Lettera ai famosi. Romina Power.

Romina Power. Foto di Romina Carrisi

Gentile signora Power,
il nostro Cofanetto magico ha una rubrica che si chiama “lettera ai famosi”, nella quale scrivo a personaggi noti che non ho mai intervistato, neanche durante la mia oramai lunghissima professione di giornalista. Per questo uso la forma del “lei”. Il motivo di questa mia lettera “aperta” e pubblica è chiederle la collaborazione per una questione che mi sta molto a cuore.

Il libro della pace, alla ricerca della pace. Il titolo, Shantaram, significa “un uomo della pace di Dio”.

Vengo subito al dunque; su varie pagine di facebook stanno girando messaggi di “sue fans” irriverenti e cattivi verso chi non la pensa come loro. O, per meglio dire: verso chi non fa parte di questo gruppo. Prima di tutto vorrei chiarire una cosa; che ognuno è libero di preferire chi vuole, chi si avvicina di più al suo modo di vivere o semplicemente chi trova che canti, balli, scriva meglio di un altro. A pagina 777 di un bel libro consigliatomi da suo figlio Yari Carrisi, Shantaram, di Gregory David Roberts, l’autore scrive di condividere il pensiero di Winston Churchill, secondo il quale un fanatico è una persona che non cambia opinione e non è capace di cambiare argomento.

Nel caso specifico un discorso tanto privato quanto un auspicato riavvicinamento sentimentale fra lei e il suo ex marito, Albano, sono diventati un argomento che le sue fans inseriscono ovunque; nella pagina di Albano e persino in quelle dei suoi amici. Una fissazione. Spesso con l’aggiunta di frasi irrispettose e violente nei confronti della donna che è al suo fianco e dei loro figli. Al contrario, i fans di Albano e gli amici, me compresa, non si sognerebbero mai di fare commenti malevoli su di lei. Sempre nel libro che ho citato si legge che “il fanatismo è l’opposto dell’amore”.

Di recente una sua fans ha scritto in un gruppo composto SOLO per sostenere Albano al Festival di Sanremo, una frase tipo che…. “noi odiamo lei e la sua famiglia”. A questo punto sono intervenuta con molta forza e decisione dicendo che non voglio sentir nominare la parola ODIO da nessuno. E poi perchè mai qualcuno dovrebbe odiarvi? Che cosa c’entra tutto ciò con un discorso musicale?

Si possono odiare i criminali, i pedofili, chi ci ha ucciso un figlio ma non certo un cantante, un artista che magari al massimo, ci è indifferente. Viviamo già in un mondo pieno di guerre, scatenate proprio da odio e sete di potere. La mia domanda è: ma lei legge questi commenti? E, se li legge, è contenta di quello che scrivono? Non si adira con loro? Per non dire di quello che scrivono sulla pagina di Loredana Lecciso! Ripeto; si tratta di fanatici, non di fans!

Una delle vetrate della Chiesetta di Cellino San Marco (Puglia). 1 gennaio 2017. Foto di Maria Cristina Giongo. Incontrarsi, fare pace, volersi bene, amarsi e rispettarsi, attendere che il cerchio della pace si allarghi accogliendo con amore chi vuole farne parte.

A proposito di Loredana Lecciso proprio sul Cofanetto magico scrissi, anni fa, un articolo feroce contro di lei, di cui mi pento. Era motivato dal fatto che non conoscendola di persona e quindi vedendo solo il suo modo di porsi in televisione, trasgressivo, sexy, inoltre dopo quello che accadde nella famosa puntata dell’Isola dei famosi….mi ero permessa dei giudizi molto pesanti su di lei. Può succedere, se sono dettati solo da antipatia; è umano. Ma io avevo toccato il suo ruolo di madre, criticandola come tale. Sbagliando, valicando una frontiera con pensieri che avrei dovuto tenermi per me.

