Editoriale di gennaio. Capodanno in ospedale. Un nuovo anno da iniziare con tanto amore, sogni e desideri da realizzare.

 photo fuochiartificiofoto1Cofanettomagicocapodanno_zps3f4af8da.jpg

Cari lettori online, cari Cofanetti magici, redattori, scrittori, giornalisti,

BUON ANNO! Si ricomincia. Il 2013 è passato, fra eventi buoni e meno buoni.
Alcuni di voi hanno trovato un nuovo lavoro. Altri lo hanno perso. Qualcuno ha incontrato l’amore. Qualcuno lo ha abbandonato. Sono nati dei bambini, continuazione della vita. Ci hanno lasciato delle persone care, fra cui mia madre. In conclusione:ognuno di noi ha avuto la sua solita dose di fortuna e sfortuna. Dobbiamo farcene una ragione e accettare questa mistero della vita. Per non morire in anticipo.

 photo Capodano2014-2_zpsce5e177a.jpg

Novembre 2013. Il Parktheater di Eindhoven (Olanda), prima dell’inizio dell’opera Il Barbiere di Siviglia (in versione moderna.) Contrariamente a quanto è avvenuto con la rappresentazione alla Scala di Milano della Traviata in versione moderna (contestata e fischiata!), in Olanda ha avuto successo. E pensate che il Barbiere di Siviglia è entrato in scena su…un motorino!Il resto ero uno spasso unico! Divertente! Foto di Maria Cristina Giongo.

Allora non voltiamoci più indietro, se non per conservare le esperienze negative per quanto ci hanno insegnato; e tirare fuori quelle positive, i momenti felici, per quando ne avremo bisogno. Andiamo e guardiamo avanti. Dopo aver goduto delle meravigliose luci dei fuochi d’ artificio, che hanno rischiarato per un attimo i cieli di tutto il mondo, adesso pensiamo a questo 2014 appena iniziato.
Abbiamo un intero teatro vuoto da riempire.

Vi lascio allora con una foto, fatta proprio per voi, e una riflessione: provate a pensare come potrete e vorrete riempirlo, questo teatro. Prima di tutto con molto amore: amore nel senso universale, non solo rivolto ad un solo uomo o ad una sola donna. Amore per i figli, anche quando ci fanno disperare, amore per il nostro prossimo sofferente, amore per le persone anziane, povere, sole, abbandonate. Amore e aiuto per le popolazioni in guerra, e per quelle che patiscono la fame. Amore per tutti e tutto: animali compresi. Poi rispetto: per chi non la pensa come noi, per la natura, per i più deboli e per chi non ci assomiglia nelle scelte di vita ed affettive.

Ieri sera, dopo aver cenato, con mio marito ed i miei figli siamo andati in un ospedale olandese, vicino a casa nostra, per iniziare l’anno nuovo con chi era malato. Io ho portato il panettone e abbiamo brindato a mezzanotte con….la limonata! Infatti…eravamo in un reparto di chirurgia con due persone operate allo stomaco e all’intestino, a cui era pure stato inserito un sondino….Quindi non c’erano molte altre possibilità di mangiare e bere! Eppure è stato un Capodanno veramente bello, pieno di amore e di solidarietà; dalle finestre dell’ospedale abbiamo visto i fuochi d’artificio e ci siamo abbracciati tutti con tanto affetto. Chi stava bene e chi stava meno bene. Quale modo migliore poteva esserci per iniziare il nuovo anno? Tornati a casa poi mio marito ed io abbiamo bevuto lo champagne e i miei figli sono andati in città a continuare i festeggiamenti con gli amici.

Infine fate un elenco dei vostri desideri e dei sogni che vorreste realizzare nel 2014; immaginatevi di posarli tutti sul palco della foto, come pacchetti da aprire nel corso dei mesi a venire. Ovviamente bisogna anche darsi da fare perchè i propri scopi, i propri desideri e sogni si avverino. Niente arriva senza che ci attiviamo perchè sia possibile.
La fortuna esiste, ma colpisce raramente. Non contiamoci troppo. Guadagniamoci quindi la nostra fortuna lottando: anche per il NOSTRO bene.

