Dove andiamo in vacanza quest’anno?

La scalinata di Corinaldo, caratteristico paese nelle Marche

Le Marche sono la mia regione preferita; ricche di storia, di cultura, di natura, di paesaggi incantevoli, fra terra, mare e cielo blu. In un punto strategico del nostro bel Paese, da dove puoi raggiungere anche città d’arte, vellutate colline di fiori, eremi in zone montuose, rocciose, deliziosi villaggi dal sapore antico, dove si respira aria di pace.

 photo 1923_zps0dd0657f.jpg

Mombaroccio, nelle Marche

 photo 3294_zps5d9d6b55.jpg

Una strada del centro storico di Pesaro (Marche)

Fra i tanti luoghi da visitare segnaliamo Urbino, Gradara, Montegridolfo, il passo del Furlo, Corinaldo, San Leo e Beato Sante; e poi Pesaro, dove è nato il celebre componista Gioacchino Rossini, nel cui teatro si tengono concerti, spettacoli, opere liriche di gran valore che attirano turisti da tutte le parti non solo d’Italia ma di tutta Europa.

Come abbiamo fatto anche per la Sardegna e per la Puglia vi segnaliamo tre posti differenti dove potrete alloggiare se vorrete partire alla scoperta delle Marche. Uno si trova sulla riviera Adriatica e due all’interno di questa affascinante regione.

 photo 1020_zps1c2093d1.jpg

Anna Gasparini davanti all’Hotel Clipper di Pesaro (luglio 2012)

 photo 1015_zpse7f49832.jpg

Anna Gasparini ci guida verso l’ingresso dell’albergo Clipper.

Iniziamo consigliando a chi ama il mare un albergo a Pesaro, a pochi passi dalla spiaggia, l’Hotel Clipper. E’ a conduzione familiare e vi si gusta un’ottima cucina.
Siamo andati a trovarli, per ascoltare personalmente la loro storia da Anna Gasparini, che lo gestisce dal 1971 insieme al marito Caride e ai figli Roberto e Vanessa. Alcuni mesi fa Vanessa ha dato alla luce il piccolo Alex, che ha portato…. una nuova sferzata di gioventù in questa allegra e simpatica famiglia. Anna è una bella donna, che dimostra molto meno degli anni che ha: bionda, con gli occhi azzurri, decisa e severa sul lavoro, dolcissima nella vita privata e con gli amici.

 photo 1061_zps1eb63084.jpg

La famiglia Gasparini al completo. Nella foto anche l’ultimo nato, Alex, figlio di Vanessa.

Anna, ci racconti la vostra storia, fortemente legata a questo hotel.
Caride è di Pesaro; io sono pugliese.
Ci conoscemmo quando io avevo solo 17 anni e mio marito 23. Eravamo giovani ed innamorati. Lui lavorava su navi da crocera come Mâitre d’hotel, per cui viaggiava molto, dagli Stati Uniti d’America ai Caraibi, ma, considerato che aveva una fidanzata (io)… sulla terra ferma, voleva cambiare attività per potermi stare vicino.
Il precedente proprietario dell’Hotel Clipper cercava un bravo Mâitre d’hotel e considerato che Caride aveva sempre lavorato su navi di lusso per lui era la persona ideale. Così tornò nella sua città.

 photo 634_zps74e10a9f.jpg

Anna e Caride Gasparini sul Carpegna, giovanissimi, tenerissimi ed innamoratissimi…

E dopo, che cosa accadde? Se ne andò dalla sua bella Puglia per seguirlo?
Sì. Quando mio marito lo ebbe in gestione. Anche questo fu un caso fortuito; infatti l’ex proprietario del Clipper aveva deciso di lasciare l’albergo. E chi meglio di lui poteva assumersene la responsabilità?
Poi nacque Vanessa; io non avevo ancora 20 anni e avevo appena dato gli esami di maturità tecnico commerciale.

