Editoriale di dicembre

Cari lettori online,

cominciamo subito con una sorpresa; il nuovo logo del Cofanetto Magico!
Il bellissimo disegno che vedete qui sopra ci è stato donato dal pittore lombardo Aldo Sterchele, uno dei miei artisti preferiti, che in 60 anni di pittura ha tenuto mostre in importanti gallerie italiane e straniere.
Sue opere figurano in collezioni pubbliche e private a New York, Parigi, Ginevra, Monaco di Baviera, Singapore, Roma, Milano.
Per oltre 20 anni ha insegnato Disegno e Storia dell’ Arte nelle scuole statali. Nel 1984 ha fondato Il laboratorio dell’immagine a Bussero (Milano), dove si trova il suo studio. E ancor oggi tiene conferenze, seminari e corsi di aggiornamento, svolgendo la sua professione come docente presso “ Università 2000”, con sede a Cassina dè Pecchi.
Non ha mai conquistato l’effimero palcoscenico delle cronache mondane, la pubblicità mediatica e i falsi miti del gossip in quanto ha trascorso la maggior parte della vita concentrato solo sulla sua arte, la sua adorata moglie Lilli, figli e nipoti. Neanche il computer fa parte dei suoi interessi predominanti.
Siamo onorati di questo splendido regalo di Natale, che qui sotto potrete ammirare in dimensione originale (ovviamente per poterlo usare come testata del Cofanetto magico abbiamo dovuto rispettare gli spazi tecnici del nostro blog, rimpicciolendolo).

 photo carolinetensenfoto2_zpsa2ea12d9.jpg

Aldo Sterchele. Il Cofanetto magico

Aldo Sterchele: CHI SONO

Aldo Sterchele è conosciuto soprattutto per i suoi nudi, umani ed angelici, spesso “carnali” e sensuali; per gli intrecci amorosi di corpi fissati sulla tela con passione, immagini di vita spiate e rubate nelle loro intrinseca intimità. A volte sono corpi spropositati, come a voler sottolineare l’ incoerenza “ gigantesca” dell’ esistenza, di quel mistero che ancora non capiamo, il pathos insito in ogni uomo ed in ogni forma d’amore. Phatos come sofferenza, turbamento ed emozione allo stato puro, secondo il pensiero greco.Tutti questi sentimenti sono espressi anche attraverso le mani, punto focale della sua pittura. Mani lunghe che avvolgono come un grembo materno. E ci sollevano verso l’ alto.

Questo mese mi piace molto; è un mese sacro, festoso, di speranza nel nuovo anno che sta per arrivare. Il 3 dicembre troverete un articolo di moda: a grande richiesta! Posso capirlo; la moda è bellezza, armonia, colore, voglia di vita, di curare il proprio corpo. Moda 2013: all’ insegna del rosso rubino e della femminilità: imparando persino a camminare sui tacchi alti! Ci sarà un bel servizio fotografico di Hans Linsen girato in un negozio nei Paesi Bassi, una mia intervista con un’ esperta di moda, Mieke Beks ed il debutto come fotomodella di una deliziosa olandesina, Zoe Lammers, che indosserà per voi capi d’ abbigliamento casual ed eleganti. Non tanto per “apparire” ma soprattutto per stare bene con se stessi e, come ha detto Mieke nell’ intervista, per “ brillare come una stella”.

Il 9 dicembre leggerete un mio divertente articolo su un programma della televisione olandese che…ha dell’ incredibile: Dna onbekend (che in italiano significa Dna sconosciuto). Si tratta di una trasmissione mandata in onda dall’ emittente protestante cristiana NCRV in cui alcune persone si rivolgono alla TV per sapere, via un test del Dna, la verità su una paternità dubbiosa, scambi di neonati, ecc. Una verità che sarà svelata in diretta, con fiumi di lacrime di sollievo (o di rabbia!), urli di gioia (o di dolore) e così via. Da non perdere! Ne succedono veramente di tutti i colori! A livello di pianti batte persino l’italiana “C’è posta per te” di Maria de Filippi.

