Albano Carrisi e Loredana Lecciso fra ricordi e verità.

Innanzitutto preciso che scrivo questo articolo in quanto è per il Cofanetto magico, non profit; significa che non ha introiti pubblicitari, nato con lo scopo di diffondere notizie vere, emozioni sincere, intervistare personaggi che hanno… veramente qualcosa da dire; come è stato nel caso di Roberto Vecchioni, Lino Banfi, Francesco Baccini e direttori di giornale, fra cui Umberto Brindani (settimanale OGGI), Eliana Liotta, ai tempi della mia intervista rispettivamente direttrici di Ok la salute e di Novella 2000, Francesco Giorgino (Rai uno), oltre che Albano Carrisi.
Tutte queste interviste le potete leggere cliccando i loro nomi nel motore di ricerca del Cofanetto magico. Se invece avessi pubblicato su una delle testate nazionali con cui collaboro avrei ricevuto una retribuzione per il mio pezzo. Ma io mi rifiuto di prendere anche un centesimo…quando parlo di amici. L’amicizia non ha prezzo, nel senso che non ha un prezzo economico. E’ un bene prezioso fine a se stesso.

Una bella foto di Albano Carrisi in Olanda, a Scheveningen: sulla sinistra, un suo caro amico dei tempi della gioventù Valentino Di Persio, che ringraziamo per aver diviso con noi del Cofanetto magico questa allegra immagine. Valentino Di Persio è uno dei nostri preziosi collaboratori del Cofanetto magico, scrittore di novelle e poesie. Nel mezzo il noto cantante olandese Lee Towers (72 anni), con la moglie Laura.

Sul Cofanetto magico scrissi tempo fa due commenti negativi, per par condicio: uno su Loredana Lecciso (prima di conoscerla) ed uno su Romina Power (che non conoscevo personalmente). Col tempo mi resi conto di aver sbagliato: se vuoi esprimere critica, sia pur ponderata, è più corretto farlo su chi hai incontrato di persona. Infatti spesso cambi idea nel momento in cui si instaura un dialogo. Come è accaduto fra Albano e me; nel corso degli anni entrambi abbiamo imparato a comunicare in modo diretto, condividendo pensieri, silenzi, gioie, dispiaceri, idee contrarie che spesso sono rimaste tali; ma nel rispetto assoluto del pensiero dell’altro.

Detto questo adesso reagisco in quanto molti amici, conoscenti e giornalisti mi hanno chiesto che cosa penso della fine della relazione fra Albano e Loredana; una volta per tutte rispondo che ci sono dei limiti alle domande che puoi fare ad un amico e che le storie che conosci devi tenerle per te. Ho parlato qualche volta con alcuni fan di Romina Power, in privato e mai esprimendo considerazioni negative su NESSUNO, o troppo intime. Mi riferisco a quei fan che considero persone educate, i quali in modo altrettanto educato mi domandavano un mio parere.

A chi mi chiedeva se non trovavo che Albano e Loredana fossero talmente differenti, per scopi di vita, età, modi di porsi davanti al pubblico o in famiglia da rendere poco credibile una relazione amorosa, ho risposto che qualsiasi sia stato o sia il loro rapporto, qualsiasi siano i giudizi personali… debbono rimanere tali; ma che comunque ci sono persone che sono diverse come il sole e la luna le quali si attraggono come tutti i pianeti della terra messi insieme!

Cellino San Marco (2009). L’ospitalità dei pugliesi! Al nostro arrivo trovavamo sempre in camera nostra la sorpresa di una confezione di frutta, una bottiglia di vino, un cd….e persino i miei dolcetti preferiti di una pasticceria di Cellino San Marco, favolosa! Forza, onestà e generosità sono le più belle doti dei pugliesi! Foto M. C. Giongo

Fu Albano a desiderare che conoscessi Loredana, invitandomi alla comunione della loro piccola Jasmine, che adoro (oramai grande….), felice di presentarmela, perchè le voleva veramente bene e “sapeva che conoscendola avrei cambiato idea su di lei.” Così fu. La stessa storia che ha “vissuto” Rita dalla Chiesa, una donna che stimo molto, sincera, leale, sua grande amica.

Detto questo non basta ora una separazione perchè io come una bandiera al vento (che si gira dove soffia il vento), abbandoni una persona che con me, vorrei chiarirlo, è stata sempre gentilissima ed ospitale. Ricordo quando due anni fa Hans ed io arrivammo a Cellino San Marco dall’Olanda dopo un lungo viaggio pieno di problemi. Erano le 11 di sera, quando mandai un messaggio a Loredana dall’aeroporto di Brindisi.

