Notizia dell’ultima ora: è morto il principe Friso d’ Olanda in coma da 18 mesi.

Una luminosa immagine del principe olandese Johan Friso

Stamattina Friso se ne è andato, scivolando dal silenzio che avvolgeva il suo cervello spento da tanti mesi, alla morte. In quel paradiso dove ognuno di noi, un giorno, speriamo, ritroverà la parola, la sua anima, i suoi cari, nella gioia eterna.

 photo IlgiornodellanascitadellasuaprimafigliaconlamoglieMabelelamadreBeatriceallepocareginadOlanda_zpsf117b584.jpg

Johan Friso con la moglie Mabel e la madre Beatrice d’ Olanda il giorno della nascita della prima figlia.

Johan Friso aveva 44 anni e dal 17 febbraio del 2012 era in coma dopo essere stato investito da una valanga mentre sciava a Lech, in Austria. Fu ricoverato nell’ ospedale cittadino e poi a Londra, al The Wellington, dove i medici fecero di tutto per mantenerlo in vita. Sua madre Beatrice, all’ epoca ancora regina d’Olanda, lottò accanto a lui per la sua vita, senza rassegnarsi: anche la moglie Mabel, per sposare la quale rinunciò alla successione al trono. Infatti Mabel aveva un passato piuttosto…tumultuoso. Tuttavia con il tempo Mabel seppe conquistare il cuore della suocera e mise al mondo due bimbe, Luana e Zaria.

I primi di luglio i medici dissero chiaramente alla famiglia che Friso non si sarebbe mai più ripreso e che non c’ erano più cure possibili nel suo caso. Pertanto fu riportato nei Paesi Bassi al palazzo Huis ten Bosch, all’ Aja. La moglie lo seguì con le figlie per trascorrere le vacanze “ con lui”.

Lo scorso aprile Beatrice ha abdicato a favore del figlio Willem Alexander, diventato re d’ Olanda. Sperava così di poter dedicare più tempo al povero Friso. Si sedeva vicino al suo letto e gli parlava, gli leggeva dei libri….
Pare che una volta avesse mosso le palpebre durante una di queste sedute. Ma il debole filo che lo teneva in vita purtroppo si è rotto definitivamente.
Re Willem Alexander e la moglie Maxima hanno ricevuto la triste notizia in Grecia, dove stanno trascorrendo le vacanze con le figlie.

Chi vuole rileggere l’ articolo che scrissi al tempo dell’incidente può cliccare su questo link
o trovare altre notizie nel mio sito www.mariacristinagiongo.nl, alla voce “articoli” (pubblicati per giornali cartacei nazionali)

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Questo blog non è sponsorizzato e non ha connotati politici. Non può inoltre considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Tuttavia il suo direttore e gestore è regolarmente iscritto all’ordine internazionale dei giornalisti di Roma. Parte del materiale pubblicato può essere stato prelevato da Internet, quindi valutato di pubblico dominio. Qualora i soggetti interessati o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo e si provvederà prontamente alla rimozione dei testi e delle immagini utilizzate. IL GESTORE NON E’ RESPONSABILE DEI CONTENUTI DEI COMMENTI PRESENTI NEL BLOG (Sentenza Corte di Cassazione n. 10535/2008)

Proibita la diffusione del testo senza citare autore e fonte di informazione.

Tags: , , , , , ,

Lascia un commento