Sarà poi la volta della rubrica sugli animali tenuta dal nostro medico veterinario di fiducia, Imma Paone, che ci darà un consiglio importante per le prossime feste: non donate un animale considerandolo alla stregua di un qualsiasi oggetto, come un soprammobile che quando non serve o non piace più si può buttare via, tanto per intenderci. Si tratta di creature viventi! Che hanno bisogno di cura ed attenzione per anni ed anni, come, per esempio, cani e gatti. Per non parlare delle tartarughe che vivono anche 100 anni!!!! Quindi potrebbero sopravvivere persino a voi stessi! Prima di regalare un animale a Natale pensate bene se la persona per cui lo comprate, bambini compresi, sarà in grado di occuparsene bene e a lungo. La dottoressa Paone ci darà poi altri suggerimenti utili per i giorni di festa in modo che non si tramutino per noi ed i nostri cuccioli in un disastro: a cominciare dai disturbi gastroenterici, conseguenza di cibi nocivi che a Natale spesso vengono propinati ai nostri pet, tipo dolci, panettoni, frittelle, ecc.

Non poteva mancare un altro pezzo forte di questo mese: il pranzo (o cena) di Natale, “preparato” per voi da Angela Marcella Guarnieri. Prima di offrirci le sue gustose ricette Angela Marcella ha voluto sottolineare l’ importanza di un immenso valore (che ritroverete in seguito anche nella favola di Natale di Pietro Pancamo): quello della carità. Come lei stessa scrive nel suo bell’ articolo “ la carità è la pietanza più buona”. Nella “sua Puglia” si usa invitare a tavola alcuni poveri che rappresentano simbolicamente i parenti morti”. Grazie, Angela Marcella, per averci ricordato questa meravigliosa tradizione ricca di sentimento e di altruismo!

Come ho appena accennato quest’ anno avremo anche una favola di Natale sugli angeli, scritta per noi dal giornalista poeta Pietro Pancamo. Angeli speciali scesi sulla terra per soffiare nei nostri cuori sentimenti musicali di estrema purezza. E tanto coraggio! Perchè gli angeli esistono e forse anche i diavoli. Ma i diavoli non devono far paura in quanto possiamo “isolarli, ignorarli, deriderli”. Imparando noi stessi per primi, come scrive Pietro, “a imitare le presenza celesti angeliche portando nei nostri cuori e in quelli degli altri ventate di generosità e di altruismo!”. Grazie anche a te, Pietro, per queste parole tanto necessarie in questo mondo sempre più egoista ed indifferente alla sofferenza altrui.

Ovviamente anche il sogno interpretato dalla dottoressa Marzia Mazzavillani, Marni, riguarderà il Natale: un sogno di natale dolce e struggente, per una delle più belle feste familiari . Una ricorrenza in cui tutti dovrebbero ritrovarsi uniti intorno ad un desco, fra luci sfavillanti, stelle comete, ed il piccolo Gesù che ogni anno torna nel presepe, per rinascere in questo mondo d’amore e di dolore.

Il 30 dicembre tornerà Angela Marcella Guarnieri: questa volta per raccontarci la storia del rossetto. Dopo aver trattato temi come arte e moda e non poteva certo mancare un ulteriore tocco di colore, di bellezza e vitalità. E perchè no, di seduzione. Lo usavano le donne sumere già cinquemila anni fa, ottenuto impastando della polvere rossa con olio di sesamo ed essenza di rose. Angela Marcella scrive che Cleopatra dipingeva le labbra con un composto “ricavato da pigmenti di coleotteri e formiche”. Che schifo, penserete voi! Ma, si sa… che cosa non si farebbe per la bellezza! Quindi per Capodanno, niente di meglio che un bel rossetto rosso fuoco per una serata coloratissima!

