Mara Venier, è questa la vera Vita in diretta?

Mara Venier

Martedi 2 marzo, nel programma televisivo La vita in diretta, trasmesso in fascia pomeridiana da RAI UNO, è stato superato il limite del buon gusto, della decenza, del senso morale e civico. E della fascia protetta!

La presentatrice Mara Povolieri, il cui nome d’arte è Mara Venier, ha chiacchierato amabilmente (spacciandola per un’intervista) con un ladro, rapinatore di banche, tempo fa salito agli “onori della cronaca” per i suoi misfatti.
“Però non ha mai ucciso nessuno!”, ha subito precisato la conduttrice della Vita in diretta con un sorrisone soddisfatto!

 photo maravenier2_zps675b6187.jpg

Mara Venier ascolta con divertimento ed indulgenza il suo ospite ladro.

Sino a qui niente di male.Il fatto inamissibile è che questo uomo, il cui nome adesso non voglio citare ( in quanto ha già ottenuto abbastanza pubblicità e popolarità), è stato trattato come un ragazzino che ha fatto una marachella. Della serie: una gran manata sulle spalle e vai! In fondo non hai mai ucciso nessuno! Che male sarà qualche rapina in banca….

Non solo: ma la Venier si è sbellicata dalle risa al racconto del simpaticone che in modo colorito descriveva “la sua prima volta” e come fosse stato semplice di intimidire il cassiere della banca che, alla vista di una pistola, vera o falsa che fosse, senza tante storie gli aveva messo in mano tutto il malloppo! Conclusione: da quel momento il rapinatore scalcagnato (e neanche molto intelligente!), aveva deciso che era più facile guadagnare in questo modo “piuttosto che mettersi a lavorare”. Si armò di mitra e cominciò la “sua carriera”; conclusa con qualche anno di galera!

E qui, di nuovo, grandi risate della Mara Povolieri-Venier; la quale, alla fin fine, è sempre quella che si diverte di più alla Vita in diretta!

Ad un certo punto il malandrino, tutto fiero, si è pure messo a raccontare che la sua donna ( per amore della quale è diventato un ladro professionale) desiderava una pelliccia di ermellino…..

“Una sera, passando da una via del centro di Milano, ne vedemmo una bellissima che a lei piaceva tanto”…

Mara Venier, con la sua tipica cadenza dialettale (agitandosi sulla sedia tutta eccitata) “E allora…che cosa facesti? Dai, vogliamo sapere! Dicce tutto, facci sapè..

Il ladro: “Ho spaccato la vetrina e ho preso la pelliccia con tutto il manichino, perchè era fissata con un sacco di spilli e spilloni”.

Mara Venier (di nuovo assalita da un’incontenibile attacco di risa), divertendosi un mondo, sotto gli occhi allibiti di un sacerdote che sedeva fra gli ospiti straniti e che non sapeva più come fare ad intervenire per bloccare quello spettacolo degradante…
“Ma va’….come sei forte! Me’ fai morire dal ridere… Come vorrei avere più tempo per continuare questa intervista..”

 photo ladro_banca_jpg_370468210_zps47c6234c.jpg

Mi fermo qui e vorrei dire a tutti “i Mazza” della RAI in generale….senza offesa: ma vi rendete conto che si era in fascia protetta? Vi rendete conto che noi mamme passiamo la vita a farci “un mazzo così” per educare i nostri figli ai sani valori della vita, a lavorare onestamente per guadagnarsi il pane quotidiano piuttosto che rubarlo? Ad aiutarli a crescere leali, integri? A spiegare loro che non devono “desiderare la roba d’altri”, e possibilmente neanche “la donna d’altri”?

E voi mandate in onda, alle 16 e 30, lo spettacolo di una conduttrice che si diverte come una matta per le prodezze di un ladro? Che a momenti lo abbracciava?! Non avete rispetto per la fatica che fanno i genitori con i loro figli, in un mondo sempre più snaturato dove imperano i furbetti di quartiere? Sono forse da prendere come esempio?

Alla “Signora della domenica”, come amava definirsi tempo fa quando conduceva Domenica in… (alla faccia della signora della domenica…che non è proprio un’icona di stile e raffinatezza!) vorrei dire di non definirsi giornalista; perchè è un insulto nei confronti di noi giornalisti che abbiamo studiato tanto ed imparato una deontologia professionale: prima di definirci tali!

Lamberto Sposini, poi, potrebbe impegnarsi ad attuare interviste serie (e non solo incentrate su particolari scabrosi di cronaca nera) sulla pedofilia; se leggesse il nostro giornale online “il Cofanetto magico” troverebbe ottimi spunti nei vari dossier che abbiamo pubblicato a riguardo. Sicuramente più educativi per i ragazzi in ascolto delle imprese di un ladro che non ha proprio nulla da insegnare. E chi se ne frega se fa tanto ridere la signora Povolieri – Venier, a cui vorrei anche domandare? Ma lei ha mai avuto un figlio? E, in casa, gli offriva questi spunti come esempi da seguire?

