Intervista a Maristella Grillo

Intervista a Maristella Grillo, prima modella, poi fondatrice della Marimodels, una scuola per modelle dove puoi imparare anche ad essere elegante, ben truccata, a proprio agio in ogni situazione e a qualsiasi età. Una lunga collaborazione con Teddy Reno. “Da piccola riunivo la mia famiglia, la domenica e improvvisavo per loro degli spettacoli. Le mie sorelle mi facevano da vallette.”

Maristella Grillo, molto bella, elegante, una donna di gran classe.

Se vuoi migliorare il tuo aspetto, il tuo portamento, il trucco e soprattutto sentirti più sicura di te aumentando la tua autostima, abbiamo trovato la persona giusta a cui rivolgerti: Maristella Grillo, fondatrice della Marimodels una scuola per modelle molto speciale. Maristella è una bella donna, intelligente, creativa, piena di passione per tutto ciò che fa. In passato a sua volta modella: ha sfilato per famosi stilisti, e fatto show room di presentazione abiti per Lancetti, tanto per fare un nome….E per Valentino, tanto… per citare un altro grande artista nel campo della moda. Oltre che una lunga collaborazione con Teddy Reno, in tante occasioni anche per eventi organizzati da lui.

Maristella Grillo ha collaborato a lungo con Ferruccio Merk Ricordi, in arte Teddy Reno, con lei nella foto.

E’stato il suo amore per la vita e per tutto ciò che l’arricchisce, il suo interesse per la bellezza in ogni sua forma espressiva, esteriore ed interiore, che l’hanno portata a creare questa scuola dove sia donne che uomini possono frequentare corsi per diventare modelli e fotomodelli: avendone le capacità, ovviamente. Ma anche per per apprendere ad occuparsi di se stessi nel miglior modo possibile.
Sentiamo dalla “sua viva voce” la sua storia.

Maristella, ci parli di lei e delle sue origini. Chi è Maristella Grillo?

Sono nata a Velletri, una cittadina dei Castelli Romani, da parte di mio padre ho origini sicule. Ho frequentato l’Istituto magistrale, poi un anno integrativo per accedere all’università, scegliendo la facoltà di scienze politiche. Sono felicemente sposata, da 25 anni; ho conosciuto mio marito quando avevo 22 anni. Non abbiamo figli. Ho 4 fratelli. Mia sorella ha avuto un bambino che ora ha 6 anni, Giovanni, a cui sono molto legata, nato dopo tanti anni di matrimonio; se si pensa che la sua prima figlia adesso ne ha 25!

Quando ci siamo parlate per conoscerci meglio, mi ha detto che crede tanto nella famiglia e tanto ama la sua famiglia.

E’vero, per me è molto importante. Una grande fonte di amore e di valori.

Come mai ha deciso di diventare modella e poi di fondare una scuola per modelle? E’stato solo un motivo estetico, legato alla sua bellezza?

Per rispondere a questa domanda devo risalire a quando avevo circa dieci anni e mi divertivo a creare spettacoli per la mia famiglia, che “costringevo” a sedersi per guardarmi ballare ( frequentavo una scuola di danza) e…soprattutto applaudirmi! Le mie due sorelle, Rita e Cristina, erano le mie vallette. Dovevano anche presentarmi e se non lo facevano bene, non uscivo per iniziare lo spettacolo; quindi i miei parenti dovevano aspettarmi con tanta pazienza! Accadeva sempre di domenica, l’unico giorno in cui tutta la famiglia si riuniva. Come microfono usavo le corde che servono a fermare le tende. C’era anche la mia adorata nonna, morta a 92 anni. Guardavo molta televisione; il mio idolo era, ed è Raffaella Carrà. Siamo una famiglia molto unita anche ora, continuiamo a ritrovarci intorno ad una tavola e a passare piacevoli domeniche insieme. Ancora adesso mi diverto ad…intervistarli!

Maristella Grillo, bellissima, quando faceva la modella.

Che bella storia, divertente, intessuta di ricordi dolcissimi. E in seguito?

In seguito, quando frequentavo l’istituto magistrale e avevo 17 anni, feci la prima sfilata per una signora che aveva un negozio di abbigliamento. Ero alta 1 metro e 75 e tutti dicevano che avevo un bel portamento. Mia madre Anna Maria assecondò il mio desiderio di diventare modella e la mia inclinazione; le sono riconoscente per questo. Mi fece frequentare una scuola di livello a Roma, tenuta da tre top model di Valentino: Barbarella, Gianna, Danka. Mi hanno insegnato molto: per esempio che la bellezza da sola non serve a nulla, che si deve studiare molto. Inoltre che ci sono regole rigide da seguire: prima di tutto quella di essere sempre puntuale, professionale, di condurre una vita morigerata, moderata. Soprattutto mi fecero capire, che nonostante questo, non si trova sempre lavoro e non sempre si è adatti per questo lavoro. Tutto questo l’ho riportato poi nella mia scuola, all’insegna della correttezza, della serietà e professionalità.

