Donne cattive. “Ero innamorata di Benigni: sua moglie mi chiese come potevo piangere per un uomo come lui…”

Georgia Luzi, conduttrice di Storie Vere (Rai 1)

Ieri, giovedi 12 gennaio, gli spettatori di Uno mattina, nella parte riservata alle Storie vere, avranno fatto un salto sulla sedia nel sentire le dichiarazioni all’arsenico di una signora di nome Antonella Angelucci (che non si capisce bene chi sia e che cosa abbia fatto nella vita se non due o tre filmetti..): in passato “follemente innamorata di Roberto Benigni”. Il bersaglio delle sue insinuazioni è stata Nicoletta Braschi, conosciuta dall’attore nel 1983 e sposata il 26 dicembre del 1991.

Molto allettante il tema della discussione lanciata dal programma Storie vere.. Donne: amiche o nemiche? Interessanti e non scontati gli interventi delle esperte chiamate in studio, fra cui l’avvocato Annamaria Bernardini De Pace; infine al loro posto i giovani presentatori Georgia Luzi e Savino Zaba. Lei qualche volta… invade il campo, levando spazio agli ospiti (cosa che un vero professionista non deve mai fare). Tuttavia ieri ha saputo tenere in mano la situazione (con molta discrezione) davanti a quel torrente in piena di Antonella Angelucci che non risparmiava frecciate a nessuno, uomini e donne comprese.

Savino Zaba, allibito davanti alle parole della sua ospite.

“Ricordo una notte in cui ero tornata a casa in lacrime”, ha raccontato la signora Angelucci. “ Nicoletta Braschi era a casa mia. Era mia ospite. Vedendomi in quello stato mi disse; ma come fa una donna bella come te a piangere per un uomo così?”
Pronto intervento della conduttrice Georgia: “Si vede che non era ancora innamorata di lui….”
Risposta: “Dopo un mese si è piazzata a casa sua e non ne è più uscita”…

Roberto Benigni e la moglie Nicoletta.

Che altro aggiungere? Si tratta solo di cattiveria femminile, ingenuità o di pura invidia per una donna che le avrebbe soffiato l’uomo bruttino ma intelligente (e soprattutto ricco e famoso)? Ai posteri l’ardua sentenza…sperando che ora non inizi una nuova telenovela su una coppia giudicata inossidabile; che forse di acciaio inossidabile in casa potrebbe avere soltanto il piano cottura. Certo che noi donne, quando vogliamo colpire, sappiamo essere molto ma molto malvage! Forse senza neanche accorgercene!La trasmissione si è conclusa con una statistica che vi riportiamo qui sotto.

statistica donne amiche o nemiche.

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Tags: , , , ,

53 Responses to “Donne cattive. “Ero innamorata di Benigni: sua moglie mi chiese come potevo piangere per un uomo come lui…””

  1. angelucci scrive:

    gentile signora maria cristina, mi è arrivato da alert google il suo articolo, che chiamerei, poco chiaro, le chiarisco alcune cose. prima si informi sulla mia vita prima di affermare , e dire una certa signora angelucci, con qualche filmetto, chi le sta scrivendo le può dimostrare tutto quello di cui parla, non amo rischiare denunce e conosco la legge, i suoi contatti su internet non sono raggiungibili, ci metta per cortesia una mail raggiungibile. Sì, sono una donna di carattere ed un fiume in piena, perchè sono stanca di essere stata troppo buona e generosa che in italia equivale a coglione. e se avesse sentito bene la trasmissione avrebbe avuto modo di sentire che sono stata massacrata per colpa di una donna, è questo ha bloccato in toto la mia vita, oltre farmi ingrassare di 25 chili. ma non vale la pena spiegare a lei, quel che mi ha offeso e quello che dice di me. quando io ho conosciuto roberto era ancora povero, e le assicuro che lo preferivo quando era povero, perciò non faccia altre allusioni, si infomi meglio, ero anche bellissima e molto più della braschi, il tempo e le persecuzioni, provate dalla magistratura italiana e di cui ho prova, mi hanno certo ridotta male fisicamente e anche nel lavoro. ma io continuo ad avere una grande forza e lotterò sempre contro l’ipocrisia e le donne invidiose che non sanno essere amiche delle donne ma solo sfruttarle e finisco qui, e si ricordi che quello che ho detto io in trasmissione, lo dicono in molti e anche publicamente.. perciò si informi meglio prima di scrivere una certa signora angelucci, mi sarei aspettato questo da un uomo, ma forse Lei è un uomo e non una donna, perchè solo le donne sanno capire quanto altre donne possono essere perfide, io ritengo gli uomini non stupidi ma molto ingenui e bambinoni, bisognosi sempre della figura femminile prima come madre e poi , forse per altro.