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Tags: , , , , ,

50 Responses to “Mara Venier, è questa la vera Vita in diretta?”

  1. emanuela scrive:

    IERI DURANTE LA TRASMISSIONE DI PAOLA PEREGO SU RAI 1, è STATA INTERVISTATA UNA DONNA CHE HA SCOPERTO CHE IL MARITO VIOLENTAVA LA BIMBA DI 3 ANNI. ORA LA BIMBA NE HA 11 ED IL PADRE è IN GALERA CON UNA PENA DI SOLIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII 8 ANNI.
    C’ERA LA MUSSOLINI CHE A STENTO STAVA CALMA.
    PER DI PIù QUESTA SIGNORA SI è DOVUTA METTERE UNA PARRUCCA E DEGLI OCCHIALI PERCHè MINACCIATA DAGLI AMICI DELL’EX ORMAI MARITO.
    UNA STORIA TRATTATA MOLTO SUPERFICIALMENTE E PURTROPPO MI STO RENDENDO CONTO CHE SE NE PARLA POCO, TROPPO POCO E PER DI PIù ANCHE MALE!!!!
    NON SOLO LA VITA IN DIRETTA MA ANCHE ALTRI PROGRAMMI DELLA RAI…
    E MARA VENIER DA QUANDO è RIENTRATA IN RAI NON MI PIACE PRORPIO PIù!!!

  2. maria cristina giongo scrive:

    In effetti trattano questi argomenti solo dal lato scandalistico…..ben poco da quello umano e soprattutto non dicono che cosa bisogna fare, non citano le associazioni di appoggio, come telefono arcobaleno!!!

    E’diventato solo unm grande circo mediatico…Ma adesso intervistare anche i ladri come se fossero dei divi della TV…….
    Pensa se i ragazzi si mettono ad imitarlo adesso……

    Anche a me ora la Venier piace meno…Si dà troppe arie…ride troppo, fa la spiritosa quando non dovrebbe farla….

    Per non parlare della Barbara D’Urso, con tutte quelle faccine che fa..il modo di muovere le mani…di raccontare le storie….Uffa!

  3. sara scrive:

    Già da tempo ho assistito in Italia (e non solo, purtroppo) un ribaltamento dei valori per cui personaggi che sono diventati celebri per essere stati protagonisti della cronaca vengono invitati nei più svariati programmi e diventano “divi” agli occhi di molti telespettatori, spesso molto giovani..
    Basti pensare a miss Ruby al ballo di Vienna e ai conseguenti articoli on line che ho letto, che discutono della raffinatezza o meno del suo vestito con varie notizie di gossip squallide e irrilevanti, proprio come accade per una diva in carriera. Articoli superficiali che sicuramente tralasciano il nocciolo della questione.

  4. Emanuela scrive:

    parole giustissime!

  5. cristina scrive:

    Hai ragione, Sara! E probabilmente dipende dal fatto che non hanno argomenti seri che sono in grado di trattare…..

    Ma anche senza andare troppo su temi pesanti..si può fare anche gossip e parlare di temi piacevoli e divertenti senza invitare ladri, deficienti, gente che urla, sbraita ed insulta….

    Ciao,

    Cristina

  6. sara scrive:

    Io temo dipenda dal fatto che la gente segue questi argomenti, è questo che vuole, fa audience, fa vendere i giornali..purtroppo.
    Ciao grazie del tuo bellissimo blog!

  7. cristina scrive:

    Grazie a te, Sara, per il commento e per i complimenti!

    In effetti la gente vuole anche questi argomenti ma c’è modo e modo di proporli….

    A me il fatto che la Venier si rotoli dalle risa perchè uno rubava le pellicce per la sua donna e le banche….bè…non fa proprio ridere!

    Voglio vedere se fosse stata LA SUA, la pelliccia rubata!!!!!!!! Avrebbe riso meno, te lo dico io!!!!!

    E anche Sgarbi, con tutti gli insulti che propina a destra e a manca….UFFA! Viviamo già in un mondo difficile, dobbiamo GIA’ confrontarci tutto il giorno con gente maleducata, invidiosa, nervosa, super stressata; se poi accendiamo la TV e sentiamo solo altri insulti…diventiamo isterici pure noi!!!!!

    Per non parlare del Grande fratello dove i ragazzi recitano, MALE, un copione da brivido!!!! Io mi copro di bolle rosse dopo cinque minuti che lo vedo…Devo dire che anch’io nella vita ho pianto; ma senza tutte quelle urla….E per motivi un po’ più seri.

    Ciao, Sara, buona giornata!

  8. sara scrive:

    Certo, hai ragione, condivido pienamente. Buona giornata a te!

  9. Roberto Allegri scrive:

    Cristina, hai ragione. Però, il “Solista del Mitra” è ormai un personaggio del folklore milanese, un po’ come i famosi briganti dell’Ottocento nel sud Italia. Concordo sul fatto che in tv dovrebbero passare delle interviste più edificanti, come sostieni. Ma c’è senz’altro di peggio. Negli ultimi anni, ad esempio, ci sono stati diversi film (ne cito alcuni come “Romanzo Criminale”, “Nemico Pubblico”, “Nemico Pubblico N. 1 – L’istinto di morte”, “Nemico Pubblico N. 1 – L’ora delle fuga”, “Vallanzasca, l’angelo del male”) che hanno raccontato la vita e le “imprese” di noti criminali, autori anche di omicidi. Film che hanno presentato la banda della Magliana, John Dillinger, Jacques Mesrine e Renato Vallanzasca un po’ come gli eroi di un romanzo. Se non altro Lutring non ha ucciso nessuno, come diceva la Venier……Fa purtroppo tutto parte di quel processo particolare secondo il quale non importa quello che fai, l’importante è che diventi famoso. Basti pensare che Jesse James o Billy The Kid, i leggendari criminali del vecchio west, sono diventati dei miti. E di gente ne avevano accoppata un casino!