Che cosa insegnate alla Marimodels?

Per esempio ad avere portamento, a camminare con i tacchi alti; si studia l’andamento, le movenze, si apprende a conoscere il proprio corpo e a prenderne conoscenza in ogni sua minima parte. Ci vogliono ore di allenamento per imparare a farlo. Servono per aiutare a trovare un equilibrio, ad ancheggiare in modo naturale, semplice, senza cadere dall’eleganza alla volgarità (ancheggiando troppo!) Lavoriamo con molte truccatrici e truccatori, indispensabili per il nostro lavoro, oltre che con giovani talenti che escono dall’Accademia. E con Enrico Harry Gambera, con cui tengo eventi marketing “Make UP”, lui in qualità di make up Artist. Oltre che con giovani talenti che escono dall’Accademia. Sono molto importanti le basi, come nutrire la pelle e le labbra prima di truccarle, distinguere un make-up differente da usare di giorno, di pomeriggio e di sera, come evidenziare le parti più belle. Notizie basilari.

Per iscriversi bisogna essere molto belle?

No, non devi essere bellissima. Quando nacque il progetto della Marimodels avevo già lavorato con stilisti di fama internazionale, per cui potevo trasmettere tutto quello che avevo assorbito; in primis il saper muoversi in un mondo splendido ma purtroppo a volte illusorio. Per questo motivo ho voluto aprire la scuola a tutti, avvalendomi della mia esperienza e di seri professionisti, per ampliare la possibilità di inserimento anche in altri campi e situazioni della vita, dove è sempre bene sapersi presentare (per esempio ad un colloquio di lavoro). La nostra è quindi una scuola di vita. Infatti abbiamo anche una psicologa che aiuta le nostre ragazze e i nostri ragazzi a trovare la sicurezza in se stessi e l’autostima. Io adoro le persone non bellissime, perchè hanno in sè molte potenzialità, che riesco sempre a far venire alla luce. Ne faccio uscire dei “veri capolavori”…evidenti quando alla fine del corso compariamo le fotografie ed un video girato al loro ingresso con quelle fatte quando ne escono. Tiriamo fuori la personalità di ognuno; chi è entrato camminando con le spalle curve, le braccia conserte (segni di insicurezza e chiusura) alla fine prosegue il suo percorso di vita camminando dritto, con la testa alta, più sicuro di sè. Qualunque lavoro farà e troverà: a seconda dei suoi talenti ed inclinazioni. Uno dei miei allievi, Aldo Mario Camillo, un ragazzo eccezionale, è diventato direttore artistico di Cerutti. Un’altra allieva, Lucia Ocone, attrice comica.

Una recente fotografia di Maristella Grillo

Poi c’è la Marimodel Management; di che cosa si tratta?

In questo settore della nostra scuola prepariamo ragazze e ragazzi da inserire a livello professionale nel settore moda, inviandoli quando ci chiedono persone per fare dei casting. La Marimodel Management possiede un curriculum di rilievo; abbiamo partecipato ad importanti pubblicità. In questo caso proponiamo non solo i nostri allievi ma anche persone che hanno frequentato altre scuole e corsi. Non lavoriamo con gli album fotografici, in quanto fanno spendere tanti soldi a ragazzi che ne hanno pochi e soprattutto non hanno ancora sufficiente esperienza per comporre il famoso “book fotografico”. Infatti è proprio l’esperienza che ti fa capire se sei adatto a questo lavoro. Non è giusto che una ragazza che ha già investito molto denaro per seguire corsi di moda ne debba aggiungere altro per fare un book fotografico, spesso a costo di tanti sacrifici suoi e della sua famiglia. Sia ben chiaro che non puoi definirti “un modello” dopo aver frequentato un corso. Per presentarti come modello ce ne vuole! Noi non illudiamo nessuno; molte ragazze diventano arroganti e si credono delle vere modelle proprio perchè sono state illuse e credono di essere pronte per questa carriera.

Ancora una bella immagine di Maristella Grillo, quando faceva la fotomodella.

Allora,se non lavorate con i famosi album fotografici, che sistemi usate per presentare i vostri allievi?