    • angelucci scrive:

      ho scritto troppo in fretta ed ho sbagliato alcuni punti e virgola, ma chi vuol capire capisce, aggiungo che su molte cose posso dire di più e lo farò. e mia cara giornalista ” sempre se lo é” ne sentirà delle belle da me. con prove naturalmente.

  2. maria cristina giongo scrive:

    Gentile Signora Angelucci,

    mi spiace che se la sia presa per questo articolo che non mi pareva di insulti. In realtà avevo cercato notizie della Sua carriera ma senza trovarle; e Lei stessa non era stata chiara nel precisare perchè l’avesse lasciata.

    L’indirizzo del Cofanetto dove potete scrivermi c’è; quello mio privato lo dò solo a chi conosco; ma la contatterò anche in privato così avrà anche quello. Per il resto mi può trovare su Wikipedia cliccando il mio nome o leggere il mio sito http://www.mariacristinagiongo.nl in cui vedrà che sono una donna, che lavoro da 40 anni come giornalista per varie testate ( gli ultimi articoli pubblicati li troverà proprio alla voce “articoli” ) e soprattutto che difendo sempre i più deboli ( legga i dossier pedofilia sul Cofanetto magico).

    Mi scuso quindi perchè il mio attacco non era a Lei come persona; e comunque l’errore è stato di chi non l’ha presentata come doveva. I presentatori hanno solo detto: ” qui con noi c’è Antonella Angelucci”. La mia domanda è stata quindi: “ma chi è Antonella Angelucci”?????

    Sono quindi contenta della sua reazione, anche perchè è giusto dare spazio anche a chi è in disaccordo.

    Per il resto non dubito che la Signora Braschi, moglie di Benigni, abbia detto la frase da Lei citata, altrimenti Le darei della bugiarda; e questo sì che sarebbe un insulto. Ma penso anche che per lei non sarà stata felice di aver sentito quello che ha detto. E soprattutto per lui! Se però ha altre rivelazioni, con prove, da fare…. capisco che voglia farle e La seguirò con attenzione.

    Mi spiace per l’episodio di cui è stata vittima e su questo ha tutta la mia solidarietà. Glielo assicuro.

    A presto, allora e non se la prenda; l’impatto di quello che ha detto in Tv è stato forte ma non era mia intenzione di ferirla. Caso mai mi risponda raccontandomi che cosa ha fatto in passato così da conoscerla meglio. Va bene?

    Non si preoccupi per i punti e virgola, sbaglio anch’io quando scrivo in fretta, d’impeto e spedisco senza rileggere; anche se il mio lavoro è proprio quello di scrivere ( da una vita!). Non è importante. Ha fatto comunque bene, ripeto, a reagire se si è sentita attaccata.

  3. maria cristina giongo scrive:

    P.S. Un suo commento doppio è stato automaticamente eliminato e anche quello apparso sotto alla ricetta… della “Ribollita”, perchè non c’entrava con il tema. Ma quello di qui sopra lo riassume più ampiamente.

    Mi sembra strano che non mi abbia trovata su google; come potrà vedere nel mio sito sono usciti anche miei articoli su giornali nazionali fino a pochi giorni fa. E basta cliccare il mio nome su Wikipedia. http://it.wikipedia.org/wiki/Maria_Cristina_Giongo

    Sono iscritta all’Odine nazionale dei giornalisti di Roma dal 1972 come pubblicista e vivo in Olanda.

    Le sue parole, riportate da me, le ho volute risentire due volte, prima di pubblicare, proprio per serietà professionale: e chiunque può ancora ascoltarle collegandosi con il sito di Rai Uno ( Uno mattina, Storie vere, del 12 gennaio).

    Oramai 40 anni di esperienza nel campo mi hanno insegnato a non citare nulla senza prove concrete e registrate. Ma lei ha frainteso; il titolo “Donne cattive” si riferiva al tema del programma. Non a Lei.

    Però…consideri il fatto che quella che forse si sentirà attaccata sarà la moglie di Benigni. Sono sempre stati giudicati una coppia molto affiatata!

  4. Maria Cristina Giongo scrive:

    Cari lettori,

    con la signora Angelucci siamo riuscite a chiarirci in privato, forse capendo tutte e due tanti meccanismi del mondo in cui viviamo; soprattutto provando ad esprimere le nostre idee in modo democratico.

    Come ho scritto nel mio ultimo libro: spesso è proprio attraverso il dissenso che si costruiscono i rapporti più veri, sinceri e duraturi. Non sempre solo con il consenso.

    Le ho offerto uno spazio per parlarci di sè, della sua carriera passata, degli uomini famosi, importanti e potenti che ha amato e che l’hanno amata. Delle donne più o meno cattive incontrate….Per cui appena potrò e vorrà la intervisterò e potrete seguire e giudicare voi stessi, dalle sue parole, la sua storia, che di sicuro non sempre è stata bella. E di questo mi spiace.

    Cari saluti a tutti!