  10. cristina scrive:

    Ecco, appunto, Robi….se si continua a far vedere chi vive disonestamente (anche se non ammazza nessuno…e ci mancherebbe!!!!!!) come un personaggio da folklore..ai nostri figli che cosa insegniamo?

    E noi, che abbiamo lavorato onestamente tutta la vita?

    Sai, io ho sempre combattuto contro le ingiustizie. Anche nel nostro ambiente di giornalisti. Ieri ho sentito che il direttore de Il Giornale, Sallusti, guadagna una barca di soldi…Ebbene: una volta ho intervistato una famoso politico olandese: intervista esclusiva, viaggio in treno fino a Den Haag, costi di cellulare. Ho OSATO chiedere questi rimborsi spese da aggiungere…… ad un pagamento di 50 euro!

    Ripeto….50 euro!!!!!! Di cui devo pagare le tasse in Olanda. E un suo redattore si è incavolato con me. Sallusti non ha fatto una piega! Non ha neppure risposto alle mie proteste. Forse lui quei soldi li prende all’ora! Non è neanche capace di mettere pace in redazione! E mi prendo la responsabilità di quello che scrivo. Molto meglio Vittorio Feltri; almeno crede in quello che fa e dice.

    Può darsi che lavori anche, come noi comuni mortali, 10, 14 ore al giorno; ma il giornale glielo facciamo noi, poveri, giornalisti; dovrebbero farci SANTI! SANTI SUBITO!

    E tu ne sai qualcosa!

    E poi vedi uscire i tuoi pezzi con sotto la firma di altri! A volte persino CON la firma di altri. Dopo ore ed ore di telefonate per avere un’intervista, viaggi, scrivere, ecc….

    Sono uscita di righe: non voglio certo paragonare Sallusti a Vallanzasca e company; voglio solo dire che il mondo è ingiusto….

    E almeno che la si smetta di ridere su chi fa il furbo, su chi si porta via le cose altrui e pure le idee altrui…..Perchè QUESTE COSE NON SI FANNO! Punto e basta!

    • emanuela scrive:

      Purtroppo è vero che viviamo in un mondo dove i furbi fanno strada e i buoni stanno a guardare. ma è proprio per questo motivo che non dobbiamo smettere di lottare e far sentire la nostra voce, la voce dell’ingiustizia nei confronti dei più deboli e per deboli intendo chi ha anche meno potere, soldi e voce in capitolo in certe cose.
      pertanto è giustissimo il tuo sfogo e che ce ne siano di altri ma soprattutto che queste tue parole riescano a venir sentite dai colpevoli!

      • sara scrive:

        Bravissime!
        sono mesi ormai che osteggio la mentalità del presunto “furbetto”.. mentalità di cui ho avuto riprova stamattina anche qui per cercare la casa..comunque, non è questa la sede per sfogarmi.
        Il fatto che si idolatrino assassini e compagnia, non toglie la gravità nell’idrolatrare ladri, ministre-escort e vari. Il fatto che una cosa possa essere “meno peggio” di un’altra, non la rende lecita

  11. Flower Power scrive:

    Non e nessuna novita di cosa si occupa televisione e cosa non sono disposti da fare per rinforzare gli ascolti invitando ospiti pessimi che urlano,insultano
    come Sgarbi,si occupano con gossip trash,scoop e tante stupidaggini,adesso
    invitano anche ladri,deficienti e che ne so.Poi in quanto riguarda la Venier sono d’accordo con te,si da sempre troppa aria,ride anche quando non dovrebbe,per non parlare di Barbara D’Urso e le sue faccine stupide e finte.
    Certo che non hanno rispetto per la fatica che fanno i genitori con i loro figli
    per impararli di essere buoni e onesti, educarli ai sani valori della vita,la gente che lavora onestamente per guadagnare il suo pane quotidiano.
    Ma di cosa ci possono “insegnare” quelli che non hanno fatto un bel niente nella vita,che sono vuoti dentro,proprio nulla.Un saluto grande a te Cristina
    e complimenti per questo ottimo articolo

  12. cristina scrive:

    Grazie, Flower Power,

    sono contenta che anche una ragazza giovane come te condivida….

    Forse alla Vita in diretta dovrebbero fare una puntata su queste cose…sulla fatica di chi lavora veramente, sugli stipendi dei vari “opinionisti”, direttori, presentatori, comparati a quelli che veramente fanno un programma o un giornale.

    Su di noi che viviamo all’estero e manteniamo alto il nome del nostro Paese d’origine…ecc. ecc.

    Ciao a tutti!

    Un abbraccio

    • Flower Power scrive:

      Grazie a te Cristina.Si hai ragione forse dovrebbero fare una puntata seria su queste cose che dici tu,la gente che lavora veramente,veri professionisti
      come te che fanno il suo lavoro onestamente.Un abbraccio grande anche a te.

