Editoriale di luglio 2014

Le signore della tv. La Venier si inginocchia davanti alla moglie di Claudio Villa, Barbara D’Urso, gnocca sarai tu! Le minigonne della Marcuzzi. Una domanda scioccante alla mamma della povera Sarah Scazzi. Si salvano solo Maria De Filippi e Paola Perego.

 photo BarbaradUrso_zps1c6c094c.jpg

Barbara D’Urso, conduttrice di Canale 5, famosa anche per le sue smorfie televisive.

Cari lettori online, Cofanetti magici,

Questo editoriale è sulla (per fortuna) passata stagione televisiva. Mi concentrerò sulle “signore” della televisione nazionale e non. Il premio assoluto per il peggior spettacolo spetta, secondo me, a Mara Venier, la quale domenica 30 marzo, a Domenica in, su Rai 1, ha superato se stessa: proprio mentre Barbara D’Urso nello stesso momento a Domenica Live stava intervistando la figlia meno ufficiale di Claudio Villa, Manuela, lei stava facendo la stessa cosa con la moglie (ufficiale), del famoso cantante scomparso. Il superamento di se stessa è avvenuto quando la Venier si è inginocchiata davanti a lei in un impeto compassionevole. Forse le fischiavano le orecchie perchè sull’altro canale (Canale 5) Manuela stava dicendo peste e corna della signora Patrizia Baldi in Villa….

 photo ClaudioVilla_zpsceeaf0e4.jpg

Avete letto bene: Mara si è alzata dalla sua sedia e si è sistemata per terra in posizione orante davanti a Patrizia Baldi, la vedova di Claudio Villa, in passato operata per un tumore. Ma perchè? Esagerata! Non poteva consolarla da seduta? Prostrarsi così platealmente solo per aumentare gli ascolti della tv del dolore? Anche se, in effetti, questi drammi familiari “vendono” più della pubblicità di un detersivo di marca. Almeno Papa Francesco si inginocchia davanti ai poveri, prega per tutti i malati, per i più deboli!

Inoltre: detto fra noi, ma dobbiamo per forza subirci questa storia di figli di primo, secondo e terzo letto ogni volta che apriamo la televisione? Io ho tanto rispetto e un fondo di tristezza per queste “ragazze e ragazzi” (due maschi e tre femmine), che di sicuro non avranno avuto la vita facile in mezzo a polemiche e vicende giudiziarie; tuttavia…non potrebbero risolvere il problema fra di loro? Senza scomodare i morti che alla fine, diciamo la verità, non ci stanno facendo una bella figura, se si considera che la moglie di Claudio Villa ha pure dichiarato che in eredità a lei e alle figlie, il marito ha lasciato “un bel niente”.

Per non parlare di Barbara D’Urso, sempre sopra le righe, sempre a fare le sue faccette strane strabuzzando gli occhi, aprendo la bocca a forma di O, terrorizzata, commossa, allibita, impaurita. Oltre tutto mi stupisce che non sia ancora calva, visto che da anni non fa che tirarsi e stirarsi i capelli, in diretta….senza tregua (nel senso di…senza dare tregua a noi spettatori!)

 photo BarbaradUrso-2_zpsdf705028.jpg

A questo punto mi direte: “e tu non guardarla! Cambia canale!” Infatti resisto poco. Soprattutto quando accadono episodi come quello avvenuto a Domenica live lo scorso marzo. Ospite di Barbara D’Urso era Attilio Fontana, vincitore del programma di Rai 1 Tale quale show. Dopo la solita “pifferata” (parola coniata al momento) sul fatto che lei, la D’Urso, è una vera giornalista e che le sue interviste sono uniche, entra lui. Un bel ragazzo, sicuramente. A questo punto gli occhi di Barbarella escono dalle orbite, non “si tiene più” dal piacere, si agita sulla sedia e pronuncia una frase di alto contenuto culturale: “ma sei proprio un bel gnocco!” Alla faccia del vero giornalismo! Mai sentito parlare di VERE giornaliste come Oriana Fallaci, o di Indro Montanelli?

Poi inizia l’intervista, se così si può definire. Gli ormoni della D’Urso salgono alle stelle.
Lui è un po’ imbarazzato. Ad un certo punto lo apostrofa: senti, gran gnocco….e lui le risponde: dimmi, grande gnocca! Lei replica: No….gnocco sei tu
Allora mi sono alzata dal divano dove stavo mangiandomi le unghie dal nervosismo e ho urlato, in direzione della TV: bastaaaaa. La volete finire?! ‘Azzo, come dice Nonno Libero (Lino Banfi), vi mettete d’accordo sì o no?”

