La cura dei capelli. Intervista con la stilista dei capelli, olandese, Dewi Lapré. Ultima moda per le donne il taglio a farfalla, per gli uomini la permanente.

Eindhoven (Paesi Bassi), La frangia è spesso un’ottima soluzione per coprire le rughe della fronte! Highlights, colpi di sole, shatush, arricchiscono i capelli di luce, illuminano il volto.

È inutile acquistare un bel vestito, paio di scarpe, borsetta se prima non ci prendiamo cura dei nostri capelli. Come si dice nel nostro Paese; “essere in ordine dalla testa ai piedi.” Oltre ad una vita sana cibo sano, pelle sana, maschere per i capelli acquistate o fatte in casa (ottima quella con il tuorlo dell’uovo, dopo lo shampoo e senza risciacquo), dobbiamo andare dal parrucchiere: per farli tagliare quando è necessario, per mantenere il modello che più ci piace, fare la tinta quando i capelli sono bianchi, per coprire la ricrescita.

Eindhoven, Dewi Charlotte Villenova Lapré, che ha un negozio di parrucchiera ad Eindhoven, nei Paesi Bassi, “De cha vu”, nel centro commerciale Winkelcentrum Woensel XL 125.

Per questo motivo ho intervistato Dewi Charlotte Villenova Lepré, nata nei Paesi Bassi 33 anni fa, sposata, che ha un negozio di parrucchiere ad Eindhoven, “ De Cha Vu”; per donna, uomo e bambini.

Dewi, da quanto tempo lavora come parrucchiera?

Da 15 anni, ma ho sempre voluto farlo, sin da piccola, quando pettinavo le bambole e mi piacevano tanto i vestiti, la moda.

Ha seguito qualche corso, scuola speciale?

Sì, ho frequentato una scuola per imparare il mestiere, per tre anni, ottenendo il diploma di stilista dei capelli.

I nostri capelli hanno bisogno di cure costanti e particolari?

Certo, un buono shampoo specifico per il proprio tipo di capello ed un balsamo. Una volta alla settimana una maschera nutriente. Per la scelta sarebbe bene farsi consigliare dal proprio parrucchiere di fiducia. Ci sono prodotti in commercio che contengono solfati e parabene (i parabeni servono alla conservazione del prodotto, grazie alla loro azione fungicida e battericida, ma possono provocare allergie:sono usati anche nell’industria cosmetica ed alimentare).

Spieghiamo ai lettori che i solfati in ambito cosmetico sono di origine sintetica, sta a dire sono ingredienti sintetizzati in laboratorio, ad azione detergente e schiumogena. Talvolta possono causare irritazione (soprattutto se vengono a contatto con gli occhi): oltre a secchezza in quanto rimuovono parte del film idrolipidico protettivo presente sulla pelle e sul cuoio capelluto. Alcuni solfati possono essere dannosi per l’ambiente. A questo punto tutti i prodotti acquistati a basso costo per esempio al supermercato o droghisteria non sono buoni?

No, non generalizziamo. Faccio un esempio: ci sono prodotti dove si legge sulla confezione che “contengono cheratina.” Ma la cheratina contenuta è solo dell’1%. Non lo dico per vendere quelli che si trovano nel mio negozio, ma per quanto li riguarda sono sicuri: so con certezza la loro composizione reale. Tornando alla cheratina è un elemento prezioso per i capelli, le unghie.

A proposito di prodotti che potrebbero creare allergie o fare male, che cosa mi può dire delle tinte per i capelli, anche se ora ce ne sono di meno aggressive, con o senza ammoniaca? Ricordiamo che l’ammoniaca serve al pigmento per arrivare in profondità e quindi aumenta la durata della tinta. Quelle che ne sono prive sono più delicate, arricchite da più elementi nutrienti. Dewi, ci sono quindi tinte meno dannose?

Attualmente sì, per fortuna. Circa i colori, quella quella rossa è la più dannosa, perchè si scolorisce presto e pertanto va applicata con più frequenza. Di sicuro è la decolorazione il procedimento che fa veramente male al capello.

Spieghiamo alle lettrici e lettori che la decolorazione può essere pericolosa soprattutto per i capelli scuri, perchè agisce sulla eumelanina, la melanina responsabile del colore marrone e nero. Per non farli spezzare sarebbe meglio non schiarirli più di tre livelli di tono durante ogni seduta dal parrucchiere. A proposito della tinta se ne sconsiglia l’utilizzo durante la chemioterapia e nei sei mesi successivi. Ma torniamo alla decolorazione, necessaria per esempio per tingere i capelli con colori che vanno di moda ora fra i giovani e…anche meno giovani: rosa, azzurro, viola. Dewi, che cosa pensa di queste tinte e lei le fa?

Le sconsiglio e non le uso in quanto per prima cosa il capello va decolorato e decolorato spesso per mantenerle, ogni volta che c’è la ricrescita. Un gran lavoro e un danno duraturo. Meglio usare queste tinte ogni tanto come colpi di sole, per un’occasione speciale.

Veniamo alla nota dolente : i capelli bianchi. Agli uomini a volte stanno persino bene, mentre a noi donne quasi mai. Soprattutto a livello psicologico, ci fanno sentire subito anziane. D’altra parte è un impegno continuo quello di ritoccare la ricrescita! Che cosa consiglia a proposito?

