Abbiamo trovato questa ragazzina disabile in condizioni disperate, distesa per terra fra le sue feci, con piaghe da decubito infette e le dita dei piedi rosicchiate dai topi. Un fiore per te, Marion Voetman!

marzo 3rd, 2018

Marion Voetman, con la piccola Yaay, di cui ci ha raccontato la terribile storia, per fortuna a buon fine, come potete vedere nella foto!

Cari amici lettori,

come sapete abbiamo una rubrica che si chiama “raccontami una storia” e una dove ogni tanto consegniamo un fiore virtuale ad una personaggio della cultura o dello spettacolo ma anche e soprattutto a chi si distingue per opere di bontà e solidarietà umana. L’abbiamo offerto ad Asmae Dachan, una giornalista siriana che sta aiutando il suo popolo distrutto, al giornalista Francesco Giorgino, professore universitario e stimato conduttore RAI del TG1, a Papa Francesco (a nome della ProPetriSede, di cui faccio parte) a Toos Linsen che porta soccorsi in Transnistrie (in Moldavia), a Fra Fiorenzo Priuli, una persona meravigliosa che opera all’ospedale Saint Jean de Dieu a Tanguieta, alla frontiera del Togo, nel nord della Repubblica del Benin, in Africa; e speriamo di consegnarne ancora tanti altri. Cliccando i loro nomi nel motore di ricerca del Cofanetto magico troverete tutti gli articoli e le mie interviste che li riguardano.

Oggi lo doniamo virtualmente ad una donna speciale, Marion Voetman, olandese, che da alcuni anni abita in Italia ed è appena tornata dalla Repubblica del Gambia, uno stato dell’Africa occidentale. Il motivo lo leggerete qui sotto. Una storia e una donna splendida, da cui non possiamo che imparare, al di là della forte commozione che susciterà in tutte le anime altrettanto buone e sensibili. Preciso che qualsiasi offerta vorrete fare mi prendo la responsabilità di affermare che è in buone, ottime mani e arriverà sicuramente e direttamente sul posto alle persone a cui vorrete destinarla. Conosco Marion da parecchi anni (ho anche visitato il suo B&B a Corinaldo, nelle Marche) e sono pure stata…sua insegnante d’italiano. Potete fidarvi al 100%. Leggete la sua storia e vi assicuro che non la dimenticherete mai!

Maria Cristina Giongo

Giornalista
CHI SONO

Repubblica del Gambia ( uno Stato dell’Africa occidentale); un’altra bellissima immagine di Marion Voetman con i “suoi bambini”.

Leggi il resto »

Editoriale di marzo. Un miracolo della natura. La rana che si congela durante l’inverno e si scongela quando anche il ghiaccio si scioglie, riprendendo a vivere.

marzo 1st, 2018

Cari lettori online, amici, Cofanetti magici,

Oggi voglio parlarvi di un animaletto veramente speciale. Si chiama rana lignea (Rana sylvatica) nella foto sopra; vive in Nordamerica, soprattutto in Alaska. Il particolare più sorprendente è che durante l’inverno una parte del suo corpo si congela. Ma non totalmente altrimenti morirebbe. Praticamente ha trovato un modo per sopravvivere al gelo creando un sistema…. antigelo.

La rana Sylvatica, durante la fase di scongelamento.

Leggi il resto »

Poesia di febbraio: “Forse il tempo è l’onda d’urto del Big Bang”

febbraio 27th, 2018

all-2143186_640

 

Cari amici de «Il Cofanetto Magico»,
e se l’universo fosse una maledizione? Beh, si tratta di un’ipotesi che non possiamo scartare del tutto. Anzi, fissarla in un paio di strofe potrebbe aiutarci, magari, a meditarla un po’ meglio. Perché evitare gli interrogativi, e le famigerate domande scomode, non aiuta a garantirsi una maggior serenità. Ma solo a diventare ciechi come talpe. O, addirittura, come uomini

Leggi il resto »

“Oh, Vita!” – le due anime di un disco e le mille anime di un artista.

febbraio 18th, 2018

La mattina del 1° dicembre 2017 ho fatto un gesto antico, che non facevo, appunto, da svariati decenni.
Sono uscito di casa e sono andato a comprare il nuovo LP di Jovanotti. Non è una svista, ho scritto LP (sigla di Long Playing), perché l’album l’ho comprato proprio in vinile. Insomma, ho comprato il disco, doppio, e sono tornato a casa per ascoltarlo, tenendo in mano la busta coi testi.
Si è trattato, appunto, di un gesto antico, anche se in realtà, un primo ascolto, con un salto in avanti all’oggi, me l’ero già concesso, grazie alla tecnologia dello streaming, pochissimi minuti dopo la “pubblicazione”, più o meno, a mezzanotte e cinque…
Insomma, questa cosa di mescolare antico e moderno, mi ha proprio affascinato, anche perché, per per fortuna, vivo in una casa che mi permette di non dover badare troppo agli orari e al volume audio. Ma non affascina solo me, se è vero che un breve video in cui metto il disco sul piatto e che ho pubblicato su fb, ha avuto oltre 450 visualizzazioni e una trentina di likes…
Insomma, Jovanotti piace, e piace anche l’idea di ascoltarlo in vinile. Che, per… inciso (!), vede la sequenza dei brani suddivisa in modo diverso, rispetto a quella del cd (e della relativa playlist in streaming digitale), seguendo una idea di suddivisione delle due diverse “anime” dell’album, tra i due LP.

