Editoriale di settembre

Delft (Olanda). Foto M.C. Giongo

Cari Cofanetti Magici,

le vacanze sono quasi finite ma settembre ci offre ancora tanto da godere, soprattutto in mezzo alla natura ancora in fiore. Per questo come foto di copertina ho scelto una scenetta familiare che commuove per la sua normalità e dolcezza. Mamma anatra sta osservando uno dei suoi piccoli che pare voglia avventurarsi nell’acqua; il padre tiene un ramo fra i denti, sempre occupato a costruire il nido per i suoi cari.

Questa è la natura: la continuazione della specie, la difesa della specie, amore per i propri cuccioli. Infatti nella fotografia se ne stanno all’asciutto, mentre i loro genitori sono nell’acqua, vigili ed attenti. Li ho osservati a lungo prima di fissarli in un’ immagine, rapita dalla bellezza di questo quadretto familiare.

Per restare in tema di animali Marni, la Dottoressa Marzia >Mazzavillani, ha interpretato un sogno che riguarda una gatto a cui si fa una flebo… Lo troverete come al solito alla fine del mese.

Mentre, per restare in tema… dell’amore genitoriale, troverete
il 22 settembre la recensione di un bel libro del giornalista scrittore Roberto Allegri. Il titolo è: La meraviglia di un sorriso. Il padre in questione è lui, che intesse un dialogo con il suo piccolo Francesco. Un dialogo di cui ci fa partecipi raccontandoci l’unicità del suo primo anno da papà e del primo anno di vita di un figlio che ha un padre esigente. Esigente con se stesso in quanto vuole essere perfetto nel crescere il suo bimbo; per aiutarlo a diventare un uomo responsabile, onesto, educato, felice e sicuro di se stesso. Una intensa opera sull’amore paterno in cui ogni tanto fa capolino una figura di rilievo: quella del suo padrino, il cantante Al Bano Carrisi, che tanta influenza ha avuto nel corso della sua vita.

Tornando al meraviglioso mondo animale purtroppo spesso ci scontriamo anche con storie di crudeltà nei loro confronti. Come quella che ci racconterà Imma Paone, bravissimo medico veterinario, che ha salvato un cucciolo di cane gettato via nel cassonetto degli abiti smessi. A questa cagnolina è andata bene; purtroppo un’ altra creatura, questa volta umana, gettata dalla madre in un cassonetto, è stata trovata troppo tardi.

Il 19 settembre pubblicheremo un articolo che mi è piaciuto molto, scritto dalla nostra esperta di viaggi e cucina, Angela Marcella Guarnieri, su un alimento straordinario: lo yogourt. Sarà coronato da una ricetta da provare subito. Nella sua bella storia Marcella ha scritto che i nomadi dell’Algeria dicono: “ L’acqua è anima. Il latte è vita”.
E anche i suoi derivati, aggiungo io. Da leggere!

Sempre andando a ritroso… ( visto che ho cominciato questo editoriale dalla fine del mese!), il 16 settembre sarà la volta di un’altra recensione. Quella di un volumetto di poesie di Pietro Pancamo, giornalista: Manto di vita. Un intreccio di emozioni e di sensazioni che solo chi ama i suoi versi capirà a fondo. Agli altri il piacere di scoprirlo.

L’8 settembre ci sarà un’ intervista con il cantante attore Francesco Baccini. Un ritratto inedito di un Baccini come ancora non lo conoscevate. Lo dedico ai suoi numerosi fans di facebook e a tutti coloro che amano la musica vera, quella che nasce dall’arte di saper vivere la vita a fondo, comunque vada….E poi anche di saperla raccontare in tutti i suoi risvolti positivi e negativi.

Infine, il 3 settembre ho per voi un’esclusiva. Una notizia che viene dall’Erasmus Medisch Centrum di Rotterdam, in Olanda, e precisamente dal reparto di biologia molecolare forense, che forse potrebbe aiutare la giustizia italiana a trovare l’assassino di Yara Gambirasio: prima che il caso venga archiviato. Alla piccola Yara purtroppo non si può restituire la vita ma bisogna assolutamente trovare chi gliel’ha portata via.

Questo mese troverete anche un reportage esclusivo ed in diretta delle elezioni in Olanda; una maratona su queste elezioni che sicuramente riserveranno delle sorprese, con i risultati in tempo record.

Non solo: il 23 sera pubblicheremo un commento sullo scandalo che ha colpito la casa reale inglese, a base di seni e sederi al vento…abbellito da un reportage del mio incontro con una principessa, futura regina del suo Paese, che invece ha fatto dello stile e della classe un punto a suo favore; Maxima Zorreguieta, moglie del futuro erede al trono d’Olanda, Willem Alexander.
Da non perdere perchè veramente esclusivo per il Cofanetto Magico!

