Posts Tagged ‘alzheimer’

L’eutanasia? Una sconfitta. Intervista al medico olandese Jaap Schuurmans

martedì, ottobre 3rd, 2017

Jaap Schuurmans, 56 anni, è un illustre medico olandese consulente nel campo delle cure palliative. Dal 1997 al 2012 è stato membro di Amnesty International. Ha studiato in Inghilterra e nei Paesi Bassi, dove ha conseguito la laurea all’Università statale di Groningen. Ha pubblicato parecchi scritti sul tema dell’eutanasia. Il suo studio si trova a Groesbeek, un paese vicino a Nijmegen, con 3000 pazienti. Il salotto di casa sua è dominato da una grande e bella scultura che rappresenta Caronte, l’ “orrendo nocchiero” mitologico (come viene descritto da Virgilio nell’Eneide) che trasportava le anime dei morti da una riva all’altra del fiume Acheronte: “con gli occhi di bragia” (Dante). Nella foto qui sopra.

Olanda. Una bella immagine simbolica creata dal Dottor Schuurmans su una sua scultura, che ben delinea il tema dell’intervista.

(altro…)

L’eutanasia? Una sconfitta. Intervista al medico olandese Jaap Schuurmans

martedì, ottobre 3rd, 2017

Jaap Schuurmans, 56 anni, è un illustre medico olandese consulente nel campo delle cure palliative. Dal 1997 al 2012 è stato membro di Amnesty International. Ha studiato in Inghilterra e nei Paesi Bassi, dove ha conseguito la laurea all’Università statale di Groningen. Ha pubblicato parecchi scritti sul tema dell’eutanasia. Il suo studio si trova a Groesbeek, un paese vicino a Nijmegen, con 3000 pazienti. Il salotto di casa sua è dominato da una grande e bella scultura che rappresenta Caronte, l’“orrendo nocchiero” mitologico (come viene descritto da Virgilio nell’Eneide) che trasportava le anime dei morti da una riva all’altra del fiume Acheronte: “con gli occhi di bragia” (Dante). Nella foto qui sopra.

Olanda. Una bella immagine simbolica creata dal Dottor Schuurmans su una sua scultura, che ben delinea il tema dell’intervista.

(altro…)

Olanda; caso scioccante di eutanasia. Una donna affetta da Alzheimer tenuta ferma con la forza per praticarle l’iniezione letale.

lunedì, aprile 3rd, 2017

E’ difficile parlare di eutanasia. Chi è cristiano, cattolico, crede nella sacralità della vita, che ci è stata donata da Dio per un percorso che dobbiamo compiere sino alla fine progettata da lui. Chi non ci crede chiede il diritto di porre lui stesso termine alla sua esistenza, scegliendo liberamente il momento della sua morte.

Nei Paesi Bassi, come sapete e come ho più volte scritto su quotidiani e settimanali nazionali, esiste una legge, datata 1 aprile 2000, approvata nel 2001 e in uso dal 2002 che permette l’eutanasia attiva assistita, a condizione che vengano rispettate alcune norme, molto severe, che tutelino la procedura atta a portare a termine questo atto, secondo regole ben precise ed inviolabili. Fra cui un precedente “testamento biologico”, un formulario sottoscritto quando si è ancora in stato di intendere e volere. Anni fa pubblicai sul quotidiano Il corriere medico e poi per il settimanale OGGI i vari punti della legge, fra i quali l’attestazione che il malato è affetto da una malattia incurabile, allo stadio terminale e da una sofferenza insopportabile.

(altro…)

Editoriale di luglio. Avere 50, 60, 70 anni e non sentirseli. Consigli pratici. Esercizi fisici e mentali.

venerdì, luglio 1st, 2016

Eindhoven (Paesi Bassi), 5 maggio 2016. Il giorno del mio 65 esimo compleanno. Felice come una bambina. Foto Hans Linsen.

Care amiche,

questa volta mi rivolgo a voi perchè gli uomini, con l’età, spesso acquistano fascino. Non tutti, ovviamente. Molti lo perdono; insieme ai capelli! Oppure perchè, invece che fascino, acquistano piuttosto qualche chilo in più, spesso di pancia…..
Ma la donna ha più problemi; per esempio i capelli grigi. Mentre per un uomo possono persino renderlo più interessante, noi sembriamo di colpo “vecchie”.
Idem per la barba. A loro dona…a noi no! A parte gli scherzi, vediamo che cosa possiamo fare per conservarci giovani senza ricorrere al congelatore o al lifting.