Lei mi richiamò subito e mi disse di andare a cena a casa loro, non certo al ristorante. Ma era così tardi e dovevamo ancora raggiungere le Tenute di Albano…. Niente da fare! Non voleva sentire scuse! Ci chiese che cosa desideravamo mangiare, “magari una bella bistecca ci avrebbe fatto bene”, domandò che cosa poteva piacere a mio marito e ribadì che ci stavano già aspettando. Quando aggiunsi che ero un po’ triste come mi accade spesso nel momento in cui arrivo al mio Paese d’origine dove oramai non ho più una famiglia ad attendermi, mi rispose: “Dai…noi siamo la tua famiglia adesso. Ci sono io ad accoglierti, considerami la tua mamma.” (da notare che io ho 67 anni, lei….44!)

Non è tanto per… la bistecca, per la cenetta improvvisata servita quasi a mezzanotte, lei in tenuta da casa, senza trucco, ben diversa da come appare in tv, più bella e spontanea; ma soprattutto per quella frase, rimasta nel mio cuore. Indipendentemente da quello che ora sta accadendo all’interno della loro relazione. Poi la vidi curare con vero amore Albano quando fu colpito da due infarti, ricordargli e somministrargli le medicine da prendere.

Per il resto lei è così. Può piacere come persona o non piacere. Ma ragioni per insultarla non ne vedo proprio! Mai augurare il male a nessuno: ostilità e malevolenza sono sentimenti cattivi che alla fine si riversano su chi li prova e li esterna. Inoltre la sofferenza che stanno vivendo tutti, adesso, è palpabile, e richiede solo silenzio. Questa è la verità. Ricordiamoci, come dice il Dalai Lama, “che gli altri esseri umani hanno sempre qualche caratteristica positiva: basta cercarla con cura.”

Cellino San Marco, un’oasi di pace. Qui, per fortuna, i gossip sono banditi. Foto M. C. Giongo

Non voglio esprimermi su eventuali colpe o errori di uno o dell’altra; o di tutti e due. Ognuno compie un percorso di vita personale, assumendosi le sue responsabilità anche per le sue scelte. Di sicuro credo che molti programmi televisivi di gossip abbiano fatto un grande danno alla loro famiglia; questo pensiero l’ho espresso direttamente e sinceramente, molte volte, pure a loro. Purtroppo i personaggi di spettacolo vivono su un palco; il palco è la loro vita. Infatti è proprio lassù che manifestano emozioni e sentimenti, persino privati, che, però, ripeto, talvolta dovrebbero restare tali per evitare il massacro mediatico.

Di recente ho visto Loredana Lecciso in un programma di Barbara D’Urso, visibilmente rattristata. Tornando al tema dell’ospitalità anche quella di Albano resta indelebile nel mio cuore. Ecco perchè pubblico le foto di un’estate in cui ci diede addirittura le chiavi del cancello d’ingresso per poter entrare a casa loro ed usare la loro piscina come e quando lo desideravamo.

Cellino San Marco (Puglia), 2009. Mio marito Hans a bordo piscina. Ospitalità di amici e relax. Foto M.C. Giongo

All’epoca non era stata ancora costruita la grande, meravigliosa piscina di cui tutti possono godere adesso alle Tenute Albano Carrisi. Bei momenti di pace e tranquillità: ricordo Albano felice che giocava a carte con suo fratello e Roberto Allegri, con la moglie Cristina accanto (ed il bimbo appena nato nella carrozzina). Intanto io… giocavo con il piccolo cavallino nel prato circostante, (con “mesciu Nino”).

Cellino San Marco;oramai siamo cresciuti tutti, il cavallino con la stella in fronte, il fedele “mesciu Nino”, insieme ai bei ricordi di estati felici. Foto Hans Linsen.

Durante il pomeriggio andavo a bere il caffè da sua mamma Iolanda: parlavamo delle nostre vite, di figli e nipoti, dei suoi adorati Yari, Cristel, Romina junior, che trovo tutti dei cari ragazzi: dolcissima Cristel! Dotata di animo decisamente artistico Romina junior; e di un animo profondo Yari.

A volte ci sedevamo davanti alla sua casetta, al tramonto, con Vittoria Veneziano, la “Tata per eccellenza”. Uno dei personaggi principali del mio nuovo libro, appena terminato di scrivere (attualmente in cerca di un editore), a cui mi sono ispirata proprio su indicazione di Albano che mi disse che non poteva consigliarmi figura di riferimento migliore per descrivere un amorevole supporto familiare. Ho accolto il suo consiglio anche se ovviamente nel libro la sua famiglia non c’entra nulla.

