Posts Tagged ‘sarah scazzi’

Editoriale di luglio 2014

martedì, luglio 1st, 2014

Le signore della tv. La Venier si inginocchia davanti alla moglie di Claudio Villa, Barbara D’Urso, gnocca sarai tu! Le minigonne della Marcuzzi. Una domanda scioccante alla mamma della povera Sarah Scazzi. Si salvano solo Maria De Filippi e Paola Perego.

Barbara D’Urso, conduttrice di Canale 5, famosa anche per le sue smorfie televisive.

Cari lettori online, Cofanetti magici,

Questo editoriale è sulla (per fortuna) passata stagione televisiva. Mi concentrerò sulle “signore” della televisione nazionale e non. Il premio assoluto per il peggior spettacolo spetta, secondo me, a Mara Venier, la quale domenica 30 marzo, a Domenica in, su Rai 1, ha superato se stessa: proprio mentre Barbara D’Urso nello stesso momento a Domenica Live stava intervistando la figlia meno ufficiale di Claudio Villa, Manuela, lei stava facendo la stessa cosa con la moglie (ufficiale), del famoso cantante scomparso. Il superamento di se stessa è avvenuto quando la Venier si è inginocchiata davanti a lei in un impeto compassionevole. Forse le fischiavano le orecchie perchè sull’altro canale (Canale 5) Manuela stava dicendo peste e corna della signora Patrizia Baldi in Villa….

(altro…)

Editoriale di gennaio.

sabato, gennaio 1st, 2011

Cari lettori online,

fuoco d’artificio

Buon anno! Sicuramente starete ancora ronfando nel vostro lettone per smaltire le veglie natalizie e di capodanno. Con qualche chiletto in più e qualche soldino in meno speso per regali, regalini, regaloni: panettoni. D’altra parte i soldi devono essere goduti. Altrimenti a che cosa serve lavorare come matti, se poi non possiamo permetterci qualche cosa di assolutamente superfluo, che pur ci piace tanto?
Carpe diem! Quindi…carpiamo questo “diem” ( per chi non conosce il latino, diem vuol dire “giorno”): prima che sia troppo tardi e scenda la sera.

Il primo dell’anno si fanno sempre riflessioni speciali. Per esempio, avete mai pensato al risultato ottenuto da noi donne con l’emancipazione? Ora lavoriamo sia in casa che fuori casa! Una ragione in più per farci viziare nel tempo libero; da noi stesse e da chi ci ama. In quanto ce lo meritiamo proprio! Proporrei quindi di aprire ancora una bottiglia di champagne, di spumante oppure di prosecco (qui in Olanda adorano il Lambrusco) e di brindare a noi coraggiose donne!

Passiamo ora agli argomenti di questo mese. Inizieremo con il nuovo programma di Alfonso Signorini. La regina dei salotti televisivi e non solo;la farfallina che vola da gossip in gossip, sempre sorridente, ammiccante, su di giri, esagerato sino a stressare e pure irritare. Ha superato se stesso presentando un programma che non dice assolutamente nulla. Se non che lui è veramente, assolutamente, profondamente omosessuale. Ma questo già lo sapevamo.

Era proprio necessario spendere due ore di interviste invitando ospiti che sembravano pesci fuor d’acqua, per sottolinearlo all’infinito? Un panegirico dell’omosessualità con, nella prima puntata, qualche politico, un calciatore e una Simona Ventura che ha lanciato lo scoop dell’anno: quando era una bimba disegnava ovunque “piselli” (nel senso di organi maschili). Come avremmo potuto vivere ignorando una simile notizia?!

Seguirà un articolo più sostanzioso ed importante del nostro esperto di economia e fisco Roberto Pagano sul fondo di solidarietà per il mutuo: diventato finalmente operativo a quasi 3 anni dalla nascita. Sta a dire che se avete problemi a pagare il mutuo Roberto Pagano vi spiegherà come potrete approfittare di questa sovvenzione, con il consiglio di attivarvi subito per le pratiche necessarie.
Assolutamente da leggere: il 5 gennaio.

