Estratto di fungo contro il cancro

Il fungo che potrebbe aiutare a sconfiggere il cancro.

Cordyceps_ophioglossoides

Secondo una ricerca inglese dell’Università di Nottingham l’estratto di un fungo parassita che cresce nel Tibet (e in Olanda) potrebbe dare ottimi risultati nella lotta contro il cancro. L’importante è che la medicina naturale si affianchi a quella ufficiale senza aver la pretesa di sostituirla.

 photo Cordycepsmilitarisolandesi_zps654c483a.jpg

Il Cordyceps militaris olandese

Si tratta del fungo selvatico Cordyceps sinensis i cui effetti benefici sono da secoli conosciuti in Cina. Ma solo nel 1950 sono stati pubblicati i primi articoli sulle sue probabili proprietà anticancro. Una bassa dose di questo fungo aiuterebbe a fermare la crescita incontrollata delle cellule; una dose alta influisce sul raggrumarsi delle cellule cancerogene. Il Cordyceps cresce nell’altopiano alpino del Tibet.

Dopo un certo lasso di tempo la ricerca si è fermata per la difficoltà a reperirlo in natura in quantità sufficientemente elevata.

A questo punto un’equipe di ricercatori inglesi ha provato a produrne artificialmente i composti principali di base, riuscendo nell’intento.

 photo cornelia-demoor_zps27d070c2.jpg

La dottoressa Cornelia de Moor, biologa, dell’università di Nottingham, che dirige e coordina questa sperimentazione, ha dato il nome di Cordycepin alla sostanza ricavata, e ora si sta studiando la possibilità di usarla insieme ad altre medicine anticancro.

Anche in Olanda cresce una sorta di questi funghi parassiti, affine a quella tibetana, che si chiama Cordyceps militaris, meglio conosciuta come “rupsendoder” (larvevoride). Il larvevoride usa la crisalide delle farfalle notturne come terreno di coltura e si trova in primavera. Ma anche in questo Paese si tratta di una specie rara; per cui rimane il problema di riuscire a raccogliere materiale sufficiente per la produzione diretta. E’ molto importante ricordarsi che non vanno mai raccolti e mangiati interi perchè si tratta di funghi velenosi. Questo vale per tutte le erbe medicinali che non vanno mai assunte senza la prescrizione dell’omeopata.

Una cosa è certa; grazie alla costanza di tanti ricercatori, primo fra tutti il Professor Umberto Veronesi, si sono compiuti passi da gigante nella cura e persino guarigione del cancro, nei cui confronti l’uomo ha dimostrato di saperlo attaccare con altrettanta aggressività, uscendone sempre più vincitore. Non vogliamo quindi infondere false speranze; ma soltanto la speranza; un’unica speranza. Quella di essere sulla buona strada, con l’aiuto di tutti. Compreso quello della natura, perchè non venga tralasciato nessun elemento di studio che potrebbe rivelarsi utile in questa battaglia, ma sempre se usato come sostegno alla medicina ufficiale e non come suo sostituto.

Dr. Cornelia H. de Moor
School of Pharmacy
Centre for Biomolecular Sciences
University Park
Nottingham NG7 2 RD

Tel. + 44 (0) 115 95 15 041
Fax. + 44 (0) 115 84 68 877

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Tags: , , , , , , , ,

2 Responses to “Estratto di fungo contro il cancro”

  1. […] Estratto di fungo contro il cancro Il fungo che potrebbe aiutare a sconfiggere il cancro. Secondo una ricerca inglese dell’ Università di Nottingham l’estratto di un fungo parassita che cresce nel Tibet (e in Olanda) potrebbe dare ottimi risultati nella lotta contro il cancro. blog: Il Cofanetto magico | leggi l'articolo […]

  2. Good post. I learn something new and challenging on sites I stumbleupon on
    a daily basis. It’s always exciting to read through articles from other authors and use a little something from their web sites.

Lascia un commento