Tensione in Olanda: cade il governo

Guerra aperta sulla caduta del governo olandese. I risultati delle elezioni comunali.

Il Partito della libertà di Geert Wilders ha messo le ali. E venerdi scorso anche la Gran Bretagna gli ha aperto le porte, dopo averlo bloccato alla frontiera, l’anno scorso, come ospite indesiderato!
Anche il partito di Pim Fortuyn avanza. Pim non è morto per niente! Di lui ci parla un suo grande amico, Bruno Ambrosio. Nessun voto al partito dei musulmani, fondato da un’olandese.
Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, reagisce con preoccupazione all’avanzata di Geert Wilders, che giudica uno xenofobo.

Il presidente dell’Associazione Una via per Oriana, Armando Manocchia scrive una lettera aperta ai giornali dicendo che è indegno che Napolitano si esprima in questo modo e che sarebbe meglio “che si facesse gli affari suoi e quelli del suo Paese…”

Geert Wilders

Il politico olandese Geert Wilders
Foto di Maria Cristina Giongo, divieto di riproduzione

Dopo la caduta del governo, il Partito olandese della Libertà (PVV) di Geert Wilders ha messo le ali.

Infatti i risultati delle elezioni amministrative comunali hanno rilevato una vittoria del PVV. Grande soddisfazione di Wilders che se lo aspettava, e che da tempo auspicava un cambiamento profondo nella direzione del Paese. Il motivo che ha scatenato il conflitto è stato il ritiro delle truppe olandesi dalla provincia afgana di Uruzgan. Nel 2007 era stato stabilito che dovesse avvenire quest’anno. Balkenende, del CDA, il partito cristiano democratico (di centrodestra), in carica da 8 anni (ma con 4 mandati) premeva per il rinnovo della missione militare, considerata molto importante dalla Nato; mentre il leader del partito dei lavoratori (PvdA), Wouter Bos, di sinistra, ne richiedeva l’immediato rientro. Il terzo partito della coalizione, i Cristiani Uniti (conservatori) cercava invece un compromesso.

Dopo la caduta del governo il leader dei Cristiani Uniti, Arie Slob, ha rilasciato una dichiarazione di rammarico per il mancato accordo, dando la colpa alla rigidità del partito dei lavoratori che si è rifiutato di trovare una soluzione, senza pensare all’ulteriore danno per un Paese che sta già vivendo un momento difficile. Sarebbe bastato un piccolo sforzo da parte di tutti, ha dichiarato il premier Balkenende, soprattutto considerata la stima che l’Olanda ha sempre riscosso da parte dell’Alleanza Atlantica per aver occupato efficacemente una buona fetta di un settore tra i più caldi.

Alla base di questa crisi, come per le precedenti, ci sono quindi motivi legati alla politica estera, diventata il tallone di Achille della multiculturale Olanda, in passato molto tollerante, ora sempre più divisa anche sul problema dell’immigrazione. Geert Wilders non è il solo ad essere contento per la caduta dell’ esecutivo di Balkenende; anche il 62% degli olandesi pensa che sia arrivata l’ora di un profondo cambiamento politico. Dalla seconda guerra mondiale è la quindicesima volta che cade un governo ( la settima da quando è regina Beatrice d’Olanda). D’altra parte Balkenende viene considerato un debole, non più in grado di reggere una coalizione che fa acqua da tutte le parti. L’economia va male, la disoccupazione cresce, la criminalità pure.

Bisogna conoscere a fondo la mentalità di questo popolo per riuscire a capirlo. Per esempio: gli olandesi sono tolleranti ma sino a che rispetti le regole. Nel momento in cui le trasgredisci possono diventare molto severi. Ecco perchè sono stati chiusi tanti coffeschop; e tante vetrine di prostitute. In quanto non rispettavano più le regole, andavano contro la legge e cominciava ad infiltrarsi la criminalità organizzata. Per gli olandesi non ci sono sfumature; c’è il bianco o il nero. Lo straniero viene rispettato; ma deve rispettare a sua volta. E non ledere la libertà altrui. Questo discorso, questa “rigidità”, vale in tutti i campi. Balkenende negli ultimi tempi non riusciva più a tenere le redini in mano. Per questo è cresciuto sempre di più il Partito della Libertà di Geert Wilders. All’inizio tanto esecrato, soprattutto per la sua acerrima battaglia contro gli integralisti islamici, poi sempre più considerato.

