Lettera ai famosi: Loredana Lecciso, stop al televoto!

Loredana Lecciso

Cara Signora Lecciso,

se le è capitato di leggere i miei articoli sulla pedofilia, saprà che per me è un argomento molto importante. Per due motivi: perchè è un fenomeno in continua espansione, soprattutto quella online, e in quanto tocca il bene più prezioso del mondo e del futuro del mondo: i bambini.

Di sicuro si starà domandando che cosa c’entra lei con questo argomento tanto lugubre…C’entra, in quanto i suoi figli sono sempre sui giornali. E si tratta di bambini piccoli. Tempo fa un pedofilo, da me intervistato, mi disse che loro si eccitano proprio sulle foto di bimbi pubblicati da certi giornali. Sono malati, è vero; sono dei disgraziati e farabutti, è vero. Ma questa è la realtà. Vogliamo ignorarla?

Oppure finalmente la smettiamo di usare queste piccole creature, che non c’entrano nulla con il mondo dello spettacolo? Alcune riviste, se i genitori lo vogliono, pubblicano le foto dei loro figli con una mascherina davanti. Inoltre prima chiedono l’accordo firmato del padre e della madre, secondo quanto mi ha confermato la direttrice di un settimanale di gossip. Infatti parecchi figli dei famosi che appaiono su questa testata hanno il viso coperto, irriconoscibile. Compresi i figli di Brad Pitt e di Michelle Hunziker. Esclusi i suoi!

Vedere la piccola Jasmine, che ha solo 9 anni, fotografata su un letto, con lei che le gira la testina perchè fissi la macchina fotografica, mi ha fatto tanta, tanta pena! Non le dico poi quando è apparsa su un’altro giornale con il mascara sulle ciglia ed il rossetto trasparente. Lei, la mamma.… indossava una camicetta e basta; sembrava quasi che fosse a sedere nudo. Quest’immagine dovrebbe suscitare un sentimento materno? No; mette solo una grande tristezza, perchè quella bimba non c’entrava nulla con le altre foto che si trovano nel giornale: proprio in quanto si tratta di giornali PER ADULTI.

Lei dovrebbe avere il diritto di poter continuare a giocare in santa pace a… “Un, due tre stella…..” con gli altri bambini. A proposito: lo sapeva che è il gioco preferito di sua figlia? E che magari se le leggesse un bel libro sarebbe meglio per il vostro rapporto d’intimità familiare?

 photo MadonnadelLibroBotticelli_zps3530d6b3.jpg

Madonna del libro – Sandro Botticelli ( 1445-1510 )

E ora passiamo al discorso di essere mamma: lei vorrebbe altri figli? Ma lo sa che essere mamma implica sacrifici, amore incondizionato, presenza costante? Conosco una giornalista che conduceva un programma televisivo in un’emittente privata, Telealtomilanese, tanti, tanti anni fa…Il suo programma andava bene, il suo pubblico l’amava. Poi rimase incinta del suo primo figlio. Nel frattempo un uomo, a quei tempi quasi sconosciuto, decise di acquistare questa piccola televisione. Lui chiamava Silvio Berlusconi. La televisione si chiamò Canale Cinque. Per lei, se fosse rimasta, sarebbe stata una fortuna.

Magari sarebbe diventata famosa come Simona Ventura. O Barbara D’Urso, che, guarda caso, fu proprio lei a scoprire, una volta che vide le sue immagini in un catalogo di un’ agenzia di fotomodelle in cui indossava un completo di biancheria intima; e la scelse per la pubblicità del gruppo Standa.

Ma…aspettava un figlio e non avrebbe potuto continuare la sua trasmissione, che andava in onda ogni giorno, in diretta. Doveva scegliere; scelse per il suo bimbo e partì per un Paese straniero, dove viveva il padre della sua creatura. Fece la madre a tempo pieno e alla sera, quando il suo bimbo dormiva, scriveva libri, scriveva articoli, dava lezioni d’italiano. Non fu facile ma sono sicura che se dovesse tornare indietro rifarebbe la stessa cosa.

Sin dal momento in cui metti al mondo un figlio devi iniziare a costruirgli una riserva d’amore per i momenti difficili che la vita gli darà. Devi farlo sentire sicuro, portarlo sulle spalle quando non ce la fa più a camminare affaticato per i troppi problemi: anche se magari è adulto e tu sei vecchia. Le spalle di una mamma sono robuste! Il suo cuore anche! I bambini cresciuti senza amore materno prima o poi ne risentiranno e diventeranno degli uomini profondamente infelici.

 photo maternita_zps66e17fb9.jpg

Allora vogliamo lasciarli in pace questi bambini? Vogliamo lasciarli crescere come tali, giocando e e studiando? L’estate scorsa ho visto Jasmine a Cellino San Marco con il fratellino Bido, che correva gioiosa come un puledrino scalpitante, per tutta la tenuta Carrisi. Si tuffava in piscina spruzzando tutti, rideva come una matta per gli scherzi del fratellino, scarmigliata, con indosso calzoncini un po’ sdruciti, una maglietta che, del colore bianco, aveva soltanto un ricordo. Accanto c’era suo padre Al Bano, che la guardava con amore.

Poi l’ho rivista su alcuni giornali, gli occhi bistrati, il vestito di tulle e seta scollato, fotografata come una piccola diva, una “velina”; posava imbarazzata, “chiusa” fra le braccia e…. le gambe nude della madre truccatissima, che non la guardava mai. E mi si è stretto il cuore. Quelle foto sono finite in tutte le case: di persone brave ma anche meno brave. Di persone pure e di persone cattive, molto cattive. Se le foto dei nostri figli finiscono sui giornali non possiamo più essere noi a decidere chi può vederle e chi no; come si fa quando si scelgono le amicizie dei nostri figli.