Sarei tanto felice se sotto a questo editoriale, nei commenti, scriveste che cosa vi prefiggete per il 2014, in modo che il prossimo anno, rileggendoli, tireremo insieme le somme e vedremo quanti dei vostri desideri si saranno avverati.
Un abbraccio a tutti, felice Anno Nuovo, ….Cin cin, prost…

 photo articolocapodannopercofanettofoto3_zps887bf735.jpg

dalla vostra, come sempre vostra affezionata

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Proibita la riproduzione del testo e della foto (coperta dai diritti d’autore), se non citando la fonte d’informazione e l’autore stesso.

Tags: , , , , , ,

4 Responses to “Editoriale di gennaio. Capodanno in ospedale. Un nuovo anno da iniziare con tanto amore, sogni e desideri da realizzare.”

  1. Bianca scrive:

    La tua sensibilità e la tua attenzione verso chi è in difficoltà (ci) colpiscono sempre Cristina… a te, ad Hans, ai tuoi figlioli e ai tuoi cari, naturalmente a chi scrive sul “Cofanetto” cari auguri di un sereno e prospero anno nuovo 2014, che sia molto migliore del 2013 ma peggiore del 2015 :-)
    Che cosa mi prefiggo personalmente per il 2014?
    Perdere qualche chilo, portare avanti progetti e rimanere in buona salute.
    Etcetera. Non sarebbe male, no?!
    😉
    Buon anno!
    Bianca

  2. Angela Ceci scrive:

    CARA CRIS PER IL 2014 NON CHIEDO TANTO CHIEDO CHE QUESTE DUE ERNIE AL DISCO CHE HO MI VENGONO TOLTE AL PIU PRESTO ANCHE SE HO TANTA PAURA PERO RIPOTRO CAMMINARE BENE DI NUOVO ! PER LE MIE FIGLIE CHIEDO UN PÒ DI SERENITÀ IN PIU SPECIALMENTE A NICOLETTA LA MIA PRIMA FIGLIA CHE DOVRA PARTORIRE A METÀ MARZO E GLI VADA TUTTO BENE SIA A LEI CHE AL BAMBINO , AVENDO LA PLACENTA PREVIA ! PER FRANCESCA CHIEDO CHE SI RAVVEDA E DECIDESSE UNA VOLTA PER TUTTE QUELLO CHE DEVE FARE CON IL COMPAGNO PERCHÉ LUI LA MALTRATTA E UNA MAMMA SOFFRE SENTENDO QUESTE COSE MA E’ SOLO LEI CHE DEVE DECIDERE IO PIU DI UN CONSIGLIO CHE LE POSSO DARE NON POSSO FARE DI PIU’! POI C’ E FABIANA L ‘ULTIMA CHE STUDIA MEDICINA AL POLICLINICO A BARI NON POSSO CHE AUGURAGLI DI ARRIVARE ALLA METÀ CHE SI E’ PREFISSA ! LE MIE TRE FIGLIE E I MIEI QUASI QUATTRO NIPOTINI SONO LA MIA VITA !QUESTO E’ QUELLO CHE CHIEDO PER ME E LA MIA FAMIGLIA !! POI VORREI CHIEDERE AL SIGNORE IDDIO CHE VEGLI SU QUESTA TERRA SUGLI AMMALATI CHE FORSE NON FANNO IN TEMPO A GODERSI QUESTO NUOVO ANNO , AI BIMBI DI TUTTO IL MONDO DI DARGLI UN FUTURO MIGLIORE E CHE ABBIANO CIBO PER NUTRIRSI E CALORE PER RISCALDARE I LORO CUORI ,E LA PACE NEL MONDO MAI PIU GUERRE ! AI POVERI SENZATETTO DI AVERE UN RIPARO ! MI AUGURO UN MONDO MIGLIORE PER TUTTI !

    • admin scrive:

      Bellissimi propositi, cara Angela Ceci! Ti auguro soprattutto che tutto si risolva per il meglio per Nicoletta ( vedrai che anche il parto andrà bene!). In bocca al lupo per le due ernie. Ti mando tanta fortuna e coraggio. Oltre ad un bacione immenso!

  3. Angela Marcella scrive:

    Per il 2014 chiedo un mondo migliore..un’utopia probabilmente ma io ci credo!

Lascia un commento