Posts Tagged ‘marica caramia’

Rampina, una favola dei nostri giorni (2° episodio)

giovedì, febbraio 8th, 2018

Immagine realizzata da Marica Caramia, ispirata dalla
favola di Rampina di Valentino Di Persio

E’ talvolta tedioso e triste constatare la progressiva decadenza dei valori sociali di questi tempi, del venir meno dei principi morali: onestà, rispetto, altruismo, solidarietà, giustizia, eccetera, eccetera, in favore d’un materialismo sfrenato, dell’arrivismo, dell’egoismo, della prevaricazione. Tutti fattori che incidono, paradossalmente, anche sul ruolo educativo della famiglia verso i figli, spesso abbandonati in ambito virtuale che, di fatto, cancella le relazioni con il mondo reale, agevolando gli incontri sui social globalizzati. Rispetto al passato, i giovani godono di eccessiva libertà da parte dei genitori, i quali, non curanti dei pericoli a cui i propri figli vanno incontro, rischiano di ritrovarsi impelagati in vere e proprie tragedie, come l’abuso di alcool, di droghe, di incontri e frequentazioni indesiderati. E’ giunto il momento di richiamare i nostri figli alle regole di convivenza familiare: gerarchia filiale, limiti, ruoli chiari e definiti, comunicazione, affettività e rispetto dello spazio e dell’individualità di ciascuno, fornendo così un giusto equilibrio tra sentimento d’appartenenza e autonomia. Riscoprire il dialogo, la favola, la poesia. Rampina, seppur apparentemente anacronistica in questa epoca plagiata da sofisticati aggeggi elettronici, rappresenta un esempio di ritrovata modernità, un’eroina dei nostri giorni, un esempio di tenacia, di coraggio e di attaccamento alla vita. Rampina è una favola iniziata già nel ventre materno e tale vuol rimanere per trasmetterci la sua morale pregna di altruismo e di coraggio, indispensabili per affrontare le avversità della vita. Rampina è una cavallina che fa della sua esistenza un esempio di amore.
Buona lettura
Valentino

Clicca qui per l’episodio precedente.

(altro…)

Tumore: essere forte è l’unica scelta che hai.

domenica, ottobre 8th, 2017

“Non sai mai quanto sei forte fino a quando,
essere forte, è la sola scelta che hai.” (Cayla Mills)

Chi sono io? Una ragazza, una come tante che insegue i suoi sogni, sogni che si porta dietro ormai da un po’ e che, proprio quando stava per acchiapparli una folata di vento li ha allontanati.
Oggi, avevo voglia di raccontarvi una storia allegra e appassionata seguita da un grande lieto fine, e quale tema più avvincente di quello della lotta che ogni giorno uomini e donne intraprendono dentro e fuori di se? Ecco, mi sento egoista a pensare alla laurea proprio ora e mi sento stupida a pensare alle tante pagine di cui mi sono e continuo a lamentarmi… ma soprattutto a quanto futili possano essere alcuni pensieri nel momento in cui si ha qualcuno di importante accanto che non sta bene, come la mamma.

(altro…)

Brittoli: Premio di Poesia “Lea e Franco Silvestri”. Rendiconto.

giovedì, agosto 24th, 2017

Siamo orgogliosi di informarvi che anche la seconda edizione del Premio di Poesia “Lea & Franco Silvestri”, organizzato da Grafemi dal Cuore, avvenuto a Brittoli (PE), col patrocinio del Comune, questo 14 Agosto 2017, è stata un successo.
Una seconda edizione è sempre più impegnativa rispetto alla prima, in quanto la gente si aspetta di più e tu sei preso dal terrore di non riuscire. Ed è così che la notte invece di dormire, ti arrovigli il cervello per escogitare qualcosa di diverso, qualcosa che non sia il copione dell’anno precedente.
Hai voglia di stupire, di rendere memorabile quell’evento. Hai voglia di esplorare nuovi sentieri, col rischio di non essere apprezzato ma con la consapevolezza che il cambiamento, l’apertura a nuovi orizzonti siano talvolta necessari, anche nelle radicate tradizioni. Quando ti credevi ormai sconfitto ed a corto di idee, rimani abbagliato da un flash risolutivo, il deu ex machina che soddisfa le tue aspettative: perché non impreziosire il Premio di Poesia facendolo precedere e seguire da iniziative di tipo letterario e di fantasia compatibili, quali cultura e magia? Come non averci pensato prima!