Loredana mi rispose subito, evidentemente seccata. Però mi rispose! Apprezzai la sua educazione e il suo coraggio nell’affrontare la cosa. Albano replicò asserendo che non dovevo giudicare una persona solo dall’apparenza. Poi mi invitò a Cellino San Marco con mio marito ed i miei figli, alla Comunione di Jasmine e volle che la conoscessi. Ebbene; mi aspettavo che Loredana, incontrandomi… mi tirasse una scarpa in testa, tacco 12.. (che fa molto male!) ricordando quell’articolo. Invece mi venne incontro, mi abbracciò e subito disse che dopo la prima reazione negativa aveva cominciato a riflettere sulle mie parole, comprendendo che su alcuni punti avevo ragione. Rimasi completamente spiazzata. Piano piano, senza forzature da parte di nessuno, fra di noi, dal dissenso iniziale, nacque il consenso, il dialogo. “Solo gli stupidi non cambiano idea!”. Infatti cambiai idea su di lei. E con il tempo siamo diventate amiche. Quando non sono d’accordo con lei su alcune cose, magari ancora legate al suo modo di porsi in pubblico glielo dico chiaramente; lei mi ascolta sempre, non si arrabbia. Poi magari fa lo stesso quello che vuole ma di una cosa ora sono sicura: che è una donna dolce, molto buona, decisa, mai cattiva. Un’amica leale ed affettuosa, con me e mio marito.

Nella mia vita e anche nel mio campo professionale ho conosciuto tanti personaggi famosi; ma, mi creda, arrivata alla soglia dei 66 anni, adesso non mi importa nulla se una persona sia più o meno conosciuta. Ora posso scegliere chi voglio intervistare, senza più sottopormi a direttori …dittatori. Nel mio sito www.mariacristinagiongo.nl si trovano gli ultimi miei articoli usciti su quotidiani e settimanali nazionali, i libri pubblicati. Fra cui il racconto di un’ora di colloquio con Papa Karol Wojtyla. Nella mia pagina wikipedia anche il mio incontro, lo scorso anno, con Papa Francesco, che mi ha consegnato la medaglia di bronzo pontificia del giubileo, coniata solo in 4000 copie, che hanno ricevuto anche capi di Stato. Infatti faccio parte di un’associazione estera, la ProPetriSede, antichissima, che risale addirittura alla metà del 1800 …. molto attiva nel sostegno delle opere di bene dei Pontefici!
https://it.wikipedia.org/wiki/Maria_Cristina_Giongo

Su wikipedia c’è la mia foto con un premio ricevuto in settembre per un articolo sul terrorismo. Il Premio “Giornalisti del Mediterraneo”, che si svolge ogni anno con il patrocinio del Parlamento Europeo. Mi sono trovata fra giornalisti del Corriere, della Rai, di Panorama, tutti scelti per i loro migliori articoli o reportage di guerra.

Cellino San Marco, ( Puglia) 1 gennaio 2017. Amiche in comune…..Foto Hans Linsen

Le dico questo perchè qualche fans ha insinuato che potrei farmi pubblicità alle spalle di Albano! Una vera idiozia! Non ne ho proprio bisogno! Anzi; da quando sono diventata sua amica non scrivo più nulla su di lui, per il timore, che, (oltre tutto per quattro soldi di compenso dei giornali), si possa rovinare la nostra amicizia! Comunque non lo farei neanche se mi offrissero centinaia di euro per uno scoop. In quanto una vera amicizia è un tesoro che va preservato come una perla rara. D’altra parte io stessa non sopporto chi al contrario sfrutta la loro conoscenza per particolari interessi.

Tempo fa scrissi per Novella duemila, Visto, OGGI; quando il mio direttore di Novella era Luciano Regolo, e del settimanale Oggi era Pino Belleri mi occupavo di articoli sulle case reali nel mondo, con la cara Candida Morvillo anche di gossip; ma mai di gossip inventati, cretini, infidi. Poi, ho fondato questo mio blog-magazine online, non profit, dove posso scrivere solo per puro amore del giornalismo e delle notizie vere. Un mio collaboratore mi chiese, tempo fa, perchè non l’intervistavo. Gli risposi che se voleva poteva farlo lui ma SOLO sul buddismo, un tema che mi interessava e che mi pareva interessasse anche lei. Lui preparò le domande, me le fece leggere, le approvai, gliele mandò ma lei non si fece più viva. Pazienza! Posso capire che lui ci rimase male visto che era un suo fans. Io ci rimasi male soltanto perchè aveva lavorato per prepararle ed il lavoro va sempre premiato. Mai buttato via.