In occasione delle elezioni comunali, si è presentato un nuovo partito, il Moslimpartij, NMP, ovvero il partito dei musulmani, guidato… da un olandese… grande e grosso, biondo e con gli occhi azzurri: Henny Kreeft.

 photo PimFortuyn_zps78e6225f.jpg

Il politico olandese Pim Fortuyn

Durante una trasmissione televisiva ha dichiarato: “presentiamo 25 punti fondamentali per l’integrazione dei musulmani. Per esempio che la donna sia libera di portare il burqa, visto che è una scelta che riguarda solo lei. Non è vero che è una costrizione; ma, ripeto, una libera scelta, a cui certe donne musulmane non vogliono rinunciare. La cosa strana è che, scavando nel suo passato, si è scoperto che Henny Kreeft ha militato nel partito di Pim Fortuyn (LPF)….In conclusione: uomo un po’ “confuso” a livello politico… Ma anche furbo in quanto il suo partito potrebbe contare su parecchi iscritti, visto che in Olanda ci sono 1 milione di musulmani. Quindi potrebbe rivelarsi un osso duro per Geert Wilders, soprattutto se dovesse allearsi con il partito dei lavoratori. Dico potrebbe in quanto, per ora, nei 7 comuni dove si è presentato, non ha ottenuto un solo voto! Successo invece anche per il partito LPF ( Per un Olanda più vivibile) che a Rotterdam (dove c’è un sindaco marocchino, Ahmed Aboutaleb) ha raggiunto quasi gli stessi risultati del partito dei lavoratori. Ora lo dirige Marco Pastors che ha raccolto l’eredità di Pim (che lo fondò nel 2002 ).

 photo PimCigar_zps4c584fec.jpg

Il politico olandese Pim Fortuyn

Contento anche Bruno Ambrosio, grande amico del politico olandese che fu barbaramente ucciso per le sue idee.

Bruno Ambrosio si ricorda ancora quando Pim comprò una casa a Provesano, vicino a Pordenone, dove ora è seppellito. Lo descrive come un uomo semplice, educato. Di grande cultura e carisma. Un’ amicizia durata 30 anni che ha lasciato un grande vuoto in Bruno.

“Sapeva che rischiava la vita per portare avanti le sue idee”, dice Bruno, commovendosi,“ma era un uomo coraggioso”. Chiunque voglia sapere di più su Pim Fortuyn, può rivolgersi all’Associazione Culturale Pim Fortuyn. Nel loro sito potrete trovare anche i libri di Pim tradotti in italiano.

Sulle elezioni amministrative olandesi si è fatto sentire anche il Presidente della repubblica Giorgio Napolitano “preoccupato per un ritorno alla xenofobia, che ci fa tornare indietro nei tempi…” Immediata reazione di sdegno da parte del presidente dell’Associazione Una via per Oriana”, Armando Manocchia, che, senza molti peli sulla lingua… ha così reagito: “ Ma perchè Napolitano non si fa gli affari suoi? Che già in Italia di problemi ne abbiamo fin troppi! E come si permette di chiamare xenofobo un uomo come Wilders che si batte per sacrosanti principi di libertà e di identità nazionale?”.

Un’altra notizia recente è che venerdi scorso Geert Wilders si è recato in Gran Bretagna a presentare il suo famoso cortometraggio anti islam FITNA. L’anno scorso era stato bloccato all’aereoporto di Heathrow e rispedito al suo Paese. Considerato ospite indesiderato proprio per quel film. Ora anche l’Inghilterra ha cambiato idea e Fitna è stato proiettato alla camera dei Lord.

Insomma, la polemica è aperta e l’Olanda si appresta ad iniziare la campagna elettorale in vista delle elezioni che si terranno il 9 giugno.

Allora, questo Paese, che all’apparenza sembra tanto tranquillo e tollerante..potrà riservare grosse sorprese!

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

unaviaxoriana@unaviaxoriana.it

 photo Pim_zps9cfbdf93.jpg

La tomba di Pim Fortuyn a Provesano (PN)

Ass.Cult. Pim Fortuyn
Via Garibaldi Fraz. Provesano
33095 San Giorgio della Richinvelda (PN)
Italia
tel. 0427 968167
info@pimfortuynfoundation.it

Tags: , , , , , , , ,

9 Responses to “Tensione in Olanda: cade il governo”

  1. cristina scrive:

    Cari lettori,

    questo articolo avrebbe dovuto essere d’attualità, ma purtroppo siamo rimasti bloccati per alcuni giorni a causa di un attacco hacker. Lo abbiamo comunque riprogrammato.

    Trovo che gli hackers, che distruggono il lavoro altrui, siano delle persone disgustose; d’altra parte si vede che siamo diventati così…importanti, da essere rintracciati sul web ed oggetto di questo tipo di bombardamento, che credo sia prima di tutto a scopo ludico ( per mano di vigliacchi).

    Comunque…rieccoci fra di voi!