Ho saputo che dal vostro albergo sono passati anche alcuni vip.
E’vero. Per esempio Paul McCartney, dei Beatles e Mario Del Monaco. Tanti altri vi alloggiano durante il rinomato Rossini Opera Festival.

Come avete “convinto” i vostri figli, Roberto e Vanessa, a collaborare con voi? Oppure è stata una loro scelta?
E’stato un fatto naturale. Nessuna imposizione da parte nostra. Sono cresciuti in questo albergo, per cui si sono sentiti subito coinvolti.

 photo 1042_zps6b177263.jpg

Anna Gasparini con il figlio Roberto.

Con loro non vi scontrate mai sul piano del lavoro? Riuscite a mantenere l’armonia familiare?
Sì. Naturalmente a volte si discute, ma alla fine si prende sempre una decisione comune e democratica: nel senso che vince la maggioranza!

E con Suo marito? Vivere insieme, anche…sul lavoro, secondo Lei, solidifica un’unione? Oppure, come dicono molte persone, potrebbe incrinarla?
Nel nostro caso non abbiamo mai avuto motivi di vere e proprie liti, in quanto ci siamo divisi i compiti. Come accade in ogni matrimonio sereno, si tratta piuttosto di discussioni; senza prese di posizioni predominanti che potrebbero nuocere alla relazione affettiva.

 photo 1057_zpsc58f8e9f.jpg

Il bar dell’hotel Clipper

Chi di voi attua le scelte più importanti?
Nella vita le scelte sono tutte importanti. Non esiste una graduatoria. Per cui Le rispondo che le prendiamo in comune accordo. Sia nella vita privata che professionale. Non dimentichi che siamo cresciuti insieme.

E nel campo professionale che cosa conta di più?
Che il cliente stia bene. E per star bene deve essere accudito nel miglior modo possibile. Questo è lo scopo di entrambi. Siamo dei perfezionisti: la qualità del servizio è importantissima. Ovviamente lo è anche il rapporto prezzo qualità.

 photo 1069_zpsb09c508a.jpg

Il proprietario dell’Hotel Clipper, Caride Gasparini con il figlio Roberto, davanti al tavolo imbandito per la cena (luglio 2012).

 photo 1052_zps0b7986ef.jpg

 photo 1078_zps6d6fde81.jpg

Lo staff dell’Hotel Clipper

In effetti questa sera ho gustato dei piatti squisiti: per esempio La casereccia alle verdure dell’Orto e la Coda di rospo al forno. Trattate sempre così bene i vostri clienti?
Certo. La nostra è anche…una cucina di famiglia. L’ha portata avanti mia suocera (che ora ha 85 anni), con le sue esclusive ricette. Adesso nostro figlio Roberto ne segue le orme. La soddisfazione del cliente compensa tutti i sacrifici che facciamo.

Dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna….E Lei mi pare una persona forte, che ha sempre sostenuto suo marito. Moglie, madre, imprenditrice…Non Le è mai capitato di essere stanca e di dire “basta, fatemi riposare un poco…”
E’capitato, è capitato…Qualche volta. Ma nella vita si deve sempre andare avanti. Mai fermarsi, mai arrendersi, mai soffermarsi troppo sul lamento. Adesso avrei veramente voglia di finire la nostra attività lasciandola ai figli. Invece continuo a lavorare! Anche perchè questa struttura è piuttosto “anziana” e va mantenuta continuamente. Abbiamo appena rifatto i bagni e poi abbiamo altri progetti.

 photo 1067_zps509d31b3.jpg

Per esempio una piscina?
Se ci fosse spazio. Ma non c’è, quindi è inutile sognare spazi che non ci sono. Siamo realistici! D’altra parte ci troviamo a pochi passi dal mare. E… non esiste nulla di più bello del mare!

