Editoriale gennaio 2018. Buon anno e buona fortuna con…

gennaio 1st, 2018

Buon anno e tanta fortuna! Con il Concerto di Capodanno e la Marcia di Radetzky, fra un allegro battito di mani e tanta nostalgia dei bei ricordi dell’infanzia.

Cari Cofanetti magici, amici lettori,

felice anno nuovo! Spero che abbiate trascorso un sereno Natale ed un allegro fine anno. Con i figli, la vostra famiglia, i vostri parenti, amici, animali domestici. Adesso è tempo di guardare al futuro, dopo l’ultima… botta di vita dell’Epifania, che tutte le feste le spazza via! Mi raccomando, oggi godetevi il favoloso Concerto di Capodanno trasmesso ogni anno in Eurovisione, con la gioiosa chiusura della Marcia di Radetzky. Eccola per voi.

Io non ne ho mai perso uno, sin da quando ero piccola e lo guardavo, seduta davanti alla televisione con i miei genitori, le sorelle ed i nonni, prima del pranzo. Per la mia famiglia era una tradizione. Ricordi dolcissimi ed indimenticabili, che rivivo ancora, anno dopo anno, con una malcelata lacrimuccia colma di nostalgia, quando sento la famosa Marcia di Radetzky!

Leggi il resto »

Vigilia di Natale

dicembre 27th, 2017

anniversary-157248_640

 

Forse la prosa poetica che vi propongo quest’oggi è un po’ malinconica; in compenso, però, molto più allegri e “pimpanti” sono i miei auguri di buon anno. E ve li faccio proprio adesso, esclamando con un gran sorriso: «Uno splendido 2018 a tutti voi, cari amici del «Cofanetto»!!!!».

Leggi il resto »

I Monti del Drago (Drakensberg) in Sudafrica: uno spettacolo da non perdere

dicembre 22nd, 2017

Lo spettacolo che si presentò agli occhi dei primi coloni Boeri quando, durante la “Grande Marcia” raggiunsero un’alta e vasta catena montuosa (se ne andarono dalla Colonia del Capo attorno alla metà dell’800 per vari motivi, ma soprattutto per fuggire la progressiva inglesizzazione del territorio), fu impressionante: picchi aguzzi che si stagliavano contro il cielo azzurro, profondi burroni, cascate.
Da dove origini il nome Drakensberg (Monti del Drago) è incerto.
Una leggenda narra che una coppia di Boeri raccontò, trafelata, di aver visto un dragone con ali e coda, che volava sopra le nuvole o, in alternativa, che il dragone soffiava fiamme e fumo.
Meno fantasioso il nome dato dagli Zulu: uKhahlamba (barriera di lance) ad indicare le aguzze punte dei picchi.
Ma cosa sono i Drakensberg e dove sono esattamente?

Leggi il resto »

Nessuna trincea tra l’albero e il presepe…

dicembre 18th, 2017

Non senza quel pizzico di preziosa emozione che credo caratterizzi ogni debutto, eccomi ad accomodarmi nello spazio che il Cofanetto Magico mi ha riservato.
Mi chiamo Paolo Pagnini. Mi piace scrivere (ma ancora di più leggere). Vivo a Pesaro, e da qui, da questo punto di vista un po’ decentrato, osservo il mio spicchio di mondo.
Un mondo che negli ultimi anni, per merito (o per colpa) del web e dei social network è diventato un po’ più grande. Almeno apparentemente.

Leggi il resto »

La posta del cuore dei nostri amici animali di Imma Paone. Buon Natale

dicembre 12th, 2017

Cara dottoressa,
ho pensato di regalare per Natale al mio bimbo un cucciolo di labrador.
Come classicamente si vede nelle pubblicità, sono tentata di metterlo in uno scatolo grande, tutto colorato, da cui poi dovrà uscire questo cucciolo profumatissimo e con un grosso fiocco rosso.

....