Non so che cosa ne pensino i miei lettori ma per quanto mi riguarda, Loredana Lecciso, stop al televoto! La vita non è un’ Isola dei famosi; i voti si devono meritare!

Maria Cristina Giongo
CHI SONO

P.S. A proposito, la presentatrice di cui ho parlato nella mia lettera sono io. E’ un’ aggiunta di poco conto, forse di nessuna importanza. Voglio solo dire che se per me in quel momento le luci dei riflettori si spensero, se ne accese immediatamente un’altra, che brilla ancora adesso e che è la ragione della mia vita: mio figlio. I miei figli.

Tags: , , , , , , , , ,

52 Responses to “Lettera ai famosi: Loredana Lecciso, stop al televoto!”

  1. Emanuela scrive:

    Brava Cristina,
    le tue parole sono giustissime, non si possono usare i figli per farsi pubblicità…
    la gente non è scema, capisce benissimo che la signora Lecciso usa i bimbi per far credere al pubblico di essere una brava mamma… di quelle mamme super che sanno fare tutto… lavoro casa figli corri di qua salta di là…. ma non è vero nulla, basta con la classica scusa: meglio la qualità della quantità. non è vero!!!
    i figli hanno bisogno di una presenza costante, non di qualche ora tra qualche giorno….
    già è uno strazio per un figlio crescere con genitori separati, figuriamoci quando sono pure assenti per lunghi periodi….
    e non raccontatemi la storia della tata bravissima, amatissima etc etc…
    mamma e papà non hanno surrogati!
    che tristezza vedere ma soprattutto sentire bugie da tutte queste attrici/modelle/vips che raccontano che fare la mamma è bellissimo e coincide anche con il fare il proprio lavoro… certo ogni tanto esce la parola sacrificio, ma il sacrificio di chi? non certo dell’adulto che ha il potere di scegliere, ma bensì del piccolo che deve solo subìre le scelte dei grandi!

  2. Emanuela scrive:

    infatti l’ho capito bene il collegamento tra i due articoli, non sempre è il “caso” a far “nascere” bambini infelici, ma a volte la colpa è dei genitori che EGOISTICAMENTE pensano solo a se stessi, e non ai propri figli.
    Succede che ci si autoconvince che stiamo facendo del bene ai figli, ma la pura verità è che quel “bene” lo stiamo facendo solo a noi!
    non ci rendiamo conto che, proprio al giorno d’oggi con l’era dei computer e della sedentarietà, la più bella cosa che possiamo regalare ai nostri figli è quella di farli correre, del contatto con l’aria aperta e non rinchiusi davanti a televisione e playstation.
    ma è più importante l’audience e chi e cosa c’è di meglio che un bimbo nella sua fase dell’innocenza, della tenerezza?
    e ancora egoismo nel pensare che non succederà proprio a noi che un pedofilo abusi di nostro figlio???? e non ci rendiamo conto che il pericolo sta dietro l’angolo e che non serve tanto per alimentare certe perverse manie…
    che tristezza…

  3. Renato scrive:

    La gente “normale” è stufa dell’isola, dei fratelli, dei televoti, ha altri problemi:lavoro,salute,pensione eccetera.
    Nell’attesa che qualcuno li faccia smettere, non ci resta che cambiare canale.

  4. cristina scrive:

    Hai ragione, Renato!

    Molta gente è stufa dei grandi fratelli…delle grandi sorelle, delle eliminazioni e televoti; ma ci sono anche persone che, proprio in quanto oberate di problemi quotidiani, alla sera cercano soltanto di evadere rilassandosi con grandi cavolate.

    Nel senso che alla fin fine….possono anche rivelarsi terapeutiche! Per non pensare alla vita reale come purtroppo realmente è; e non come ce la mostrano i reality. Per cui a volte ben vengano certi programmi, per non pensare…o anche soltanto per arrabbiarsi….

    E ben vengano certi settimanali di gossip che ci mostrano come anche famose e bellissime attrici hanno la cellulite; in modo da poter, anche quest’anno, indossare il costume da bagno consolandoci per le nostre SANE imperfezioni….

    Ricordo una mattina in cui, dopo una notte trascorsa a scrivere un articolo importante, al risveglio da un sonno di 3 ore, mi sono guardata allo specchio e…mi sono spaventata; inciampavo nelle occhiaie, sembravo uno straccetto per la polvere ingrigito, una formichina stanca.

    Poi ho notato sul tavolino di casa l’ultimo numero di NOVELLA 2000, con ben due pagine di attrici famose beccate senza trucco; e..che sollievo! Erano state riprese mentre andavano a fare la spesa; due erano addirittura in pantofole! Scipite…sciapate….svilite…con i capelli stopposi e la ricrescita (maledetta ricrescita! ) ben in vista…lo sguardo spento.
    Irriconoscibili!!!!

    Ho pensato quindi alle ORE di restauro di cui hanno bisogno per apparire in splendida forma come le vediamo sui giornali.

    Poi ho fatto la doccia giornaliera al profumo di gelsomino, mi sono messa un velo di fard e di rossetto ( spendendo un MINUTO di tempo), una gonna da zingarella invece dello stucchevole “tubino strech” alla Simona Ventura (adoro le gonne folk coloratissime): e sono uscita a fare la spesa…sentendomi di colpo bellissima!

    Voglio dire che a volte la “gente normale” ha bisogno di apprezzare la sua “normalità”proprio come un VALORE; ma questo avviene solo quando hai la possibilità di un confronto, anche se negativo….

