L’uomo più sfigato del mondo. Ha rischiato di morire 27 volte!

giugno 3rd, 2017

In fuga dalla morte….

L’uomo più sfortunato del mondo o forse il più fortunato, se vogliamo essere ottimisti, si chiama Ian Francis. E’ inglese, ha 48 anni, 5 figli e 6 nipotini. Abita ad Oxford. Nel corso della sua vita ha rischiato di morire 27 volte! Nel 1989 fu colpito da una potente scossa elettrica mentre aggiustava il televisore; tre anni dopo ne prese un’altra toccando una presa di corrente scoperta. A 24 anni diventò cieco. L’anno dopo fu investito da un camioncino rubato; il guidatore scappò, lasciandolo sul selciato gravemente ferito.

Non è ancora arrivata la tua ora….

Leggi il resto »

Editoriale di giugno. L’eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai. I reali d’Olanda in Italia.

giugno 1st, 2017

Audrey Hepburn. Icona di classe ed eleganza.

Cari Cofanetti magici, cari amici lettori,

E’ proprio vero! “L’eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai”. E sapete chi lo diceva? La mia amata Audrey Hepburn, di cui sono una grande fan, come molti sanno…

Ma non parliamo di eleganza costosa; si può essere eleganti anche spendendo poco. Ovviamente se sei un’attrice famosa devi avere un guardaroba abbastanza ricco; ma l’eleganza è qualcosa di intimo, che parte dal profondo del nostro essere, dall’educazione, dalla classe, dal non voler a tutti i costi apparire. Lei era bellissima anche senza trucco e con un paio di jeans. Quando sorrideva nessuno guardava altre parti del suo corpo! Altro che botox! Il botox indurisce i lineamenti, fa abbassare le sopracciglia. E’ orrendo!

Audrey Hepburn aveva origini fiamminghe e quindi amava…la bicicletta.

Leggi il resto »

Poesia di maggio: “Fretta di lentezza”

maggio 27th, 2017

bear-2079672_640

 

Gli animali (perlomeno alcuni) vanno in letargo durante l’inverno. Gli uomini invece tutti quanti in estate, per un mese o più di ferie agostane, che vedono le attività lavorative, sia pubbliche sia private, cessare temporaneamente e “poltrire” non poco. Il riposo, comunque, è indispensabile dopo un anno di operosità indefessa e allora, all’insegna del motto “festina lente”, ecco qui di seguito una poesia pronta a ricordarci che concedersi una sosta, o se non altro ridurre il passo e l’andatura, è sempre il metodo migliore per “guarire” puntualmente da tutte le fatiche.

Leggi il resto »

Olanda. Accoglienza ai rifugiati politici. Grazie, cittadini e comune di Eindhoven!

maggio 21st, 2017

Bedankt aan de gemeente Eindhoven, aan de Eindhovenaren van Achtse Barrier, Blixembosch en Woensel Noord. Wij zijn trots op jullie!

Eindhoven, 2014. Le scritte di protesta di alcuni cittadini davanti al Centro De Orangerie, dopo aver ricevuto una lettera del Comune in cui li informava che nella zona dove abitavano voleva aprire un centro di accoglienza per circa 700 rifugiati politici. Con il tempo questi profughi sono stati ben accettati; ora il centro è stato chiuso perchè ad ognuno di loro è stato assicurato un futuro. Per questo il comune ha inviato un’altra, bella lettera ai cittadini, ringraziandoli per la loro comprensione.

Il mese scorso gli abitanti del quartiere olandese di Achtse Barrier e Blixembosch, ad Eindhoven, (Woensel Noord), hanno avuto la sorpresa di ricevere una lettera dal comune di Eindhoven, firmata dall’assessore Yasin Torunoglu, in cui li ringrazia per aver accettato di dare ospitalità a 700 rifugiati politici, la maggior parte arrivati dalla Siria, in un centro di accoglienza nella loro zona. Ho ricevuto anch’io questa lettera, in quanto abito lì vicino e mi sono commossa; perchè è un prezioso gioiello di solidarietà umana.

Non lasciamoli soli! Questo uomo è un essere umano! Foto di Maria Cristina Giongo

Leggi il resto »

Il mondo di Serena. Un regno magico d’amore per gli animali in perfetta simbiosi con l’uomo.

maggio 15th, 2017

Il Ranch di Gigi.

Serena nasce ogni giorno e muore ogni volta che le muore un animale, ogni sguardo di un suo cucciolo per lei è una sorta di amore, lei si lega in un abbraccio magico, il negativo del passato di un animale lei lo rivolta al positivo, la sua forma del lusso è un fattore mentale, si sente una regina in un regno fatto di amore, la libertà che dona ai suoi animali è la sua libertà.