  13. angela scrive:

    si si nn ne possiamo più di sentire tutta questa violenza sui giovani e sui banbini ci vorrebbe la pena di morte lenta lenta dovrebbero soffrire lentamente prima di morire!si pensa solo a discutere cosa fa berlusconi perchè nn pensano a rivedere le leggi sui reati come gli omicidi e la voiolenza vergogna!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • cristina scrive:

      Cara Angela,

      io ho chiesto agli autori della Vita in diretta di poter parlare di pedofilia, del Telefono arcobaleno, di far intervenire Krizia, la nostra lettrice, che potrebbe dare ottimi consigli a riguardo, proprio perchè ne è stata vittima….
      Ma loro sono occupati con questo tipo di cose.

      Il tema della pedofilia online, per esempio, non la trattano; eppure ci sono reti online che organizzano rapimenti di bimbi da un Paese all’altro, come ho già scritto più volte ( con documentazioni dell’ Interpool ed Europool).

      Io abito in Olanda; e l’ Olanda è il secondo Paese al mondo per abusi sui minori e pedofilia online, dopo l’America. Ho raccolto tanti documenti a riguardo ma nessuno mi ascolta nel campo televisivo. Mentre i giornali hanno pubblicato parecchi miei articoli a riguardo, che si trovano nel mio sito. E sul Cofanetto ho pubblicato 5 dossier pedofilia.

      Poi vedo il salottino di Mara Venier, la fiera del nulla, con sempre gli stessi ospiti e qualche volta mi arrabbio….

      Cari saluti a tutti!

  14. uummnfg scrive:

    Quanto bigottismo inutile. Che palle queste “mamme” che fanno sti discorsi del cavolo! Come se i bambini guardassero la vita in diretta! A quell’ora guardano i cartoni animati! Figuriamoci se si mettono ad ascoltare ciò che dice la Venier. E poi comunque anche questo articolo non è il massimo del buon gusto, si apre dicendo ad una persona di vergognarsi. Se i tuoi figli lo leggessero cosa imparerebbero? A puntare il dito come fa la mamma??

    • krizia scrive:

      perchè? per te è giusto non puntare il dito su chi pubblicizza cose che che vanno contro la morale e i valori comuni che dicono che non è giusto se rubi e vieni derubato, allora, già che ci siamo perchè non passi tu nelle scuole a spiegare a chi ancora deve capire come si fà a vivere, che va bene se rubi così un giorno potresti andare a finire in una puntata televisiva……SVEGLIA….sono anche questi programmi spazzatura che ci hanno tolto la morale!o non l’hai notato che da quando esistono le reti televisive qualcosina nella morale comune è cambiata!!!!con questo non dico che la tv fà schifo tutta però se ci pensi la maggior parte dei programmi mostrano cose che alla mente umana non fà bene sapere.
      Immagina di avere la mente di un bambino e di non avere i genitori che puntando il dito contro il televisore facendoti capire che per la loro etica morale non sono d’accordo con ciò che viene detto, pensi che riusciresti a capire cosa è giusto e cosa non lo è quando ti propongono scherzosamente cose di questo tipo?……..si…….i bambini a quell’ora faranno altro e magari non la ascoltano nemmeno la Venier però restiamo noi adulti a cui non piace proprio e siccome siamo dotati di questa bell’etica morale possiamo opporci un pochino,,,,almeno questo…l’unica cosa che non ci si può togliere è il pensiero e questo argomento tratta anche di questo, se puntassimo il dito senza un vero e proprio motivo allora sarebbe pregiudizio ma la Signora Venier si è messa in condizioni di essere giudicata e come lei tanti altri….MAGARI A VOLTE PUNTARE IL DITO Fà IMPARARE A MIGLIORARSI!……smack

    • cristina scrive:

      Gentile signor uummnf,

      rimango della mia idea che io non riderei tanto se uno assalta banche e negozi, soprattutto in questi tempi così difficili per genitori che devono educare i figli.

      Ma rispetto la sua idea; forse ha ragione che la parola “vergogna”è un po’ forte…si vede che sto imparando da Sgarbi con la sua ‘capra, capra, capra….ripetuta cento volte… Ma è vero; i toni vanno moderati.

      In quanto ai bambini”. guardano…eccome se guardano….Adesso poi vanno a scuola con i coltelli a 12 anni….

      Mi creda, non è bigottismo, ma seria preoccupazione.

    • sara scrive:

      Penso che i suoi figli imparerebbero, come vorrei facessero i miei se un giorno dovessi averne, a ribellarsi e parlare quando vedono un’ingiustizia o qualcosa che non va.
      Pure io vivo in Olanda ora; la cosa che mi aveva scocciata, stancata, spossata di più dall’italia non era la crisi, non era il fatto di essere disoccupata, non era neppure il bunga bunga (che pure ci si potrebbe scrivere sopra piu di un libro di emozioni sgradevoli che mi suscita il suos olo pensiero), ma proprio il fatto che gli italiani, noi, oltre a lamentarci non facciamo MAI nulla. o non facciamo nulla da troppo. Sono giovane, ma sono ormai ANNI che sento statistiche sulla crisi che incalza, presagi catastrofici, dati allarmanti, anche dalle associazioni che DOVREBBERO provvedere.
      Io non ne potevo piu. Il solo sentire la parola “allarme” o “crisi” al tg mi faceva spegnere la tv. Perchè è finito il tempo di lamentarsi italiani, è tempo di AGIRE! e pure di vergognarsi quando serve! tutto serve!
      Grande Cristina, che hai il coraggio di provare vergogna e non resti lobotomizzata di fronte a tutto ciò che la tv propina…