Cellino San Marco (Puglia). Con mamma Iolanda. Bei tempi! Pace, armonia, amicizia, serenità. E tante risate! La mamma di Albano è dotata di uno spiccato senso dell’ironia, come il figlio. Foto di Vittoria Veneziano.

Una volta dovevo andare a cena a casa della gemella Raffaella Lecciso, a cui lei era molto legata. Ma trovavo che il mio vestito era troppo scollato. Così, ridendo e scherzando, mamma Iolanda mi chiese di darglielo assicurandomi che avrebbe risolto il problema lei….. Dopo di che si mise a cucire le fessure sbarazzine.

Anche con Raffaella ho costruito un rapporto di amicizia molto bello; è una ragazza splendida, educata, discreta, generosa, la prima a fare un’offerta quando le dissi che andavo da papa Francesco in udienza e stavo raccogliendo denaro da destinare alle Sue opere di bene. Quando ripartiamo per l’Olanda… non siamo mai a mani vuote! Ci scambiamo doni, oltre a tanto affetto.

Tutti i discorsi sentiti in quella famiglia, tutte le confidenze raccolte, le celo nel mio cuore. In questo articolo ho solo voluto dividere alcuni attimi felici. Perle di verità. Per il resto spero che cali il silenzio su questa coppia che ha due figli ancora giovani che meritano di essere rispettati nella delicata fase dell’adolescenza.

Due ragazzi splendidi, Albano junior e Jasmine Carrisi, che devono affrontare la vita con il sostegno costante dei loro genitori, protetti dalla curiosità di chi specula sui dolori altrui. Ricordiamoci che l’adolescenza è un periodo molto importante della loro vita, che spesso può trasformarsi in “malattia; o almeno, viene vissuto come tale dai ragazzi che lo stanno attraversando. Il nostro compito in questa delicata fase (che si sa quando inizia ma non…quando finisce) è quello di raddoppiare le attenzioni nei loro confronti.

Cellino San Marco (Puglia). Foto Hans Linsen. Colazione mattutina discutendo di figli, ideali, progetti. Il grande Dalai Lama afferma che “per costruire una relazione valida occorrono qualità come l’affetto, la compassione, il rispetto reciproco.” Sia nell’amicizia, che nei rapporti d’amore; e io penso anche in quelli filiali. La vita, poi, è un percorso segnato dalla parola “perdono”. Perdono per le ingiustizie e i torti subiti, le sofferenze immeritate. Come sostiene un altro grande uomo di fede: Papa Francesco.

Ci sono altre verità, oltre a quelle che tengo per me e terrò sempre ben custodite in me? Per esempio molti mi domandano: “ma… Albano sta di nuovo con Romina? La loro entusiasmante riunione canora si è trasformata nuovamente in un sentimento più profondo?” A coloro che mi pongono questo quesito rispondo che non lo so: e trovo indelicato fargli questa domanda in un momento simile. Ci sono tanti altri argomenti di cui parlare!

Tuttavia conosco Albano come un uomo fedele e molto serio che mai e poi mai inizierebbe una relazione costruita sul dispiacere degli altri. Quindi ho piena fiducia nelle sue decisioni di uomo con solidi principi morali, che sa quello che fa, quello che vuole e non vuole, e attua scelte ben ponderate. L’importante è adottare l’atteggiamento giusto per evitare altre sofferenze, ansie, preoccupazioni, motivi di liti. E “ritrovare il giusto equilibrio, conservando la flessibilità e la calma anche nella più inquieta e turbolenta delle situazioni.” (Dalai Lama)

Dal canto mio, come giornalista, continuerò a scrivere sulla sua musica come è avvenuto per l’articolo pubblicato dal quotidiano Avvenire l’estate scorsa sui concerti con Romina. Ecco il link. (cliccare qui per aprirlo)

Ma non sulla loro vita privata perchè, ripeto, sarebbe un vero tradimento, un’azione indegna, mai compiuta nel corso della mia carriera nei confronti di nessuno, anche quando scrivevo per Novella 2000 e Visto, con direttori come Luciano Regolo, Luciana Frattesi e Candida Morvillo, che rispettavano il mio “gossip indolore”, sottile, spensierato forse… ma mai inventato. Un amico è un tesoro da tutelare e rispettare.

A tutta la famiglia auguro tanta, tanta pace e armonia, da ritrovare tutti insieme; al di là di qualsiasi decisione o recriminazione. La vita è così breve, viviamola oggi il più serenamente possibile! Qualunque cosa accada domani.