Leggi il resto »

La posta del cuore dei nostri amici animali di Imma Paone. La cataratta.

febbraio 12th, 2018

Cara dottoressa Imma,
ho bisogno di qualche delucidazione.
Ho una cagnolina di 9 anni a cui le è stato disagnosticato un diabete mellito un anno fa mediante esami del sangue e delle urine.

....

Leggi il resto »

Rampina, una favola dei nostri giorni (2° episodio)

febbraio 8th, 2018

Immagine realizzata da Marica Caramia, ispirata dalla
favola di Rampina di Valentino Di Persio

E’ talvolta tedioso e triste constatare la progressiva decadenza dei valori sociali di questi tempi, del venir meno dei principi morali: onestà, rispetto, altruismo, solidarietà, giustizia, eccetera, eccetera, in favore d’un materialismo sfrenato, dell’arrivismo, dell’egoismo, della prevaricazione. Tutti fattori che incidono, paradossalmente, anche sul ruolo educativo della famiglia verso i figli, spesso abbandonati in ambito virtuale che, di fatto, cancella le relazioni con il mondo reale, agevolando gli incontri sui social globalizzati. Rispetto al passato, i giovani godono di eccessiva libertà da parte dei genitori, i quali, non curanti dei pericoli a cui i propri figli vanno incontro, rischiano di ritrovarsi impelagati in vere e proprie tragedie, come l’abuso di alcool, di droghe, di incontri e frequentazioni indesiderati. E’ giunto il momento di richiamare i nostri figli alle regole di convivenza familiare: gerarchia filiale, limiti, ruoli chiari e definiti, comunicazione, affettività e rispetto dello spazio e dell’individualità di ciascuno, fornendo così un giusto equilibrio tra sentimento d’appartenenza e autonomia. Riscoprire il dialogo, la favola, la poesia. Rampina, seppur apparentemente anacronistica in questa epoca plagiata da sofisticati aggeggi elettronici, rappresenta un esempio di ritrovata modernità, un’eroina dei nostri giorni, un esempio di tenacia, di coraggio e di attaccamento alla vita. Rampina è una favola iniziata già nel ventre materno e tale vuol rimanere per trasmetterci la sua morale pregna di altruismo e di coraggio, indispensabili per affrontare le avversità della vita. Rampina è una cavallina che fa della sua esistenza un esempio di amore.
Buona lettura
Valentino

Clicca qui per l’episodio precedente.

Leggi il resto »

Denunciai il mio capo. Persi il lavoro. “In questo maledetto Paese vai avanti solo se sei scaltro: non se sei onesto!” Mi disse mio padre, deluso. Il bel libro di Andrea Franzoso sull’Italia dei furbetti, dei vincenti e dei perdenti.

febbraio 3rd, 2018

6 dicembre 2017. Andrea Franzoso, ospite di Corrado Augias a “Quante storie” ( Rai 3)

Il coraggio di disobbedire alle legge del silenzio, dell’omertà, del farsi gli affari propri, di ribellarsi ai compromessi. Il coraggio di essere onesti. Probabilmente avrete già sentito parlare di Andrea Franzoso, che quando era funzionario delle Ferrovie Nord di Milano, dopo la scoperta che il suo presidente utilizzava denaro pubblico per fini personali suoi e di tutta la sua famiglia, “osò” denunciarlo. Ha raccontato la sua storia nelle più importanti reti nazionali televisive; sono usciti articoli in autorevoli testate giornalistiche nazionali. E anche in un libro, “Il disobbediente” (Paper First edizioni, 12 euro.)

Leggi il resto »

Editoriale di febbraio 2018. Viva l’amore, con o senza San Valentino.

febbraio 1st, 2018

Cari amici, cofanetti magici,

il mese di febbraio è il mese del freddo, della neve (forse), dei camini accesi, dei divani dove di sera, dopo cena, ci sprofondiamo beati: il gatto alla nostra destra, il cane a sinistra….il marito sulla poltrona! In stato di semi letargo tutti e quattro! Si guarda la televisione un po’di più, si sta al telefono con i figli…sempre di più. Al mattino presto, prima di alzarsi, quando fuori è ancora buio, si pensa: “voglia di lavorare saltami addosso!”

Cellino San Marco (Puglia)

Leggi il resto »

“Geennaio” (una poesia di Pietro Pancamo)

gennaio 27th, 2018

fantasy-2925250_640

 

Cari amici de «Il Cofanetto Magico»,
che dire per commentare a dovere la poesia che propongo quest’oggi? Beh, ad esempio, che a leggerla con attenzione, si rivela composta di tanti giochi di parole. Ma tanti per davvero! Ecco, li vedete? Si sovrappongono l’un l’altro, come fiocchi di neve senza posa e senza fine, perché son decisi a dimostrare, o così credo, che il più crudele dei mesi non è per niente aprile.

Leggi il resto »

Ma quanto sei cattiva…

gennaio 20th, 2018

Il ritratto di una delle dieci donne considerate più cattive della storia: Maria I d’Inghilterra (1516-1558)

Nel mio editoriale dello scorso Natale ho parlato di questa ricorrenza come festa della luce, del calore, dell’amore, della famiglia, dei valori umani di solidarietà e generosità. Della nascita: come un fiore che sboccia alla vita, puro ed intatto. Quando mi guardo in giro però vedo scenari che sono l’esatto contrario dei valori con cui siamo cresciuti o almeno, avremmo dovuto crescere; vedo tanta cattiveria, odio, invidia, gelosia.

Alcuni psicologi dicono che nell’animo umano convivono sia Biancaneve che la strega maligna Grimilde. Luci e ombre. Ed è proprio la parte ombrosa che va combattuta e battuta. Per arrivare ad essere felici ed in pace con se stessi.

Leggi il resto »