Un altro tema di gran rilievo riguarda un’importante iniziativa per la sicurezza dei giovani al rientro dalle discoteche, e la tranquillità dei loro genitori: il BUS BY NIGHT, con un’intervista al suo promotore, il Dottor Gianfranco Baldassarre, consigliere comunale.

Una volta che vi sarete svegliati dal vostro torpore post natalizio ed invernale, potrete rilassarvi con una ventata di musica, leggendo un’ intervista esclusiva al cantante Al Bano. Non si tratterà della solita storia di vita, raccontata già cento volte e neanche del gossip killer pronto a colpire quando meno te lo aspetti.

Questa volta vi racconterò un percorso di vita che non conoscevate; risalendo ad un incontro avvenuto parecchio tempo fa. Un ritratto inedito di un uomo che nel corso degli anni ha saputo crescere non solo musicalmente ma pure interiormente. Con lui faremo anche un gioco. Il gioco delle “associazioni di idee“. Molto utile per scavare a fondo nella personalità umana.

Nella lunga intervista ad Al Bano (che leggerete il 10 gennaio), abbiamo anche parlato di figli, scoprendo che non esiste un modo per essere genitori perfetti; ma esistono “mille modi per essere dei buoni genitori”.
Conversando con lui mi sono resa conto che la vita è un lungo viaggio che riporta verso casa. Più invecchiamo più torniamo alle origini, ai ricordi d’infanzia e a quelli di chi abbiamo tanto amato: un cammino a ritroso per ritrovare quei sani principi che ci hanno donato i nostri genitori. E tutti quei profumi, sapori, quelle sensazioni che hanno accompagnato la nostra vita. Da sottolineare il coraggio del noto cantante che a Sanremo presenterà una canzone sulla prostituzione come violenza nei confronti delle donne.

Il 16 gennaio, troverete un interessante articolo sulla Toxoplasmosi, scritto dalla nostra veterinaria Imma Paone. Si tratta di una malattia trasmessa dai gatti, che fa tanta paura alle donne in gravidanza. Finalmente Imma farà un po’ di chiarezza su questa affezione; da come evitarla a come curarla. Senza allarmismi e timori eccessivi.
L’importante è, come dice Imma, di porre la massima attenzione alla propria alimentazione in gravidanza. Solo in questo modo non dovrete rinunciare alle coccole del vostro gattino.

Sarà poi la volta, il 21 gennaio, della seguitissima rubrica La chiave dei sogni, tenuta dalla Dottoressa Mazzavillani, la nostra Marni.
Marni risponderà ad una lettrice che le ha chiesto il significato di sognare i capelli. I capelli, dice Marni, sono legati al potere personale, alla propria visibilità e al potenziale seduttivo. Da non perdere!

Infine il 26 gennaio il giornalista scrittore Roberto Allegri ci farà venire i brividi con la seconda parte del suo servizio sui vampiri. La prima l’abbiamo pubblicata il 3 dicembre scorso.

Roberto parlerà questa volta dei veri vampiri: quelli che non sono usciti dalla fantasia degli scrittori e dei registi, ma proprio coloro che sono tristemente approdati alla vita reale. Partendo da Vincenzo Verzeni, bergamasco, che nel 1872 venne arrestato per aver strangolato una ragazzina di 14 anni e averne succhiato il sangue. Sino al vampiro di Hannover, Fritz Haarmann, catturato nel 1924 e condannato a morte per l’omicidio di 24 ragazzi. E poi il vampiro di Dusseldorf e quello di Londra…Tutti purtroppo “famosi” per i macabri rituali che li hanno contraddistinti.

A questo punto, come non pensare alla terribile fine di Sarah Scazzi e alla scomparsa della piccola Yara Gambirasio? Sì, i vampiri sono anche fra di noi; e si cibano veramente della linfa vitale di tanti ragazzini innocenti che non avranno più la possibilità di poter continuare a giocare, felici e spensierati.

