Grazie a Berlusconi ho fatto carriera in Italia: ma non mi ha mai toccata con un dito.

Monique Sluyter

Monique Sluyter (Copyright Proove Productions)

Ho intervistato in Olanda una fotomodella e presentatrice che ha conosciuto molto bene Silvio Berlusconi, Monique Sluyter.
Il mio servizio è stato pubblicato dal quotidiano Libero. Non troverete alcun mio commento perchè lo scopo di questa intervista non è quello di difendere Berlusconi o di condannarlo. Secondo me un giornalista che sia un vero professionista non deve esprimere le SUE idee personali ( sicuramente non importanti al fine dell’articolo…); deve solo raccontare i FATTI. La persona che ho intervistato è stata sincera nella sua versione e nel racconto di quanto è accaduto in passato a casa del premier. Pertanto trovo giusto di pubblicare quanto mi ha detto. La scelta del quotidiano dipende dal fatto che Libero è stato il primo che ha accettato di renderla pubblica. L’avrei data anche ad un giornale di sinistra, se avessero voluto pubblicarla. Probabilmente tempo fa, quando “Il cavaliere” non aveva ancora conosciuto il potere dei soldi e della fama (ed era sposato), si comportava in un altro modo…. Qui sotto potete leggere la versione integrale della mia intervista; con due fotografie che ci sono state gentilmente concesse da Monique.

 photo Libero2011-02-04MoniqueSluyterfrontpage_zpsdf5abbb4.jpg

Prima pagina del quotidiano Libero del 4 febbraio 2011

“Berlusconi mi ha sempre rispettata; mi ha aiutata a far carriera ma si è sempre comportato come un vero signore nei miei confronti”. Chi parla è la fotomodella, presentatrice olandese Monique Sluyter, 43 anni, una bellissima donna, in un’intervista per Libero.

Monique, quando ha conosciuto Silvio Berlusconi?
“Quando avevo 18 anni, negli anni 80. Lui era un talent scouts; mi fece un provino. Poi mi disse che assomigliavo molto a Marilyn Monroe, promettendomi che nel giro di tre mesi mi avrebbe trovato un lavoro. E così fu. Venni assunta per il programma sexy Colpo grosso; a cui seguì Tutti i frutti, dove ero l’assistente del conduttore Umberto Smaila. Vivevo in un bell’appartamento a Milano con altre ragazze olandesi. Tuttavia posso assicurarle che non mi fece mai nessuna proposta sconcia: nè a me nè alle mie compagne.”

Eppure in un’intervista uscita oggi sul settimanale olandese Privè, a firma di Barbara Plugge, ha dichiarato che era diventata amica di Berlusconi e che andava spesso nella sua villa di Arcore.
“Infatti. Ma io sono sempre stata una donna seria e ad Arcore ci andavo proprio e solo come amica; lui cucinava gli spaghetti. Mangiavamo e basta. Ribadisco che con me è sempre stato un gentleman. Mai una parola fuori posto, uno sguardo che potesse farmi supporre che avesse altre intenzioni. Non capisco perchè tutta questa pubblicità negativa nei suoi confronti. Qui in Olanda lo descrivono come un uomo malato di sesso.Non posso crederci, dopo averlo conosciuto! Ovviamente parlo solo per quanto riguarda la mia esperienza!”

Però… le altre ragazze,compresa la famosa Ruby, hanno raccontato ben altro! Secondo lei perchè?
“Perchè sono ragazze poco per bene. Sicuramente si sono avvicinate a lui per il fatto che è famoso e ha tanti soldi; per cui hanno cercato di sfruttarlo per guadagnare più denaro possibile.”

Pensa a dei ricatti?
“Probabilmente sì. Sono ragazze senza scrupoli. Mi sembra un po’ la storia di Michael Jackson: anche lui è stato accusato di tutte le peggiori infamie, persino di pedofilia. Ma alla fine non si sono trovate alcune prove concrete. Erano i suoi nemici a volerlo distruggere. Berlusconi è un tipico uomo italiano; un uomo sano. Se gli piacciono le donne non è una colpa, ma, ripeto, io con lui ho solo parlato e riso tanto; perchè è molto simpatico e ha un grande senso dell’umorismo. Arcore è un posto bellissimo; ricordo la piscina e una grande tenuta che si doveva percorrere in auto, tanto era vasta! Aveva anche parecchi animali e dei lama.”