Le elenco tre colori e vorrei che li associasse a qualcosa. Blu, giallo, rosso.
Il blu è il colore del mio mare. Io amo il mare. Mi fa pensare al relax.
Di giallo abbiamo colorato le camere. E’ il colore della luce, del sole…
Il rosso è la passione. E’ un po’ il colore che rappresenta il mio carattere: infatti il rosso è la passione che metto in tutto quello che faccio. Sia nel lavoro che (soprattutto) nella famiglia. Mi piace anche il rosa, in tutte le sue gradazioni.

 photo 1037_zpsb1b3c523.jpg

Anna Gasparini con la giornalista Maria Cristina Giongo dopo l’intervista

Ci guardiamo e scoppiamo a ridere! Infatti oggi..ci siamo vestite tutte due di rosa! Come si dice in Olanda…”geen toeval”; niente è per caso!
Come non lo è stato il loro amore da giovanissimi, la scelta di gestire un hotel a Pesaro, i loro figli, il tenero nipotino Alex, che apre le porte ad una nuova generazione. E persino questa intervista fatta con la commozione di chi, proprio in questa splendida città, ha trascorso la sua infanzia e i periodi più belli della sua vita con la famiglia.

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Tutte le (recenti) fotografie di questo articolo sono di Hans Linsen

 photo 0130_zps06504508.jpg

Corinaldo, nelle Marche

Un’alternativa al classico hotel è “Il settimo borgo”: un Bed & Breakfast dotato di appartamenti, sito a Corinaldo, un paese incastonato come un gioiello in una valle da cui si gode un panorama strepitoso. E’ nato… dall’amore per l’Italia di una famiglia olandese che ad un certo punto ha deciso di lasciare i Paesi Bassi per trasferirsi nelle Marche. I proprietari, Herman e Marion Voetman – Brekelmans sono persone gentilissime e molto ospitali. Vale la pena di andarli a trovare per premiare anni di lavoro e fatica, che alla fine li hanno portati a realizzare il il loro desiderio di aprire un agriturismo. Ci sono anche possibilità di seguire corsi d’italiano per stranieri e la cucina è genuina. Chi vi ha alloggiato è ritornato entusiasta, pronto a tornarci il prossimo anno. Quindi conviene prenotare subito il soggiorno.
Vi segnaliamo inoltre Gustissimo, un altro agriturismo creato a Force, sempre nelle Marche, da due donne molto intraprendenti e coraggiose: Joey Wykret e Annemiek Kranen, 38 anni, che pure hanno lasciato l’Olanda per buttarsi in una vera e propria … avventura italiana. Sono partite con pochi soldi, pochi effetti personali ma in compenso tanta voglia di lavorare per permettersi di vivere nel loro Paese dei sogni: l’Italia. Con i loro risparmi hanno comprato un “rudere” e piano piano l’hanno restaurato; anni ed anni di lavoro, di pazienza, di illusioni e delusioni, di sconfitte e piccole vittorie, di tante rinunce. Due ragazze sole in un paese a 690 metri di altezza! Non si sono fermate mai; neppure davanti alle intemperie, al freddo, alla neve, ad un incidente occorso ad una di loro che si è rotta una gamba. Di notte dormivano in una tenda e di giorno lavoravano indefessamente, senza un attimo di sosta. Finalmente il 25 aprile 2008 hanno aperto i battenti e ospitato i primi clienti. I prezzi sono decisamente buoni e c’è anche la possibilità di dormire in giardino, nella propria tenda. Per chi ama la vita un po’ spartana, le passeggiate, la natura incontaminata, la cucina casereccia, è il luogo ideale dove trascorrere le vacanze.

Link:
www.hotelclipper.it
info@hotelclipper.it

www.ilsettimoborgo.it
info@ilsettimoborgo.it

www.gustissimo.com
info@gustissimo.com

Traduzione dell’articolo precedente in lingua inglese

Le Marche is my favorite region, rich in history, culture, nature, enchanting landscapes, including land, sea and blue sky. It is located in a strategic point of our country, from where you can reach other cities of art, velvety hills of flowers, hermitages in mountainous or rocky areas, or you can head to pretty villages with an antique touch, where you can feel a sense of peace.