(altro…)

Brittoli ancora in poesia.

giovedì, giugno 8th, 2017

Dopo un inverno austero e tragico, la primavera, timida, s’appresta a passare il testimone all’estate tra un tripudio di colori e profumi. L’estate! Si, proprio lei! La stagione della spensieratezza, del relax, del farneticare ad occhi aperti: mete alla moda, amori ritrovati, pensieri proibiti. E così, anche noi di Grafemi Dal Cuore, fautori di sogni e mercanti di emozioni, ritorniamo con la seconda edizione del Premio Poesia “Lea & Franco Silvestri” che tanto consenso ha riscosso l’anno scorso. La formula rimane sempre la stessa, due sezioni:
-la prima riservata alla poesia dialettale abruzzese a tema libero;
-la seconda riservata alla poesia in lingua italiana dal tema: Talvolta la terra trema.
Così com’è espresso il concetto fa pensare subito agli aventi sismici che hanno colpito gravemente il centro Italia negli ultimi anni. Si, certamente si, ma con quel “talvolta” abbiamo voluto allargare l’ambito emozionale dei poeti anche a quegli stati d’animo legati a vicissitudini che “talvolta” minano l’esistenza. Insomma, quei momenti di difficoltà, di incertezze e di paura che ci fanno tremare la terra sotto i piedi, dandoci la sensazione che tutto stia per crollarci addosso da un momento all’altro.
La tematica, tuttavia, tocca da vicino Brittoli, da sempre nel cratere degli eventi sismici che da qualche anno colpiscono al cuore lo Stivale.

…Ed allora al lavoro Poeti e Poetesse senza frontiere!

Su con lo sguardo a scrutare il cielo che mai nulla rivela
del dolore nascosto sotto la terra.

(altro…)

Io, la penna e un foglio di carta…

giovedì, dicembre 8th, 2016

 photo Marica Caramia_zpslisn04f4.jpg

Quando si sente il bisogno di liberare la mente da pensieri ingombranti, ci si pone una domanda: a chi posso raccontare le mie pene? Il problema è che dei tuoi fatti agli altri poco importa. Meglio scrivere una lettera, liberatoria, a briglia sciolta, dove poter scaricare tensioni, pensieri e sentimenti. Un bel “Ciao” iniziale e via con un fiume in piena di parole per attrarre l’interesse d’un ipotetico lettore cui partecipare i tuoi stati d’animo e fargli credere di esserne il target. Questa lettera della mia amica Marica Caramia, merita di essere letta e riletta fino in fondo. Io l’ho fatto e lo rifaccio ancora perché ogni volta mi emoziono, mi si accappona la pelle. Immortal, la Giustiziera, questo mese lascia il posto ai sentimenti.
A tutti l’augurio di un felice Natale e prosperoso Anno Nuovo.
Valentino Di Persio

(altro…)

Brittoli in poesia. Resoconto di un successo.

giovedì, settembre 8th, 2016

 photo eventofb_zpscurpb4af.jpg

…ed è così che come tutte le idee nate all’improvviso, senza preavviso, la nostra iniziativa ha ricevuto plauso e gradimento. Un successo inatteso per una prima edizione di un concorso di poesia. Anzi, inizialmente, il timore di non riuscire ci tormentava, ci faceva persino pentire di esserci imbarcati in un’avventura che, data la sua peculiarità, avrebbe richiesto uno spazio temporale di programmazione più ampio. Era assillante il ronzio di quel silenzio che, insidioso, serpeggiava in rete. Nessuna adesione, nessun poeta sembrava essersi accorto del nostro Premio di Poesia “Lea e Franco Silvestri”. Poi pian piano, miracolosamente, le poesie sono cominciate a sbocciare a decine come margherite a primavera. Recavano con loro profumi di terre lontane, attimi di vita inappagati pregni di metafore, di mete ambite, di struggenti nostalgie, di ritorni agognati. Che bella razza i Poeti! Non si smentiscono mai, riescono sempre a cogliere l’essenza delle cose e delle situazioni, apparentemente insignificanti, per rivestirle di emozioni.