    Buona giornata dalla vostra solita, affezionata,

    Maria Cristina Giongo

  5. Emanuela scrive:

    Anch’io ho visto quelle foto… sono irriconoscibili! e che dire su Striscia la notizie la smacchiavip? a volte non sembrano neanche loro!
    e soprattutto credo di ritenermi fortunata nello “spendere” (in tutti i sensi dal tempo ai soldi) pochissimo per mettermi e tenermi in ordine ed invece quel tempo che si perde (ore e ore) per ritrutturazioni varie, lo dedico (e non lo spreco) ai miei cari!
    pertanto alle ragazzine che mitizzano certe veline e via di là… guardatele senza trucco e poi cambierete sicuramente idea….
    che ne dici Cris? mostrare come terapia alle anoressiche e con problemi di immagine quelle foto di donne uguali se non peggio di noi che ci riteniamo “normali”

  6. cristina scrive:

    Giusto, Emanuela;sono foto da mostrare alle anoressiche, con preghiera di mangiare.

    E poi facciamo una petizione affinchè anche gli uomini si curino di più.

    Noi ci facciamo in quattro per compiacerli: tacchi alti da rischiare fratture multiple e scomposte…, estetista, parrucchiere, diete pazzesche in cui dobbiamo rinunciare a TUTTO quello che ci piace: dolci, torte, marzapane, cioccolato, panna, caramelle, limoncello….

    E loro lì, con la pancia doppia…a guardare la partita con un sacco di pop corn in mano, una birra, le patatine (a portata dell’altra mano….)

    Tornando alla Lecciso, io la preferisco senza le gonne inguinali, il trucco perverso, il botox che l’irrigidisce come uno stoccafisso…
    Credo che al naturale potrebbe anche essere meglio.

    E con le mutande! Perchè le sue foto senza mutande sono finite su joutube persino qui in Olanda ( speriamo solo che non le abbiano viste i suoi figli !)

  7. Emanuela scrive:

    per carità… mi ritengo una persona fortunata, il mio compagno grazie a Dio fa sport e la pancetta al momento non c’è… ma sarò io la prima che lo metterò a dieta se butta su quelle “maniglie dell’amore”… ehehe…
    come lui vuole una donna al so fianco che si tenga curata, la stessa cosa vale anche per me, non mi devo vergognare ad avere una palla al mio fianco e poi c’è la salute in primis!
    invece la Lecciso, e tengo a precisare che non mi sta antipatica, anzi credo sia solo entrata in un vortice che ormai non riesce più a gestire. credo sia una persona intelligente ma ormai viene considerata un’oca giuliva…
    e la questione mutande fa parte di quel vortice….

  8. gina gentile scrive:

    Mia cara Maria Cristina che dire!!!! non ho parole……povero Albano mio che è passato dalla padella alla brace (scottante) mah!!!!

    • cristina scrive:

      Cara Gina,

      mi è sparito il commento che ti avevo scritto….Comunque dicevo che spero che IL TUO AL BANO trovi presto la felicità accanto ad una donna seria che gli voglia veramente bene.

      Buona serata!

      Cristina

  9. Erne' scrive:

    ..che bella immagine sono riuscita a vedere dalle tue parole…
    Cristina al mercato con la sua gonna alla zingarella …e nell’aria intorno il profumo di gelsomino…….. immagine semplice e naturale…!!! grazie ciao

  10. cristina scrive:

    Cara Ernè,

    sono contenta che la “mia immagine” ti piaccia! Allora…metiti anche tu una gonna alla zingarella, il profumo al gelsomino… ed esci a fare una bella passeggiata dimenticando tutti i pensieri tristi…

    • Erne' scrive:

      ..su questo ci puoi contare…e poi anch’io come te amo i gonnelloni …. non ti preoccupare …ho imparato a convivere con tutto ciò anche con il sorriso…buona notte….!

  11. teresa ramos scrive:

    Cara Cristina te saluto per tue paroles, anche sono con te.Uzare la figlia per valorizare.Poverela…la mamma!

  12. cristina scrive:

    Grazie, Teresa.
    Secondo me non sei italiana, vero? Stiamo diventando internazionali! America, Spagna, Olanda, Russia.

    Anch’io penso, Teresa, che i bimbi si debbano lasciare fuori dal mondo degli adulti, soprattutto quello dello spettacolo! Può essere molto pericoloso!

    Cari saluti,

    Cristina

  13. Flower Power scrive:

    Prima di tutto devo dire che condivido pienamente il tuo pensiero Maria Cristina,non ho parole per questa “donna” e per quello che fa ad Al Bano,
    si e messa con lui solo per riuscire nel mondo dello spettacolo e non la importa niente ovviamente,non dico di piu solo perche e la madre dei suoi
    due dolcissimi bambini.Al Bano non solo che e un padre meraviglioso che adora i suoi figli e anche come persona,e un angelo con un cuore di oro,
    un grande che adoro e stimo da sempre come tutti suoi fans,merita tutta la felicita del questo mondo accanto ad una donna seria che gli voglia veramente bene come era con Romina,che Dio da che un giorno fanno pace.
    Un saluto a tutti

  14. loris scrive:

