Kate Middleton di Gran Bretagna e Máxima Zorreguieta d’Olanda; seni nudi e visite in ospedale.

20 settembre 2012.
La principessa Máxima d’Olanda visita la famiglia Huijberts nel reparto di terapia intensiva neonatale dopo l’apertura ufficiale del nuovo reparto “Vrouw Moeder Kind” (Donna, Mamma, Bambino) all’ospedale Máxima Medisch Centrum di Veldhoven. Foto ANP POOL, KOEN VAN WEEL. Proibita la riproduzione.

Non se ne può più dei seni al vento di Kate Middleton di Gran Bretagna, seguiti ora dal fondo schiena e da altre parti intime in risalto. Adesso che abbiamo visto tutto, ma proprio TUTTO, speriamo di farcene una ragione e di dormire sogni tranquilli.

 photo KateMiddleton_zps4fef2d66.jpg

La principessa inglese Kate Middleton, moglie del Principe William, attualmente al centro di uno scandalo.

Infatti Kate Middleton è fatta precisamente come noi: noi donne. Due seni, un sedere, un naso, due orecchie. Niente di speciale; come non è speciale la sorella Pippa. A parte il nome. Quello sì, che andrebbe censurato! Almeno in Italia! Per il resto sono ragazze normali; anzi, a voler essere sincere, ce ne sono anche di meglio in giro: in tutto il mondo.
Il problema è che Kate ha sposato il principe William; consenziente. Nessuno l’ha obbligata. Quindi sapeva che il suo ruolo le imponeva certe regole da rispettare.

Nel senso che una ragazza comune, maritata con un uomo comune, può anche levarsi il reggiseno in spiaggia o sulla terrazza di casa. Lei no. Semplicemente perchè ha una funzione pubblica e quindi viene seguita passo per passo in tutto quello che fa. Non è una novità. Della serie: gira nuda per casa quanto vuoi, magari indossando solo stivaletti di pelle se ti piace, oppure pantofoline con il coniglietto davanti o anche solo una goccia di profumo Chanel.. ma in terrazza è d’obbligo il costume da bagno. Senza è sconveniente, soprattutto per una principessa.

Nel frattempo, mentre infuriava la polemica sul topless della mogliettina di William (lui per fortuna in pantaloncini da bagno! Almeno il suo sedere ci è stato risparmiato…), un’altra principessa si è presentata in un ospedale del suo Paese, completamente vestita (di rosso fuoco), per inaugurare un nuovo reparto di un centro speciale di neonatologia. Parlo della principessa Máxima Zorreguieta d’Olanda, più precisamente Máxima d’Orange.

 photo Maxima-WvandeDonk-JMikkers_zps883a82b1.jpg

20 settembre 2012
La principessa Máxima al suo arrivo davanti all’ospedale che porta il suo nome stringe la mano al sindaco di Veldhoven Jack Mikkers, a cui viene presentata dal commissario della regina Wim van de Donk. (Foto Hans Linsen)

E’ accaduto giovedi scorso, 20 settembre, all’ospedale Máxima Medisch Centrum di Veldhoven, nel centro “Vrouw, Moeder, Kind”, (Donna, Mamma, Bambino). Sono stata accreditata come giornalista per partecipare a questo avvenimento e ne sono fiera. Vedere da vicino una principessa non capita tutti i giorni! Anche se per me è la seconda volta. La prima avvenne il 2 febbraio 2002 quando sposò Willem Alexander, erede al trono d’Olanda. In quell’occasione feci un reportage di 5 pagine pubblicate dal settimanale OGGI, della Rizzoli Rcs-periodici.

 photo Maxima-RvantHullenaar_zps84f86fc4.jpg

La principessa Máxima con dietro di lei il presidente dell’ospedale Máxima Medisch Centrum di Veldhoven ( Olanda) che poi ho intervistato, Rob van ‘t Hullenaar.
Copyright Hans Linsen.

“Il nostro scopo è di mantenere in vita i bambini nati prematuri e di assicurare loro un’esistenza felice”, mi ha detto il presidente dell’ospedale, Rob van ‘t Hullenaar, che ho intervistato per sapere di più su questo centro. “Qui cerchiamo in tutti i modi, con l’uso di ricerche scientifiche e di nuove tecnologie, di salvare i neonati venuti al mondo prima del tempo. La qual cosa è possibile anche dopo 24 settimane di gestazione.