Among the many places to visit, we would like to bring your attention to Urbino, Gradara, Montegridolfo, the Furlo Creek, Corinaldo, San Leo and Beato Sante, and then Pesaro, where the famous composer Gioacchino Rossini was born. Still today in the theater ‘Gioacchino Rosssini’ concerts, plays, operas of great value are performed and they attract tourists from all over Italy and Europe.

As we did for Sardinia and Puglia we would like to recommend three different places where you can stay, if you wish to discover Le Marche. One is located on the Adriatic coast and two are inland, in this fascinating region.

We begin by recommending to those who love the sea a hotel in Pesaro, located a short walk from the beach: Hotel Clipper. It is a family business and we assure that you will taste the most delicious food there. We went to visit them, to personally hear their story, as told by Anna Gasparini, the manager, who has been running the hotel since 1971 with her husband Caride, and their children Roberto and Vanessa. A few months ago Vanessa gave birth to little Alex, who brought …. ‘a new burst of youth’ into this cheerful and friendly family. Anna is a beautiful woman who looks much younger than she actually is: blonde, blue-eyed, decisive and serious about her work, while being very sweet in private and with friends.

Anna, tell us your story, which is strongly related to this hotel.
Caride is from Pesaro; I’m from Puglia. We met when I was only 17 years old and my husband 23. We were young and in love. He worked on cruise ships as ‘maitre d’hotel,’ so he was travelling a lot, from Italy to the United States of America to the Caribbean, but considering that he had a girlfriend (ME!!!) … on land, he wanted to change his career to be able to be together. The previous owner of the Hotel Clipper was looking for a good ‘Mâitre d’hotel,’ and since Caride had always worked on luxury ships, for him he was the ideal person. So he returned to his city.

And then what happened? Did you leave your beautiful Puglia to follow Caride?
Yes, when my husband became the hotel manager. This too was a lucky coincidence; in fact, the former owner of Hotel Clipper had decided to leave the business. So who better than Caride to take on the responsibility?
Then, Vanessa was born. I wasn’t even 20 years old and I had just graduated from high school with a diploma in business and economy.

I learned that many celebrities have stopped by your hotel …
It’s true. For example, Paul McCartney from The Beatles and Mario Del Monaco. Many others choose our hotel during the renowned Rossini Opera Festival.

How did you “convince” your children, Roberto and Vanessa to work with you? Or was it their choice?
It was natural for them to follow our steps. No imposition on our part. They grew up in this hotel, so they felt immediately involved.

Do you ever fight about work related issues? How do you manage to maintain the harmony in the family?
Yes, of course, sometimes we argue, but in the end we always try to take a shared and democratic decision, in the sense that the majority wins!

And how are things with your husband? Do you think that living together and working together solidifies a union? Or, as many people say, do you believe that this professional relationship might ruin it?
In our case, we’ve never had any incentive to real fights: in fact, we split the tasks. As it may happen in every happy marriage, it is more the case of animated discussions without strong or dominant positions by either side, which may negatively impact our marriage.

Who among all of you makes the most important decisions?
In life, all choices are equally important. There is no ranking. Therefore, I prefer to answer that we take decisions in mutual agreement, both in private life and professional life. Don’t forget that we grew up together.

And in the professional field what matters most?
We care that customers will enjoy their time here. So it’s our duty to take care of them in the best possible way. This is our main goal. We’re perfectionists: the quality of service is important, as well as the relationship between quality and price.

In fact, this evening I had a delicious dinner: for example, home-cooked vegetables from the Garden and baked monkfish. Do you always treat your customers this well?
Absolutely. We like homemade food. My mother-in-law (who is now 85 years old), started it with her unique recipes. Now our son Roberto follows in her footsteps. Customers’ satisfaction compensates for all the sacrifices we make.