    Cara Cristina,ho letto attentamente questo suo articolo e devo dirle che sono DAVVERO IMPRESSIONATO!!!Lei è veramente CORAGGIOSA DICISA E SINCERA a scrivere tutto ciò,perchè sò benissimo cha Al Bano è un suo carissimo amico e questo articolo potrebbe procurarle delle prese di posizione non troppo amichevoli dallo stesso Al Bano.LEI HA RAGIONE!!!UNA MADRE DEGNA DI TALE NOME NON FAREBBE NEL MODO PIU’ ASSOLUTO CIO’ CHE FA LA “SIGNORA” LECCISO!!!LA LECCISO SI CREDE DI ESSERE UNA VIP E NON SI RENDE CONTO DI QUANTO SIA RIDICOLA A FARSI FOTOGRAFARE IN QUEGLI ATTEGGIAMENTI DA VAMP DELLA ASL (LE CHIEDO SCUSA CRISTINA MA MI PASSI IL TERMINE) CON ADDIRITTURA I SUOI FIGLI!!!
    E’ EVIDENTE CHE LA “”SIGNORA”” LECCISO PENSI SOLO ED ESCLUSIVAMENTE AD APPARIRE SENZA PENSARE MINIMAMENTE CIO’ A CUI I PROPRI FIGLI VANNO INCONTRO!!!LE DICO QUESTO PERCHE’ HO UN CARISSIMO AMICO CHE LAVORA NELLA POLIZIA POSTALE E LUI DA’ LA CACCIA A TUTTI I PEDOFILI ON-LINE E SO’ BENE COSA FANNO QUESTI MALEDETTI MOSTRI!!!
    VORREI UN GIORNO POTER FAR VEDERE ALLA “”SIGNORA”” LECCISO LE FOTO CHE RITRAGGONO QUESTI…””ESSERI SPREGEVOLI”” DURANTE UN LORO INCONTRO CON DEI BAMBINI…..E’ ORRENDO E BRUTALE!!!
    E ALLORA FORSE SI RICREDERA’ LA “SIGNORA” LECCISO……E CAPIRA’
    …FORSE!!!
    IO E IL AMICO POLIZIOTTO MOLTO PROBABILMENTE AVREMO UN CONTATTO CON AL BANO PER FAR CAPIRE ALMENO A LUI CHE LE FOTO DEI SUOI FIGLI SU QUALSIASI GIORNALE O RIVISTA O QUEL CHE SIA, VENGANO ALMENO “”CRIPTATE”” O “”NASCOSTE””.MI AUGURO POSSA SERVIRE A QUALCOSA,MA QUELLO CHE MI AUGURO DI PIU’ E’ CHE
    AL BANO APRA GLI OCCHI E FACCIA SENTIRE,ALLA “”SIGNORA”” LECCISO,FINALMENTE LA SUA POSSENTE E UNICA VOCE!!!
    CONTINUI COSI’ CRISTINA,CONTINUI A COMBATTERE LA PEDOFILIA CON IL SUO””COFANETTO MAGICO””IO E NICK(QUESTO E’ IL NICKNAME DEL MIO AMICO POLIZIOTTO)STAREMO SEMPRE MOOLTO ATTENTI A QUESTE COSE……E SEMPRE ALL’ERTA…….S E M P R E!!!
    UN CORDIALISSIMO SALUTO.Loris

  15. Flower Power scrive:

    Cara Maria Cristina

    Grazie di cuore anche a te,hai mostrato che sei una vera e grande amica di
    Al Bano come nostra Elena e hai fatto bene che hai detto ad Al Bano,più di tanto non possiamo entrare nella sua vita privata come dici ma in un modo
    dobbiamo avvertirlo.Gli figli che sono il nostro tesoro piu grande devono essere protetti di questo mondo crudele e malatto di questi mostri di pedofili.
    Anche io farei tutto per proteggerla se fosse mia figlia,non so chi ha messo questo profilo su Facebook,ma quello che ha fatto questo non e una persona normale.Ognuno che conosce bene Al Bano sa che e una persona buona,intelligente,adorabile,sensibile e un padre meraviglioso anche se e sempre super impegnato con tanti concerti e non ha tempo di
    pensare a se stesso e di accorgersi che non va qualcosa e mi associo con te e tutti gli altri fans che lo vogliamo tanto bene ad aprirlo gli occhi e tu
    continua con la stampa,hai ragione niente intervista se volevano foto dei figli.Un abbraccio

  16. Flower Power scrive:

    Carissima Maria Cristina

    Credo che Al Bano e felicissimo di avere fans come noi che lo vogliamo bene veramente.Penso come te che il profilo della bambina ha messo la persona che non conosce come sia pericoloso facebook,chi e in rete e osserva.
    Bisogna essere sempre attento,non si sa mai chi potrebbe usare le informazioni personali.Noi adulti dobbiamo proteggere i nostri figli,e importante parlare con loro di essere attenti e non parlare mai con le persone sconosciute.Continua cosi a difenderlo via stampa,e certo salutalo tanto.Grazie ancora,buona serata anche a te

  17. cristina scrive:

    Certo, non ti preoccupare; è importante che altre mamme capiscano i pericoli della rete.

    Ho scritto un articolo proprio sull’importanza dei filtri per i computer da mettere nella cameretta dei bimbi, intervistando il Dottor Giorgio Sgarra, della Safe Network Security Solutions e spero che altre mamme NON accontentino i loro figli che vogliono stare su facebook.

    Vi prometto che un giorno ne parlerò con Al Bano e sono sicura che capirà.

    Cari saluti,

    Cristina

  18. Gloria scrive:

    Cara Cristina.
    Da giorni che già aveva letto questa lettera, farai bene de parlare ad Al Bano. I bambini non meritano che questi malviventi che per disgrazia esistono nel mondo afferreno 1’occasione per i suoi pervertimenti. I bambini sono innocenti e dovemo insegnargli a crescere buone persone. Da maggiori già si renderanno conti de come va il mondo ed impareranno a differenziare le cose buone de quelle cattive. In quanto interessa la sua mamma, sempre ho credutto che solo pensa a lei, che abbindolò a Al Bano solo per il suo profitto, non lo ha amato mai. Amicci, Al Bano non merita queste cose, ha già abbastanza de preocupazioni, siamo tutti a canto a lui per buttare giù tutto quello che possa fargli male. Di sicuro a tutti noi ci ha regalato momenti felici con le sue canzone, avvemo un debito con lui. AIUTIAMO AL BANO. Un abbraccio a tutti e grazie Cristina.