  5. angelucci scrive:

    grazie per quello che ha chiarito. adesso ci sto prendendo gusto a rispondere, non c’e niente di meglio che raccontare. ma voglio charire questa cosa, benigni era povero in canna quando io me ne innamorai… e non era ancora così famoso, lo divenne di li a pochissimo. porto fortuna a tutte le persone che mi conoscono, non faccio nomi ma sono tanti, ora la voglio portare a me stessa per avere una serenità da condividere con le persone che meritano, e a forza di sbagliare ho imparato a scegliere, dicono che solo attraverso il dolore si diventa molto forti, e allora io sono fortissima. e non mi importa dell’eta che passa l’unica cosa che mi fa paura e la malattia di fronte alla quale siamo tutti uguali, e parlo di quelle senza speranza, chiudo CON IL IL titolo DI UNA POESIA DEL GRANDISSIMO TOTO. A LIVELLA. CONSIGLLO, A CHI NON LO CONOSCE DI COMPRARE IL LIBRO.

  6. Maria Cristina Giongo scrive:

    Grazie, Antonella,

    posso capire che avrebbe voglia di “parlare”di fare nomi, di denunciare. E ci vuole molto coraggio a farlo! Anch’io ho lottato tanto, nella vita, contro le ingiustizie, i soprusi. Qualche volta sono stata ascoltata, altre no.

    Una cosa è certa: non è vero che vincono solo i prepotenti e gli usurpatori.
    Se ci pensiamo bene alla fine sono sempre loro a perdere perchè vivere una vita malata, da “furbetti”, pestando i piedi a tutti, alla fine non può rendere felici. Si rimane comunque soli. Soli e odiati.

    Ripeto che anch’io sono felice del nostro chiarimento: come Le ho detto anche privatamente, mi sembrava che la moglie di Roberto Benigni avesse iniziato la relazione con lui per amore; e che l’amore ci sia sempre fra loro due. Io non la conosco e tutto sommato mi pare una persona e attrice piuttosto insignificante. Insomma, non mi interesserebbe intervistarla. Ma dalle sue parole mi sembrava piuttosto indifferente nei confronti dell’attore con cui poco dopo si è messa insieme…

    Ovviamente Lei, che ha vissuto la storia “dal vero”e da vicino, la conosce meglio di me e di tanti altri. Avendo poi vissuto nel mondo dello spettacolo conosce molte altre cose che certamente non tutti sanno….

  7. angelucci scrive:

    SI, NEL MOMDO DELLO SPETTACOLO, ci sono molti che vengono adorati e seguiti dal pubblico, ma credetemi a conoscerli da vicino vi verrebbero i brividi. e voglio cogliere l’occasione per dire a molti, di non idealizare nessuno. le persone bisogna conoscerle bene e mangiarci tanto sale insieme dicevano le nonne, e niente è mai come appare o come sembra. ma mi piacerebbe parlare anche di quelle persone che sono belle, perchè ci sono anche quelle. però voglio farvi anche ridere, sapeste quante sono quelli che chiamano i fotografi e fanno scoop per finta, e qui su questo blog voglio dire, sono stata l’amante nascosta di un uomo molto potente e famoso, attraverso il quale ho aiutato tante persone, quasi tutte irriconoscenti, anzi mi hanno fatto molto male, come una che chiamo la nana malefica, ma tornando al mio rapporto nei 20 anni di relazione, mai nulla è trapelato e neanche una foto esiste perciò questo sia da insegnamento, se vuoi proteggere il tuo rapporto puoi farlo e dico anche un’altra cosa se lo avessi pubblicizzato ci avrei di sicuro guadagnato. adesso grazie alla nana malefica e ad altri che ho aiutato , cì sono persone che sanno e questo alla nana e alle sue amiche non lo perdonerò mai. e prima o poi ne pagherà le conseguenze, anche se posso dire che non è amata assolutamente da chi la conosce questa nana malefica che si professa astrologa. vi basta per adesso?.. alla prossima.

    • Erica scrive:

      Forse sono ottusa, ma chi e’ la nana malefica? Io ho un’idea che forse e’ quella giusta, anche se dare del nano malefico a qualcuno e’ un po’ pesante non crede?

      • angelucci scrive:

        vedi erica, per la risposta che hai dato , sicuramente sai chi è, ma non sarò io a farle publicità, se vuoi fallo, e se do della nana malefica, ho delle ottimi ragioni, che posso anche provare, se hai il coraggio di venirmi a trovare, ti rispondo in privato e ti faccio anche vedere. se sei curiosa?

        • Isabella scrive:

          Forse arrivo tardi, mi sono imbattuta in questo sito solo ora e questa conversazione mi ha molto colpita. Vorrei dire alla sig.na Angelucci che ha tutta la mia comprensione… so cosa significa essere “pugnalata” alle spalle e dalle persone che amiamo. Vorrei tanto avere la possibilità di continuare la conversazione in privato. Una donna forte come te (scusami se non ti do del lei) non può che essere di grande ispirazione. Anche io mi considero, nel mio piccolo, una fenice.