Una cosa è certa, io personalmente preferisco intervistare persone che svolgono la loro professione nel campo medico, della ricerca scientifica, grandi scrittori. E sa perchè? Proprio perchè non mi fanno perdere tempo, sono veramente interessati alla mia intervista; lavorano giorno e notte per il bene dell’umanità, per ricerche di cui per loro è molto importante si possa parlare. Gli uomini intelligenti e di cultura sono sempre i più umili; in quanto il loro scopo è proprio quello della diffusione della cultura. Inoltre conoscono i loro limiti; proprio perchè sanno come sia difficile essere ricercatori, non conoscere mai la verità sino in fondo. Dopo un’intervista con uno di questi personaggi mi sento sempre arricchita pure io! Mia sorella, giornalista professionista, che ha lavorato per più di 20 anni in Rizzoli, quando era redattrice di Newton (ora chiuso) intervistò Rita Levi di Montalcino, che come sa ricevette il Premio Nobel per la medicina nel 1986. Fu entusiasta di questa piccola donna di sapere, grande scienziata, che nonostante ciò l’aveva accolta subito a braccia aperte a casa sua, rispondendo con umiltà a tutte le sue domande.

Yari Carrisi. Una famiglia musicale!

A mia volta ho intervistato l’astronauta Luca Parmitano per il mensile Ok la salute (ai tempi in cui era ancora della Rizzoli); era appena tornato da una missione sulla Luna in cui aveva corso un grande pericolo ed era appena stato intervistato (su Rai Tre) da Fabio Fazio. Trovò comunque il tempo di rilasciarmi una bellissima intervista. Per il Cofanetto poi si sono resi disponibili tanti altri personaggi, come Roberto Vecchioni, che ha postato due mie interviste, una per Ok la salute e una per Il Cofanetto (la terza gliela feci per Libero) anche nel suo sito ufficiale.

Mio padre, primario medico dell’Ospedale Luigi Sacco di Milano, plurispecialista, mia madre, anche lei una donna sempre attiva nel campo del sociale e della solidarietà umana, giudice onorario, mi dicevano sempre di non far mai pesare la mia estrazione sociale e di fare sempre del bene a chi nella vita è stato meno fortunato di me. Mio padre mi disse, una volta, che dovevo rispondere (allora lavoravo in televisione) a tutti quelli che mi scrivevano, anche se ero stanca morta: perchè una risposta non si nega a nessuno. Sarebbe come negare la persona stessa. Nessuno deve essere considerato diverso da un altro.

Perchè le scrivo tutto questo? Perchè possa capire come mi colpisca l’ignoranza di persone che invece giudicano e vivono solo per spettegolare sui social! Mentre ce ne sono altre che si concedono anche per un blog che ha pochi lettori; convinti che, anche se la loro intervista fosse letta da 3 persone…. per loro sarebbe comunque importante! Tre persone in più a cui offrire il frutto di anni di studi. Spero che non veda questo mio commento come una velata accusa sul fatto che lei si sia tirata indietro, forse per mancanza di tempo, per l’intervista da pubblicare sul Cofanetto. Troverò comunque altre persone che potranno condividere con i miei lettori alcuni spunti di saggezza sul buddismo.

Come vede io sono cresciuta e ho fatto crescere i miei figli proprio con questi valori di tolleranza, generosità, pace e amore. Può quindi immaginarsi come rimanga amareggiata per certa gente che sui social è così aggressiva. Noi due ci siamo incontrate, una volta, improvvisamente, in un posto dove nessuna delle due…. avrebbe mai pensato di incontrare l’altra! Mi è spiaciuto che non ci fossimo sedute attorno ad un tavolo per parlare un po’. Non dico di filosofia o arte ma semplicemente per conoscerci, anche se io ho avuto l’impressione, da come si è rivolta alla nostra amica “comune”, che lei sapesse benissimo chi fossi. Peccato, un’occasione persa. O forse nessuna delle due aveva abbastanza interesse nell’altra per un incontro più approfondito? Non lo sapremo mai.