Termino con un’altra fotografia degli anatroccoli con cui ho cominciato il mio editoriale e un invito: mamme e papà, non lasciate mai soli i vostri cuccioli. MAI!
La vita è piena di pericoli per chi è così piccolo!
Nel momento in cui avete deciso o accettato di metterli al mondo, vi siete impegnati a costruire per loro un nido dove accoglierli, nutrirli e proteggerli sino a che ne avranno bisogno. E anche oltre. Per sempre.

 photo Editorialesettembre2012quaqua-2_zps57375b22.jpg

Delft (Olanda), 2011. Foto M.C. Giongo

Un abbraccio dalla vostra, come sempre vostra affezionata,

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Direzione tecnica:
Francesco Addante

Redazione:
Marzia Mazzavillani (Marni)
Imma Paone
Roberto Allegri
Angela Marcella Guarnieri
Roberto Pagano
Cristina Giongo

Hanno collaborato:
Pietro Pancamo

Assistenza tecnica:
Marzia Mazzavillani (Marni)
Hans Linsen

Tags: , , , ,

4 Responses to “Editoriale di settembre”

  1. lorella scrive:

    Ciao CRISTINA ! anche in questo mese è sempre tutto interessante dentro al cofanetto magico e come potrebbe essere il contrario ? ultimamente ogni volta che scrivo un commento mi porta bene ! come nella foto degli anatroccoli è meraviglioso essere circondati da una famiglia che ci ama e ci stima per come noi siamo , con i nostri difetti , le nostre paure , insicurezze …., un abbraccio grande a tua mamma che è la persona più meravigliosa a questo mondo per te e per tutti quelli che ancora la possono avere , stingere , parlarci e ascoltare i suoi consigli sempre sinceri , già sempre sinceri perchè è l’unica persona che nella nosta vita non ci tradirà mai !!!certe persone invece come è capitato a me , non aspettano altro che commetti uno sbaglio per lapidarti, farti sentire inferiore , fallita e quant’altro …. povere anime infelici !!!

  2. Maria Cristina Giongo scrive:

    Grazie, cara Lorella, per le tue parole, soprattutto quelle riferite alla mia mamma.

    Sono fiera dell’articolo sul professore tedesco che lavora in un prestigioso istituto olandese di biologia molecolare forense, che ha scoperto un nuovo test del DNA utile nei casi di assassini sconosciuti perchè è molto importante ed esclusivo. Mi è costato giorni di lavoro, considerato che lui parla solo inglese e tedesco; neanche olandese. E considerata anche la complessità del tema, a livello scientifico. Speriamo che possa aiutare le indagini nel caso di Yara Gambirasio.

    Avverto in te ancora un fondo di amarezza per ” il tradimento” di qualcuno che ti ha fatto del male. Coraggio! Non ci pensare più. Anch’io ho incontrato una persona forse non cattiva ma astiosa, esagerata nei suoi impeti d’ira; per fortuna mi è successo una sola volta nella vita (e non la conoscevo neanche personalmente…! Questi sono i pericoli del web!)Ho “osato”criticarla dopo che aveva fatto un danno ad un mio lavoro e da allora si è scatenato l’inferno nei miei confronti. Mi ha umiliata come giornalista, mi ha detto di “piantarla di parlare della malattia di mia mamma”, ha mentito su alcune cose, ha persino detto che…tanto io sono una “persona anziana”.

    Visto che, appunto, era la prima volta che mi accadeva in tutta una vita, in cui ho solo seminato e raccolto amore…all’inizio sono rimasta perplessa, poi mi sono lamentata, indi ho protestato scrivendole ( inutilmente) un sacco di email, pure pubblicamente, in quanto lei aveva iniziato a commentare anche via il web; infine mi sono arrabbiata.

    Poi, però, ho pensato che non ne vale la pena; chi ha tanto rancore dentro di sè sarà sicuramente il primo a soffrirne, a raccogliere negatività, fallimenti, insuccessi, solitudine. A lungo andare la gente si stanca di queste persone aggressive, saccenti, convinte di essere le migliori del mondo. Quindi non ci perdo io, che continuo ad essere circondata di amore e stima, anche nel mio lavoro, ma questa donna. Oltre tutto credimi, Lorella, l’invidia e la gelosia sono dei sentimenti terribili. Meglio stare MOLTO lontane dalle persone che le provano e che ti buttano addosso tutte le colpe della LORO inadeguatezza.

    Quindi ti auguro di dimenticare presto chi ti fa del male e di circondarti solo di persone positive, buone, LEALI e generose. Come te.
    Ti auguro che il Cofanetto continui a portarti fortuna! Come ho già accennato tempo fa una famosa maga olandese mi ha detto che io porto fortuna a chi mi conosce; ed è vero. E’successo in più casi, anche di personaggi che poi sono diventati famosi nel campo dello spettacolo.

    Allora…buona fortuna e un abbraccio

  3. lorella scrive:

    Grazie Cristina , non potevo cominciare meglio la giornata ! che mi porti fotruna lo avevo capito , mi sta capitando un successo dopo l’altro e come dici tu certe cose è meglio dimenticarle , chiudere il cassetto e buttare la chiave !!!

  4. Maria Cristina Giongo scrive:

    Lo sapevo, lo sapevo….pensa che nella clinica dove è ricoverata mia mamma un’infermiera ha detto …”allora mi tocchi, per favore”…e poi subito dopo ha vinto un gioco a premi!

    Ah ah….

    Meglio portare fortuna che sfortuna!

Lascia un commento