Non voglio chiudere il mio editoriale del nuovo anno con il ricordo di simili atrocità, per cui rinnovo l’invito iniziale di godervi l’esistenza …finchè esistete! Giorno per giorno.
Compresi i soldi che guadagnate! Non dimenticate però che i piaceri si possono gustare a fondo solo se condivisi; allora cercate di dare qualche cosa a chi ha meno di voi.

Proprio per questo scrivo spesso articoli su Al Bano che stimo soprattutto per quanto fa per gli altri; per i più poveri ed infelici. Leggete la mia ultima intervista del 10 gennaio e capirete che cosa voglio dire. Al di là della sua musica e della sua vita privata (che non mi interessa e che deve riguardare solo lui), trovo che sia importante l’attenzione che dedica a chi soffre. Le sue iniziative umanitarie potrete trovarle nel sito www.albanocarrisi.eu gestito dall’efficiente presidentessa del suo fans club, l’architetto Elena Spiga.

Uniamoci a loro per sostenere chi ha bisogno di aiuto.
Non ci potrebbe essere modo migliore per iniziare un nuovo anno!

Grazie a chi mi ha scritto per complimentarsi con noi, dicendo che il nostro giornale online è un raggio di sole con cui inizia la sua giornata. Speriamo proprio di riuscire anche quest’anno a donarvi tante altre magie piene di amore. Come ben sapete il nostro blog è non profit. Nel senso che non ci sono proventi pubblicitari. Per questa ragione a volte facciamo fatica a portarlo avanti per l’impegno che comporta ( senza un minimo di guadagno).

Tuttavia il vostro affetto è uno stimolo per continuare! Soprattutto se pensiamo ai più di 100 commenti sull’intervista a Lele Dinero, il John Travolta italiano, che ha vinto il premio virtuale del Cofanetto Magico 2010 per il suo slogan: sì ballo, no sballo! Complimenti, Lele! Ora aspettiamo chi batterà il record del 2011!

Un augurio affettuoso a tutti dalla vostra, come sempre vostra, immancabilmente vostra,

Maria Cristina Giongo

Olanda, gennaio 2011

Maria Cristina Giongo,
con tutti gli altri redattori del Cofanetto Magico.

CHI SONO

Direzione tecnica:
Francesco Addante

Redattori e giornalisti che hanno collaborato a questo numero
Marzia Mazzavillani (Marni)
Roberto Allegri
Roberto Pagano
Imma Paone
Cristina Giongo

Assistenza Tecnica
Marzia Mazzavillani (Marni)
Hans Linsen

Editoriale novembre

lunedì, novembre 1st, 2010

Maria Cristina Giongo

Cari lettori online,

Questo numero di novembre del Cofanetto Magico inizierà con un’intervista al conte Alessandro Marcucci Pinoli di Valfesina, un uomo eclettico che non si stanca mai di creare: libri, poesie, opere d’arte, persino un Hotel museo con caratteristiche uniche al mondo. Creare è una delle parole che preferisco, in quanto racchiude in sè il significato della vita in continuo sviluppo. Ogni attimo della nostra esistenza è un atto creativo; avete mai riflettuto su questo punto? Pensate soltanto all’amore,che genera altro amore e crea altra vita. Anche quando lavoriamo siamo in azione per produrre qualcosa, per insegnare qualcosa, per aggiustare qualcosa, per ideare qualcosa. Tutto è in continua evoluzione, come le opere di Alessandro Marcucci Pinoli, fra cui i famosi manichini sospesi fra il bene ed il male, il volo e la caduta.

Nell’intervista che gli ho fatto ho scoperto una persona ricca di saggezza atavica e di notevole cultura che punta con grande speranza al futuro. Al futuro inteso come trasformazione; soprattutto nel campo artistico. Infatti creare vuol dire anche trasformare una materia inerte in qualcosa che prende forma, vita interiore, respiro liberatorio.