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Proibita la riproduzione del testo e delle fotografie senza citare l’autore e la fonte di provenienza. La foto di copertina, sotto al titolo, è stata tratta dal web. Molto allegra e divertente. Non trovandone l’autore ci scusiamo per la mancata citazione, disposti a rimuoverla in caso di richiesta.
No part of this publication may be reproduced or transmitted, in any form or any means, without prior permission of the publisher and without indicating the source.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

13 Responses to “Albano Carrisi e Loredana Lecciso fra ricordi e verità.”

  1. Valentino scrive:

    Carissima Cristina, con questo articolo hai voluto ripercorrere un periodo significativo della vita del nostro comune amico AlBano. Sei partita da quella splendida fotografia scattata nel novembre 1999, dopo una memorabile cena da “Santos” di Scheveningen. Ora quel ristorante non esiste più, almeno non con quel nome. “Santos” altri non era che Santino (nella foto tra AlBano e Lee Towers), un pugliese verace di Altamura, trapiantato in Olanda, dove aveva fatto fortuna. All’epoca mi trovavo nei Paesi Bassi per lavoro (rappresentavo l’Italia presso una struttura europea) . AlBano venne a trovarmi a sorpresa. Restò per due memorabili giorni. Gli riservai una suite con vista mare. Partì a malincuore per impegni artistici in Austria. Quel periodo segnò, in un certo senso, la rinascita di AlBano sotto il profilo sentimentale. Le dure prove cui il destino lo aveva sottoposto, cominciavano a decantare. Come d’incanto l’aurora ad est riprese il sopravvento ed il suo amato Sole, timidamente si ripresentò ai suoi occhi. “Meno male! Era ora.” mi dissi. A maggio lo raggiunsi a Stoccolma dove partecipava all’Eurofestival della Canzone, ma non come protagonista ma …audite, audite… come “corista” a supporto di una sua “corista”, Jane Bogaert, che partecipava alla manifestazione in rappresentanza della Svizzera, con un brano in italiano. Durante gli spostamenti in macchina AlBano era in continuo contatto telefonico con una misteriosa persona. Era gentile con lei e facevano grandi progetti. Per lui il Sole splendeva in alto, di nuovo. Il seguito è storia alla portata di tutti.
    Cordialità.
    Valentino

    • admin scrive:

      Caro Valentino, grazie di cuore per questa tua bella testimonianza di vita e di amicizia. Un abbraccio!

    • Marcepoldo scrive:

      Queste sono le parole in cui riconosco Albano e Loredana ……in nessun altro …bravo Valentino Di Persio grazie la rinascita di Albano è vero ….grazie …spero e credo ritornerà il sereno lo meritano

  2. elisa scrive:

    In accordo su tutto Cris. Devo però dire che se tutti i protagonisti evitassero di partecipare a trasmissioni televisive e frasi sibilline sui profili e se lo stesso Albano ( sul quale condivido il tuo apprezzamento) fosse stato meno permissivo nei confronti degli atteggiamenti altrui…

    • admin scrive:

      Elisa, su questo sono d’accordo, soprattutto da giornalista…che conosce bene la differenza fra un giornalista deontologicamente serio ed uno che sa solo sfruttare gli altri per i suoi interessi di lavoro. A volte i personaggi famosi dovrebbero fare un’occulata scelta a riguardo.

  3. Senca scrive:

    Come sempre un ottimo articolo scritto in modo professionale senza entrare nel gossip e cose private dei protagonisti.Sono d’accordo sarebbe meglio evitare di partecipare a trasmissioni televisive quelle troppo gossiparie e rilasciare meno interviste sui giornali se non si parla di musica.Al Bano adesso ha bisogno di pace e serenita e non di stress che c’e troppo.Comunque speriamo bene per tutti.Un abbraccio.

    • admin scrive:

      Grazie, Senca, per i complimenti! Per il resto… è una vita che diciamo che si dovrebbe parlare solo della musica di Albano. Molto più importante, anche a livello umano e… mondiale. Qualche gossip ci sta ma ci sono limiti; e mai inventati! O malevoli!

      • Senca scrive:

        Grazie a te Cristina.Hai ragione,e sempre meglio parlare di musica che di gossip di genere che ormai c’e troppo sia in tv o sui giornali.Io seguo artisti per la loro musica,mi interessa piu quando ci sono concerti,quando esce nuovo cd,nuova canzone.Gossip e una cosa noiosa,solite chiacchierie chi e con chi,chi si e lasciato,chi no,ma basta.Al Bano ha detto mille volte che vuole che si parla di musica,che lui non ama gossip,lui e grande artista che merita rispetto come tale.
        Un abbraccio a te

  4. Giovanni scrive:

    Un articolo molto interessante, complimenti.

Lascia un commento