Archive for the ‘Cultura’ Category

Poesia di dicembre: “A Gesù Bambino”

giovedì, dicembre 27th, 2018

christmas-2970949_640

 

A dicembre si dorme così meglio! A differenza, infatti, di quanto accade in genere, i sogni, a fine anno, sono d’incenso e di mirra, oltre che d’oro. Visto poi che ciascuno di essi porta consiglio, come la notte, e che “a Natale” –recita il famoso detto– “ogni dono vale”, ho deciso, cari amici de 《Il Cofanetto Magico》, d’augurarvi buone Feste degnamente, regalandovi una poesia vera: non mia, cioè, ma di un grande autore.

Pietro Pancamo
CHI SONO

(altro…)

In volo sulla Slitta con Babbo Natale.

martedì, dicembre 18th, 2018

Il Natale è ricco di belle storie. Anzi, mi viene da dire che il Natale stesso è una straordinaria storia. Per questo ho accettato con entusiasmo l’invito della nostra Direttrice Maria Cristina Giongo, e già nel mese scorso ho raccontato la vicenda di Virginia e della sua lettera.

Ma, come promesso, la storia più curiosa me la sono tenuta per l’uscita di oggi, perché è perfetta per essere raccontata ad una settimana esatta di distanza dal giorno in cui Babbo Natale in persona sorprenderà, coi suoi doni, milioni di bambini in tutto il mondo.

Certo che, come riesca a farcela da solo e per di più in una sola notte, è uno di quei misteri molto ben custoditi; forse addirittura il meglio custodito di tutti!
Al punto che, quando la fiducia nella riuscita di questa autentica magia inizia a vacillare, beh, quello diventa per ogni bambina e bambino un passaggio chiave verso l’età adulta…

(altro…)

Poesia di novembre: “Dialogo”

martedì, novembre 27th, 2018

20181125_225459(1)

 

Il Natale si avvicina schiettamente, perciò è il momento d’iniziare a riflettere con pazienza sul dolore: infatti, come tutti ben sappiamo, Gesù è venuto sulla Terra appositamente per la croce. In altre parole, cari amici de 《Il Cofanetto Magico》, non attendetevi auguri o lazzi d’allegria, da questa rubrica, ed anzi lasciate ogne regalo, o facile panettone, voi ch’intrate… nella poesiola che segue.

(altro…)

Babbo Natale, esiste?

domenica, novembre 18th, 2018

Non so quanto spazio e importanza abbia, nella quotidianità periodica di chi mi legge, il Natale.
Voglio dire il senso del Natale, con tutte le sue valenze, i suoi riti, le sue atmosfere.

Per quanto mi riguarda, nonostante il susseguirsi degli anni e dunque una inevitabile ripetitività del tutto, resiste in me la voglia di gentilezza. Anzi, non solo resiste, ma cresce di pari passo con una specie di impegno costante a far sì che questo atteggiamento non mi abbandoni mai, durante l’intero anno.
Voglio dire che siccome “a Natale siamo tutti più buoni”, se “buoni” ci impegniamo ad esserlo anche durante il resto dell’anno, quel “più”, varrà ancora di… più!

Comunque, a parte il mio personale sentire, il periodo si presta, anche dal punto di vista narrativo, a dare evidenza a belle e buone storie natalizie, e dunque ho accolto con entusiasmo l’invito della Nostra Direttrice Maria Cristina Giongo, a scovare appunto qualcosa “a tema”, da raccontare per l’uscita del 18 dicembre.

Ma siccome quando si cerca, a volte si rischia di non trovare, ma a volte invece si trova anche di più di quanto si pensasse, io di buone storie, un po’ dai files della mia memoria e un po’ da quelli della memoria collettiva del web, ne ho trovate diverse.

Non mi sapevo decidere, e allora mi sono detto: perché non raccontarne almeno due, prolungando così l’inevitabile effetto positivo che le belle storie finiscono per avere in chi le legge?

E dunque eccomi qua, con quella che può essere definita a tutti gli effetti una sorta di “parte prima”, del ciclo “Le Belle Storie Natalizie del Cofanetto Magico”

(altro…)

Rampina, una favola dei nostri giorni (8° episodio)

giovedì, novembre 8th, 2018

Immagine realizzata da Marica Caramia, ispirata dalla
favola di Rampina di Valentino Di Persio

La favola di Rampina è iniziata quasi per caso, si è scritta da sola, senza essere stata cogitata preventivamente. Rampina nacque in una notte tempestosa di maggio di due anni fa, alle falde del Gran Sasso. Una coltre di grandine le impedisce di raggiungere il seno materno. Quando al levar del sole riesce finalmente a trovare la forza di alzarsi, mamma cavalla non c’era più, l’aveva abbandonata nel prato in balia dei lupi. Ma il destino le aveva riservato qualcosa di diverso. Sfugge alla morte per amore della vita, della quale ha imparato a coglierne gli aspetti migliori, grazie ad una serie di esperienze maturate a contatto con l’uomo, dal quale riesce a staccarsi solo grazie al sublime sentimento, detto amore. Buona lettura!