  15. Emanuela scrive:

    Concordo con Cristina quando dice che i bambini guardano non solo cartoni animati, anzi forse quelli sopra i 10/12 non li guardano affatto. ora sono abituati a vedere quei telefilm americani che tutto insegnano tranne l’educazione.
    Molto probabilmente Cristina ha scritto “vergogna” semplicemente per attirare l’attenzione su un altro fatto: ossia la violenza.
    Egr. Sig. uummnf, forse non ha letto tutto del “Cofanetto” perchè Cristina è impegnata in prima persona alla lotta contro la violenza in genere ma soprattutto contro la pedofilia. Il suo linguaggio è molto chiaro e se usa toni forti sono solo per far capire, senza offendere, che il rischio è alto quando, specialmente persone dello spettacolo o comunque persone esposte che dovrebbero dare il buon esempio, si comportano in maniera non del tutto corretta. il modo in cui si è comportata la Venier istiga alla violenza, fa capire che se uno la fa “grossa” invece che essere punito va in televisione.
    non le bastano i fatti di Avetrana???per capire il significato che hanno i mezzi di comunicazione???

  16. cristina scrive:

    Grazie di cuore, Sara!

    E’incredibile! Anche tu vivi in Olanda! Come …è piccolo il mondo!

    Grazie anche ad Emanuela! Avete scritto tutti dei bei commenti, sentiti e motivati.

    Un abbraccio,

    Cristina

  17. sara scrive:

    :)
    grazie a te!
    si ti ho “trovata” sul sito degli italiani in olanda!
    ci sentiamo presto!

  18. cristina scrive:

    Penso che ti riferisci a Blogolanda…

    Che bello! Allora…buona permanenza in Olanda!

  19. Vilma scrive:

    è stupefacente come chiunque riesca a stare abbastanza tempo in video diventi ‘ad honorem’ opinionista. E’ un mestiere, come quello di giornalista, ci vorrebbe l’ idonea preparazione e forse una laurea, o almeno un curriculum in qualche modo attinente. Mara Venier, che ha fatto prima di arrivare a propinarci in diretta i suoi commenti e le sue personali reazioni sui fatti della vita? Da dove le deriva tanta autorevolezza? Non la ricordo per niente di rilevante, o intelligente, o particolare.
    E allora, perché lei e non una qualunque casalinga di Voghera (che peserebbe pure meno sul bilancio della RAI) ?

  20. cristina scrive:

    Sante parole, Vilma! Sante parole!!!!

    Quando ci mandi ancora qualcuno dei tuoi begli articoli sull’arte?

    Cari saluti

  21. Emanuela scrive:

    Cris… oggi alla vita in diretta hanno parlato di Toto Cutugno e della sua guarigione dopo il male che l’ha colpito.
    che abbia letto il tuo articolo??? :-)

  22. cristina scrive:

    Cara Emanuela,

    avranno senz’altro letto il mio articolo perchè io sono la prima persona a cui l’ha raccontato permettendomi poi di pubblicarlo.

    L’avevo scritto per il mensile OK, la salute, della Rizzoli, una bella rivista sulla salute e sui personaggi famosi. Poi l’ha ripubblicato il settimanale OGGI.

    Infine è uscito sul Corriere della sera; a cui lo aveva passato Ok, la salute; sempre con la mia firma . Insomma, sarà difficile che sia sfuggito!

    Infatti dopo l’ uscita di questi miei articoli lo hanno intervistato tutti, anche Domenica in.

    Abbiamo parlato molto sul fatto di raccontarlo e poi lui ha accettato proprio perchè ha capito quanto fosse importante la storia che mi aveva raccontato ai fini della prevenzione.

    Lo sento ancora e posso assicurarti che Toto (Salvatore ) è un uomo molto forte e battagliero. E non vuole pietà; vuole soltanto vivere. E´amico di un altro mio grande amico, Al Bano

    Ciao, ciao,

    Cristina

  23. Uyulala scrive:

    Non guardo la tv da tantissimo tempo, forse da 5 anni ormai (non ho tenuto il conto). Le poche volte che ci sono passata davanti mentre era accesa mi sono immediatamente ricordata del perché non mi interessa più.

    Non riesco a sopportare il vuoto pneumatico di cui è fatta, la superficialità, l’insulso sentimentalismo. Leggendo il tuo articolo mi convinco una volta di più che l’unica arma che abbiamo noi cittadini è quella di SPEGNERE la tv o, perlomeno, cambiare canale.

  24. Emanuela scrive:

    in effetti l’ho pensato anch’io e sai perchè?
    l’intervista era molto molto simile alle domande che avevi fatto tu, insooma era un po’ la copia del tuo articolo…
    boh forse sarò din parte, ma queste “brutte copie”, puntate tutte uguali e/§o simili mi hanno proprio stufato….