Nella residenza di Arcore ha incontrato anche sua moglie Veronica Lario?
“No. Lei non si faceva mai vedere! Ho conosciuto solo un figlio e due figlie. Tutti molto gentili. Lui mi ha creata; e di questo gli sono molto riconoscente. Il programma Tutti i frutti è stato trasmesso anche in Germania, da RTL e in seguito in ben 35 Paesi, Giappone compreso; per cui sono diventata una vera star! Ho posato 4 volte per Playboy e ho girato un film con Tarantino. In Italia ho lavorato anche per la Rai e soprattutto per Mediaset; l’ultimo programma a cui ho partecipato è stato Showgirl, dove c’era, come ospite, Anita Ekberg.

 photo ShowgirlcopyrightProoveproductions_zpsc32bb559.jpg

Monique Sluyter (Copyright Proove Productions)

In Olanda ha condotto un programma (per l’emittente Veronica) decisamente “hot”, che all’epoca ebbe molto successo, intitolato “Erotica”…
“Sì, ma non pensi che sono una donna poco seria, glielo ripeto. Ho anche partecipato al Grande Fratello (olandese) ed i soldi che ho guadagnato sono andati alla Croce Rossa. Vivo da 14 anni con il mio compagno. Non sono una persona che si vende per far carriera o avvicina uomini potenti per sfruttarli a questo scopo. A proposito, ieri sono stata contattata dal regista Celeste Laudisio, che fu anche regista di Colpo grosso per un’eventuale mia partecipazione all’Isola dei famosi…

Secondo me il cast dell’Isola dei famosi è completo…
“Sì, ma potrei fare la riserva..Infatti una ragazza che doveva partecipare è stata buttata fuori perchè è proprio una di quelle che hanno sparlato di Berlusconi coprendolo di fango.”

I maligni si staranno chiedendo perchè Silvio Berlusconi si è dato tanto da fare per aiutarla nella sua carriera…
“Appunto; i maligni! Le ho già detto che sono stata da lui, anche a cena. Non lo nego: ma non mi ha mai chiesto di fare sesso. Nè a me nè alle mie amiche. Lui non è un tipo così…Ne sono sicura. D’altra parte non vivo a casa sua quindi non so che cosa succede adesso o che cosa è successo qualche anno fa. Mi ha aiutata per generosità. Punto e basta.”

Allora chiudiamo con un messaggio; che cosa vorrebbe dirgli in questo momento?
“Caro Silvio, io credo che tu sia un uomo positivo: allora rifiuta la negatività che ti sta distruggendo in questo momento. E ricordati che spesso si ripercuote proprio contro chi l’ha creata. Rimani forte, per condurre bene il tuo Paese; nella vita privata resta una persona buona, come lo eri quando ti ho conosciuto.”

Intervista di Maria Cristina Giongo
Libero: 4 febbraio 2011

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Proibita la riproduzione, anche parziale, dell’articolo e delle foto senza citare l’autore e la fonte di provenienza.

 photo Libero2011-02-04MoniqueSluyterpage7_zps3465dafd.jpg

Pagina del quotidiano Libero

Tags: , , , , , , , ,

13 Responses to “Grazie a Berlusconi ho fatto carriera in Italia: ma non mi ha mai toccata con un dito.”

  1. Emanuela scrive:

    boh… se ne sentono di tutti i colori…. sinceramente è difficile farsi una idea su quale sia la vera verità dei fatti.
    ma comunque secondo me, la cosa più importante certo non è la vita privata ma bensì quello che Berlusconi sta facendo per il Paese. Poi ad ognuno la sua idea, chi dice che stia facendo bene e chi male… ma questa è un’altra cosa.
    Io sinceramente non accendo quasi neanche più la televisione, leggo il televideo e salto le notizie di questo genere. Sono stanca di ascolare mezzo telegiornale e sentire solo stupidaggini…

  2. maria cristina giongo scrive:

    In effetti, Emanuela, è pazzesco; importa di più con chi va a letto Berlusconi che la vita sociale e umana del cittadino.

    Anch’io non so che cosa dire. Ma credo che i soldi ed il potere possano corrompere chiunque. La mia intervistata, Monique Sluyter, parla di un tempo in cui Berlusconi forse era veramente “innocente”.
    Chissà…..solo lui lo può veramente sapere!