  19. Flower Power scrive:

    Sono d’accordo con te Maria Cristina e con te Gloria.Un saluto grande e buona domenica

  20. cristina scrive:

    Grazie, Bianca,

    ma io NON l’associo alla pedofilia; tutt’altro…la stiamo solo avvertendo, come ha scritto anche il signor Loris, amico di un poliziotto, di che rischi corra una bimba che viene mostrata così in pubblico; doppi se è figlia di un personaggio famoso. Perchè si aggiunge quello del rapimento. Ecco perchè non vedi più molti figli dei famosi… sui giornali per adulti.

    Dovrebbe solo ringraziarci, visto che secondo me non ci pensa.

    Il collegamento con la madre disperata per gli istinti suicidi della bimba dimostra quante altre madri hanno ben altri problemi per la testa e che deve ritenersi fortunata di avere una bimba sana: MA COMUNQUE DA PROTEGGERE.

    Era solo per questo. I giudizi moralistici in effetti ce li dobbiamo tenere per noi.

    Ciao…

  21. Bianca scrive:

    Inoltre reputo del tutto improbabile che la Lecciso abbia fatto iscrivere la figlioletta in Facebook registrandola come una cinquantenne nata nel 1960.
    Guarda che in FB in molti si appropriano delle identità dei famosi.

    Collegamento con pedofilia+bimba con pulsioni suicide+falsa registrazione in FB: occhio agli eccessivi entusiasmi, solo perché ognuno in Rete può dire quello che vuole…
    Ciao.

  22. cristina scrive:

    Cara Gloria,

    grazie anche a te per il tuo accorato messaggio. Il problema è che non possiamo interferire più di tanto nella vita di una persona; ma sono anche sicura che Al Bano non guarda internet e che se nessuno glielo dice non saprà mai che sua figlia, per esempio, è su facebook. Con la data di nascita falsificata. Al limite potevano iscriversi i suoi genitori a suo nome, come hanno fatto altri genitori di ragazzini; non sono d’accordo nemmeno su questo ma sono affari loro.

    Io preferirei tenere lontano il più possibile i miei bimbi da facebook, come quando erano piccoli i miei figli li tenevo lontani dai cartoni animati aggressivi ( che molti loro compagni di scuola vedevano in Tv per ore ed ore….)

    Grazie a Dio allora non c’era internet ..per i bambini…
    Un abbraccio,

    Cris

    P.S. Per BIANCA; se vai su facebook e clicchi nome e cognome della bimba vedrai che è lei, in quanto fra i suoi amici ci sono la Lecciso ( con profilo vero), e la sorella Cristel. Oltre ai suoi compagni della scuola dove studia. Quindi almeno sua madre è a conoscenza della cosa.
    Per il resto è vero che vengono usurpati i profili. Per cui bisogna stare molto attenti a segnalare queste cose.

  23. cristina scrive:

    Bianca, ripeto,

    l’associazione pedofilia-bimba è stata fatta per un avvertimento generale alle mamme, soprattutto dei famosi; anche se molte, sempre più, chiedono espressamente ai giornali di non fotografare i loro bimbi o di mettere la mascherina sul viso; come la Hunzicher, per esempio. E’solo un aggancio…non penserei mai di paragonare i due casi.
    Per fortuna Jasmine è una bimba nata sana e che cresce sana.

    Insomma, è inutile correre rischi in questo mondo sempre più pericoloso.

    La bambina nata con istinti suicidali quindi non c’entra niente con la bimba di Al Bano, per fortuna; erano solo due storie di madri che vivono i loro problemi (una, quello di…sopravvivere nel mondo dello spettacolo dovendo gestirsi due figli piccoli) ed una “normale”, che ha un problema molto serio.

    Tutto qui. Niente di offensivo nei confronti della Lecciso ma un discorso che va a fondo di un problema di gestione della maternità che hanno molte madri, soprattutto del mondo dello spettacolo. O mamme che lavorano tutto il giorno.

    Per facebook spero di sbagliarmi; comunque basta controllare.

    Comunque ci sono molti ragazzini si fanno iscrivere dai genitori, che poi controllano loro stessi gli amici che contattano. Oramai facebook è diventato un immenso calderone. Ma anche su questo punto si può dissentire o concordare. Ognuno segua la sua coscienza di genitore, un compito di per sè già difficilissimo.

  24. Bianca scrive:

    Cara Cristina, quando si parte per le tangenti non c’è nulla da fare e certe mentalità non cambiano mai, specialmente quando si ha molto tempo da perdere.

    A parte che quello in FB è un profilo usurpato, ma in ogni caso… la conoscenza del fatto dovrebbe essere di entrambi i genitori, no?
    Ah ecco, uno dei due odia Internet (però ha il sito se non sbaglio).

    Una dovrebbe ringraziare de che… di essere stata collegata a pedofilia, pulsioni suicide dei bimbi, esposizione al rapimento, mettere la propria figlioletta di nove anni in FB registrandola come cinquantenne?

    Vabbò tronchiamo qua, buon proseguimento.

  25. cristina scrive:

    Vabbè, tronchiamo, anche perchè se no ripetiamo tutte e due le stesse cose; io continuerò a ripetere che mai e poi mai ASSOCEREI una persona alla pedofilia, chiunque sia, senza prove.