  8. Maria Cristina Giongo scrive:

    Antonella, spesso è la legge di Dio che punisce. Non possiamo farlo noi. Se Lei riuscisse a dimenticare “la nana malefica”, come l’ha definita, forse farebbe del bene a se stessa. A volte la maggior vendetta è il perdono e dimenticare: o, almeno, provarci.

    Se il suo rapporto con questo uomo è durato 20 anni è stato sicuramente molto importante, vero. Altrimenti sarebbe durato 20 giorni, 20 mesi.

    Si concentri su questo e cerchi di riprendere in mano la sua carriera e vita. Questo solo è importante, ora.

    Circa gli astrologi….ci sono quelli seri e quelli meno seri. Come in tutti i campi. Evidentemente la “sua” ha solo sfruttato la sua fragilità del momento. Che tristezza. Mi spiace.

  9. Angela Marcella Guarnieri scrive:

    Il mondo dello spettacolo è spesso definito come un luogo patinato, crudele dove vige la legge di esserci sempre o comunque a qualsiasi costo e compromesso.Decisamente guardo la televisione raramente benche’ paghi un abbonamento e leggo pochissimo i giornali in cui si parla di veri o presunti gossip o dove la volgarita’ e la pochezza di certi testi fa tanta tristezza ma ahime’ tanta tiratura . Per cui le parole della Sig.ra Angelucci – che non conosco- non mi meravigliano più di tanto.I mondi dorati sono tali proprio perchè appaiono invitanti e scintillanti ma sui quali scivola tutto e non rimane nulla.

  10. Megan scrive:

    Nicoletta Braschi è una donna incredibile. Non parlo bene Italiano, ma Vorrei dire, Roberto e Nicoletta si amano molto. (Roberto and Nicoletta love each other very much. This article is bullshit.)

    • Maria Cristina Giongo scrive:

      Signor Megan,

      grazie anche della sua testimonianza; ma non deve dire che l’articolo non è corretto. La signora Angelucci ha detto lei stessa su Rai Uno le parole riportate nell’articolo e che si possono risentire sulla registrazione del programma.

      E le ha dette perchè conosceva la moglie di Benigni. Ne abbiamo parlato e in effetti non possiamo darle della bugiarda senza conoscere i fatti.

      Se lei li conosce meglio della signora Angelucci, allora rispettiamo anche la sua idea.

      • angelucci scrive:

        mia cara megan, io non ho detto che i due non si amano, mi legga meglio, per carità, sono felice per loro che si amano, e spero sempre, mi piace vedere le persone contente e felici. perciò si rilegga tutto. si parla di prima non di adesso, chiarito spero.

    • marta scrive:

      ehi, te sei l’australiana che gestisce il sito internet su Nicoletta Braschi, vero?
      English version
      you are the girl who has a site that talk about Nicoletta Braschi?
      sorry for my english 😉

      • Maria Cristina Giongo scrive:

        Marta, a chi ti riferisci ora? Quale australiana? Quale sito? Mi sono persa qualcosa?

        • marta scrive:

          Megan potrebbe essere la ragazza australiana che ha fondato un sito su nicoletta raschi. è diventata “famosa” perchè si è fatta un giorno in aereo per vedere uno spettacolo della braschi qui a Torino. C’era anche un articolo sulla stampa

          • Maria Cristina Giongo scrive:

            Accidenti, potresti fare la giornalista!!!! Non lo sapevo. Certo, allora potrebbe essere lei, se cerca tutti i blog che scrivono su Nicoletta Braschi. Affascinante mondo di internet…..nel bene e nel male…

  11. Angela Marcella Guarnieri scrive:

    Una domanda ..come mai dopo anni Sig.ra Angelucci lei rivela questa sua relazione.Sono curiosa di conoscere i meccanismi per cui una persona ad un certo punto della sua vita decide di vuotare il sacco..io penso che alcune storie di amore se tali e vere debbano rimanere dentro la propria scatola di ricordi.

    • Megan scrive:

      sono d’accordo.

      • angelucci scrive:

        per angela, non amo essere pubblica, e mi piace la sua domanda intelligente, ho degli ottimi motivi per farlo, e mi creda mi costa molto per il mio carattere. il messaggio doveva arrivare a persone che conosco io ed arrivato, comunque continuèrò a parlare, perchè l’età me lo permette , per rettificare cose che non mi sono piaciute affatto in generale.. nella vita e che ho lasciato correre. ma non posso dirglielo adesso. lo saprà piano piano, e si tranquillizzi , a parte la nota di cui ho parlato, io di roberto parlo bene e mi auguro e gli auguro di stare non bene ma molto bene, con sua moglie. facciamo tutti errori, quello che però siamo oggi è il risultato anche dei nostri errori nel bene e nel male . ed io sono questa, ho troppi sassi sotto le scarpe e fanno molto male.

