Belen, cocaina e festival di Sanremo.

Belen Rodriguez

Quando ieri sul Corriere della sera ho letto questa notizia non volevo crederci. Belen sul teatro dell’Ariston, a presentare un festival che da sempre è l’icona della bella canzone italiana e della famiglia italiana, tanti anni fa ancora unita e riunita davanti alla tv? Un bel sedere basta a far dimenticare che ha usato la cocaina?

I blogger si sono scatenati! Su liquida.it ho letto esilaranti articoli sulle dichiarazioni del sindaco di Sanremo Maurizio Zoccarato, che ha parlato del valore artistico della showgirl. Un vero insulto ai tanti attori di cinema, teatro e di spettacolo che sono VERAMENTE ARTISTI. Il talento è un valore innato e non si misura o acquisisce con una tessera di partito o amanti che contano.

Belen è diventata “famosa” per le sue relazioni amorose: con il calciatore Marco Borriello e poi per quella faccia tosta di Fabrizio Corona, che, forse per risolvere a modo suo il problema della crisi economica, pagava la benzina con soldi falsi. In realtà Belen sa fare poco o niente: ma questo è risaputo. Non sa presentare, non sa cantare; e vedendo i suoi spot televisivi, in cui ancheggia e ride come un’ochina, possiamo dire che non sa fare neppure quelli. Almeno la moglie di Totti, Ilary,ci fa divertire con i famosi siparietti pubblicitari girati insieme a quei simpaticoni dei suoi partner delle Iene! E’ carina e spontanea.

Sempre su un blog un ragazzo si è lamentato per la notizia che “Belen si è fatta metà dei maschi in circolazione”; perchè lui fa parte dell’altra metà e non gli sembra giusto”. Per cui le chiede di provvedere….Un altro le domanda se potrebbe confidargli che tessera di partito ha acquistato per riuscire a presentare Sanremo “nonostante le sniffate di cocaina”. In quanto la vorrebbe prendere pure lui (la tessera di partito, non la cocaina!).

Grazie al cielo il signor sindaco, Zoccarato, si è ripreso dal colpo di sole che lo ha fatto straparlare e si è dissociato, dopo esserci associato (o viceversa) dal volere a tutti i costi Belen sul palco di Sanremo. Forse pensando a Morgan (che comunque più artista di lei lo è!). Morgan aveva ammesso di far uso di cocaina come antidepressivo. E per questo al festival di Sanremo è stato eliminato prima di metterci piede. Giustamente: perchè la cocaina non è un antidepressivo! Speriamo che ora uno psichiatra gli spieghi la differenza! O un neurologo; insomma, un medico specialista! Non ci vuole poi molto a capirlo!

 photo cocaina_zps5be8aa02.jpg

La stessa Belen Rodriguez confessò, il 27 marzo 2007, al pm Frank Di Maio, che nella discoteca Hoollywood si sniffava cocaina (vedi Corriere della sera del 27 luglio, pag. 3). A parte che il 2007 è ben 3 anni fa, mi domando: l’hanno chiusa solo ora???!!! Comunque l’ ingenua ragazza, tutta fiera, aggiunse: “io ne consumai solo una riga. Un amico 4. La mia amica almeno 9!”. Capirai la differenza! Adesso danno i premi a seconda dei punteggi? Si va a “righe”? A righelli? (con tante scuse per la battuta cretina). E meno male che Belen ne aveva sniffata solo una! Chissà come era su di giri la sua amica che ne aveva assunte 9 !!!!! Parlo sempre delle righe.

A proposito di insolazioni, forse dovuti al clima torrido, ci si è messo pure Aldo Grasso, che sul Corriere di ieri scrive queste testuali parole: “la moralità pubblica non si misura solo sugli spinelli”. SPINELLI??? Ho capito bene? Aldo Grasso paragona gli spinelli alla COCAINA?!
Ma siamo impazziti? Sarebbe bene che qualcuno gli spiegasse il divario fra l’uno e l’altro. Dovrebbe farsi un giretto virtuale per dare un’occhiata, dico solo un’occhiata, a YouTube; ai video che girano su ragazzini ripresi mentre si fanno e si strafanno di coca. E allora vomiterebbe l’anima.

Sabato scorso si è tenuto, in Olanda, ad Eersel, il Party Flock; un’intera giornata di musica rock. Ebbene: era PIENO di italiani drogati, arrivati in pullman, freschi freschi (si fa per dire), dal nostro Paese.
Gli stessi olandesi erano arrabbiati per questa invasione di zombi; più d’uno ha esclamato, indignato: “voi giornalisti ci descrivete come il Paese dei drogati! Guardate gli italiani! Si sono fatti di tutto; cocaina, speed, lsd ecc.”

Evidentemente il signor Grasso non ha avuto, per sua fortuna, un figlio drogato; inoltre non sa che oramai lo spinello non preoccupa più nessuno.
Qui stiamo parlando di COCAINA, caro Grasso, caro Zoccarato sindaco di Sanremo, cara Belen e quella testa di cavolo che l’ha proposta per la conduzione del famoso festival della canzone italiana; quando nel frattempo si stanno tagliando i fondi per il premio Luigi Tenco! Tanto per dirne una!