Behind every great man there’s always a great woman …. And you seem to me a strong person, who has always supported her husband. Wife, mother, entrepreneur … have you ever been as tired to say “enough, let me rest a little …”
It has happened, it has happened … sometimes. But in life you always have to move forward. Never stop, never give up, never dwell too much on laments. Now I would really like to finish our professional career and leave it to my children. Instead I continue to work! In fact this building is quite “old” and must be maintained continuously. We just redid the bathrooms and then we have other projects.

For example, a swimming pool?
If there were room. But there isn’t, so it’s useless to dream about spaces that will never be there. Let’s be realistic! On the other hand, we are located at only a few steps from the sea. And … there is nothing more beautiful than the sea!

I’m going to list three colors and I would like for you to associate them to something. Blue, yellow, red.
Blue is the color of my sea. I love the sea. It makes me think about relaxation.
We painted our rooms in yellow. It’s the color of light, of the sun …
Red is passion. It’s the color that represents my personality: in fact, red is the passion that I put into everything I do, both at work and above all in my family. I also like pink, in all its shades.

We look at each other and we burst into laughter! In fact today … we both dressed in pink! As they say in the Netherlands … “geen toeval” nothing happens by chance!
As it wasn’t their love when they were young, the choice to manage a hotel in Pesaro, their children, the sweet little nephew Alex, who opens the door to a new generation. And also this interview was conducted with the emotions of someone who, in this very beautiful city, spent the childhood and the best times of her life with her family.

An alternative to the classic hotel is “The Seventh village“: a Bed & Breakfast with apartments, located in Corinaldo, a small town set like a jewel in a valley from where you can enjoy a stunning landscapes. The B&B was born out of the love for Italy from a Dutch family who at a certain point decided to leave the Netherlands to move to Le Marche. The owners, Herman and Marion Voetman – Brekelmans are the nicest and most hospitable people. It is worth to visit them to reward years of hard work and effort, which eventually led them to realize their desire to open a farm. There are also opportunities to take courses in Italian language and the cuisine is authentic. The people who have stayed came back excited and ready to go back again the following year. Therefore, it’s better to book your stay as soon as possible.
We would also like to recommend ‘Gustissimo,’ another farm in Force, always in Le Marche, started and managed by two very enterprising and courageous women: Joey Wykret and Annemiek Kranen, 38 years old, who also left the Netherlands to jump into a real … Italian adventure. They left with little money, few possessions, but with a great desire to work to afford a life in the land of their dreams: Italy. With their savings they bought a “ruin” and slowly have restored it; years and years of hard work, patience, illusions and disappointments, defeats and small victories, plus, many sacrifices. Two women, alone, in a country at 690 meters of altitude! They never gave up, not even in front of the weather, the cold, the snow, or an accident that occurred to one of them when she broke a leg. At night they slept in a tent and worked tirelessly during the day, without a moment of rest. Finally, on April 25, 2008 they opened their doors and hosted their first customers. The prices are very good and there is also the opportunity to sleep in the garden, in your own tent. For those who love wildlife, walks, nature and home cooking, this is the ideal place to spend the holidays.

Tags: , , , , ,

4 Responses to “Dove andiamo in vacanza quest’anno?”

  1. lorella scrive:

    Cristina !! è straordinariamente un angolo di paradiso …. romantico e rilassante , davvero affascinante ! complimenti alla signora Anna Gasparini e al marito Caride !!!e naturalmente al resto della famiglia , Vanessa , Roberto ed il piccolo ALEX , è bello sapere che ci sono ancora famiglie unite così !!! Siete bellissime nella foto Cristina e la signora Anna il rosa acceso è il mio colore preferito … vi saluto con affetto tutti !!!!

  2. maria cristina giongo scrive:

    Grazie, Lorella! Hai ragione, è bello vedere una famiglia unita!

    Un abbraccio,

    Cristina

  3. Imperial Advance…

    Dove andiamo in vacanza quest’anno? | Il Cofanetto Magico…

  4. More Bonuses scrive:

    More Bonuses…

    Dove andiamo in vacanza quest’anno? | Il Cofanetto Magico…

Lascia un commento