  12. Francesco Bisogni scrive:

    Gentili Signore,ho letto con piacere i vostri botta e risposta,tranquilli,pacati e soprattutto educati,anche in momenti di disaccordo e porgo a tutte voi i miei complimenti per il vostro comportamento,oggi assai raro.Conosco la Signora Angelucci,ci lega una limpida ed affettuosa amicizia e poso dirvi che chi,come la Signora Angelucci è capace di sentire amicizia limpida e disinteressata,altra cosa assai rara,non avrebbe potuto usare toni di cattiveria nei confronti di chi le ha potuto,anche involontariamente,farle del male.Antonella è una persona che ha subito molto,se così non fosse la Signora Giongo non si sarebbe chiesta,giustamente “chi sarà mai la Signora Angelucci”.Per fortuna Antonella è una di quelle rare persone che non vengono trasformate dal male,non è il quadro di Dorian Gray,al contrario,a dispetto di meri sentimenti di vendetta,lei è alla ricerca di un’altra cosa molto rara,la giustizia e quando si vuole giustizia,vuol dire essere sani dentro.

  13. Maria Cristina Giongo scrive:

    Grazie, signor Francesco, per la Sua lettera e la Sua testimonianza per farci meglio conoscere la Signora Angelucci.

    In effetti potevo capire la sua reazione per un articolo che Le è sembrato un attacco a Lei. D’altra parte io avevo avuto l’impressione che ho descritto e avevo preso le difese della moglie di Benigni, avvertendo un certo astio nei suoi confronti. Durante la trasmissione mi era sembrata …”troppo” arrabbiata e ora capisco che dentro di lei ci sono ancora molti rancori e problemi non risolti. Allora….farebbe bene a levarsi molti…sassolini dalla scarpa, una volta per tutte! Ma questa è solo una mia idea!

    Anche privatamente la signora Antonella ha chiarito la sua posizione; e adesso capisco molti risvolti della vicenda……

    Sono felice anch’io dei toni civili della discussione; così dovrebbe essere sempre, anche quando non si è d’accordo, altrimenti non si costruisce
    nulla di buono.

  14. Francesco Bisogni scrive:

    Grazie a Lei Signora Maria Cristina e lieto di aver potuto dare insieme a lor Signore un esempio di civiltà.

  15. federica scrive:

    mah.. io ho visto la puntata dove c’era la signora Angelucci e quella frase mi è sembrata strana e del tutto fuori luogo.. informandomi su internet su chi fosse questa signora sono venute fuori solo interviste dove parla sempre di Benigni e la moglie.. Facile farsi pubblicità sul successo altrui e soprattutto sui matrimoni altrui.. peccato perchè la sua storia non ne aveva certo bisogno..

    • angelucci scrive:

      non ho tempo per darti una lunga risposta, cara federica , io ho lavorato con un altro nome che adesso neanche ti dico, per sfuggire a una lunga storia di stalcking, tutta provata, dalla magistratura, un giorno ne parlerò e ne sentirai delle belle, quanto al tuo commento, sei libera di dire quello che vuoi, la trasmissione era sulle donne cattive con le donne, quello che ho detto è anche poco al riguardo. e mi riferivo a due mesi prima che nicki si piazzasse a casa ddel suo attuale marito. oggi sono felici, se lo pensi tu ne sono sicura, e me lo auguro per loro, con la mia intervista su diva e donna ho voluto rettificare notizie non vere su roberto e moana pozzi.. e anche fare altro. quanto a nicoletta, ti consiglio di seguire quello che ha scritto Stefano disegn,i facendo satira, su un grande quotidiano nazionale, e come vedi non faccio neanche pubblicità, vai a cercare stefano disegni e lo trovi, ricordandoti , che “NIENTE E COME APPARE”. TI SALUTO .

      • federica scrive:

        signora angelucci penso mi sia spiegata male quindi chiarisco: .
        da telespettatrice mi domandavo cosa c’entrasse, con una storia di stalcking, la storia con benigni e la diatriba con nicoletta braschi, che se lo dice lei, sarà pure vera ma mi è sembrata una forzatura nn richiesta, tanto per fare notizia con il personaggio importante.. e nn a caso in rete il suo nome è sempre associato a questa cosa (guarda caso)..il mio commento non riguardava in alcun modo ne benigni, ne la moglie. e ne tantomeno lo stato di salute del loro matrimonio di cui nn so niente e neanke mi interessa niente sinceramente.. (ma dubito che un vignettista, per qnt geniale e divertente ne sappia + di me, nn esageriamo)
        detto questo la saluto e le auguro tanta fortuna..

  16. Davide scrive:

    E’ veramente una donna stupenda!!!