  3. gina gentile scrive:

    chi è innocente scagli la prima pietra!!!

  4. gina gentile scrive:

    ognuno della prepria vita privata deve fare quello che vuole, altrimenti che vita privata è?

    • Patrizia scrive:

      Mi permetto di obiettare solo su due punti:

      – la vita privata è tale (e sacra) se sei un privato cittadino, se sei un uomo pubblico la tua vita privata deve rispecchiare con coerenza la tua immagine pubblica. Il potere non è solo un insieme di privilegi; con il potere vengono oltre ai diritti, anche i doveri (immaginate Balkenende in una situazione analoga… lo avrebbero crocifisso in piazza Dam)

      – ognuno a casa sua fa quello che vuole purchè non commetta reati. Ricevere minorenni in casa propria e pagarle per prestazioni sessuali o pseudo-sessuali oltre a essere uno schifo è anche un reato. Se poi si aggiunge la famosa telefonata in questura per far rilasciare una minorenne accusata di furto dicendo che è la nipote di Mubarak, questa si chiama concussione, ed è un reato.

      Dov’è il privato in tutto questo?

      • cristina scrive:

        Niente da eccepire, cara Patrizia!

        Soprattutto sul secondo punto sono d’accordo al cento per cento!
        Non solo se si trattava di una minorenne, atto punibile dalla legge civile e soprattutto umana, morale: ma anche se si fosse trattato di una giovane donna.

        Lasciate le ragazze giovani in pace: che possano godersi la vita e l’amore con i loro coetanei!

        Credo veramente che Berlusconi dovrebbe presentarsi subito dai giudici; chiarire…. e pagare se deve pagare per i gravi reati commessi.

        Come giornalista mi limito a riportare dei fatti ma, ripeto, quello che penso io può anche essere diverso. In un articolo non è il mio parere che importa.

  5. cristina scrive:

    E’vero…chi è innocente scagli la prima pietra….a questo la getterebbero tutti per terra! Ciao, Biagina!

  6. gina gentile scrive:

    condivido in pieno!!!

  7. Emanuela scrive:

    anch’io condivido i vostri pensieri….

  8. Imma scrive:

    Non conosco Berlusconi e ne altri e soprattutto non capisco nulla di politica ma da anni mi chiedo:

    perchè queste esimie persone devono godere di privilegi esagerati e di stipendi allucinanti e non fanno mai veramente nulla per porre l’Italia e gli italiani in condizioni di vita migliore?

    Non è una vergogna sapere che quelle donne per poche “cene” hanno ricevuto cifre astronomiche mentre tutti i lavoratori italiani sono piegati dalle tasse che il nostro governo impone, guadagnando, per chi ancora ha un lavoro, dei miseri stipendi?

    Non sarebbe più onesto ridimensionare il LORO stile di vita e le NOSTRE tasse?

    In fondo abbiamo tutti studiato e sgomitato per poter lavorare, ma se continua così quanti altri giovani potranno studiare nell’incertezza di lavorare??

    Sono sempre più sconfortata!

  9. cristina scrive:

    Hai ragione, Imma!!!

    Purtroppo in tutti i Paesi è così! Sapessi quanti soldi si spendono per mantenere tutta la casa reale olandese, qui da noi!

    Quando poi ci sono padri di famiglia che si buttano dalla finestra perchè non sanno che cosa dare da mangiare ai loro bambini!!!

  10. Marni scrive:

    Solo questo dico ..chi ha una carica pubblica deve mantenere decoro ed onore … chi non può mantenere questo decoro e questo onore e chi infrange la legge, si dimette, come succede in tutti i paesi del mondo e come è successo anche qui da noi in tutti gli altri casi in cui si sono scoperti scandali di ordine sessuale di corruzione di inquinamento delle prove ecc ecc..
    Il fatto che negli anni 80 il detto signore che non nomino, si sia comportato bene con una signora “perbene” non dimostra che al presente si possa esser comportato in modo diverso e non lo assolve da tutte le accuse che gli pesano addosso …

  11. Carla scrive:

    Un altro messaggio che manda e che viene tralasciato:

    FIGA, BELLA :Avrai un lavoro.. Anche se non hai studiato o sei una scema. Basta che ogni tanto lanci un sorrisino e sei compiuta

    BRUTTA, ( ANCHE SE BRAVA) … ” Mi dispiace, non assumiamo”….

Lascia un commento