La foto più bella che ho trovato in rete, l’amore più importante che esista al mondo. Quello per i figli e quello dei figli.

In conclusione… dire che io e altre persone amiche di Albano e Loredana la detestiamo è talmente assurdo che rasenta la follia! Io adoro Jasmine e anche Brigitta; trovo Albano Junior un gran simpaticone, considero Yari e Cristel ragazzi educati e molto cari. Per non parlare di Romina Carrisi Junior, veramente bella, che stimo perchè conduce la sua vita provando a far risaltare le sue qualità (che sono parecchie) senza essere considerata “figlia di….” o invitata in varie televisoni solo perchè parli dei suoi genitori; infatti e purtroppo tutto gira intorno a questo tema quando si hanno genitori famosi.

Cellino San Marco, estate 2016, una bella, allegra foto con Yari Carrisi

Se lei è una donna di pace, come mi è parso di capire, se lei crede nei valori professati dal Dalai Lama, non potrebbe dire alle sue cosiddette fans di lasciarci in santa pace? Di scrivere solo sulla sua pagina? Le dò atto di averlo già fatto una volta: come anche Albano. Ma hanno ricominciato! A volte io reagisco male; ma vorrei vedere lei… se dicessero di una sua amica, come lo è diventata per me Loredana, che è una “poco di buono”! Credo che si arrabbierebbe molto! Se a loro è antipatica, non guardino la sua pagina. Inoltre ci sono critiche e critiche. Io non provo simpatia per Barbara D’Urso, lo dico sempre ad Albano e a Loredana! Non la sopporto per il suo modo di porre le notizie, così poco professionale, basato solo sugli indici di ascolto, le sue risate esagerate… a gambe all’aria sul divano del “suo salotto”, dove definisce tutti quelli che ci entrano dei “gran gnocchi” o “gran gnocche”, il suo chiamare “tette” i seni; e per il modo di sfruttare il dolore altrui per fare pessimi servizi giornalistici. Apparteniamo veramente a due mondi e culture diverse. Però non la insulto; la critico e basta. C’è una bella differenza!

A proposito di fan, anch’io sono una fans di un personaggio famoso; Audrey Hepburn. Un’icona di classe, educazione, rispettosa, bellissima anche a 62 anni (la vidi prima che morisse); sempre attiva nel portare a termine i suoi progetti per i poveri e i sofferenti di questo mondo. Sono amica del figlio Sean (avuto da Ferrer), che è tale quale sua madre per quanto riguarda la cultura, umanità, umiltà e intelligenza. Quindi so che cosa si provi ad essere fans di un personaggio famoso, che per me non ha uguali. Ma non “mi offenderei” se qualcuno non la pensasse come me a riguardo!

Tornando ai suoi fans, avrà visto che anche nella pagina di Albano, da quando avete ricominciato a cantare insieme….è iniziato il tormentone legato al fatto che non bastava la vostra riunione canora! DOVEVA avvenire anche quella sentimentale! E’ bello che la gente sogni ed è brutto levare i sogni a chi vive di quelli; ma ci sono fans che vanno troppo sul pesante! Da denuncia immediata!
Trovo inoltre che la coppia tipo “Trottolino amoroso, du du … da da ( conosce la canzone?)sia oramai superata. Ma questa è solo una mia opinione personale. Oltre tutto non si tiene conto del fatto che il “Trottolino amoroso”… nel frattempo si è rifatto una vita ed ha due figli nel delicato periodo adolescenziale! Un minimo di rispetto anche per loro non guasterebbe! A volte la gente è così insensibile! Si vede che certe fans non hanno figli… Anche il povero direttore di Novella duemila e Visto, Roberto Alessi, si è “beccato “, poco tempo fa, tanti di quegli insulti….in fondo per cosa? Per aver detto che lei aveva preso gli alimenti in passato e che avrebbe forse dovuto usare una crema antirughe.