Leggi il resto »

Ricordi della mia infanzia…

dicembre 8th, 2017

Fuori, sporadici granelli bianchi saltellano sul piazzale, dentro, il fuoco arde allegro nel caminetto. Da dietro la persiana, osservo Moshè acquattato a ridosso d’un ciocco di legno. Al frullar d’ali s’appiattisce flessibile sulle zampe, pronto a spiccare il salto. Il pettirosso plana sul muro, si gira attorno guardingo e, saltellando, raggiunge le briciole del suo biscotto preferito, poste in alto, fuori della portata di quel simpatico quanto selvaggio gattaccio senza un occhio. L’atmosfera è quella giusta, ci sono tutte le premesse per scrivere un racconto dal mesto sapore natalizio. Un tuffo nel passato, forse un po’ troppo autoreferenziale. Ma come non esserlo quando sono i ricordi a parlare?
Spero che ognuno di voi, leggendo, possa provare un brivido, un’emozione, ripensando all’età più bella, quella del gioco e della spensieratezza.
Colgo l’occasione per formularvi, anche da parte di Marica Caramia, mia preziosa amica e collaboratrice nonchè corresponsabile tecnica del Cofanetto: BUONE FESTE, FELICITA’ e PROSPERITA’.
Valentino Di Persio

Leggi il resto »

La vita segreta di Kim Jong-un il dittatore che vuole terrorizzare il mondo con le sue armi nucleari.

dicembre 3rd, 2017

Ma chi è Kim Jong-un, il dittatore della Corea del Nord, (nella foto in alto) che quando riesce a lanciare un missile batte le mani ridendo al solo pensiero di terrorizzare il mondo con le sue minacce…nucleari? Lo ha rivelato la giornalista Liesbeth Wytzes in un articolo uscito in Olanda nel settimanale Elsevier, che mostra il lato oscuro di questo uomo con mania di potenza, rispondendo alla domanda: è pericoloso? E sino a che punto dobbiamo temerlo?

Il dittatore della Corea del Nord, Kim Jong-un, guarda il cielo pensando a tutti i missili che vorrebbe lanciare contro gli Stati Uniti d’America…

Leggi il resto »

Buon Natale 2017 e felice anno nuovo 2018 dalla redazione del Cofanetto magico e da …Papa Francesco!

dicembre 1st, 2017

Auguri di cuore dai nostro redattori collaboratori fissi che per anni hanno scritto per il Cofanetto magico con tanta dedizione ed affetto. Una piccola “armata Brancaleone,” sempre più unita a formare un gruppo di amici sinceri. Imma Paone, Pietro Pancamo, Marica Caramia, Valentino Di Persio, Hans Linsen, Maria Cristina Giongo, Mauro Almaviva.

Cari lettori amici del nostro Cofanetto magico,

eccoci arrivati a quello che considero il più bel mese dell’anno per quanto riguarda le festività: il Natale. Seguito dal Capodanno. Il Natale rappresenta la nascita e la speranza che il mondo venga benedetto dal perenne ricordo di quel Gesù Bambino nella culla di paglia che venne alla luce per diffondere bene e pace fra gli uomini. Con lo sguardo rivolto alla stella cometa che dovrebbe sempre guidarci in un percorso di luce. Avviandoci pian piano verso la fine dell’anno vecchio che lascia spazio a quello entrante; ricco di nuove energie, speranze, sogni, progetti.

Papa Francesco nel momento in cui mi consegna la Medaglia di bronzo in rappresentanza della ProPetri Sede Benelux.

Leggi il resto »

Francesco Gazzè: il sentimento come ragion di scrivere (una recensione di Pietro Pancamo)

novembre 27th, 2017

51TZ2n5ookL._SX373_BO1,204,203,200_

Francesco Gazzè, Il terzo uomo sulla luna,
Baldini&Castoldi, Milano, 2002

 

C’è un’acuta distanza (quasi totale, cioè irreversibile o giù di lì) fra i sentimenti e il mondo attuale… Al punto che ognuno di noi (se fosse onesto) si dovrebbe inquisire schiettamente, sottoponendosi magari a un discorsetto accusatorio tipo questo: “Dove finisce la televisione e dove comincia la mia identità? Ahimè, non resta più alcun confine di riconoscimento…”.

Leggi il resto »

Il Cervino d’Africa

novembre 22nd, 2017

Spitzkoppe

Anche in Africa si può scalare il Cervino.
A dire il vero il nome del monte è Spitzkoppe, ma è anche chiamato il Cervino della Namibia per la sua conformazione che ricorda molto il nostro monte alpino.
Alto 1728 m sul livello del mare, il monte si erge, però, solo 700 m dalla pianura del Namib Desert.
È parte di una struttura granitica, nata più di 700 milioni di anni fa, che comprende anche vette di minore altezza.

Leggi il resto »