E fino a qui …pazienza! Ma durante Domenica Live del 6 aprile scorso, su Canale 5, Barbara D’Urso ha toccato il fondo dell’improponibile. L’ospite intervistata era Concetta, la madre della povera Sarah Scazzi; dopo una serie di domande insignificanti a cui la donna rispondeva a monosillabi, la D’Urso ha informato il pubblico che su un sito internet c’era una pagina di insulti proprio nei confronti della povera bambina uccisa: ” si dicevano contro e su di lei cose inimmaginabili, terribili, disgustose“. A parte il fatto che forse sarebbe stato meglio non pubblicizzare questo misfatto, (nel caso a qualcuno fosse sfuggito!), la D’Urso, rivolgendosi a Concetta, le ha chiesto di ripetere lei stessa i commenti osceni usciti sulla figlia!!! Da non crederci! Domandare ad una mamma di citare LEI le cose brutte scritte sulla figlia, ammazzata a soli 15 anni e gettata in un pozzo! Da brividi! Ma come si fa anche solo a pensarlo?

Di sicuro è meglio Antonella Clerici, con i suoi gnocchi al pomodoro! Scusate il banale gioco di parole fra gnocche e gnocchi!

 photo MariadeFilippi_zps68fe1197.jpg

La bravissima Maria De Filippi, punta di diamante di Canale 5

Per comcludere, se proprio dobbiamo inginocchiarci davanti a qualcuno dovremmo farlo davanti a Maria De Filippi e a Paola Perego. Maria De Filippi è una donna di alto livello professionale. Qualsiasi programma conduca lo fa sempre con grazia, umiltà, professionismo, partecipazione VERA e sentita, che le nasce dal cuore. Senza tante forzate espressioni facciali e labiali di emblematica commozione, piantini o risatine in falsetto. Caso mai lascia che siano gli altri a piangere (nel suo programma “C’è posta per te“); standogli comunque vicino con visibile empatia. Maria De Filippi non si è mai data arie di grande giornalista; è soltanto un’amica dei suoi AMICI (il nome di una delle sue trasmissioni più seguite).

 photo PaolaPerego_zps2fabe8fa.jpg

Paola Perego, brava e garbata conduttrice della scorsa stagione della Vita in Diretta, su Rai 1. Semplice ma elegante anche nell’abbigliamento che ben si adatta ad un programma pomeridiano.

In quanto a Paola Perego pure lei “sa stare al suo posto”; mai sboccata, mai vestita in modo provocante, mai volgare. Affronta temi importanti, come la lotta alla pedofilia, con serietà e commenti sempre sensati e sentiti.
Fra le signore della passata stagione televisiva c’era anche Alessia Marcuzzi, nota per la “la pancia che sorride” (felice per essersi scolata litri di fermenti lattici…). Dopo mesi di questa pubblicità si è materializzata in una nuova serie del Grande Fratello, fasciata da minigonne vertiginose che non sa portare perchè tiene sempre le gambe troppo “divaricate”. Saper indossare una minigonna con classe, ha un suo valore intrinseco. Un suo “perchè”.

Detto ciò in settembre spero di rivedere Striscia la notizia, il piacevole Medico in famiglia e Desperate Housewives (Casalinghe disperate) che… ebbene sì, è la mia serie preferita! Così almeno mi divertirò. Oppure Le Iene, per scoprire quanti truffatori esistono nel nostro Paese: in modo da stare attenta la prossima volta che qualcuno cercherà di truffarmi….

Cari saluti dalla vostra, come sempre vostra,

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Maria Cristina Giongo su facebook
Il Cofanetto Magico su facebook (groups)
Il Cofanetto Magico su facebook (pages)

Hanno collaborato a questo numero:

Imma Paone
Marica Caramia
Pietro Pancamo
Valentino Di Persio
Mauro Almaviva
Cristina Giongo
Hans Linsen (foto)

Proibita la riproduzione del testo senza citare autore e fonte di provenienza.
Alcune foto sono state scaricate da internet, dove non era citato il nome dell’autore. Se ci fossero problemi di diritti ce ne scusiamo e verranno immeditamente rimosse.