(altro…)

Brittoli in poesia…

venerdì, agosto 5th, 2016

 photo eventofb_zpscurpb4af.jpg

E’ ormai consuetudine che ad Agosto Immortal e Francesco spariscano nel nulla, lontani dagli strali di Monica e Lilith.
Così Noi, ossia Marica e Valentino, ne approfittiamo per parlarvi di un evento a noi molto caro…

(altro…)

Romantica riflessione. Voglia d’altri tempi

venerdì, maggio 8th, 2015

Dipinto di Gianni Strino, particolare

In questa riflessione, Marica Caramia, fa emergere la voglia del ritorno ad un passato dove le parole ed i gesti assumevano un significato vero, lasciando poco spazio al virtuale. Un passato dove la penna stilografica la faceva da padrone nell’interscambio epistolare di tipo affettivo tra due persone e le “sbavature” d’inchiostro sui fogli diventavano preziose testimonianze fisiche del livello emozionale. C’è molto di personale in questo articolo nel quale l’autrice fa velatamente trasparire il chiaro desiderio di riappropriarsi d’una visione romantica e tangibile nei rapporti umani.

Valentino di Persio

(altro…)

Il sex robot. Voglia di sesso o nostalgia del sesso? Il sesso è un bene primario, necessario come mangiare e bere?

sabato, gennaio 3rd, 2015

Si parla sempre e tanto di sesso. Lo si cerca, lo si desidera, lo si confonde, lo si nega, lo si sminuisce, lo si esalta. Ma che cosa è il sesso? Un puro fattore fisico fine a se stesso o un valore anche mentale, spirituale, sta a dire un’ equilibrata combinazione dei due? Alcuni anni fa una sentenza olandese accolse il ricorso di un disabile che si rivolse ad un giudice in quanto l‘assistenza sanitaria non voleva retribuirgli le prestazione sessuali di una prostituta.

(altro…)

Vivere la vita…

giovedì, maggio 8th, 2014

Ma esistiamo veramente oppure siamo mera illusione pensante?” Questo è il quesito a cui Valentino Di Persio cerca di dare una risposta nel suo ultimo racconto “Vivere la vita… fino all’ultimo sospiro”. In altri tempi, ad una ridente tavolata tra amici, qualcuno come Shakespeare avrebbe asserito “Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni”. Subito Cartesio avrebbe inaspettatamente gridato, preso da un lampo di genio improvviso, “Cogito ergo sum!” e Pascal ispirato, avrebbe precisato melancolicamente “Helas, l’uomo non è che una canna pensante!”. Schopenhauer, pensoso, dall’alto del suo pessimismo avrebbe sentenziato che “La vita è come un pendolo che oscilla incessantemente fra noia e dolore, con intervalli fugaci e per di più illusori, di piacere e gioia”. Nietzsche, da parte sua, avrebbe rintuzzato “Gli uomini sono intervalli e pause nella sinfonia della vita reale”. Il tutto si sarebbe svolto sotto gli occhi intrigati di Pirandello che avrebbe smorzato le riflessioni dei commensali con pacata semplicità “Signori miei, la vita non si spiega, si vive.” Al che, il saggio Snoopy, trasognato, avrebbe suggerito “La vita è come un cono gelato: bisogna imparare a leccarla!” …E Valentino, con un boccale di birra in mano con su scritto “Carpe Diem”, avrebbe declamato “Nella vita ogni attimo va afferrato, colto, preso imprigionato, e le occasioni trascurate tu per sempre le hai perdute.
Ed io aggiungo… Prosit!

Marica Caramia

(altro…)