Noi facciamo il tragitto inverso: all’inizio ci avvaliamo di semplici test fotografici, con tre foto che già dicono molto. In seguito diventa un composit che si arricchisce di volta in volta con nuove immagini; con l’esperienza. E’solo con l’esperienza che può diventare un vero album fotografico da presentare alle agenzie. Ripeto il concetto: appena usciti da un corso di poche lezioni non puoi già avere un book professionale! Lavoro con una grande fotografa, Laura Camia, molto importante per noi. D’altra parte da soli non si va da nessuna parte. Il lavoro di squadra è molto importante.

Una nota dolente….quali sono i costi?

I nostri costi sono moderati. Non eccessivi come in altre scuole. Un corso è di 12 lezioni e diamo a tutti la possibilità di iscriversi. Vogliamo essere un punto di appoggio. Non speculare sui sogni e sulle illusioni. Il mitico stilista Valentino ha detto: “che cosa vogliono le donne? Vogliono sentirsi belle. E noi le aiutiamo a farlo.” Per me è fondamentale che nessuno si senta isolato, credendosi brutto.

Anche una donna “over” può frequentare i vostri corsi? Mi interessa molto questa possibilità… vista la mia età! Secondo me più si invecchia più ci si dovrebbe curare del proprio aspetto fisico.

Lo scorso anno abbiamo iniziato un nuovo progetto proprio per aprire la scuola a uomini e donne di tutte le età, per insegnare loro come curarsi, vestirsi, acconciarsi i capelli. Per esempio consigliamo una pettinatura adatta alla propria personalità, una tinta adatta alla propria carnagione. Con noi collabora un grande stilista, Pino Chirico, per cui in passato posai come fotomodella. E’ bravissimo.

Una donna che ha superato una certa età, deve per forza vestirsi con colori scuri, gonne sotto al ginocchio, o può “osare colori più vivaci”, seguire la moda?

Una bella domanda. Le porto un esempio. Quando entrò nella scuola la nostra psicologa….era la tipica psicologa: occhialini…abbigliamento classico. Anche lei voleva seguire il nostro corso, pertanto le insegnai prima di tutto a non avere un look cupo, “troppo…adatto, troppo in linea con la sua professione. Ora usa tutti i colori dell’arcobaleno!

Per terminare le chiedo una definizione sintetica di eleganza, sorella dello stile e della classe.

Allora le cito una bellissima frase di Audrey Hepburn, che esprime compiutamente il mio pensiero: “La moda passa. Lo stile resta.”

Ora una bella notizia per Maristella ed i nostri lettori e collaboratori, che a lei porterà di sicuro tanta fortuna: questo è il MILLESIMO articolo pubblicato dal Cofanetto magico!

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Wikipedia
www.mariacristinagiongo.nl

Se volete visionare il sito o iscrivervi alla scuola di Maristella Grillo cliccate su questo link: www.marimodels.it

Una bella notizia arrivata proprio mentre stavamo per pubblicare questo articolo: Aldo Maria Camillo, di cui ci ha parlato Maristella Grillo, debutterà con la label che porta il suo nome alla prossima edizione di Pitti Uomo, che si terrà dall’8 all’11 gennaio 2019. Il designer italiano, ex direttore creativo di Cerruti 1881, che è stato allievo della scuola di Maristella Grillo, con un’esperienza maturata in case di moda come Ermenegildo Zegna, Valentino e Berluti, sarà il Pitti Italics special event della 95esima edizione della manifestazione fiorentina. I nostri migliori auguri e complimenti!

Questo servizio è a titolo gratuito. Il cofanetto magico è non profit e non abbiamo pubblicità. Una decisione presa proprio per conservare la nostra libertà (e onestà) intellettuale, potendo scegliere quello che veramente vale e può interessare ai lettori. Senza influenze di alcun genere, politche od economiche.

Proibita la riproduzione del testo e della fotografie senza citare l’autore e la fonte di provenienza.
No part of this publication may be reproduced or transmitted, in any form or any means, without prior permission of the publisher and without indicating the source.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

9 Responses to “Intervista a Maristella Grillo”

  1. Nunzia Ogliormino scrive:

    Bellissima intervista e complimenti a Maristella Grillo!

  2. Elisa Prato scrive:

    Bell’articolo, bella persona: mi complimento anche per le sorelle…collaboratrici !

  3. Rita Grillo scrive:

    Classe eleganza professionalità
    Lo stile di una delicata farfalla in volo
    Interessante estro
    Sei una donna piena di qualità e il mix di simpatia e semplicità ti rende ancora più bella
    “COMPLIMENTI”

  4. Rita Grillo scrive:

    Se non è troppo vorrei poter esprimere che l Intervista della Giornalista “Maria Cristina Giongo” a l Insegnante di Moda Maristella Grillo a parer mio sia stata Superlativa con il giusto equilibrio tra calibro e spessore e ” Il cofanetto magico ” è anche emozione!

Lascia un commento