Tags: , , , , , , , , , , ,

5 Responses to “Editoriale di luglio 2014”

  1. Lorella scrive:

    La odio!!! Cambiate canale! Spero che cambino programmazione alla domenica, non se ne può più di sentire e vedere pagliacciate!!! Brava Cristina complimenti per l’articolo!!

  2. Claudia La Neve scrive:

    Bell’articolo. Io infatti la TV italiana non la guardo mai. A parte che fino ad un mese avevo solo Raiuno, e mi piaceva guardare Carlo Conti con la sua Eredita’. Il gioco delle 5 parole lo facevo con le mie bambine, che ovviamente sono troppo piccole per capire il gioco, ma si giocava ugualmente insieme. Adesso la UPC ha tolto Raiuno ed ha messo Mediaset ( il meglio di.. o forse in questo caso meglio si addice : il peggio di… !) . Ecco, e’ finita la mia interazione con la TV italiana. Per le news italiane mi resta internet. Per i gossip Leggo.it.
    Sono finiti i tempi in cui, quando tornavo in Italia, mi piaceva fare la colazione davanti alla TV guardando il TG di mentana, e non perche’ mi piacesse lui, me perche’ mi riportava alla mente i miei ultimi ricordi da italiana che viveva ancora in Italia, quando la mattina prima di andare a scuola, tiggi’ in TV, zuppa di latte con biscotti mulino bianco…
    Accendo la TV e …c’e’ solo o politica ( GRIDATA ed URLATA , come fanno i pescatori al mercato del pesce!), la TV del dolore, le vetrine in cui gli uomini fanno la corte alle donne o viceversa… i talent show. E pensare che un tempo mi ero persino fatta installare l’antenna parabolica! No no! Preferisco la TV olandese, fatte alcune eccezioni, ovviamente ( oh oh cherso, Barbie e la sua famiglia, Utopia e compagnia bella).
    E da quando ho cominciato ad amare la corsa, di TV ne vedo pochissima.
    E per quanto Desperate Housewives… ma qui la serie e’ finita da piu’ di un anno.. in Italia ancora no?

    • maria cristina giongo scrive:

      Ciao, Claudia! Io invece vedo tutto…..ho un sacco di canali. Per il mio lavoro devo rimanere aggiornata anche in Italia, per cui guardo poco la tv olandese. Oltre tutto alla sera, sino all’ anno scorso, davo sempre lezioni d’italiano.
      In Italia Desperate Housewives è andato in onda sino al mese scorso tutte le mattine alle ore 9 e 30, su RAI DUE. Giusto per quelle casalinghe disperate che solo a quell’ ora trovano il tempo di stirare ( con la TV accesa….) ah ah….
      A proposito, buona partita per sabato prossimo! Dove la vedi, a casa? Hai visto in Olanda che festa pubblica diventa? CIAO, CIAO!

  3. Valentino scrive:

    Cara Direttrice, bella la tua analisi, senza peli sulla lingua, sul deprimente scenario televisivo nazionale. Sono ormai rare le trasmissioni meritevoli di interesse cui le persone sensate possono prestare attenzione. Le “Signore della TV” come le definisci tu, hanno raggiunto una soglia così alta di egocentrismo da farle cadere spesso nel ridicolo. Sono rari gli argomenti di vero interesse. Sono rari anche gli spazi riservati alla cultura, alla scienza e persino allo spettacolo di un certo livello. E chi li guarda ! A chi interessa più !. Il Gossip imperversa in tutte le salse strumentalizzando persino il dolore delle persone. E mi meraviglio di come le “vittime” di turno si prestino al linciaggio del loro dolore. Le ultime resistenze del buonsenso e del ritegno cadono ormai, ineluttabilmente, di fronte ad un misero piatto di lenticchie intese come “spettatori” in nome dell’ audience. No, grazie, io la TV non la guardo più da molto tempo. Mi tengo aggiornato su Internet che, se usato con ragionevolezza, può soddisfare ad ogni esigenza conoscitiva dello scibile umano. Basta saperlo consultare. Tempo fa , durante la presentazione d’ un suo romanzo, Umberto Eco lo sentii ammettere che non occorre più scervellarsi per scrivere, basta saper cercare su internet. Cordialità. Valentino

  4. maria cristina giongo scrive:

    Ciao, Valentino….che dire..hai ragione. Ci sono ancora programmi belli e anche divertenti in Tv, ma sempre meno. Tu puoi sempre proporti per una rubrica sulla poesia. Non si sa mai:sono in fase di palinsesto…. Ciao!

Lascia un commento