    I miei AVVERTIMENTI ( e non ASSOCIAMENTI ) alle mamme sono NON perchè penso che le mamme siano pedofile ..ma perchè dopo anni di inchieste e colloqui anche con poliziotti che si occupano di pedofilia, soprattutto online, risultano DATI e tecniche di avvicinamento che fanno venire i brividi; per cui è meglio tenere lontani i bambini da pubblicità che potrebbero ( condizionale….) essere usati per i LORO scopi.

    Quante mamme mi hanno ringraziata per questo!

    Tutto qui. Della signora Lecciso non mi importa più di tanto, sinceramente.

    I miei CONSIGLI sono piuttosto per Al Bano; ben felice, ovviamente, se anche la signora Lecciso potrà riflettere su certe cose, considerato che il loro mondo e quello dei loro piccoli è più esposto a certi pericoli ( vedi il triste passato di Al Bano).

  26. Bianca scrive:

    Cara Cristina,
    nonostante qualche divergenza di opinioni in ogni caso rimani una civilissima persona e ti ringrazio anche qui della bella e-mail che mi hai inviato e alla quale ho già risposto.
    Anche io non mi riferivo tanto al caso singolo e intendevo più in generale, ma a questo punto bisognerebbe aprire una succursale del CM per parlarne!

    Baciotti, buona domenica,
    Bianca

  27. Emanuela scrive:

    a volte la buona fede delle persone può essere fraintesa purtroppo…ma bisogna andare oltre e chi ha figli sicuramente avrà capito ciò che Cristina voleva dire coi suoi avvertimenti. e detto soprattutto da una persona che conosce, purtroppo l’ambiente pedofilia, avendo intervistato malati di quel genere.
    al giorno d’oggi il pericolo si trova dietro l’angolo e credo che aumentare il rischio con foto che invece si potrebbero evitare, non è un comportamento da mamma giudiziosa…
    questo è solo il mio pensiero, ma sapere che c’è gente che la pensa come me mi fa credere di essere nel giusto….

  28. Bianca scrive:

    Certamente Emanuela tu sei sempre nel giusto e non ne sbagli mai una, a cominciare da quando affermi che (solo) chi ha figli può capire.

    Io per esempio non ho cani ma li amo molto di più di tanti che li hanno e spesso li abbandonano.

    Ciao.

  29. Emanuela scrive:

    beh paragonare figli a cani è un po’ fuori luogo.
    neppure io ho cani ma proprio poco tempo fa in autostrada ho visto una macchina abbandonare un cane e dopo aver scritto la targa ho chiamato i carabinieri!!! vergogna solo vergogna!!
    però quello che volevo dire sui figli ed i rischi che corrono, purtroppo è la verità nell’affermare che quando ne hai, li hai generati tu, la sensibilità è maggiore nei confronti dei minori.
    ho fatto per anni la babysitter e mia mamma tutt’ora la sta facendo, casa mia è sempre stata piena di marmocchietti che saltavano di qua e di là, ma ora che IO ho una figlia certe cose le capisco di più, come l’apprensione per un vaccino, una febbre improvvisa, o appunto quando va a scuola e come bidello ha un uomo! mi dispiace dirlo ma i fatti sono questi!
    non si può mettere la testa sotto la sabbia (come l’ho già detto tante volte) ed avere l’arroganza che non succeda a noi, perchè il pericolo è dietro l’angolo…
    la cronaca nera ogni giorno ci dà purtroppo queste conferme

  30. Imma scrive:

    Cris, BRAVISSIMA…. bravissima per tutto: la scelta dell’argomento ( così triste ma vero ), le parole dure dette alla signora Lecciso , la scelta coraggiosa di dedicarsi solo alla famiglia e ad un lavoro da “dietro le quinte”..
    Brava veramente!
    Un bacio
    Imma

  31. Cri.. in questo è sempre stata bravissima :)

  32. Bianca scrive:

    E chi ha paragonato i figli ai cani?
    Ci mancherebbe, la mia era una metafora: per esempio don F. Noto (mi pare si chiami così) non ha figli essendo un sacerdote eppure si batte come nessun altro contro la pedofilia forse a rischio della sua stessa vita.
    Buona giornata.

    PS: Sul fatto che questo sacerdote non abbia figli chissà, almeno ufficialmente non risulta, poi non so.

  33. Emanuela scrive:

    appunto Bianca eheheh
    diciamo che “ufficialmente” non ha figli… ma solo quello lassù sa la verità 😉 oltre a lui stesso :-)
    tranquilla che non me la sono presa per nulla.
    vedo tantissime persone che trattano meglio cani e gatti e lasciano i figli al loro destino…
    ognuno è libero di fare ciò che vuole ….
    comunque chi semina raccoglie… :-)
    zao buona giornata anche a te

  34. loredana scrive:

    Gentile signora Cristina, la ringrazio di cuore per il suo interessamento, mi spiace molto però per il linguaggio che ha utilizzato nell’asserire argomentazioni diffamatorie nei miei confronti…Certa però della sua buona fede,non è mia intenzione adire alle vie legali.. Stia tranquilla e tranquillizzi i suoi interlocutori che non metterei mai a repentaglio la tranquillità dei miei figli…perchè è SACROSANTA COME MI AUGURO DIVENTI SACROSANTA PER TUTTI I BIMBI DEL MONDO.. smettiamola di ergerci a giudici e offriamo,piuttosto,tutti insieme il nostro contributo nei confronti di quelli angeli a cui hanno tentato realmente di scippare la serenità dell’infanzia.Nel mio piccolo sarò sempre in prima linea. Grazie Loredana Lecciso

    • Bianca scrive:

      Gentile Loredana,
      ne approfitto per salutarla: da parte mia ho, diciamo, spezzato una lancia nei suoi confronti, perché lei è sicuramente un’ottima madre e comunque non sta a noi giudicare.
      Ho espresso anche delle perplessità nei confronti del linguaggio adottato, però conoscendo Cristina è una persona in assoluta buona fede come lei ha capito.