E che cosa c’è di male!? Io uso la crema antirughe sin dall’età di 35 anni!!!! E con ottimi risultati! Per il resto accetto la mia vecchiaia senza mai pubblicare foto ritoccate. Non era un’offesa, bensì un consiglio. Circa gli alimenti non ho seguito le vostre vicende al tempo del divorzio, perchè sinceramente non mi interessavano. Molte persone mi hanno chiesto come è la situazione nei Paesi Bassi: in Olanda gli alimenti si ricevono solo per 12 anni. Poi basta. Per quanto mi riguarda io ho divorziato da mio marito, per seri motivi, dopo 26 anni di matrimonio e 4 di convivenza, ma gli ho lasciato tutto; casa compresa. Solo i figli li ho portati con me, perchè erano il valore più grande per cui valeva la pena di lottare e lo sono ancora adesso. Sono la ragione più vera, profonda ed importante della mia vita. Per loro, appena nati, lasciai anche la mia carriera televisiva appena inziata ma già ben avviata, e mi trasferii in Olanda per fare la madre. Di sera davo lezioni d’italiano, anche all’Università popolare, e scrivevo libri.Tuttavia devo dire che in questo Paese sei già abbastanza tutelata dallo stato, per esempio se sei malata e quindi non puoi lavorare (ma non era il mio caso).

Romina Power con l’ultimo suo libro e la giornalista Cristina Parodi, che attualmente conduce il programma La vita in diretta, su Rai Uno.

Ma se anche avessi accettato di percepire gli alimenti o gli aiuti offerti dalla mia famiglia, peraltro agiata, oltre che di gran livello culturale, non mi sarei offesa se qualcuno mi avesse criticata. Allora li respinsi per orgoglio. Però quando una donna non lavora, soprattutto perchè deve occuparsi dei figli, è giusto che l’uomo la sostenga economicamente. Tuttavia ripeto: non conosco la vostra situazione, per questo ho parlato solo della mia. Non la conosco perchè le assicuro che a Cellino tutte le bocche sono cucite, giustamente. Comprese quelle di Albano e Loredana. Sono affari vostri. Da Loredana non ho mai sentito una parola cattiva o negativa su nessuno! Quando ci troviamo fra di noi, passiamo insieme ore veramente serene e allegre! Anche con sua sorella Raffaella Lecciso, a cui voglio pure molto bene: una donna bella di fuori e bellissima di dentro!

A proposito, sa che persino Rita Dalla Chiesa è stata presa di mira perchè ha difeso Roberto Alessi? E persino perchè…. è semplicemente amica di Albano e Loredana!!!! Non lo trova assurdo, indegno? Mi sembra di essere tornata ai tempi dell’asilo: “non sei più mia amica perchè sei amica della compagna che non mi piace…” Da adulti, non si potrebbe essere amici di tutti?Ho visto solo due volte la sua pagina di facebook, notando che lei non interagisce molto con i suoi fans, come altri personaggi noti; ma per favore, almeno una volta mandi loro un messaggio di pace, chiedendo pace!

Roberto Alessi è stato insultato anche perchè non si era scusato SUBITO con lei per i due commenti sul fatto che dovrebbe usare una crema per il viso e che in passato ha usufruito della possibilità di ricevere gli alimenti; allora, che cosa dovrebbero fare le sue fans? Inginocchiarsi davanti a Loredana Lecciso e cospargersi il capo di cenere chiedendole perdono per le TANTE, CONTINUE offese gratuite, malvage e volgari che hanno lanciato e continuano a lanciare contro di lei?

Albano è un uomo intelligente, ironico; non condivido tutto quello che dice, ma la maggior parte di quello che fa. Fra di noi c’è molta stima. Termino con il titolo di un capitolo del libro del Dalai Lama “L’arte della felicità”, che suppongo avrà letto più volte, come me: l’importanza del pensiero duttile. In esso il grande saggio religioso e predicatore, sottolinea l’importanza di una mente elastica e flessibile, spiegando che “la mente duttile e la capacità di cambiare ottica sono interconnesse, ci aiutano ad affrontare i nostri problemi da prospettive differenti. Adottando un approccio elastico e flessibile alla vita, conserveremo la calma anche nella più inquieta e turbolenta delle situazioni”.

