Attualità: Epidemia di influenza A in Olanda

Notizia dell’ultima ora: il Ministro della sanità olandese dichiara ufficialmente che l’influenza Messicana è diventata epidemia. Morta una ragazzina di 14 anni.

Swine Flu

Il Ministro della sanità olandese, Ab Klink, ha emesso un comunicato in cui informa i cittadini che anche in Olanda l’influenza A (il nome del virus è H1N1) è diventata un’epidemia. Che si trattasse di pandemia lo si sapeva da tempo, in quanto, a partire dal mese di marzo, in cui sono stati segnalati i primi casi in Messico, si è propagata in tutto il mondo (da qui il nome di pandemia).

Si può parlare di epidemia quando si ammalano 55 persone su 100.000. Ora nei Paesi Bassi si parla di 69 su 100.000. Dal mese di agosto sono decedute sei persone. Cinque erano già debilitate a causa di precedenti patologie. La sesta, una ragazzina di 14 anni di Haarlem, morta pochi giorni fa, era sana. L’influenza A l’ha portata via nel giro di due settimane. Ieri è stata data la notizia che questo virus ha colpito anche 20 allievi di una scuola media e la loro insegnante.

In totale si sono ammalate in tutto il mondo 182.166 persone (secondo una statistica dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità), di cui 1799 sono morte. L’ultimo conteggio inerente il Messico è stato reso noto martedi scorso e parla di 1000 contagiati in 24 ore.

 photo InfluenzaMessicana_zpsb7e24112.jpg

Fra le tante letture a riguardo vi consigliamo di collegarvi con il sito di “Ok, la salute prima di tutto”, del gruppo Rizzoli Rcs periodici, dove troverete informazioni utili, chiare ed importanti su come prevenirla e curarla. Interessante è il riferimento nel loro articolo sull’uso dell’ Echinacea, una pianta medicinale che secondo studi scientifici testati da anni, riduce i rischi di ammalarsi a causa dei virus influenzali. Infatti pare che tale rimedio naturale stimoli il sistema immunitario a reagire meglio e velocemente contro batteri e virus. Naturalmente per “velocemente” non si intende il fatto che, appena l’assumi, dopo pochi giorni sei guarito e protetto da queste affezioni… Trattandosi, come abbiamo appena accennato, di un estratto di una pianta, va presa con molto anticipo: in modo che il corpo si prepari alla difesa… nel caso di attacco. Io la uso da sei anni, regolarmente: due pastiglie al giorno, in autunno, inverno e primavera; e…da sei anni non mi ammalo di influenza. Prima di questa scoperta (nel mio caso rivelatasi veramente benefica), ero molto sensibile all’assalto dei virus influenzali. Suggerisco quindi di iniziarne subito l’assunzione; ovviamente non prima di aver sentito il parere del vostro medico curante. Infine: non acquistate medicine e vaccini via internet perchè possono essere pericolosi. Questo avvertimento vale per qualsiasi farmaco venduto in rete (viagra compreso).

Maria Cristina Giongo

Link all’articolo di OK La salute

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Tags: , ,

6 Responses to “Attualità: Epidemia di influenza A in Olanda”

  1. marni scrive:

    Interessante il tuo suggerimento per l’assunzione dell’echinacea, molto meglio che sottoporsi ai vaccini che hanno prodotto in dosi massicce e che ora devo propinarci a tutti i costi. E brava anche per aver richiamato l’attenzione sul fatto che NON si deve comprare farmaci in rete…compreso il viagra appunto 😉 Buona domenica a tutti marni

  2. Piero scrive:

    M por***cia di quella miseriaccia….ci mancavas anche questa brutta notizia…..proprio adesso !!! domenica parto x Amsterdam…mi porterò dietro gli anti influenzali…e speriamo bene…

  3. cristina scrive:

    Non ti preoccupare, Piero! Prima di tutto colpisce soprattutto i giovani ( eh, eh! ) SOTTO i 30 anni; poi la situazione non è ANCORA così grave.

    Comunque se non dovessi stare bene basta che ti rechi al pronto soccorso con la tua tessera sanitaria. Hai un’assicurazione di viaggio? Comunque conviene sempre stipularne una.

    Buon viaggio!

  4. cristina scrive:

    Cara Marni,
    sui farmaci in rete la nostra bravissima Maria Luisa sta già pensando ad un articolo.
    In quanto all’echinacea la consiglio veramente a tutti.
    Ma, ripeto, anche per i farmaci omeopatici è bene sentire il parere del proprio medico soprattutto sulle dosi di assunzione.

    Buona domenica a tutti!

  5. massimo scrive:

    Gentile Cristina,
    mi trovo anch’io nella situaizone di Piero.
    Ho un convegno ad Amsterdam il giorno 13 novembre.
    200 persone (speriamo ci sia una buona aereazione).
    Lei consiglia a Piero una assicurazioen viaggio.
    MI aiuta a capire cosa intende? E’ quella che si puo fare
    con l’operatore aereo, o una di assistenza sanitaria medica
    (tipo europe assistance, per internderci)

    Grazie dell’aiuto
    Massimo

  6. cristina scrive:

    Caro Massimo,

    sono appena tornata dall’Italia ( per cui leggo solo ora la sua email) dove mi pare che la situazione sia peggio che da noi in Olanda….

    In effetti in questi casi è meglio un’ assicurazione più “sostanziosa”, che copra tutto, anche il rientro in patria ( tipo europe assistence).

    Non si preoccupi: qui le norme sanitarie vengono rispettate ( aereazione compresa).

    A quanto leggo su Blogolanda.it …il nostro Piero non ha avuto una buona esperienza ad Amsterdam….

    Ma vedrà che andrà tutto bene! Su quale argomento terrà la conferenza e dove? In che lingua?

    Allora…in bocca al lupo e buon viaggio ( “goede reis”, si dice in olandese).
    E si copra bene perchè adesso fa piuttosto freddo!

    Cristina

Lascia un commento