  17. francesca scrive:

    Alla faccia della privacy! scommetto che se benigni non fosse benigni questa storia era già morta e sepolta

  18. Erica scrive:

    Ba! Ho visto un’intervista di Benigni dove diceva che aveva incontrato la Braschi nell ’80 e dove diceva di amarla veramente, stessa cosa dice la moglie nelle sue interviste . MI scusi,saro’ poco sensibile,ma sa quante persone vengono lasciate al mondo e non ne fanno una ragione importantissima sulla quale discutere dopo vent’anni? Ma che senso ha dirlo ora? Comunque mai sentito la bellissima canzone di Adele ” Someone like you” dove nel ritornello dice ” A volte l’amore dura mentre altre fa male”? La vita e’ cosi’,si vede che non era destino che durasse -.- poi sinceramente io li vedo molto bene insieme.

  19. Maria Cristina Giongo scrive:

    Per Francesca ed Enrica: è vero, se non si trattasse di personaggi famosi non se ne parlerebbe. Ma loro SONO FAMOSI e quindi SEMPRE sotto i riflettori. E’il pegno che si paga per far carriera e tanti soldi.

    Non guadagnerebbero certo 400.000 mila euro per mezz’ora di programma televisivo se non avessero, per anni ed anni, calcato i palcoscenici e quindi “venduto anche la loro vita privata” ( che, oltre tutto, certi personaggi vendono ai giornali e tv per tanto denaro).

    A volte sono loro stessi felici di tanta pubblicità gratuita e se ne fregano se è negativa: purchè si parli ancora di loro. La famosa farfallina di Belen le ha permesso di aumentare il prezzo delle sue comparse nelle varie discoteche e programmi tv di circa 6 mila euro. Solo per una farfallina…..

    Quindi non rammarichiamoci se la privacy dei personaggi famosi viene intaccata; pretendere di essere famoso e pure di mantenere la privacy è troppo! Sarebbe bello ma contro le regole del mercato: che è anche il loro mercato.

    Su Benigni e la moglie tutto sommato non si parla tanto, per cui non mi scandalizzerei per qualche fuga di notizia, passata o presente.

    Ciao a tutte!

  20. Marta scrive:

    Ehm…forse sono troppo giovane per capire queste cose, ma che senso ha dire le cose dopo cosi tanto tempo? Sono passati oramai vent’anni, e dopo quello che e’ successo mi auguro che lei so sia rifatta una famiglia dopo quello che e’ successo. Comunque ripeto,da impulsiva quattordicenne quale sono, non avrei aspettato cosi tanto tempo per dire queste cose.
    P.s chiedo scusa per gli eventuali errori di battitura

    • Maria Cristina Giongo scrive:

      Non ti preoccupare, Marta, per gli errori di battitura. Li faccio pure io, soprattutto quando scrivo in fretta e non ho tempo per rileggere.

      Capisco benissimo il tuo pensiero; ci sono persone come te che dicono subito quello che pensano, ma ce ne sono anche altre che si tengono dentro tutto per anni e poi “scoppiano” in una sola volta!!!!

      Antonella, intervistata dalla RAI, ha mostrato di avere tante cose che ancora non riesce a dimenticare e a perdonare. Per lei potrebbe essere stato un modo di “levarsi un sasso dalla scarpa”; e ti assicuro che ne ha molti altri ….Il mondo dello spettacolo non è certo costituito da “santi”….

      • Marta scrive:

        Capisco il suo punto di vista e lo rispetto,ma sono convinta che certe cose,tipo questa,vadano dette subito. Comunque il passato e’ il passato,e’ inutile stare a crogiolarsi nei ricordi,bisogna alzarsi e vivere il presente giorno per giorno! Saluti

        • angelucci scrive:

          che bella la spienseratezza della gioventù, marta, godila fino a quando arriveranno le responsabilità, spero tardi per te. credi a cristina che sa qualcosa in più di me e non tutto, non avrei mai parlato di nicoletta e roberto se non ci fosse stata una domanda sulla cattiveria delle donne rivoltami, dalla presentarice, quella è la prima che mi è venuta in mente, ma se mi davano ancora spazio, ne avrei dette talmente tante che saresti inorridita, per quello di cui sono capaci certe donnine invidiose, in fondo quello che nicoletta mi disse è niente in confronto alla cattiveria di tante altre persone, e non capisco perchè ti meravigli, ma li leggi i giornali oggi o guardi solo film, ti guardi intorno?.. ecco tutto quello che accade è solo per l’invidia e la voglia di sopraffare i più deboli… se a te sta bene e okei, ma alla mia età se mi fanno una domanda io rispondo , questo è il bello di avere una certa età. Mi permetto di dirtene una, ci hanno riempito di canali gratuiti pieni di film e fiction, così non andiamo a informarci su quello che ci accade intorno, mi dispiace svegliarti , ma se vuoi non soccombere, sii sempre informata e non distratta da altro. io ho vissuto il presente sempre, e perciò ho più cose da raccontare, questo per chiarirti che nulla è stato fatto per il motivo che dici. spero di averti risposto in tutto quello che volevi sapere.