  2. FORZA CRISTINA,
    NON LASCIARTI INTIMORIRE DA CHI CERCA IN QUALCHE MODO DI CANCELLARE LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE E DI PAROLA!!!
    I VILI GESTI DI COLORO CHE IN QUALCHE MODO HANNO IL TIMORE DI SENTIRE LEGGERE E VEDERE LA VERITA’, NON AVRANNO VITA LUNGA E LA FORZA DI COLORO CHE INVECE LOTTERANNO PER LA LIBERTà SARà LA FORZA DI TUTTI.
    ASS.CULT.PIM FORTUYN ITALY

  3. cristina scrive:

    Grazie! In effetti questi hackers che ci hanno oscurati ( ma solo per due giorni! )intaccano soprattutto la libertà di parola e di esistere come blog.

    A proposito, saluto Emanuela, segretaria modello e tutto fare dell’Associazione Pim Fortuyn. E’veramente una persona in gamba, gentile, intelligente, che lavora ancora con entusiasmo e rispetto per gli altri.
    Credendo ancora nei grandi valori dell’ onestà e passione per le proprie idee ed ideali; da portare avanti con coraggio e fede.

    Allora, ciao Emanuela e buon lavoro!

    Cristina

    • GRAZIE PER I COMPLIMENTI…
      SE NON C’è PASSIONE NON SI VA AVANTI O AL MASSIMO CI SI FERMA POCO DOPO….
      ALLORA POSSIAMO DIRE: VIVA LA LIBERTà DI PAROLA!
      E SOPRATTUTTO VIVA L’ONESTA DELLE PERSONE CHE SI IMPEGNANO A PORTARE AVANTI CIò IN CUI CREDONO.
      E’ UN MESSAGGIO DIRETTO A TUTTI COLORO CHE HANNO IL DESIDERIO DI ARRIVARE MA SENZA MAI MACCHIARSI….
      A PRESTO
      EMANUELA
      ASSOCIAZIONE ITALIANA PIM FORTUYN

  4. cristina scrive:

    Giusto! Riuscire ad arrivare, nel campo personale e del lavoro ma…senza macchiarsi!

    Hai proprio ragione, Emanuela! Dovrebbero leggerlo tanti politici e giornalisti che conosco…..

    Di Pim Fortuyn posso dire che era conosciuto come un uomo integro; indipendentemente dalle sue scelte sessuali, che comunque viveva in assoluta discrezione, onestà e lealtà.

    Cari saluti

  5. Piero scrive:

    Continua così Cri ! questo mezzo di comunicazione che si chiama internet è l’unico mezzo al mondo per diffondere notizie,dire la verità, senza essere censurati da chi che sia…
    La verità presto o tardi viene sempre a galla….e internet è uno di questi mezzi.

  6. cristina scrive:

    Ci provo, Piero, ci provo!

    Però anche gli attacchi degli hackers sono un modo di tapparti la bocca!

  7. cristina scrive:

    Per RIAN
    Vorrei rispondere al messaggio (in cattivo inglese) che abbiamo ricevuto oggi da una certa Rian ( proveniente dall’Afganistan );
    1) L’ho lasciato per mezza giornata, in quanto era firmato, almeno con il nome e quindi non completamente anonimo
    2) Ora l’ho levato in quanto ho deciso che non c’entra nulla con il nostro giornale e gli argomenti trattati. E soprattutto perchè contiene minacce.
    3) Sia ben chiaro che Il Cofanetto Magico non ha mai preso alcuna posizione contro i musulmani. Non è un giornale politico; non conosco a fondo le idee dei vari redattori ( comunque ognuno è libero di pensarla come vuole); ma sono sicura che nessuno dei redattori ha niente contro i musulmani.
    4) Per quanto mi riguarda, considerato che sono giornalista, mi occupo, quando proprio è necessario, ANCHE di politica; in quanto fa parte del mio dovere di informare. Tuttavia ho mai scritto prendendo le parti di nessuno e spesso lasciando collaborazioni in giornali dove mi si chiedeva di farlo.
    5) Mi sono specializzata in argomenti che riguardano l’Islam in quanto sono di grande attualità qui da noi in Olanda. Il fatto che abbia intervistato un politico olandese di destra, che è contro una certa cultura, dipende proprio dalla mia professione. Questo uomo, Geert Wilders, in poco tempo ha fondato un partito che ha raccolto così tanti voti, da diventare il secondo in Olanda. Quindi era un fenomeno sociale da segnalare.
    Sia ben chiaro che di ogni argomento che scrivo sul Cofanetto me ne assumo io la responsabilità.
    6) Non ho niente contro i musulmani; conosco dei turchi che qui in Olanda hanno portato forza lavoro e sono persone bravissime. Rispetto ogni religione e cultura; purchè non sia violenta, ovviamente! Sono contro la guerra, di qualsiasi tipo, per qualsiasi motivo. Sono contro la violenza in generale.
    7) Quindi sono contro le minacce, come quelle ricevute da Rian, perchè le minacce di morte sono violenza, non dialogo.

    Maria Cristina Giongo

    6

  8. janislogan40.wikidot.com

    Tensione in Olanda: cade il governo | Il Cofanetto Magico

Lascia un commento