Mi scuso, senza pentimento, per certi termini usati, salutando i lettori del Cofanetto magico con la stima e l’affetto di sempre,

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

10 Responses to “Belen, cocaina e festival di Sanremo.”

  1. Piero scrive:

    Il fatto che abbia sniffato della cocaina non è certo un punto a suo favore,ma se si pensa ad esempio all’intervista fatta dalle Jene anni fa,dove avevano smascherato “sniffatori ” anche in parlamento,ma il tutto è finito in una bolla di sapere,allora dove si vuole andare a parare ? Chi nella vita non ha commesso qualche errore,piccolo o grande che sia…
    Certo,nessuno di noi sa se la Belen sia o non sia una santa,ma di certo non per questa cosa deve essere messa alla gogna…
    Noi italiani abbiamo dei pregiudizi su tutto,a volte giusti e a volte no…ma chi siamo noi x giudicare ?
    Visto che il festival lo paghiamo noi con le nostre tasse,mi chiedo xchè non fare un bel sondaggio tra gli italiani…
    Va a finire che alla fine ci proprorranno il solito Pippo Baudo in una maniera o in un’altra..non che non siua bravo,ma ora mia it’s old….
    Hola

  2. cristina scrive:

    Piero, Io proporrei uno dei tanti giornalisti un po’ironici, intelligenti e che stiano molto zitti e facciano cantare…

    In quanto alla cocaina, che si tratti di un politico o di un attore o di una fotomodella…devono per forza presentare un festival che sino ad ora è stato visto dalle famiglie? Proprio la Rai che una volta bandiva le canzoni di Fabrizio De Andrè, Renato Zero e i seni nudi…..

    E che esempio rappresentano pe i giovani? Sono esempi da imitare?

    Vedi, Piero, dopo aver girato un documentario proprio per la RAI sulla droga, tanti anni fa ( andato in onda su Rai 3 ) mi sono resa conto di quanto possa distruggere il cervello di una persona; e se hai figli, credimi, è l’ultima cosa che vorresti potesse accadere a loro. Tutto qui.

    E allora facciamolo presentare da una persona ALMENO ” normale”. Potrebbe essere una vera rivoluzione in TV!

  3. Emanuela scrive:

    vorrei andare per ordine per non fare confusione…
    @l’articolo che parte con Belen che dice che ha fatto uso di cocaina…ma se Morgan è stato allontanato da Sanremo perchè Belen invece viene considerata una povera ragazzina inesperta??? visto che la legge è uguale per tutti che si proceda anche nei confronti di questa donnina che sembra tanto per bene ma che ora pian piano che la sua fama aumenta, aumentano anche gli scheletri nell’armadio 😉
    @invece il discorso di droghe leggere e pesanti qui il problema è infinito!
    innanzitutto sempre droga è. che crei dipendenza questo è risaputo sia per la marijuana che per la coca! la differenza tra le due droghe è che quelle leggere uccidono le cellule del cervello in un tempo più lungo, ossia dopo una lunga dipendenza.
    @il discorso della liberalizzazione della marijuana è personale, ma il mio pensiero è che liberalizzandola si eliminerebbe un bel giro losco mafioso, meno reati meno criminalità…tanto chi la vuole consumare sa dove andare indipendentemente dal divieto per legge o no.
    a chi ha ancora dubbi sugli effetti della cocaina, che vada a far visita a qualche comunità di recupero e veda quei ragazzi che cerano di uscire dal tunnel della droga, ai momenti di crisi, al malore (per non dire altri vocaboli poco delicati…) e alla sofferenza che provano!
    chi parla con tanta facilità non sa cosa significa dipendenza da droga! e gli effetti che ha sulle persone!
    @Invece per quanto riguarda gli italiani che vanno all’estero per provare tutti i tipi di droga, ecco confermato quello che dicevo sopra, legalizzando una parte delle droghe, si eliminerebbe una parte del problema deliquenza; ma soprattutto chi vuole fumare va in un locale dove c’è anche la possibilità di essere aiutati in caso di malore e non lasciati in un angolo di strada se ad uno capita un collasso!
    @Per quanto riguarda la televisione, ormai quella sarebbe da abolire, anzi resettare ed iniziare da zero, perchè certamente Baudo ha un po’ stancato, ma che dire di tutti i reality show? e senza contare ad alcuni cartoni animati pieni di violenza ed incitamente ad essere violenti!
    viviamo in un mondo difficile, dove siamo noi che dovremo avere la possibilità di scegliere, ma avere la possibilità di scgiere significa avere una rosa ampia di scelte e non copie su copie, vai sulla rai, vai su mediaset vedi sempre i soliti programmi con titoli diversi… Clerici contro Scotti, Dalla Chiesa contro la Maya….ne abbiamo abbastanza non credete?!