In effetti i capelli bianchi vengono associati ad una nonna…. ma ci sono donne a cui stanno bene. Se proprio non si desidera averli tutti bianchi, si possono aggiungere dei colpi di sole biondi. Una mia cliente, stanca di tingerli e pensando che sarebbero diventati più sani rinunciando alla tintura, li ha lasciati crescere bianchi. Sta molto bene (anche se ricordo che vanno molto curati per quanto riguarda il taglio ed i prodotti specifici da usare), ma non è cambiato molto rispetto a quando li tingeva, a livello di salute del capelllo. Questo grazie alle tinture a base vegetale, senza ammoniaca, che li lasciano lucenti e belli.

Ogni quanto tempo andrebbe rifatta la tintura o la ricrescita?

Dipende dalla lunghezza del capello, ma possiamo dire, per la ricrescita, magari approfittando per spuntarli, così da evitare le doppie punte e mantenere il modello preferito. I colpi di sole durano a lungo, circa 3 mesi. Per la ricrescita, quando è vistosa già dopo 2 settimane, si possono usare gli spray coloranti in commercio, che la coprono perfettamente e velocemente.

Ancora un altro allegro selfie con Dewi e Rosa Hernandez , una bravissima estetista, spagnola, che ha lo studio, Beauty experience La Esencia, all’interno di De Cha Vu. In quanto anche la cura della propria persona è importante. Da Rosa si può fare la pulizia della pelle, l’esfoliazione (“peeling”) per rimuovere le cellule morte e ridare splendore e luminosità al viso; poi maschere nutrienti, massaggi, pedicure, manicure anche con lo smalto più resistente, a lunga durata.

Una persona bruna può stare bene anche con i capelli biondi? Nel suo negozio De Cha Vu dà consigli a riguardo?

Certo, anche una persona con i capelli scuri può star bene con i capelli biondi e soprattutto con i colpi di sole, che io consiglio spesso. Però dipende dal colore della pelle, degli occhi e delle sopracciglia; se sono molto scuri allora è meglio che la tinta sia più simile a quella naturale. Rispetto, per esempio, a chi ha gli occhi e pelle chiara.

Dewi, che consigli ci dà per le tinte di quest’estate e per il prossimo autunno? Inoltre: capelli corti o lunghi? Infine: che tipo di taglio è di moda?

La tinta di moda è il biondo dorato con sfumature ramate, quello che in Olanda chiamiamo “koper”. La lunghezza dipende dalla forma del viso. È noto che gli uomini amano le donne con i capelli lunghi, che però necessitano di maggiori cure. Anche i capelli corti possono essere molto belli e di moda, femminili: ovviamente dipende dal modo di vestirsi e dal trucco, che devono essere altrettanto femminili. Il taglio di moda per quest’estate e la prossima stagione è, “butterfly cut”, in olandese “vlinders knip”, che in italiano significa “taglio a farfalla”. Il taglio a farfalla è sfilato, a più strati, un gioco di lunghezze, tagliando a partire dall’alto. Sta bene a tutte.

Il mio preferito! Inoltre ho visto che nel suo negozio si creano belle pettinature per le bambine, per le festicciole fra amiche, anche con spray luccicanti che loro tanto amano. Una sua cliente di 5 anni, dopo essere stata da voi, la sera non voleva più andare a letto per timore che la sua pettinatura si rovinasse e perdesse tutti “i luccichini” che aveva nei capelli! Passiamo ora agli uomini. Per loro ci sono consigli particolari, maschere speciali? Tagli speciali?

È vero, anche le bimbe, le ragazzine, amano le nostre pettinature luminose… In quanto agli uomini, se hanno i capelli corti le maschere non servono. Serve una vita sana e una sana alimentazione per irrobustirli. Adesso va di moda per gli uomini la permanente ed un modello che consiste nel farla soltanto nella parte superiore, tagliando i capelli ai lati cortissimi oppure rasandoli, sempre ai lati. L’ho appena fatta ad un ragazzo a cui questa pettinatura dona molto. Aggiungo che nel mio lavoro sono supportata da un ottimo staff, composto da Chantal, Ashley, Anesa, Evi.

Dewi, con la sua più fedele, bravissima collaboratrice, Chantal, appena diventata felicemente mamma.

Dewi, per concludere, termini lei questa frase: una donna è bella quando…..

Una donna è bella quando si cura bene, quando si occupa bene di se stessa, quando non si trascura. Sia a livello esteriore, che, ovviamente, interiore.

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

Indirizzo email: dechavu@outlook.com
Sito: www.dechavuhairstyling.nl

Questo articolo non contiene inserti pubblicitari, non è stato a pagamento, in quanto Il cofanetto magico è non profit. E nessuno dei nostri collaboratori è retribuito. Il giornalista può decidere a seconda dell’interesse suscitato in lui e a sua discrezione, quale persona intervistare, di quale ditta parlare, quale libro recensire.

Proibita la riproduzione del testo e delle foto, senza citare la fonte di provenienza.

No part of this publication may be reproduced or transmitted, in any form or any means, without prior permission of the publisher and without indicating the source.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento