Editoriale di novembre. Faccio outing: amo facebook.

 photo 001_zps91086126.jpg

Cari Cofanetti Magici, care amiche e amici di facebook,

Oggi faròouting”, tanto per usare un termine alla moda. Nel senso che mi metto a nudo, rivelo, ammetto. Che cosa? Confesso, ebbene sì, che…sono una fans di facebook. Fanaticamente attiva. Clicco, condivido, commento, taggo: posto video, fotografie, compongo e pubblico album delle mie vacanze. Ebbene sì:questo è in nuovo gergo del web!

 photo 002_zps79267a4b.jpg

Sono iscritta dal 2008 e da allora l’ho sempre seguito con piacere. Come un diario giornaliero. Ai tempi della scuola il diario era un quaderno più o meno segreto, che le nostre mamme leggevano a nostra insaputa. Oggi è un racconto più o meno pubblico, spesso destinato agli amici più cari, dove comunichi i tuoi pensieri non più soltanto a te stessa, ma anche a tante altre persone.

Infatti la parola “condivisione” significa proprio “dividere con altri”; e anche “partecipare”. Partecipare alla vita, ai pensieri, alle gioie e ai dolori di molta gente. Vuol dire stringere amicizie nuove e in tutto il mondo. Amicizie virtuali con cui comunicare, riflettere, spesso sorridere o indignarsi.

Tutto ciò è positivo; ovviamente se, come ogni cosa, si usa con criterio, discrezione, rispetto e misura. Soltanto in questo modo rimarrà un gioco, un mezzo di svago e di informazione piacevole ed interessante. Come lo è stato per me.

Per me facebook si è rivelata una fonte di comunicazione costruttiva. Non ho mai avuto esperienze spiacevoli, mai conosciuto persone fastidiose, pericolose. Ma soltanto adorabili “amici” che con il tempo ho anche conosciuto personalmente, senza mai rimanere delusa. Purtroppo non tutti hanno avuto la mia fortuna, compresa una cara amica che si è fidata di un uomo che, una volta tolta la maschera virtuale, si è rivelato un delinquente. Da questa storia ne è uscita distrutta. Anzi, non ne è uscita più. Per me e per tutti coloro che l’hanno conosciuta ed amata è stato un dolore immenso.

Anche su FB tutto dipende da come ti poni, da come ti presenti e da che cosa cerchi. Io ho chiarito subito che non mi interessavano relazioni amorose; fermamente convinta che gli incontri “ad occhi chiusi” sono quasi sempre rischiosi. L’amore e la conoscenza amorosa hanno bisogno di essere “reali”, sinceri; necessitano di un contatto fisico, di poter guardarsi negli occhi, trovarsi nel proprio ambiente, parlarsi di persona. Sconsiglio a chiunque di gettarsi in un tipo di avventura blindata e cieca, con la possibilità di andare incontro a brutte sorprese. Persino alla morte, come è già accaduto.

Su FB ho ritrovato amici dei tempi passati, ex colleghi di lavoro, fra cui tanti giornalisti, compagni di scuola, persino amori di gioventù, con cui è dolce ricordare i momenti più belli, scoprendo che se anche l’amore è finito, rimane un ricordo che ha il calore ed il colore dei più bei tramonti d’estate. Ho addirittura “incontrato” una cara signora, Claudia Tagliabue, che risiede adesso nello stesso condominio dove vivevo con i miei genitori; il suo appartamento è proprio di fronte allo studio medico di mio padre, annesso alla nostra abitazione di allora. Che sorpresa è stato di scoprirlo!Così abbiamo anche scoperto, sempre via Facebook, che una sua amica di lunga data, RITA GAMBERINI,è UNA MIA PARENTE!

Poi ho incontrato virtualmente i figli di una mia ” Tata”, Irma, UNA DONNA A CUI VOLEVO MOLTO BENE da piccola: e lei adorava me, tanto che chiamò sua figlia….Cristina. Ora Cristina e Pierdavide Gobbi, suo fratello, sono diventati miei amici su facebook! Sicuramente la loro mamma sarà felice di vederci insieme, dopo…quasi 60 anni!Starà sorridendo nel meritato Paradiso, dove è volata da poco. Ho ritrovato inoltre persone del mondo dello spettacolo intervistate nel corso della mia carriera, la mia preferita segretaria di redazione di un programma televisivo che conducevo quando vivevo a Milano e così via. Ora siamo diventati tutti amici anche su facebook. Poi le fans del mio amico AL BANO, le famose “albanizzate”, che adesso seguono pure me come se fossi una di famiglia! Per non fare torto a nessuna non cito neanche un nome, perchè sono tutte affezionate e simpaticissime!