Lo spieghi lei alle sue “fans”, perchè il loro fanatismo è arrivato anche a colpire me nella mia pagina di facebook, dove ho amici meravigliosi ed educati. Sino a che ho cominciato ad innervosirmi. Ovviamente non tutte le sue “seguaci” (dalla parola “seguire”) sono così….alcune mi rispettano e mi capiscono. Albano sa difendersi da solo, anche se reputo che certi gossip siano stati deleteri per la sua partecipazione al Festival di Sanremo. C’è chi è arrivato persino a chiedergli..per la centesima volta, se la canzone in gara, NON scritta da lui, fosse dedicata a lei! Invece di fargli domande sulla canzone stessa, come è avvenuto per gli altri concorrenti! Ma è possibile che la gente sia così superficiale da provare interesse solo negli affari altrui, piuttosto che in cose più importanti?

E perchè le sue fans, invece di essere felici che abbiate ripreso a cantare insieme e che abbiate seppellito l’ascia di guerra di periodi infelici e bui, non si accontentano e chiudono anche loro il cerchio della pace? Invece di seminare zizzania e odio? Allora spero tanto di poter contare sulla sua collaborazione, così che lascino in pace tutti gli altri che non necessariamente sono o debbono essere fans suoi o della vostra coppia canora. Per fortuna viviamo in un Paese democratico. Fra un po’ verremo criticati perchè osiamo dire che preferiamo Albano come solista!!! A me piace lui come solista; e mi piacciono anche Renato Zero, come solista, Massimo Ranieri, Gianni Morandi, Fabrizio Moro, Bianca Atzei, Forella Mannoia e tanti altri artisti dotati di voci potenti ed uniche.

La saluto cordialmente, buon tutto, buona vita, come dice sempre quel grande uomo di Albano. Stasera so che parteciperà su Rai Uno ad un programma di Antonella Clerici, “Standing Ovation”.

Allora per stasera in bocca al lupo, viva il lupo! Cercherò di vederla, anche se Albano non ci sarà. Le sue fans capiranno che le vostre carriere possono comunque continuare una indipendentemente dall’altra, a seconda dei vari impegni di lavoro! Pace e civiltà a tutti!

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

https://it.wikipedia.org/wiki/Maria_Cristina_Giongo
www.mariacristinagiongo.nl

Proibita la riproduzione del testo e delle immagini senza pubblicare i nomi degli autori e la fonte di provenienza.
Alcune foto sono state scaricate dal web ma non si sa se sono coperte da diritti d’autore. Nel caso di segnalazione verranno rimosse subito.
No part of this publication may be reproduced or transmitted, in any form or any means, without prior permission of the publisher and without indicating the source.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

21 Responses to “Lettera ai famosi. Romina Power.”

  1. Biagina scrive:

    Mamma mia che Commento!!!!!!

  2. Maria scrive:

    Come sempre i tuoi scritti sono delicati e signorili!!Mi Auguro Che Romina ti risponda

  3. Elena Spiga scrive:

    Congratulazioni Cristina! Vogliamo semplicemente pace e amore per tutti e verso tutti.. la vita é talmente breve che é inutile offuscarla con astio e violenza psicologica o con assurde cattiverie gratuite che come dice giustamente Al Bano fanno sempre più male a chi le propone.. un abbraccio Elena Spiga

    • admin scrive:

      Grazie, Elena, forse dovremmo imparare a farci scivolare addosso la cattiveria umana, senza soffrirne; sarebbe una grande conquista. Tutta a nostro vantaggio! Ricambio l’abbraccio!

  4. anna scrive:

    per me non risponde brava sig m.cristina ottimo articolo complimenti

  5. Lorella scrive:

    Complimenti cara Cristina ! Spero ti sarà scritta una risposta, se non pubblica sarà privata , io personalmente penso che ognuno di noi debba imparare a crescere prima o poi , mi rivolgo soprattutto alla gente che punta il dito senza sapere e che del sapere altrui riempie la propria vita . Un abbraccio mia cara Cristina ciao!!