Serena Allegrucci con Malone

Leggi il resto »

Immortal – La Giustiziera. Undicesimo episodio

maggio 8th, 2017

 photo 578989_425069320916476_1601430364_n_zpsi43d7yor.jpg

Francesco, sente tutto il peso della responsabilità per il coinvolgimento di Monica nella ricerca di nuovi elementi volti a riaccendere l’interesse sulla brutta storia di femminicidio, vittima Gemma la sorella di Giana (Immortal), le cui indagini sembrano stagnare. D’altro canto Monica non fa nulla per tranquillizzarlo con il suo atteggiamento di sfida, quasi a voler richiamare su di sé la sua attenzione ad oltranza. Suggestive le gincane notturne per le strade di Roma e le tormentose attese nei recessi bui di viali alberati. Buona lettura.

Clicca qui per l’episodio precedente.

Leggi il resto »

La mia collezione di tesserini lasciapassare, i badge. Matrimoni reali ed un incontro a sorpresa in Olanda con l’ex presidente degli Stati Uniti d’America, George Bush.

maggio 3rd, 2017

Anch’io colleziono qualcosa, i famosi “lasciapassare” (badge), che noi giornalisti otteniamo per seguire un avvenimento importante, per entrare in luoghi dove solo la stampa accreditata può accedere. Nella foto ecco i più cari, fra cui quello ottenuto dalla Casa Bianca per la visita nei Paesi Bassi dell’allora presidente degli Stati Uniti d’America, George Bush, come inviata della Rizzoli RCS. E poi quello del matrimonio di Willem Alexander, ora re dei Paesi Bassi, con Maxima Zorreguieta, adesso regina. Inviata dal settimanale OGGI (di cui all’epoca era mio direttore Paolo Occhipinti, in seguito Pino Belleri, che ricordo con tanto affetto).

Leggi il resto »

Editoriale di maggio. I veri amici sono preziosi. Saperli riconoscere e mantenere. Allontanate gli invidiosi, sono distruttivi!

maggio 1st, 2017

Cari Cofanetti magici,
Ricordate il proverbio, “passata la festa gabbato lo santo”, rivolto a coloro che dopo aver ottenuto un piacere si dimenticano presto del bene ricevuto? Sta a dire che, finita la festa, ci si scorda subito del Santo. Viene messa in evidenza la mancanza di riconoscenza di coloro che si mostrano affettuosi e gentili (spesso eccessivamente) quando hanno avuto il favore o l’amicizia in cui speravano (perchè a loro utile!); poi si disinteressano della persona che li ha aiutati e l’abbandonano.

Un’immagine della generosa gru mentre leva un osso dalla gola del lupo, che lo faceva tanto soffrire.

Leggi il resto »

“Luoghi del Novecento. Studi critici su autori italiani: Cesare Pavese, Paolo Volponi, Tonino Guerra, Alberto Bevilacqua, Umberto Piersanti”

aprile 27th, 2017

Alessandro Moscè, Luoghi del Novecento. Studi critici su autori italiani: Cesare Pavese, Paolo Volponi, Tonino Guerra, Alberto Bevilacqua, Umberto Piersanti, Marsilio Editori,
Venezia, 2004

 

Ho mobilitato i termosifoni, quel giorno, e subito il freddo ha iniziato a sfollare. Magari, attraverso i muri di casa, è uscito fuori per unirsi agli esordi assai incerti della mia primavera umbra, ancor gelida come l’inverno? Beh, non lo so… E comunque non mi sembrava utile, quel giorno, star lì a rimuginare, in stile trasognato, sulle avventure del freddo. Era sicuramente più opportuno, invece, ritornare a concentrarsi con solida attenzione sulla vita d’ordinanza, altrimenti detta quotidiana e piena (nel mio caso) di viaggi, di racconti da rifare, d’appuntamenti, di programmi da condurre, di articoli da correggere o creare. Insomma… di web radio e riviste online.

Leggi il resto »

Un’esondazione, in televisione, di fibrillazioni, eccellenze, bombe d’acqua e chi più ne ha, più ne metta.

aprile 22nd, 2017

 photo et841_zps9ggpybed.jpg

Sul Cofanetto Magico racconto dei miei viaggi africani senza la pretesa di essere uno scrittore e vi spiego perché.
Se avessi deciso di divenire giornalista avrei fallito miseramente, non solo (e soprattutto) per mancanza di talento ma anche per il rifiuto di uniformarmi alle mode linguistiche dei nostri mezzi d’informazione.
Un mio articolo sul clima non sarebbe mai preso in considerazione perché non vi avrei infilato, magari a caso, né «bomba d’acqua», né «esondare».

Leggi il resto »