  25. giorgio wunderlich scrive:

    a proposito della siga. Mara devo dire che sono un suo Fan. Ma come viene condotta la trasmissione sulla catastrofe della costa crociere non mi piace nel modo più assoluto. In primo luogo la colpa di tutto il casino è “SOLO COLPA” del commandante e basta e che si prenda le sue responsabilita senza ma o se. Poi questa discussione stupidissima del classico italiano e del classico tedesco ( io sono un italiano di madrelingua tedesca e mentalità tedesca ma nonostante questo probabilmente più italiano di tanti Italiani). Quindi secondo mè Schettino non è il classico Italiano (quelli li abbiamo visti quando hanno prestato aiuti ed in parte sono anche morti per questo e Hitler non era il classico Tedesco (fra l’altro era Austriaco) questo solo perchè se ne era parlato in Tv. Quindi smettiamola di fare i soliti bambini e attribuire colpe a personaggi di 70 anni fà passandoli per tipici tedeschi è assolutamente stupido. Come è assolutamente stupido passare Schettino come il classico commandante Italiano, perchè altresì non è vero. Giorgio Wunderlich Bolzano.

  26. maria cristina giongo scrive:

    Gentile Giorgio,

    condivido pienamente! In quanto a Mara Venier devo dire che quest’anno la sua conduzione mi piace; è molto equilibrata e seria, soprattutto rispetto a quella trasmissione che avevo visto allora.

    Io vivo in Olanda e anche qui hanno attaccato gli italiani per via di Schettino; ho anche reagito con dei commenti sui loro blog. Ma devo dire che non hanno usato i toni dei tedeschi.

    Buon fine settimana, Giorgio!

  27. alicecvolta@hotmail.com scrive:

    Sto cercando persone che vogliano fare una class action o una pagina perche’ il programma di Mara Venier vada in onda in una fascia protetta. Tre giorni fa ho acceso la televisione e c’ era una donna che raccontava come il nipote era stato ucciso il giorno prima dal padre schizofrenico dopo aver picchiato la madre anoressica perche non mangiava. Ho acceso per scherzo la televisione dicendo ai miei 3 figli dai 5 ai 2 anni: “siccome avete litigato e non vi sitete voluti mettere d’accordo per punizione niente cioccolata e si guarda la televisione italiana” (vivo in Belgio e vedo rai 1 senza avere particolari parabole), cioe’ tutti volenti o nolenti nel Belgio si ritrovano ad avere Rai 1 senza altra scelta oltre a un canale fininvest, sempre in stile. Quindi sono rimasta senza parole e i miei bambini mi chiedevano cosa era successo e io non potevo fare altro che scuotere la testa. Io credo che siamo alla perversione e il sadismo, e che la televisione pubblica e’ anche nostra e dobbiamo fare qualcosa, non possiamo rimanere inermi, se c’ e’ qualcuno che la pensa nello stesso modo per favore mi contatti!

  28. maria cristina giongo scrive:

    Gentile signora,

    La capisco benissimo e proprio per questo spero anch’io che il Suo appello venga accolto, soprattutto dalla RAI, che qualche volta ” legge ” il nostro
    Cofanetto Magico.

    In effetti il problema non è più la conduzione di Mara Venier, che dalla puntata “incriminata” che io ho tanto criticato, ora mi sembra più coinvolta seriamente e professionalmente quando tratta certi argomenti su cui c’è poco da ridere…
    Ma il problema è che la RAI, per fare ascolti, sviscera questi temi senza ritegno.

    Anch’io, come giornalista, avrei sicuramente EVITATO certi particolari tremendi del racconto della nonna del bimbo gettato nel Tevere dal padre, con tanto di particolari su come è stato buttato per terra prima e poi”lanciato nel cielo” sino alla triste fine nel fiume. Scriverli, accennarli, è ben altro che raccontarli in TV!

    Forse le converrebbe lanciare il suo appello anche in un’apposita pagina su facebook.

    Comunque mi creda, ( considerato che dal Belgio non lo vede) anche Canale Cinque non è da meno; nel programma di Barbara D’Urso conta solo fare sensazione e spesso anch’io mi domando che cosa possano provare i bambini all’ascolto di quei programmi pomeridiani nel sentire simili elenchi di orrori. Senza contare “le facce” che fa la signora D’Urso durante le interviste, spalancando gli occhioni, agitandosi, inserendo pause di finta drammaticità…oramai la prendono in giro tutti per questo!

    Ricorda quando il famoso Zio Michele del delitto di Avetrana si mise a mimare in televisione (!!!!) l’atto con cui aveva ucciso la nipotina e come l’aveva calata nel pozzo?

    In quei momenti NOI adulti ci sentiamo male…tanto male; figuriamoci i bambini!

    D’altra parte, se rimanessero indifferenti davanti a tali atrocità forse sarebbe ancor peggio. Abituarsi alla crudeltà sin da piccoli è solo un danno per la psiche del bambino che a quella età dovrebbe solo, anzi AVREBBE SOLO IL DIRITTO di giocare, essere felice; e vedere programmi di cartoni animati, natura, animali, favole.

    Cari saluti e spero che la Rai leggendo la sua email rifletta sulle sue sagge parole, di cui la ringrazio tanto!

    • alicecvolta@hotmail.com scrive:

      Guardi, io sono cresciuta come tutti i miei coetanei italiani, con bim bum bam, e le tragiche storie giapponesi che ci propinavano e ne ho risentito. Ora se devo punire i miei bambini piuttosto che accendere la TV italiana li sgrido! Ma un po’ di amore per il mio paese mi e’ rimasto, facciamo qualcosa!!! Sono contenta che almeno una persona mi abbia risposto, mi sento meno sola, ma non so se ho il tempo di seguire una vera e propria causa di questo tipo, non sono una giornalista ne vivo in Italia.. qualcun altro? Speriamo…

      • Maria Cristina Giongo scrive:

        Cara Alice,

        coraggio! La capisco; anch’io vivo all’estero, in Olanda, e proprio per questo guardo la tv del mio Paese, anche per sentire la mia lingua….