  4. cristina scrive:

    Condivido tutto, Emanuela!!!

    Circa la liberalizzazione delle droghe leggere ( con i coffeshops) devo dire che l’esperimento olandese iniziato tanti anni fa, ha portato alla riduzione DRASTICA del consumo di quelle pesanti. Le statistiche parlano chiato. Il consumo di eroina tempo fa era quasi nullo.

    Mentre in altri Pesi europei è salito.

  5. Nicolò D'Agostino scrive:

    Solo perché qualcuno stava orchestrando di farla salire sul palco di Sanremo, era di già sul palco ?!? Ohuuuuu, ma che facciamo scherziamo ?!? Di ragazze brave e belle in Italia e nel mondo ce ne sono a iosa… io non conosco le qualità di Belen… no forse lo so… ma di certo non sono qualità artistiche.

  6. cristina scrive:

    Non so che dire, Nicolò…questa è l’Italia, dove conta più l’apparire piuttosto che l’essere…..

    In Olanda, dove abito io, le presentatrici vengono scelte in base alla professionalità; anche nel campo artistico in generale; e in quello politico.

    E le amanti dei politici, se ci sono, devono starsene ben nascoste, altro che avere cariche in parlamento o programmi televisivi!

    Chissà quando anche da noi vincerà la meritocrazia, invece che un bel sedere ed un seno rifatto?????? Non ci sono più attrici come quelle dei tempi passati, prosperose di natura, belle ma anche brave. Tipo Sofia Loren, la Lollobrigida… Visi puliti, fisici perfetti ma anche tanta voglia di lavorare con serietà e impegno, di imparare….

    Da noi si fa carriera a forza di scandali! Simona Ventura per esempio è brava ma deve per forza invitare persone che fanno scandalo perchè i suoi programmi siano visti. La Hunzicher è simpatica e divertente ma anche lei deve fare “i films panettone”….per cui la sua bravura è sprecata.

    Buona giornata,
    Cristina

  7. Nicolò D'Agostino scrive:

    In queste sere su RAIUNO sta andando in onda un format che si chiama DA, DA, DA e facevo notare a mia moglie le grandi qualità degli artisti che passavano. C’era Walter Chiari, che per avendo avuto la sua “vita”, riusciva a passare dalla seriosità del personaggio, all’imbecille… per non parlare degli altri. “L’arte recita la vita” e non “La vita che scimmiotta l’arte”. I personaggi contemporanei sono solo se stessi… ti dico che sarei meglio io di loro.

  8. cristina scrive:

    Pensa che anch’io non me lo perdo DA,DA,DA …e piace anche a mio marito, che è olandese….

    Così anche lui ha conosciuto i “vecchi”personaggi italiani, artisti dei bei tempi…Tognazzi, Vianello, Sordi, Manfredi, e poi Mina..Insomma hanno fatto bene a ricordarci che allora c’erano veri attori.

    Bè prova a proporti per la tv; anch’io penso che sarebbe ora di rinfrescare l’ambiente e cercare nuovi volti….

  9. Ciro scrive:

    E’ da schifo pensare che questa Belen ha preso il posto in TV in modo globale togliendo la stima alle nostre bellezze italiane,e perlopiù è vero che gli errori li facciamo tutti ma dopo lo scandalo la TV se ha un po di dignita e rispetto verso gli spettatori sopratutto un pubblico adolescente che cosa gli mostra a questi ragazzi che nonostante gli sbagli nella vita si continua ad essere famosi anzi di piu’.

  10. cristina scrive:

    Caro Ciro,

    hai ragione! E per giunta ora presenterà il festival di Sanremo. Non è giusto ma purtroppo viviamo in un mondo in cui conta solo chi ha denaro e bellezza.

    Il denaro te lo guadagni a fatica; a meno che non lo rubi o erediti senza aver fatto nulla per meritartelo. Ma la bellezza è un dono di natura. UNA FORTUNA.

    Chi ce l’ha deve capire che ha un grande vantaggio; ma non per questo deve approfittarsene e fare le cose sbagliate. Anche usare la droga perchè, tanto….ottiene lo stesso quello che vuole!

    Chissà quando faranno presentare il festival di Sanremo a chi ha VERAMENTE TALENTO????? Parlo delle donne, perchè gli uomini come Paolo Bonolis, Pippo Baudo, Mike Bongiorno, Raimondo Vianello erano e sono dei veri professionisti.

    Per ora…becchiamoci Belen e vedremo che cosa succederà.
    Come vedi, Ciro, c’è anche una nostra giovane lettrice che è pazza di lei, come avrai letto nei commenti; per questa ragazzina Belen è un esempio. Vorrebbe assomigliarle e magari trovare un uomo come Corona.

    Speriamo che mi legga ancora perchè vorrei sapere che cosa pensa della storia di Corona e di Lele Mora; se ora i suoi miti sono caduti o li difende.

    Allora….ciao a tutti e a risentirvi!

    Cristina

Lascia un commento