      Auguri per tutto!

  35. cristina scrive:

    Gentile signora Lecciso,

    grazie per il suo intervento; trovo che sia molto giusto reagire e non restare in silenzio, in modo da chiarire i suoi punti di vista.
    Come io ho chiarito i miei: senza nessuna intenzione di diffamarla, cosa già chiarita in precedenza.

    Però rimango della mia idea che i bambini dovrebbero rimanere lontani dal mondo dello spettacolo e NON apparire ( senza il viso coperto), sui giornali PER ADULTI. Proprio perchè mi sono occupata tanto del tema della pedofilia, so che quelle foto sono un piacere GRATUITO per i pedofili.
    Mi creda, a volte le fanno girare sui loro siti: ce n’è uno olandese che ha pubblicato le foto della figlia di un personaggio molto conosciuto ( che aveva la gonnellina lievemente alzata).

    Il padre è stato avvertito, l’hanno levata ed hanno dovuto pagare una multa. Ma vanno avanti come prima…..

    Infatti la prossima mia lettera ai famosi sarà per Michelle Hunzicher, che stimo per aver PROIBITO ai giornali di pubblicare la fotografia di sua figlia ( a meno di coprire il viso con una mascherina, per renderlo irriconoscibile).
    Di recente, accorgendosi in tempo che un fotografo stava per fotografarla, le ha buttato addosso uno scialle coprendola completamente; questa immagine è uscita proprio su Novella 2000.

    In fondo è stato anche un segno di rispetto di una madre nei confronti della figlia, che non deve per forza apparire sui settimanali solo perchè la madre è famosa.

    Per esempio una persona che lavora nel campo dell’informatica, in collaborazione con la polizia, mi ha raccontato che vostra figlia Jasmine è su facebook; io non potevo crederci, anche perchè è proibito iscrivere bambini piccoli ( sempre per via del fatto che le loro foto in questo modo possono circolare in rete e finire anche “in mano” di malintenzionati).

    Magari per i bambini è un gioco ( anche se io, i miei figli, li ho tenuti ben lontano da questo tipo di giochi con il computer); ma quando un quotidiano olandese ha pubblicato 200 nomi di criminali del loro Paese che sono su facebook, mi sono venuti i brividi. In rete possiamo difenderli poco i nostri bimbi. L’importante è che non appaiano le loro foto!

    Comunque questa persona mi ha detto che ha già informato la famiglia, la VOSTRA famiglia, della scoperta. Chi l’ha messa su facebook ha persino inserito la data di nascita falsa; chiunque può spacciarsi per genitore. Un genitore vero non insegnerebbe certo ai suoi figli a falsificare i dati. “Purtroppo” lei e suo marito siete famosi…e quindi dovete stare ancora più attenti a queste cose; capisco che non sia facile. In effetti sono felice di non essere al posto vostro, che avete doppia responsabilità rispetto a noi genitori “normali”. Allora…ha ragione: non si deve giudicare.

    Ripeto, mi spiace che si senta diffamata e condivido che si debba lottare per quei bimbi che non hanno mai avuto amore e attenzione dai genitori, crescendo come pianticelle storte, sempre in cerca di quell’affetto mai avuto. E ovviamente per tutti quei bambini violati, offesi, picchiati. Sono contenta che anche lei voglia affiancarsi in questa battaglia.

    Allora un bacino ai suoi bimbi e un saluto anche a lei

    Maria Cristina Giongo

  36. cristina scrive:

    Cara Bianca,

    grazie per la stima; come vedi nel mio commento precedente ho chiarito anche con lei,( pur rimanendo su alcuni punti delle mie idee) che non volevo offenderla.

    Per facebook non so che cosa dire; ci penseranno i genitori della piccola a decidere se vale la pena di lasciarla; ammesso che siano stati loro ad inserirla. Come dici tu ci sono tante persone che usurpano l’ identità altrui.

    Ma sono contenta che la signora Lecciso abbia reagito perchè questo indica che affronta il problema apertamente, e, come dice lei, si sente molto attenta e vicina al suoi bimbi.

    Ciao,

    Cristina

  37. Bianca scrive:

    Cara Cristina,
    mi sono accorta del messaggio della signora Lecciso perché è giunto in automatico sulla mia e-mail.
    Ho da portare avanti progetti costruttivi, pratici e concreti e uso il web solo per quello che mi serve.

    L’offesa c’è stata, so che sei una brava persona e in buona fede ma pensaci bene prima di lanciarti, se posso: sai come la penso, si legge chiaramente dai miei commenti precedenti.

    Buon lavoro a te/voi,
    Bianca

  38. Bianca scrive:

    Poi Cristina una precisazione, per quanto riguarda la figlia dell’altro personaggio pubblico che nomini: anzi i genitori sono entrambi famosi.
    Non so quali siano le foto della bimba con la mascherina: foto della piccola a pochi mesi, a pochi anni, in spiaggia, in costume da bagno ci sono ovunque, basta controllare, per chi ha tempo di farlo, in Internet.
    Ciao.

  39. cristina scrive:

    Bianca, la figlia dei “famosi” di cui parlo, è la principessina Amalia; come forse saprai le sue foto erano state fatte girare da un sito di pedofili, insieme a quelle del cugino.

    Il principe ereditario Willem Alexander e Maxima furono avvertiti da una splendida donna che combatte la pedofilia, e che tiene d’occhio i siti dei pedofili (aperti a tutti). I giornali comunicarono che ci fu subito un processo; il gestore del sito dovette pagare 50.000 euro; e ovviamente ritirare la foto.