        Ma qualche volta mi sembra che l’Italia sia regredita, più che progredita.

        E queste presentatrici che si danno tante arie, per cui la tv è diventato un salotto dove fare quattro chiacchiere con i loro amici, sempre gli stessi, che loro chiamano “amore, tesoro,”. Si sentono protagoniste, fanno la boccuccia a cuore, si slacciano la camicetta sino all’ultimo bottone ..della decenza per mostrare i seni…UFFA!!!! Ma noi donne NON siamo solo questo!

        Allora concludo come ha concluso lei…..speriamo!!!! E grazie al cielo ci sono persone che sono così in gamba, come lei e le nostre lettrici da aver comunque ancora l’energia di scrivere per far sapere come la pensano! Viva le donne! E viva…le donne che sono all’estero, di cui si parla troppo poco!
        Cari saluti,

        Cristina

        • alicecvolta@hotmail.com scrive:

          E’ bello dire la verita’ e sognare..pensi se invece di quella mafia di strapagati ci fossero persone capaci libere di pensare a programmi nuovi, magari anche con stipendi di un impiegato e tanti ospiti vari, che trattano argomenti specifici. Tutti questi quiz sono una prevaricazione, una provocazione, come e’ una provocazione ‘la prova del cuoco’ in cui spesso non sanno nemmeno cucinare, la rai sembra una casa di riposo con qualche badante sparsa qua e la.

  29. ritalba scrive:

    a me piace molto mara……..anzi quando dice le brutte notizie non le ricama anzi lo fa con vero cuore…..come se fosse una di noi…….come si può venire in trasmissione??????????????’

    • Maria Cristina Giongo scrive:

      In effetti, dopo l’episodio che ho raccontato e che comunque continuo a pensare che non andava tanto reclamizzato…anch’io trovo che sia diventata più professionale e coinvolta positivamente ( oltre che seriamente) nelle storie che tratta.

      Per andare alla trasmissione può scrivere a:
      lavitaindiretta@rai.it
      e chiedere che cosa deve fare.

      Allora ..auguri di riuscirci!

      • Vilma scrive:

        Si vede che hanno minacciato di licenziarla…..
        Il problema è che la Venier è preda dei suoi umori del momento, se le scappa da ridere per i cavoli suoi ride, se vuole salutare la sua mamma dice “ciao mamma” con tanto di bacio, a volte sembra divertita da qualcosa che gli spettatori non possono vedere, a volte ammicca a qualche ospite per qualcosa che gli spettatori non possono sapere, spesso sembra che stia su quello sgabello per farci un piacere.
        Magari è una persona di insondabile profondità, certo non si vede!

  30. leonardi scrive:

    Le famiglie,italiane che volevano rimpatriare;le avete fatte scappare dall’Italia solo perchè in difficoltà,ma non vi chiedevano soldi,
    ma soltanto un lavoro ! Per come mi è successo ha Padova !
    Voi avete preferito gli extracomunitari,agli italiani stessi;io già tanto tempo
    fà, meglio dire tanti,ma tanti anni fà,dicevo di che zuppa; erano fatti,
    queste bestie!!! Non è vero che non sono tutti uguali,pultroppo queste bestie dell’Est , sono tutti uguali,non posso spiegare il perchè ; altrimenti ci vorrebbe un libbro !
    Pultroppo questo caso che mi è successo,ha Padova voi della rai,pur avendovi scritto tante volte,non vi è per niente mai interessato! Mai una risposta!!!
    Voi della “vita in diretta” : e dell’Italia sul due,e ha volte diversi altri
    programmi , incominciate ha parlare di queste bestie,incominciate ha capire della loro pericolosità ecc… ma voi della , “RAI” parlate tanto,e solo quello che volete! Ma voi l’avete mai fatta esperienza nei paesi di queste” Bestie” !? Io sono all’estero dal 1971 , e credetemi io di esperienza ne ho tanta , e non ho nessuna voglia di sentire le vostre barzellette,e dei politici italiani ecc… !!! E c’è l’avro con voi della , RAI affinchè non darete pubblico ciò a me successo!!!
    E se questo non succede, vi dirò con sincerità ciò che vi stò per dire,e cioè
    Tenetevi pure i vostri ben , “AMATI ” e voluti extracomunitari,e prendete ha calci nel culo gli italiani,anzi sbatteteli fuori dall’Italia,per come avete fatto con me !!!Ebbene nel concludere,posso rispondere solo così :
    sono straordinariamente felice,di tutto ciò che vi fanno!!!
    Io dico con la mia più profonda sincerità,mi vergogno mi schifo di sapere
    di essere italiano;ed i miei figli , pagano una sola colpa: ” quella di essere italiani ” !!! Là dove un tempo c’era l’Italia. è diventata terra ; RUMENA;
    MAROCCHINA;TUNISINA;CINESE;MOLDAVA; ecc…ecc…ecc…
    ( VERGOGNATEVI DI ESISTERE ) Rappresentate la vergogna della ex ITALIA nel mondo !!!

