Posts Tagged ‘van gogh’

La Puglia scopre Van Gogh

venerdì, febbraio 8th, 2019

Per chi non lo sapesse, Vincent Willem Van Gogh, nacque a Zundert, in Olanda, nel 1853. Era un pittore dotato di grande sensibilità artistica, definito geniale, folle e visionario. Un’anima tormentata che cercava sollievo nell’assenzio e trovava ispirazione in quel malessere fisico e psichico che lo rese vittima di se stesso alla sola età di 37 anni, all’circa due anni dopo il famoso gesto di autolesionismo che lo indusse ad asportarsi il lobo dell’orecchio sinistro, probabilmente a seguito di una litigata con l’amico pittore Paul Gauguin.
Iniziò ad esprimersi come artista verso i 30 anni. Creò all’incirca 1000 opere tra dipinti, acquerelli, litografie e incisioni all’acquaforte e tante furono le lettere che scambiò con suo fratello Theo, mercante d’arte, che sempre lo sostenne nella sua breve ma intensa vita.
Un impressionista, dal modo in cui usa i colori, che veste i panni dell’espressionista. Rappresenta una realtà distorta che non ha nulla di realistico, esalta il suo lato emotivo, il suo io interiore rispetto alla percezione oggettiva. Uno stile che lo renderà unico nel suo essere.

La Puglia, come altre regioni italiane, ha accolto l’opera di Van Gogh con grande rispetto e dedizione, omaggiando l’artista olandese tramite l’allestimento di mostre e iniziative che ne ritraessero le sue opere.

(altro…)

Un fiore per te, Francesco Giorgino! E un bel libro come regalo di Natale.

sabato, dicembre 3rd, 2016

Rami di castagno in fiore di Vincent van Gogh (1890).
Fondazione E.G. Bührle Collection (Zurigo).
Questo quadro porta fortuna. Infatti fu rubato alla fondazione nel 2008 ma poi ritrovato 9 giorni dopo, ” fortunatamente”, in un’auto parcheggiata proprio a Zurigo. E’stato realizzato nell’ultimo periodo della vita del grande pittore olandese, quando usava spesso colori forti e insieme a tenui (indaco, verde, rosa pastello, bianco). Indica la natura che si risveglia e prende vita attraverso i rami e le foglie di castagno.

Seconda puntata di “Un fiore per…” in cui segnalo persone che si sono meritate un fiore (virtuale) da parte di tutti noi per tanti e tanti motivi. Il mese scorso lo abbiamo donato ad Asmae Dachan, una donna musulmana, giornalista, che combatte contro coloro che con i loro crimini devastano la sua e loro religione; vincitrice del premio della giuria dei Giornalisti del Mediterraneo 2016, molto attiva negli aiuti alle popolazioni della Siria martoriate dalla guerra, soprattutto ai bimbi negli ospedali ed orfanotrofi.

Anche Francesco Giorgino ha vinto (nel 2013) il prestigioso Premio Caravella giornalisti del Mediterraneo, ad Otranto, in Puglia.

(altro…)

Editoriale ottobre 2015. MAMMA, GIRATI VERSO IL SOLE!

giovedì, ottobre 1st, 2015

Olanda 2015.

Ma che cosa è il buio? Il buio è un concetto, un opposto. L’opposto della luce.
Una volta il mondo, il cosmo era immerso nel buio; poi scoccò la scintilla.
FIAT LUX! Sia fatta la luce ( Genesi 1,3), frase biblica pronunciata da Dio quando creò la luce. “E Dio disse sia fatta la luce e la luce fu”.

Olanda. Fra Eindhoven e Nuenen (dove Van Gogh visse e lavorò) il 12 novembre del 2014 è stata inaugurata una pista ciclabile ispirata al famoso dipinto di Vincent van GoghThe Starry Night”, (La notte stellata). Questo bellissimo e magico sentiero si illumina di tante “stelle“ alla sera, quando ci si passa sopra; è stato creato dall’artista Daan Roosegaarde con una speciale tecnologia attuata dalla ditta Heijmans.

(altro…)

INNAMORARSI DI UNA POESIA.

domenica, settembre 16th, 2012

La copertina di “Manto di vita”, una raccolta di poesie di Pietro Pancamo

La prima recensione di questo mese ( in cui ne avremo ben due!) è di un volumetto di poesie, Manto di vita, scritto dal giornalista Pietro Pancamo, che avete già apprezzato quando ho pubblicato alcune sue opere.
Cominciamo dalla prefazione di Marisa Napoli, scritta con somma sapienza e bravura allo scopo di spiegarci il pensiero dell’autore: per capire meglio la sua poesia.

(altro…)

Viaggio attraverso la Puglia Imperiale e multiculturale, per una vacanza da sogno.

mercoledì, marzo 14th, 2012

Castel del Monte

Castel del Monte, nella Puglia Imperiale

Il busto di Federico II, conservato nel Castello di Barletta, sua residenza: uno dei più grandi castelli d’Italia. Circondato da lussureggianti giardini, una pineta e dotato di un parco giochi (che non guasta mai quando si viaggia con bimbi al seguito!)

La Puglia: una terra di grandi uomini, di grandi entusiasmi, di animi generosi.
E anche di fieri condottieri che l’hanno governata amandola. Come Federico II di Svevia.
L’anno scorso vi abbiamo consigliato di visitare la zona del Salento; quest’anno faremo un’escursione virtuale attraverso la Puglia Imperiale. Per usare un termine alla moda possiamo definirla anche… multiculturale; infatti ha subito varie dominazioni fra cui quella dei Normanni, degli Svevi, degli Angioini, degli Aragonesi. Ognuno di loro ha dato il suo apporto a livello di trasformazioni, relazioni commerciali, organizzazioni feudali e fortificazioni a difesa del terreno.

(altro…)