  6. Claudia Tagliabue scrive:

    Accipicchia Cristina che lettera/articolo !!! Hai scritto tutto, ma proprio tutto in modo perfetto e nel tuo stile ineguagliabile !
    Brava!!!!!
    Risponderà….
    Ti abbraccio e mi complimento, sei grandiosa !!!

  7. Maria Cristina Giongo scrive:

    Grazie, carissima Claudia, fedele lettrice del Cofanetto! E comunque mi fa piacere che mi abbiano scritto molte persone che fanno parte del fan club di Romina, soprattutto in privato; anche loro auspicano la pace e la possibilità di stare in un gruppo pacifico. Speriamo in bene! Un abbraccio anche da me

  8. Valentino scrive:

    E si, non hai tralasciato proprio nulla ! Hai detto senza dire, hai fatto senza fare. Grande professionista , non c’è che dire. Brava Direttrice. Solo una cosa non condivido, ovvero l’auspicio che tutti siano amici di tutti. Pura utopia. D’altronde sai che noia, sai che barba il vivere senza critiche, senza cattiverie , senza rodimenti del lato B !. Il tutto va bene , il vogliamoci bene, comporterebbe sbadigli infiniti. E poi, se tutti avessimo una mente elastica e flessibile come vorrebbe il Dalai Lama, come avresti potuto tu, scrivere una lettera così ricca di aneddoti,a tratti gustosi e divertenti ? Con affetto indelebile. Il tuo redattore (in) fedele.

  9. Maria Cristina Giongo scrive:

    Sono commossa, caro redattore fedele!!!! Che belle parole! Comunque hai ragione, che noia se la pensassimo tutti allo stesso modo! Però credimi, l’invidia, la gelosia, la cattiveria, la calunnia sono veramente nocivi, possono fare molto male.
    Un abbraccio, con lo stesso indelebile affetto,

    Cristina

    P.S. Questa volta non avevo ragione di scrivere un articolo “pesante”, polemico ad oltranza, accusatorio: ma una volta, come ben sai, reagii male pure io, proprio sul Cofanetto magico quando Romina andò alla televisione spagnola dicendo che Albano l’aveva picchiata. All’epoca scrissi che i panni sporchi si lavano in famiglia e mi distaccai da questo modo di fare gossip, scoop….da parte di Romina Power. Ne nacque un tafferuglio con smentite, interventi di altri familiari, con grandi guadagni da parte della TV e degli ospiti! Una brutta pagina televisiva e sociale. Un brutto esempio! Ecco l’articolo: http://www.ilcofanettomagico.it/2011/11/07/al-bano-un-violento-al-bano-ha-maltrattato-romina-power-non-ci-credo/ Ora mi auguro che quel periodo non torni mai più.

  10. Bianca scrive:

    Sai come diceva un certo signor Dante Alighieri: “Non ti curar di loro ma guarda e passa”. Anche se è difficile, certo.
    Sei sempre stata signorile, affettuosa e carina cone me che sono una perfetta sconosciuta.
    Dalla prima volta che ci vedemmo.

    Un abbraccio,
    Bianca

  11. Bianca scrive:

    Grazie Cristina delle belle parole!
    A presto, un abbraccio,
    Bianca

  12. Doina Popescu scrive:

    Oggi io lessi la Sua lettera ed io apprezzo l’eleganza di lingua attraverso che dice della verità.Queste verità che appartengono agli amici del LL di gruppo.Con parole bene fatte commosso il centro di questa storia.ambo il ROMINA è il primo, le loro anime sono unite per l’eternità.Dopo che Ambo ilROMINA è un 2.Il dramma è per LL che è entrato in questa storia con ingenuità..la letteratura classica ci dà più esempi.giovani ragazze, e bene leggere e poi adescare i vecchi uomini.Povetea è antico, la vittima è nuova!

    • Maria Cristina Giongo scrive:

      No, signora, nessuno adesca nessuno. Albano non è certo un uomo vecchio e nemmeno una persona che si fa adescare. Se sceglie una donna lo fa per amore; anche se mette al mondo figli lo fa con amore.

Lascia un commento