Abbiamo iniziato con uno speciale dono del pittore Aldo Sterchele, che ringraziamo di cuore e finiamo con un altro regalo, questa volta musicale; tanto per rimanere nel campo artistico! Ci è arrivato direttamente dagli Stati Uniti d’America, dove, come sapete, il 6 novembre scorso è stato riconfermato presidente Barack Obama.
Si tratta del video che ha preparato per noi (solo ed esclusivamente per noi!) Sean Connors, un ragazzo di 15 anni che abita a Grants Pass nell’ Oregon. Sean fa parte di quella magnifica gioventù di cui si parla poco; che non si droga, non si ubriaca alle festicciole fra amici, ma piuttosto affronta i problemi dell’ adolescenza con l’ aiuto del suo violino e della musica irlandese che gli piace tanto, sostenuto dall’ amore della sua bella famiglia. L’ ho anche intervistato per il Cofanetto magico (con pubblicazione il 3 gennaio). Non aggiungo altro per non rovinarvi questa ennesima sorpresa che troverete il 24 dicembre e che devo confessare mi ha commossa. Non poteva esserci modo migliore per augurarvi un sereno Natale ed un nuovo anno ricco di tutto ciò che desiderate possa avverarsi.

A voi, cari lettori, a voi amici, giornalisti, redattori, fotografi, tecnici del Cofanetto sempre più magico… un caloroso abbraccio dalla vostra, come sempre vostra,

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Proibita la diffusione del testo e delle fotografie senza l’ autorizzazione degli autori.

www.aldosterchele.it

Direzione tecnica:
Francesco Addante

Redazione:
Marzia Mazzavillani (Marni)
Imma Paone
Angela Marcella Guarnieri
Pietro Pancamo
Cristina Giongo

Assistenza tecnica:
Marzia Mazzavillani (Marni)
Hans Linsen

Tags: , , , , ,

4 Responses to “Editoriale di dicembre”

  1. marni scrive:

    Complimenti per questa nuova veste grafica..il logo è bellissimo! Pensavo cherimnpicciolendolo perdesse..invece se ne coglie ancora tutta la magia! bello bello! :-)

  2. Maria Cristina Giongo scrive:

    Ricevuto dallo scrittore giornalista Salvatore Giannella, in passato direttore di testate importanti e belle come l’ EUROPEO, AIRONE, caporedattore del settimanale OGGI, ecc.

    ” Carissima Cristina,
    bello ed evocativo il nuovo logo che mi viene incontro mentre sono in Romagna con i nipoti. Complimenti all’autore, il Maestro Aldo, e a tutta la squadra del Cofanetto magico: che lo scrigno continui a donarci stimolanti sorprese anche nel 2013.
    Un abbraccio, con stima e amicizia
    Salvatore Giannella “

  3. lorella scrive:

    Un grazie con tutto il cuore ! per tutto quello che fate , per quello che siete e per tutte le notizie che ci fornite … siete grandi !!!!!! un augurio a tutti voi di pace , gioa e serenità , auguriiiiiii !!!!!!!!

  4. Maria Cristina Giongo scrive:

    Grazie a te, Lorella, che con queste parole ci sostieni!

    Come ho già detto tutti noi lavoriamo gratis (e nelle ore libere dal nostro lavoro QUOTIDIANO) per fare un buon blog ricco di notizie, sostegno, amore per la verità, un po’ di divertimento, un po’ di tutto…

    Ogni tanto qualcuno si perde per strada, perchè non ce la fa più e deve impegnarsi in altre attività extra per affrontare la crisi in questo difficile periodo; ma possiamo capirlo e non possiamo che ringraziarlo per il lavoro svolto in passato. Anche un solo articolo al mese costa fatica.

    Ci è stato anche chiesto se le consulenze che vengono chieste ” fuori” dal Cofanetto Magico devono essere pagate. Penso proprio di sì. I nostri esperti che hanno uno studio non possono continuare a lavorare gratis anche ….durante la loro attività. Non si può certo pretenderlo. Anche se comunque devono essere loro a deciderlo, non mi sembrerebbe giusto.

    Un abbraccio a tutti e grazie anche per i complimenti che riceviamo via la posta privata del Cofanetto. Vorrei solo aggiungere che se volete un commento pubblicato non dovete mandarmelo là ma postarlo voi stessi nello spazio dove ho scritto io adesso. I vostri indirizzi email li leggo solo io e non li darei mai a nessun altro senza il vostro consenso.

Lascia un commento