Poi sarà la volta della nostra dottoressa degli animali, Imma Paone, che dividerà con noi l’esperienza di un parto animale piuttosto difficile durante il quale cui ha dovuto gestire non solo la partoriente ma anche l’ansia della sua padrona. Imma ha la capacità di raccontare ciò che le capita nel suo studio con vera partecipazione, sincero affetto per i suoi pazienti animali (e per i rispettivi padroni!), umorismo, professionalità. Da non perdere!

A proposito di animali vi invito a leggere il commovente articolo del 20 novembre prossimo. Gli animali hanno un cuore? Sanno amare? O si tratta di puro istinto? Vi racconteremo delle storie di vero amore animale, testimoniate anche da un video e da alcune immagini che sicuramente vi toccheranno il cuore.

Il 15 novembre sarà la volta di Lele Dinero, il Tony Maniero italiano, che tanto ricorda il mitico John Travolta, nel famoso film la Febbre del sabato sera.
Siamo rimasti colpiti da alcuni suoi video online, che si trovano anche su YouTube, in cui insegna a ballare… proprio come l’attore americano. Le sue lezioni sono molto semplici ma veramente divertenti e allegre: da vedere e da seguire per colorare un po’ la monotona vita di tutti i giorni. Basta mettersi davanti al computer e seguire le sue istruzioni! A proposito: Lele Dinero ha un motto che condividiamo completamente: sì ballo, no sballo!

Da leggere tutto d’un fiato la storia dei vampiri dello scrittore giornalista Roberto Allegri, collaboratore del settimanale CHI. Vampiri in tutte le forme e dimensioni, vampiri innamorati;vampiri e ancora vampiri…per chi ama il genere e per chi ama il brivido. E si tratta solo della prima puntata…La seconda parte uscirà il 3 dicembre e riguarderà i vampiri che vivono in mezzo a noi, i mostri sanguinari che purtroppo non sono più leggenda ma triste realtà. Consigliamo una camomilla prima della lettura di questa seconda puntata.

Con questo vi saluto, cari lettori del Cofanetto Magico, augurandovi un buon mese di novembre, in salute (fisica e mentale), pace ed allegria.

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

P.S. Nel mese di ottobre purtroppo è avvenuta la scoperta del terribile assassinio della giovane Sarah Scazzi, 15 anni, scomparsa in Italia lo scorso 26 agosto ad Avetrana. Quando scrissi l’editoriale di ottobre il suo corpo non era ancora stato trovato; ma non potevamo tralasciare di parlarne con tutto l’amore e lo strazio provato per l’orrenda fine della piccola, dolcissima Sarah. Vi invitiamo quindi a leggere “La lettera a Sarah uscita il 17 ottobre e rimasta sul Cofanetto sino al 22, per unirvi a noi in un unico abbraccio, che la raggiunga dove si trova ora.

Direttore:
Cristina Giongo

Direzione tecnica:
Francesco Addante

Redattori e giornalisti che hanno collaborato a questo numero
Marzia Mazzavillani (Marni)
Roberto Allegri
Roberto Pagano
Imma Paone
Cristina Giongo

Assistenza Tecnica
Marzia Mazzavillani (Marni)
Hans Linsen

Lettera ai famosi per Sarah Scazzi

sabato, ottobre 16th, 2010

Sarah Scazzi

Cara Sarah,

sei diventata famosa in questi giorni; purtroppo per un motivo agghiacciante, tremendo. Non scrivo questa lettera come giornalista, in quanto i miei colleghi hanno già parlato abbastanza di te e della terrificante vicenda che ti ha vista protagonista.
Ti scrivo da mamma sperando che il mio abbraccio ti raggiunga presto; ovunque tu sia. Insieme a quello di tutti i redattori e amici del Cofanetto Magico che vogliono testimoniare il loro affetto a te, a tua mamma, al papà e a tuo fratello.

(altro…)