Clicca qui per l’episodio precedente.

(altro…)

Poesia di ottobre: “Spesso banale”

sabato, ottobre 27th, 2018

detective-1424831_640

 

Come tutti gli abitanti della vita, ciascuno di noi artisti cerca una risposta ai propri interrogativi esistenziali. O almeno una poesia, un racconto, un romanzo, un quadro, una scultura, una sinfonia, una canzone.
Io di poesie (che spesso, ultimamente, mi sforzo d’incrociare con la prosa ritmica) ne trovo sempre molte. Moltissime. Forse troppe. E dato che non so più dove metterle o stiparle, le scarico a voi, cari amici del «Cofanetto Magico». Che dire? Spiacente davvero d’importunarvi così tanto…

(altro…)

Alberobello. Il culto dei Santi Medici

lunedì, ottobre 22nd, 2018

Fotografia di Gianfranco Ricupero

Ricordo di aver avuto 5 o 6 anni quando, un pomeriggio, mentre giocavo in bicicletta con le mie amichette nel tratturo di casa, vidi allo sbocco della statale una miriade di gente a piedi.
Scena che si ripete, ogni anno, negli ultimi giorni di settembre e che si dilunga per una decina di giorni con maggiore affluenza nei fine settimana. Una tradizione che prevede il pellegrinaggio alla volta di Alberobello, in onore dei Santi Medici Cosma e Damiano, il cui culto inizia nel 1600. I fedeli, ma anche soli curiosi, provengono dai paesi limitrofi come da Martina Franca, Locorotondo, Cisternino, Fasano, Noci, e dalla regione in genere.
L’usanza del pellegrinaggio, risalente al XVIII secolo, continua a rinnovarsi grazie al rimando da padre in figlio.

(altro…)

Esserci adesso. Storia curiosa di una antica avventura fotografica londinese

giovedì, ottobre 18th, 2018

Questa storia ha 21 anni e qualche mese. Ma è iniziata 22 anni fa. Ed è assolutamente vera. Posso dirlo con granitica certezza, perché è capitata a me.

Più o meno in questi stessi giorni di ottobre del 1996 ero a Londra per una vacanza organizzata dal mio amico Franco, che quasi senza avvertirmi, anzi più esattamente senza aspettare una mia conferma, un po’ a sorpresa aveva prenotato volo e hotel, consapevole di una mia debolezza del resto inconfutabile: ad una vacanza a Londra io non so mai dire di no. Ci sono stato, per periodi che variano da un giorno a un mese, ben otto volte, e sto pensando di tornarci prestissimo, forse già nel prossimo novembre.

(altro…)

Rampina, una favola dei nostri giorni (7° episodio)

lunedì, ottobre 8th, 2018

Immagine realizzata da Marica Caramia, ispirata dalla
favola di Rampina di Valentino Di Persio

In questo capitolo, la nostra Rampina non si lascia sfuggire l’occasione per compiere un atto eroico che salverà il suo benefattore da una situazione di pericolo. L’episodio è propedeutico a quello finale nel quale la nostra eroina dovrà fare una scelta obbligata per il suo futuro.
Buona lettura!

Clicca qui per l’episodio precedente.

(altro…)

“Che la forza (della fantascienza) sia con voi!”. Intervista ad Angelo Paratico, romanziere della Mursia Editore

giovedì, settembre 27th, 2018

Angelo Paratico (fotografia)

Angelo Paratico

 

Ha pubblicato due romanzi con Mursia Editore e ogni tanto scrive anche per i blog del «Corriere della Sera»; mi riferisco ad Angelo Paratico, un autore che vive ormai da tempo nel Sud-Est asiatico e i cui libri, oltre a guadagnarsi spesso l’attenzione d’importanti quotidiani internazionali come ad esempio il «Telegraph», la «Pravda» e l’«Huffington Post», s’incentrano su argomenti sempre vari e interessanti, fra i quali una mia grande passione: la fantascienza. Di questo genere letterario così controverso, eppure affascinante, Paratico stesso mi ha gentilmente e ampiamente parlato proprio nell’intervista che segue, cari amici del «Cofanetto Magico», ed è con vero piacere che la offro a tutti voi.

(altro…)