Spesso di sera guardo il bravo giornalista Francesco Giorgino quando conduce il telegiornale delle ore 20.00, su Rai 1. Appena terminata la diretta corro a postare sulla sua pagina di FB i miei commenti sulle notizie trasmesse, sulla sua professionalità e persino sul suo look impeccabile. Tempo fa gli suggerii di concluderlo regalandoci un bel sorriso, dopo tante notizie tristi. E lui mi promise di farlo; mantenendo la promessa! Quel sorriso lo dobbiamo a facebook, perchè prima non avrei avuto molte possibilità di comunicare con lui in tempo reale, addirittura due secondi dopo la fine del telegiornale. E di avere la sua (sempre gentile) risposta; che avviene anche, puntualmente…in tempo reale.
Miracoli di facebook e delle tecniche moderne! In questo modo scopri personaggi che prima quasi ignoravi. E TI PIACCIONO PURE!

Poi ti può capitare, come è accaduto a me, di conoscere persone come Raffaella Lecciso, per esempio, accorgendoti di quanto siano diverse “dal personaggio pubblico” creato dai media. Infatti, quando in seguito ho conosciuto Raffaella personalmente sapevo già che era bella non solo di fuori, ma anche di dentro. In questo modo possono nascere amicizie vere che dureranno nel tempo.

 photo 003_zps04651baa.jpg

Lo stesso discorso vale per le notizie che arrivano prima via facebook che …dai giornali! Postate immediatamente grazie a video amatoriali o riprese dai cellulari, come nel caso di inondazioni, sciagure, incidenti. Per la mia professione di giornalista sono molto importanti.

 photo 004_zpsd1b6ea09.jpg

Foto Hans Linsen. Nel mondo virtuale la pagina di facebook resta sempre aperta…

Purtroppo capita anche di imbattersi in video postati da pazzi e in alcuni, terribili, con immagini di malatrattamenti a bambini, donne ed animali; spesso mi rifiuto di vederli e farli girare, pur sapendo che possono rivelarsi importanti per la polizia postale allo scopo di rintracciare i disgraziati che li hanno girati. In questi casi sto male; ne soffro.
Come mi accade sempre davanti alla crudeltà di certi uomini. La vita è anche questo: FB ne è la prova immediata.

Per il resto è molto rilassante di cercare e postare le canzoni più belle, anche del passato, che desideriamo dividere con gli altri. Simpatica la tradizione di ricevere, per il proprio compleanno, una miriade di messaggi augurali, fotografie di fiori e torte…. da parte di tante persone, da tutte le parti del mondo!

Se, come me, siete interessati agli altri, FB vi dà la possibilità di conoscere un grande universo, popolato da ogni tipo di personaggi diversi, animali diversi, modi di vivere diversi….

Spesso i miei figli mi redarguiscono per il tempo che trascorro sul web, lanciando battutine tipo: “uffa, mamma, sei sempre su facebook!” Oppure: “e, per carità, non pubblicare le nostre foto, per via della privacy.” Già, loro sono giovani, loro alla privacy ci tengono; noi mamme invece chiaccheriamo con tutti! Proprio come abbiamo sempre fatto con le altre madri quando li andavamo a prendere a scuola! O quando facciamo le spese, quattro chiacchere per socializzare.

In quanto alle foto, le NOSTRE, le mettiamo, eccome! Mentre cuciniamo, mentre lavoriamo, mentre giochiamo con i nostri animali domestici o facciamo sport. Persino in costume da bagno, in calzoncini corti, in abito lungo. Perchè “quelle” siamo noi! Noi donne che amiamo curarci, vivere la vita, scambiarci emozioni, illusioni, delusioni; ma anche gioie infinite che ti fanno ridere; e che vorresti facessero ridere anche i tuoi amici virtuali quando ti scrivono che sono tristi.

 photo 005_zpsb14b2626.jpg

Foto M.C.Giongo. Anche il mio criceto nano Ciop (della specie Roborovskij) adora “giocare” con il computer.

Concludo ripetendo la raccomandazione di godervi questa gradevole esperienza tecnologica con piacere ma sempre con molta cautela; perchè purtroppo al mondo ci sono tanti malvagi che usano la fiducia della gente buona per i loro scopi loschi e cattivi.

Adesso, prima che mio marito prenda me e il mio computer, a cui sto attaccata come una cozza da stamattina e… “ci” getti dalla finestra, mi decido a spegnerlo. Ma non prima di aver dato un’ultima, veloce… occhiatina a FB; tanto per vedere chi mi ha taggata, se ci sono messaggi, notizie, video speciali, commenti, cliccate, condivisioni.

Buon facebook a tutti voi e, oggi, giorno di tutti i Santi,
un bacione in più dalla vostra, come sempre vostra affezionata,

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Proibita la diffusione del testo e delle foto senza citare autori e fonte di provenienza.

P.S. Sorpresa! Facebook ha messo anche una pagina su di me come “personaggio pubblico”
Allora, che cosa aspettate a cliccare “mi piace”???!!! link qui

Inoltre, sempre su FB, troverete due pagine dei fans del Cofanetto magico: Il Cofanetto Magico su facebook (groups)
Il Cofanetto Magico su facebook (pages)
E ovviamente la mia pagina ufficiale: Maria Cristina Giongo su facebook

Hanno collaborato a questo numero:

Imma Paone
Marica Caramia
Pietro Pancamo
Valentino Di Persio
Mauro Almaviva
Alessandro Perrone
Cristina Giongo
Hans Linsen (foto)

Direzione:
Cristina Giongo

Assistenza tecnica:
Marica Caramia
Hans Linsen

Il materiale fotografico pubblicato in questo articolo è stato prelevato da Internet, quindi valutato di pubblico dominio. Qualora i soggetti interessati o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo e si provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate. Proibita la diffusione del testo senza citare autore e fonte di informazione.
Proibita la riproduzione del testo senza citare autore e fonte di informazione.

Tags: , , , , ,

4 Responses to “Editoriale di novembre. Faccio outing: amo facebook.”

  1. Claudia Tagliabue scrive:

    Cristina, che dire, nulla, hai detto tutto tu e molto esplicitamente, quindi seguiremo senz’altro i tuoi consigli…. Aggiungo che anche per me, la scoperta di facebook è stato come scoprire nuovi orizzonti, ho “amici” in tutto il mondo, pochi, ma buoni……ci si confronta, impariamo usi e costumi diversi e un giorno, chissà, forse ci abbracceremo…. Grazie per avermi citata è un onore !!! Grazie per avermi fatto “incontrare” FRANCESCO GIORGINO; persona squisita, di una signorilità impagabile e grazie a te, ora ci regala bellissimi sorrisi…..!!! Grazie di essere mia amica !!!

    • admin scrive:

      Prego, cara Claudia! Anch’io sono felice di averti incontrata su facebook, nonostante già “un filo” ci unisse senza che lo sapessimo…..da anni ed anni, tanto che, addirittura , ora vivi nello stesso condominio dove vivevo io con i miei genitori! Miracoli di facebook!
      Sono contenta che tu abbia incontrato Francesco e tanti altri amici come Mauro, Marica, Valentino, ecc. ecc. Buon fine settimana e un bacione!

  2. Isabella Connors scrive:

    Cara Cristina,

    Sono d’accordo con te. Adesso che vivo cosi lontano da tutti i miei, Facebook mi da l’opportunita’ di “stare insieme” con tutti voi. Mi preparo un caffe’ e leggo i posti degli amici in Italia, Olanda e Amerika senza lasciare la mia sedia commoda :-)

    Vi auguro un bel weekend xoxo
    Isabella

    • admin scrive:

      Cara, dolce, Isa, in effetti è proprio così. Anche se siamo lontane facebook è anche un mezzo di unione. Spero che stiate tutti bene e ti mando un bacione,
      la tua amica …da sempre!

Lascia un commento