Per noi è importante di garantire a loro e alla madre il massimo dell’assistenza, in un clima familiare”, ha continuato il Dottor Van ‘t Hullenaar, “proprio perchè coinvolge tutta la famiglia. Sin dall’inizio ci adoperiamo affinchè il bambino nasca sano da una madre sana. Offriamo anche assistenza psicologica, terapia familiare. L’unicità del progetto è costituita sia da apparecchiature all’avanguardia per la sua sopravvivenza che da un ambiente tranquillo dove i genitori possono stare vicini al figlio: in speciali camere lontane da rumori fastidiosi, senza stress.

Il simbolo del centro è un enorme canguro. Quando un baby nasce prematuramente è necessario riattivare subito il rapporto con la madre: anche a livello di contatto “di pelle”, tattile, affettivo. In poche parole si cerca di rimetterlo nel marsupio della mamma per un altro po’…” Quindi non ci poteva essere madrina migliore per la cerimonia d’apertura della Principessa Máxima, di cui l’ospedale porta il nome.

Devo dire che mi ha colpito molto la sua eleganza, la sua bellezza e spontaneità, il suo sorriso radioso. Máxima è più alta di quanto appare in fotografia e ama molto la moda italiana. Le piacciono le scarpe, soprattutto con i tacchi alti, che valorizzano ulteriormente le gambe bellissime. Quando le ho chiesto se poteva fermarsi un attimo per permettermi di farle una foto si è girata, un po’sorpresa di sentir parlare italiano: poi mi ha donato il suo migliore sorriso. Ecco l’immagine di cui parlo, in questa fotografia per me speciale:

 photo Maxima_zps3171f919.jpg

20 settembre 2012. Copyright di Maria Cristina Giongo

La settimana passata Máxima non ha esitato a tuffarsi nelle sporche acque di Amsterdam percorrendo 2 chilometri a nuoto per i canali allo scopo di raccogliere fondi a favore della ricerca su una grave malattia che colpisce i muscoli: l’ASL. Un’iniziativa sicuramente fuori dal… protocollo reale che tuttavia non ha creato scandalo; anzi, è servita ad aumentare la sua popolarità. Sicuramente più delle foto impudiche di Kate Middleton, che hanno fatto il giro del mondo creando panico fra i reali inglesi. Forse Kate dovrebbe farsi dare qualche lezione di buon gusto dalla principessa olandese; si sa, fra donne e principesse ci si intende meglio!

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

 photo MCGiongo_zpsdd4083d5.jpg

Proibita la riproduzione delle fotografie senza il permesso scritto dell’autore.

La prima fotografia ci è stata gentilmente concessa da ANP-Pool, Koen van Weel. Proibita la diffusione.

Tags: , , , , ,

10 Responses to “Kate Middleton di Gran Bretagna e Máxima Zorreguieta d’Olanda; seni nudi e visite in ospedale.”

  1. lorella scrive:

    Cara Cristina , in queste foto ho visto due donne di buon gusto , Maxima e tu ! Sei sempre bellissima , complimenti per questo articolo ! per quel che riguarda Kate ho una mia teoria …..inizio col dire che un pò mi dispiace di quel che le è successo e sono del parere che non sapremmo mai come è andata realmente ….. lei, nella posizione in qui è non potrà mai rilasciare un intervista a giornali e tv per spiegare le sue ragioni , queste foto hanno avuto una sola direzione e una sola verità : quella dei media e dell’opinione pubblica , molto abilmente può essere stato un tranello di qualcuno , insomma , non lo sapremmo mai ! queste piccole mancanze di etichetta , secondo me , rivelano semplicemente che è una ragazza “vera ” , semplice e non maliziosa , la malizia è soltanto di chi la crea con frasi equivoche , paragoni , supposizioni e scatta foto unicamente per soldi . Allora, aggiungiamo una terza donna di buon gusto ?ma si dai !

  2. Maria Cristina Giongo scrive:

    Grazie, cara Lorella, per il complimento: sei sempre molto gentile!

    In effetti a mio marito e a me hanno fatto i complimenti dicendo che eravamo i più eleganti. Alcuni fotografi olandesi erano venuti con i sandali… ( a parte che faceva veramente freddo! ). Noi italiani siamo quelli meglio vestiti, in assoluto.

