconscio che li porta ad agire in un certo modo. Eppure basterebbe parlarsi, comunicare, per essere già a metà strada verso il riavvicinamento con l’altro.

Perchè, ricordatevi,


“Non c’è nulla di cui non si possa parlare”

( Donatella Lai)

Scriveteci per raccontarci ………

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Alzheimer. Quando nel cielo si spengono le stelle

giovedì, 21 gennaio 2010

Alzheimer

Una malattia terribile e devastante che la psichiatra Donatella Lai ci descrive non solo con professionalità ma anche con la profonda umanità ed empatia di chi ha saputo fare del suo lavoro una vera missione. Un testo commovente in cui traspare tanto amore nei confronti del malato e dei suoi cari, accomunati dalla stessa sofferenza.

(continua…)

Depressione: un dolore antico.

lunedì, 7 dicembre 2009

Donatella Lai, psichiatra, ci parla del dolore più atroce: quello di coloro che hanno avuto una madre che si è rifiutata di donare loro anche solo un briciolo d’amore. Alcuni tentano il suicidio. Altri vivono in una desolata e spesso disperata solitudine interiore.

amore materno

Guardo il volto del mio paziente e mi sembra di leggere un’espressione simile a quella di tanti altri. Un volto segnato in una sottile maschera di un dolore antico che emerge al di là del riso e del pianto, al di là degli eventi di vita. Ci sono diverse persone come lui fra i miei pazienti. Uomini e donne che hanno superato i 50 anni, a volte anche i 60; persone che hanno cominciato a vedere e subire il declino della propria vita. Persone che si sono ammalate, spesso, o che hanno perso il ruolo sociale per ragioni diverse. (continua…)

Depressione. Il Buio dentro la Carne

lunedì, 13 luglio 2009

Il Buio dentro la Carne

Non te ne accorgi. Si insinua lentamente nelle fibre del tuo corpo e nelle maglie della tua anima. Comincia con un senso di stanchezza, ma è normale in fondo, no?
Certo: lavori, lavori tanto ed è normale che ti senta stanco. Una buona dormita, e andrà via tutto.
Ma no: il sonno non arriva. Forse sarà solo oggi. E invece i giorni passano. Il sonno, di notte, tarda ad arrivare. Ti addormenti con fatica. Poi ti svegli stranamente presto, stanchissimo. Cerchi di restare a letto ma il cuore reclama il suo spazio nel petto, martella e rimbomba togliendoti il fiato. (continua…)