  31. Maria Cristina Giongo scrive:

    Signor Leonardi,

    non se la prenda troppo! La gente cattiva è ovunque e di qualsiasi nazionalità.

    Su una cosa ha ragione: in Tv si parla troppo poco di questo problema, forse per paura….mentre sarebbe importante farlo.

  32. leonardi natalino scrive:

    Gent.ma sig.ra. Maria Cristina Giongo.
    Lei per quello che riesco ha capire è piena di cultura,sincerità;e
    molto buona. Le sue risposte sono belle,e molto sincere,ecc…
    Avrei molto da dire,ma non posso fare un letterone,tutto in una volta!
    Con il tempo le spiegherò tutto.
    Naturalmente se lei lo desidera,io ho fiducia in lei.
    Quello che lei dice,la gente cattiva è ovungue,è vero,ma con tanti anni
    all’estero mi hanno imparato una regola,soprattutto in Germania!
    I delinguenti tedeschi? Si ma sono nel loro territorio,gli altri via!!!
    In Italia ci sono italiani,che sono delle bestie,ma sono delle bestie nel loro territorio!!! Gli altri via !!! Soprattutto ; Rumeni,Marocchini,Moldavi,ecc…
    Io solo perchè, ho avuto un periodo, con la mia famiglia molto triste,dove tutto mancava,ecc.. decisi di andare in Italia,con precisione ha Padova,
    in quanto pensassi,sarebbe stato più facile trovare lavoro !
    Ma mi misero in condizioni, non di andarmene dall’Italia,ma di scappare
    dall’Italia!!! Ci sarebbero un millione di cose da dire,ma non voglio fare dei libbri,darebbe noia ha lei , e ha me. Sono espatriato dall’Italia nel 1971 mai ho avuto ha che fare con la legge:sia italiana,sia tedescha,sia spagnola. I preti preferivano dare un euro agli stranieri,ma non ha me ,perchè dicevano che io sono italiano! Per me è stata motl dura,e sa perchè? Perchè io sono orfano,e in Italia non ho nessuno!!!
    Ma adesso vorrei incominciare l’argomento sulle donne.
    Lei forse non lo sà!? Ma alla ” RAI ” lavorano gentaglia affamata di sesso,
    mi riferisco hai maschi,soprattutto quelli che hanno da dire,pesci grossi !!! se lei stà attenta guando il cameran inquadra le donne,le inquadra sempre nei punti sessuali! La “RAI “” preferisce le straniere perchè sono disposte ha tutto!!!Come quella moldava della concordia,la rai la prenderebbe subito,ma per scopi sessuali !!!Povera , RAI piange sempre perchè non ha soldi, ma prendere le donne dell’est,per fare sesso c’è l’anno!!!
    Nel concludere gent.ma Maria C.G. La rai non interessano i diritti della donna,soprattutto se è italiana,per questo non ne parla mai!
    Ha loro interessano,le cosce dell’est, seni dell’est,e tutti i punti sexsuali !
    Dimenticando le donne italiane , ed i loro diritti,soprattutto le italiane all’estero!!! Io come orfano,ho sofferto tanto , nella mia vita! Ma una cosa
    non l’ho mai persa,cultura rispetto,per tutte le donne,
    soprattutto , per quelle che sono all’estero,buone,o cattive !
    Anche ha me , piace fare sesso:ma il primo mio passo , è cultura rispetto ecc…ecc…ecc… Ciò che manca alla “RAI “!!! Io sono ha favore dei tutti
    diritti delle donne. Quello che la rai non vuole fare!!!
    Ciao,Maria : buona giornata.

  33. Ezio Forte scrive:

    Signora Giongo, mi fa un immenso piacere leggere che qualcuno può criticare i programmi televisivi, chi li conduce, etc.

    Personalmente mi stanno facendo venire un’ulcera tutti i conduttori, lettori di TG, invitati di un certo livello, etc., che usano la parola “stalking” invece di “molestie”, ignorandone totalmente la pronuncia corretta. Inoltre quasi tutti gli stessi personaggi pronunciano “smoking” e tutte le altre voci che terminano in “ing” accentuando la pronuncia della “g” stessa.
    Come si può far loro capire che stanno dando un pessimo esempio????
    Grazie se mi potrà aiutare
    Ezio Forte

  34. Maria Cristina Giongo scrive:

    Gentile signor Forte,

    la Sua email è già un aiuto e spero che la leggano TUTTI!

    Anch’io resto allibita, non tanto per come pronunciano le parole straniere ma soprattutto quelle italiane, senza nessun rispetto per congiuntivi…passato prossimo, aggettivi…

    Cari saluti e auguri di una serena Pasqua ( senza ulcera! )

  35. lupo soly scrive:

    Oggi 30 aprile alla vita in diretta si parlava della povera Melania e della sua bambina:argomento molto delicato!Il dibattito é terminato con una sguaiata risata della signora Mara Venier e degli altri presenti.Se non avessi assistito a tutta la trasmissione avrei detto che uno dei presenti aveva raccontato una barzelletta:ma come é possibile?

  36. Maria Cristina Giongo scrive:

    Posso solo risponderle che spero che la signora Venier legga il suo commento e sia lei a dirle perchè ridevano…….

Lascia un commento