          • Marta scrive:

            Se lei mi conoscesse, saprebbe che moltO spesso, mi ritrovo a parlare con adulti piu’ grandi di me che mi raccontano le loro esperienze, e su molte cose, come ad esempio le situazioni attuali, e come ha scritto lei so anche che uno dei modi piu’ efficaci per distrarre la gente da quello che succede intorno e’ distrarla, tecnica per altro usata durante il ventennio e gli altri regimi totalitari. So anche benissimo che l’uomo puo’ essere molto cattivo,oltre a diventare indifferente quando prende il potere, cercando di accaparrarsi il piu’ possibile,basta guardare i proprietari delle multinazionali che sfruttano bambini di tre anni, ma senza andare molto lontano, basta vedere quello che succede in italia, chiunque sale al potere ruba. E comunque, posso anche essere giovane, ma anche io ho le mie responsabilita’ da assumermi. Dopo quello che le ho scritto, secondo lei sono ancora una quattordicenne libera e spensierata alla quale non importa vivere in un paese che le garantisca un futuro?
            P.s. Per la cronaca, se non si fosse notato, non sono per niente di destra,anzi…ma non vi preoccupate,non mangio bambini

          • Fabrizio scrive:

            Rispondere una cosa del genere a un adolescente è una cosa terribile, ha usato e fatto tutto ciò che non andrebbe mai usato, gli adulti che spiegano agli adolescenti come vedono il mondo non fanno altro che dare una chiave di lettura che se non si ha e non si vede si imparerà col tempo, farsi una propria idea del mondo è un diritto inalienabile dei giovani e lei forse li vorrebbe già vecchi, adeguati a un mondo che non è il loro, disillusi e più tristi solo perché lei a sua volta triste, forse un buon analista e una terapia ben fatta potrebbero aiutarla a ritrovare la serenità perduta o mai avuta, non è mai troppo tardi!

  21. Maria Cristina Giongo scrive:

    Anche questo è vero, Marta! Bisogna alzarsi e vivere il presente, giorno per giorno!
    Crogiolarsi nei ricordi può fare molto male….
    Ti ringrazio per il tuo commento che sicuramente farà riflettere anche gli altri lettori.

    Per il resto, magari ti risponderà la stessa signora Angelucci. Buona giornata!

  22. angelucci scrive:

    non mi crogiolo nei ricordi e tu lo sai, freud mi sembra , ha detto; “per vivere felice, devi avere una memoria corta”. la mia purtroppo è lunga perchè alleno la memoria , se dimentico il male, dimentico anche le cose belle, e non voglio dimenticarle . La memoria è importante, ed è perchè molti la perdono che l’essere umano continua a ripetere gli stessi errori di migliaia di anni or sono, con tutte le conseguenze del caso.

    • Marta scrive:

      Non intendevo questo, io penso che non bisogna cadere nell’autocommiserazione solo perche’ si e’ stati lasciati, devi trovare il coraggio di rialzarti e far vedee che niente ti puo’ scalfire

      • Maria Cristina Giongo scrive:

        Cara Marta,

        il tuo coraggio è molto bello ed è anche bello che lo voglia dividere con gli altri per incitarli a rialzarsi. Spero che questa forza ti accompagni per tutta la tua vita. Non ti conosco ma sento che hai una buona base di ottimismo. Meglio che essere pessimisti.

        Un abbraccio

        • marta scrive:

          grazie per i complimenti. Sono riuscita a vedere la puntata di unomattina da cui è stato tratt questo articolo,e da quello che racconta la signora Angelucci su Nicoletta è niente in confronto a quello che le è successo dopo.
          Tutta questa storia assomigli molto “all’imprinting” che compare nella saga di twilight, bella da leggere la prima volta e basta:lui che lascia lei per un’altra, convinto di aver trovato il vero amore.

    • Nicola scrive:

      Sig.ra Angelucci, mi farebbe piacere scriverle in privato, mi darebbe il suo indirizzo email? Grazie, Nicola.

  23. Maria Cristina Giongo scrive:

    No, cara Antonella, non mi riferivo a te citando “il crogiolarsi nei ricordi” ma a me stessa. Spesso mi accade e la frase di Marta, forse giovane ma mi pare anche molto matura, mi ha rammentato che un tempo mi accadeva spesso.

    Ora meno, per fortuna. Ho imparato a guardare avanti. E capisco che è la via migliore da seguire.

    Hai fatto bene a risponderle tu, che sei la diretta interessata. Certo che anche la tua vita è stata un’avventura unica! Lo so, e dopo averti parlato, ho anche compreso quello che prima non avevo capito e avevo giudicato male.

    Il problema è che non sempre possiamo sapere che storie e che passato si portano appresso le persone intervistate o conosciute per caso.

    Ciao a te e ciao a Marta.