    Circa Kate, capisco il tuo commento. Ma purtroppo, anche se sei una ragazza comune devi tener conto che quando diventi principessa purtroppo non puoi e non potrai mai più fare la vita di prima. Lo so, che non è giusto ma è lo scotto che si deve pagare per una vita di agi, sempre sotto i riflettori. Non si può avere tutto…Adesso avrà imparato la lezione e capito la crudeltà di certi fotografi e giornalisti che pur di fare soldi …venderebbero la madre, come si suol dire.

    Il fotografo avrà guadagnato tanti di quei soldi con quelle foto che si sarà già comprato una casa; voi non avete idea di quanto i giornali siano disposti a pagare per immagini del genere!

    Ciao, ciao! Cari saluti,
    Cristina

  3. lorella scrive:

    Si , hai ragione è vero , lo sapeva sin dall’inizio di ciò che comportava sposare william , tutto ciò le servirà perchè non ci sia una prossima volta !!questo sbaglio glielo perdoniamo ….

    Nelle foto si capisce che faceva freddo e complimenti per quel bel cappotto diplomatico che sicuramente avrà accentuato la tua presenza rendendola adeguata ad un intervista cosi importante ! Brava , sai sempre come distinguerti !

  4. mariastella scrive:

    Cara signora Giongo,
    belle foto ma mi lasci dire che Maxima Zorreguieta lo stile, l’eleganza, la bellezza e la popolarità di Kate Middleton li può soltanto sognare.
    Maxima vive una vita di estremo lusso e privilegi, le visite a ospedali e scuole fanno parte degli obblighi “principeschi”.
    Mi permetto di dire che la mise rosso fuoco così vistosa e studiata poco si addice a un luogo di sofferenza e dolore per i piccoli malati.
    Un’altra occasione di sfoggiare un nuovo look.
    Secondo me Lei (intendo Cristina) con il suo bel cappotto è molto più elegante e chic.
    Che poi Kate dovesse mostrare più prudenza sapendo di avere i fotografi alle calcagna ed evitare di esporsi così… beh, qui sono d’accordo Lei.
    Cordiali saluti.

  5. Maria Cristina Giongo scrive:

    Cara Maria Stella, rispetto il suo commento…penso però che il rosso sia stata una scelta per portare un po’di allegria…

    Grazie per i complimenti!

    Cari saluti

  6. mariastella scrive:

    Cara Cristina,
    grazie a Lei per il suo bell’articolo.
    Certo anche la scelta del colore acceso può avere quello scopo… auguriamo felicità e guarigione ai piccoli malati, che poi è la cosa più importante!
    Un caro saluto,
    M. Stella

    • Maria Cristina Giongo scrive:

      Cara Mariastella,

      sono contenta che il mio articolo Le sia piaciuto e ha ragione: auguriamo a questi piccolissimi bimbi di vivere e di vivere felicemente.

      Buona notte!

      Cristina

  7. Andrea Marcus scrive:

    Stupendo articolo carissima Cristina! Sei bravissima! Poi la Principessa Maxima e’ davvero molto bella…. Come diceva anche Lorella, in queste foto ci sono due Signore elegantissime…. Tu cara amica e la Principessa Maxima….e non sto mica esagerando! Non so perche, ma ho uno “feeling” che Kate non si fermera a questo episodio…certo, per un po sara silenzio, ma secondo me arriveranno ancora giorni come e’ stato quello… Lei doveva sapere sin dal inizio che una cosa del genere non si fa e non penso che nessuno ha detto lei come comportarsi o vestirsi in spiaggia…. Pero, speriamo bene! Complimenti ancora carissima amica e buona giornata! Bacioni! :-)

  8. Maria Cristina Giongo scrive:

    Grazie dolcissima amica online; a volte il web ti fa conoscere persone speciali! Come Andrea Marcus, che viene da un altro Paese altrettanto bello e che ci segue sempre.

    Un bacione

    P.S. In realtà io ho sempre avuto esperienze positive anche conoscendo persone via internet; ne ho avuta soltanto una molto negativa ma una sola. Allora non posso lamentarmi! Sarebbe interessante una volta che voi ci raccontaste, care lettrici e lettori, le vostre amicizie (o inimicizie) iniziate via internet, i vari blog, facebook, ecc.

Lascia un commento