(altro…)

Le donne sono deboli, anche nel cervello?

sabato, aprile 16th, 2016

Al di là dei blabla sulla famosa parità, molti, in pectore, sono convinti che il cervello delle donne sia più debole.
Recenti ricerche condotte sull’Alzheimer hanno esaminato un gruppo di ultrasessantacinquenni sottoposti ad operazioni chirurgiche che prevedono anestesie (in genere ortopediche) e hanno osservato che, in seguito, i pazienti manifestano un peggioramento delle funzioni cognitive (rispetto a chi non ha subito operazioni), dovuto allo stress operatorio, cioè alla combinazione tra la chirurgia e l’anestesia. E le donne hanno un peggioramento più marcato rispetto agli uomini.
Si è constatato, inoltre, che il numero delle donne che si ammalano di Alzhaimer è superiore a quello degli uomini e così gli aspetti della gravità della malattia.

Contemporary Issues, 1° premio
Micah Albert
AT THE DANDORA DUMP
Nairobi, Kenya
3 Aprile 2012
Una donna si riposa nella discarica in cui lavora, raccogliendo materiale da riciclare per mantenersi. La discarica è vasta più di 1.400 ettari, e circondata da baraccopoli in cui vive circa un milione di persone. La donna ha spiegato di desiderare più tempo per sfogliare i libri che trova di tanto in tanto: «Così ho qualcos’altro da fare durante il giorno oltre a raccogliere spazzatura».

(altro…)

Yoga, un’esperienza speciale. Mamma, dove sei? Sono qui, figlia mia e piango con te: ma sono lacrime di gioia.

domenica, novembre 2nd, 2014

Finalmente, dopo parecchi anni che lo desideravo, sono riuscita a trovare il tempo di accostarmi alla pratica dello yoga. Avevo già accompagnato una volta mia sorella Patrizia in un centro di Milano, che lei frequenta da anni; e ne ero rimasta affascinata. Dopo un’attenta lettura di uno dei tanti libri del (quattordicesimo) Dalai Lama, Tenzin Gyatso, ho compiuto il grande passo: mi sono iscritta per trascorrere un intenso fine settimana di yoga in Belgio, nelle Ardenne.

(altro…)

Yoga, een speciale ervaring. Mamma waar ben je? Ik ben hier mijn meisje en ik huil met jou: maar het zijn tranen van vreugde.

domenica, novembre 2nd, 2014

Eindelijk, na vele jaren dat ik het al wilde, is het me gelukt om tijd te vinden me aan te sluiten bij een praktiserende yoga groep.
In Milaan was ik al eens met mijn zus Patrizia in een yogacentrum geweest, welke zij al jaren bezocht; ik bleef er door gefascineerd.
Na het lezen van vele boeken betrekking hebbende op yoga, (14 boeken geschreven door Dalai Lama, Tenzin Gyatso) heb ik de grote stap gezet en heb me ingeschreven, om een intensief yoga weekend te volgen, in België, in de Ardennen.

(altro…)

Editoriale di maggio. Non ce la faccio più!

giovedì, maggio 1st, 2014

Eindhoven (Olanda), maggio 2014. Foto M.C.Giongo

Cari lettori online, Cofanetti magici,

Il mese di maggio è un mese bellissimo. La natura fiorisce, si rigenera, si tinge di colori caldi e sgargianti, di profumi inebrianti; gli uccelli cinguettano felici, in attesa dell’estate. La luce si fa più viva, il sole sorge dorato e tramonta infuocato. Poi le prime notti stellate, l’odore di certi fiori che soltanto verso sera si sprigionano più intensi e ci fanno girare la testa…..
Eppure, c’è sempre chi si lamenta!

(altro…)

Ho la menopausa. E sono felice!

venerdì, gennaio 3rd, 2014

Cari lettori, Cofanetti magici,
ho deciso di postare come primo articolo dell’anno una storia di incoraggiamento per chi teme la menopausa. Per chi sta già affrontando questo momento che segna un’altra importante tappa nella vita della donna. A chi, come me, l’ha superata da tanto tempo e ha deciso di scrivere un libro a riguardo: da vera esperta e, soprattutto, da un’ altro…punto di vista. Servirà alle donne ma anche agli uomini che vivono con loro e a tutti coloro che hanno paura di invecchiare.

(altro…)

Editoriale di settembre

domenica, settembre 1st, 2013

Alzheimer. La medicina siamo noi.

Foto di Maria Cristina Giongo

Cari lettori online,

si parla tanto di Alzheimer, soprattutto più la vita dell’uomo si allunga grazie (o “a causa”) di nuove scoperte scientifiche. Purtroppo non ci sono ancora cure che possano debellarlo ed il povero malato, insieme alla sua famiglia, soffre pene infernali per tutto il decorso della malattia.

(altro…)