  24. MARINA scrive:

    GENTILE SIG ,HO LETTO TUTTO CON MOLTA ATTENZIONE SONO STATA PER DIVERSO TEMPO LA RESPPONZABILE NAZIONALE ANTI STALKING ,ORA IO PASSO STALKING DA DUE DONNE E PER NON AVERE A CHE FARE LORO CON DONNE CHE AIUTO ,MI SONO DIMESSA ,ORA HO CONOSCIUTO ANTONELLA ,LA SIG ANGELUCCI A UN MITING FATTO DA ME CONTRO LO STALKING ,OGGI MIA AMICA GRANDE AMICA ,DONNA CHE HA SOLO DA INSEGNARE SPECIE A ME CHE COME DICE LEI E HA RAGIONE ,SONO INGENUA E CREDO CHE IL BENE SIA PEMPRE RIPAGATO O CHE PEGGIO IL MALE NON ESISTA E SI CHE IO DOVREI CONOSCERLO IL MALE ,MA NON CI RIESCO .ANTONELLA NON SOLO E’ STATA E E’ UNA GRANDE ATTRICE Eì CHIARO CHE LA SI PUO’ CONOSCERE SOLO SE SI HA CONOSCENZA MOLTOO APPROFONDITA DEL CIMENA ECC ECC ,UNA RAGAZZA DI 20 ANNI DUBITO CHE SAPPIA ,DIRE QUALCHE FILMETTO ,BE E’ DAVVERO SCIOCCHINO ,ANTONELLA HA LAVORATO CON MOLTI REGGISTI DI GRANDE FAMA ,COSI COME ATTORI ,PER LA SUA STORIA ,BE CHE DIRE VOI NON PARLATE MAI DEL VOSTRO GRANDE E UNICO AMORE? FINITO MALE CHE SIA FAMOSO O MENO? IO SI GRAZIE COMUNQUE PER AVER ASCOLTATO ANCHE DONNE CHE SUBISCONO

  25. MARINA scrive:

    A SCUSATE VOLEVO DIRE UN’ALTRA COSA SE MI E’ PERMESSO ,PROVATE A CAPIRE COSA SI PROVA A ESSERE STOLZIZZATE ,DA DONNE ,PROVATE IL DOLORE ,GLI AMICI CHE FUGGONO ,IO LO PROVO E POI CHI E’ SENZA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA ,ANTONELLA E’ E RESTA UNA DONNA RARA E MOLTO BUONA

  26. Stefania scrive:

    Tanta stima per Angelucci…..ma Marina e Francesco…….voi proprio avete fatto quei commenti? Quanta maschera in quelle parole….Francesco ha ragione giustizia sia fatta…..è chi vuol intendere intenda….

  27. Ospite scrive:

    Da quando malvagie si scrive “malvage”? L’articolo è inutile ma almeno avreste potuto scriverlo correttamente.

  28. admin scrive:

    Ma….per un refuso un simile commento? Ha mai trovato un articolo dove non compaia qualche volta un refuso, soprattutto se è scritto ” gratuitamente”, quindi senza un correttore di bozze ( pagato dall’ editore) che lo porti alla versione finale “perfetta?

    A parte il fatto che una volta scrissi un libro, pubblicato da un grande editore, ebbene: terminava con questa frase, ” La storia continua, la vita pure”. Quando il libro uscì, con sommo dispiacere ed ” orrore” vidi che avevano scritto: ” La storia continua, la vita PURA”. Avrei strozzato il loro correttore di bozze; ammetto di aver persino pianto! Avevano stravolto tutto il senso dell’ opera, o, almeno, per non esagerare, dell’ ultima frase!

    Sa quanta fatica costa scrivere un articolo? Per non parlare della documentazione necessaria per alcuni pezzi? Alla fine si è così stanchi che uno o DUE refusi possono anche ” scappare”. Sarebbe un altro discorso se ci fossero tanti e gravi errori grammaticali ( che purtroppo si leggono in parecchi giornali e si sentono in tanti discorsi di politici che non sanno neppure usare i congiuntivi). E lei contesta una ” i” saltata (forse per la fretta) e la stanchezza per cui a volte si pigia un tasto sbagliato o un tasto in meno???!!!!!

    Mi creda, chi lo ha scritto poi non se ne accorge neanche rileggendolo tre volte. Proprio per questo ci sono i correttori di bozze. Ma noi scriviamo qui, ripeto, gratis; nessuno ci dà un euro per leggere i nostri articoli e nessuno è obbligato a leggerli. Li scriviamo sempre alla sera tardi, dopo il nostro lavoro.

    Circa l’ inutilità del pezzo..questi programmi televisivi sono molto seguiti e quindi non vanno ignorati.

    E ora mi scusi, ma devo svolgere altre incombenze, per cui invio il mio commento senza rileggerlo e correggerlo.
    Buon Natale.

Lascia un commento