    Dopo, molti giornali olandesi protestarono dicendo che solo perchè lui era il futuro re aveva ottenuto questo; e gli altri? Secondo la stampa, e anche secondo me, il loro sito andava chiuso. Invece c’è ancora!!!!

    E, ti ripeto, la pagina del pedofilo assassino Marc Dutroux era su facebook sino a poco tempo fa e pare che lui chattasse via il carcere…..Per quello io volevo levarmi, per protesta; come scrissi anche su facebook. E ho anche provato a farlo ….ma rimanevo sempre iscritta ( e con la mia foto).

    Poi non ho più provato a cancellarmi, perchè ho trovato amici simpatici, che conosco, e diffondo anche gli articoli del Cofanetto. Ma io sono maggiorenne e vaccinata! Dai pericoli so difendermi ( spero!)

    Insomma; mamme, attenzione! E parlo a tutte le mamme. Anche perchè, in effetti, non è giusto prendersela sempre con la signora Lecciso.

  40. Bianca scrive:

    Cara Cristina sì lo so, è la prova lampante di come tutti i figli dei famosi possono finire in certe reti.
    Il punto è che io ho da fare e mollo tutto quello che mi fa perdere tempo, volente o nolente.

    Rimane soltanto un certo fascino esercitato da Facebook, è meglio che a parte rarissime eccezioni, per quello che mi serve, nemmeno ci entri più.

    Un salutone e buon proseguimento!
    Bianca

  41. Bianca scrive:

    Ho letto solo ora il saluto di Emanuela del 30 giugno e ricambio :-)
    Il “Cofanetto” è ricco di spunti interessanti e curato con molto amore: in ogni caso io lo ricevo e leggo via e-mail.
    Però ogni tanto per forza mi allontano perché mi distraggo troppo, problema mio, voi non c’entrate nulla 😉

    A presto / ciao!

  42. cristina scrive:

    Grazie, Bianca….ma non abbandonarci! I tuoi commenti arguti e le tue tiratine d’orecchi per una polemica intelligente, ci interessano sempre…

    Tuttavia hai ragione; internet a volte ti porta via troppo tempo….

    Allora, ciao e a presto!
    Cristina

  43. loredana scrive:

    Gentile signora Cristina ricambio affettuosamente i suoi saluti.Spero a presto! Loredana Lecciso
    P.s. Un saluto anche alla signora Bianca.

  44. Bianca scrive:

    Grazie Loredana, ricambio… e tanti auguri per tutto!
    Per la sua famiglia e per ogni successo :-)

    Cari saluti,
    Bianca

  45. Bianca scrive:

    Ciao Cristina, scusami, il mio commento di ieri con il mollare tutto quello che mi fa perdere tempo non è stato effettivamente il massimo della simpatia :-(

    È che io mi faccio trascinare anche quando non sono collegata e continuo a pensare e a ripensare agli spunti, agli articoli etc., insomma ogni tanto devo disintossicare la mente intasata!

    Sennò quando li scrivo i miei libri?! 😉

    Adesso penso a tornare per qualche giorno in Italia e poi farò sapere… grazie per la stima ricambiata.

    Auguri per tutto a tutti voi e a presto,
    B.

  46. Emanuela scrive:

    Sono d’accordo con le precisazioni che ha fatto Cristina… i genitori dovrebbero stare molto più attenti ai “giochi” dei figli…
    non possiamo certamente vivere nel terrore e tantomeno trasmettere paura ai figli, ma con moderazioni fin da piccoli sta a noi preparali ad affrontare la vita e far capire quali sono i pericoli anche in merito a “giochi” apparentemente innoqui…
    Anni fa era aperta una chat dove partecipavo anch’io eho conosciuto tanti amici con cui ancora oggi ci vediamo e ci sentiamo. però è stata chiusa dopo un po’ di tempo ed il motivo è che all’interno c’era più pedofili e violentatori che persone per bene… ci sono rimasta di stucco perchè certo anch’io ho avuto modo di constatare che c’era del marcio ma mai avrei pensato che il marcio era la maggioranza!
    ora c’è facebook ed è uguale! nel calderone si trova di tutto, spetta a noi avere anche un po’ di accortezza e non dare subito fiducia al primo che ci richiede l’amicizia…
    però è anche triste vedere quante persone vivono di computer, di facebook, e non hanno altro… sono soli e si “appoggiano” al virtuale per crearsi una vita diversa…

    • Bianca scrive:

      Concordo specialmente con l’ultima frase…
      Questo FB può essere divertente ma arriva a drogare, più che “amici” la maggior parte sono contatti che poi si perdono.
      Più tutto il resto, da perdita di tempo a litigi e scontri.
      Ciao e buon proseguimento!

  47. cristina scrive:

    Emanuela e Bianca,

    sono d’accordo; per questo facebook ha proibito ai ragazzi che hanno meno di 13 anni di iscriversi. Io allergherei la proibizione sino ai 16, 18. Per i bimbi, facebook non dovrebbe essere un gioco; meglio portarli allo zoo, al cinema, a fare le merende in campagna.

    Mio figlio adorava pescare e io passavo intere giornate con la canna in mano, come una cretina, a prendere pure io i pesciolini. E per giunta dovevo stare zitta, altrimenti secondo mio figlio scappavano….Ci sono tanti modi per stare accanto ai tuoi figli. E per goderteli, sino a che sono piccoli.

    Tornando a facebook lo uso anche per diffondere gli articoli del Cofanetto, che ha il suo fans club ( appena iniziato) e ho tanti amici “famosi”… (date un’occhiata); ma per il resto non ci perdo tanto tempo.

    Bacioni a tutti!

    Cristina

Lascia un commento